PDA

Visualizza versione completa : Resurrezione: scientificamente possibile ?


angelo
29-06-2005, 12.35.01
Da Repubblica

Scienziati di Pittsburgh inducono la morte clinica negli animali
usando una soluzione salina gelata e li resuscitano dopo tre ore
Cani uccisi e riportati in vita Incredibile esperimento negli Usa
La tecnica utile per curare soldati o vittime di incidenti
E' già polemica per le implicazioni etiche e morali
di ALESSIO BALBI

ROMA - Indurre la morte clinica negli esseri viventi per vedere se è possibile riportarli in vita trasformando il sonno eterno in un viaggio andata e ritorno. E' l'incredibile esperimento condotto da alcuni scienziati dell'Università di Pittsburgh, che hanno risuscitato un gruppo di cani dopo aver verificato per tre ore l'assenza di qualunque segnale vitale nei loro corpi.

Sembra uno scenario inverosimile, degno di film come "Linea Mortale" più che della scienza. Eppure, l'istituzione che sta dietro questa ricerca ai limiti della realtà è assolutamente rispettabile: il Safar Center for Resuscitation Research, fondato da Peter J. Safar, universalmente riconosciuto come l'inventore della respirazione bocca a bocca e della rianimazione cardiopolmonare. Un uomo che davvero ha contribuito a riportare in vita migliaia di persone inesorabilmente destinate all'aldilà. Ma l'impresa dei suoi seguaci appare ancora più estrema.

Gli scienziati di Pittsburgh hanno preso un gruppo di cani, hanno svuotato le loro vene e hanno sostituito il sangue con una soluzione salina a 7 gradi centigradi di temperatura. In questo modo, hanno indotto negli animali uno stato di morte apparente: niente respiro, nessuna attività cardiaca, nessun segnale cerebrale. Dopo tre ore in queste condizioni, hanno ripompato il sangue nel corpo delle bestie che, stimolate con elettroshock e ossigeno per rimettere in moto cuore e polmoni, hanno ripreso a vivere, apparentemente senza alcun danno agli organi vitali.

"Condizioni simili si creano già nel caso di particolari operazioni chirurgiche", spiega a Repubblica.it il dott. Sergio Pintaudi, primario di Anestesia e Rianimazione all'ospedale "Garibaldi" di Catania. "Nella cardiochirurgia, ad esempio, l'anestesia permette di ridurre di molto l'attività cerebrale, inducendo per lungo tempo uno stato di narcosi estremamente profondo. Ma non si può parlare di morte cerebrale: in quel caso, sono le cellule dell'encefalo che iniziano a morire, e da quello stato non c'è ritorno".

L'esperimento americano non mancherà di sollevare perplessità e proteste di natura etica e morale. Alcune organizzazioni animaliste hanno già espresso il loro rifiuto nei confronti di questo genere di studi. "Bisognerà capire gli scopi di questa sperimentazione", osserva Pintaudi. "Ottenere di riportare in vita cellule morte, ad esempio, sarebbe un risultato di straordinaria importanza".

I ricercatori del Safar Center conducono i loro studi per indagare la possibilità di interventi in situazioni estreme, ad esempio su persone che abbiano perso ingenti quantità di sangue. Sperimentazioni di questo genere sono viste con estremo interesse dai militari: con la tecnica di Pittsburgh si potrebbe iniettare la soluzione gelata nelle vene di soldati seriamente feriti e lasciarli inerti a lungo, in attesa di soccorsi, senza che i loro organi vitali risultino compromessi.

Ma c'è già chi teme usi meno ortodossi del sistema: qualcuno in cerca di esperienze forti potrebbe sottoporsi al trattamento per un viaggio di tre ore nell'aldilà. Per scenari fantascientifici di questo tipo, comunque, bisognerà attendere almeno fino al 2015, la data indicata dagli scienziati per l'inizio della sperimentazione sull'uomo.




angelo

Secret Room
29-06-2005, 12.39.24
direi che semplicemente quei cani non sono mai effettivamente morti.
Anche un malato, durante un trapianto di cuore, resta senza qualcosa di vitale ma non x questo muore.
E x fortuna :alto:
Ma poveri cani, li devono proprio usare x queste cretinate????

ivan
29-06-2005, 14.20.09
Originally posted by Secret Room

Ma poveri cani, li devono proprio usare x queste cretinate????
e chiamale cretinate...

Secret Room
29-06-2005, 14.24.49
Originally posted by ivan
e chiamale cretinate...

Non credo siano ricerche fondamentali.
Altre cose sono più importanti, tipo trovare farmaci anti-cancro a nti-aids a basso costo, accessibili anche ai paesi poveri.

angelo
29-06-2005, 14.31.44
Questi esperimenti possono essere un punto di partenza... cominciano togliendoti il sangue, poi possono operarti, o fare cose che, con la presenza del sangue, sono molto difficili da fare, oppure ridarti un sangue piu' "pulito" o "sano" o anche diverso dal tuo... alle volte la realta' riesce tranquillamente a superare la fantasia...

angelo

Secret Room
29-06-2005, 14.35.01
Originally posted by angelo
Questi esperimenti possono essere un punto di partenza... cominciano togliendoti il sangue, poi possono operarti, o fare cose che, con la presenza del sangue, sono molto difficili da fare, oppure ridarti un sangue piu' "pulito" o "sano" o anche diverso dal tuo... alle volte la realta' riesce tranquillamente a superare la fantasia...

angelo

Allora chiedo scusa x la mia ignoranza :sdeng:

angelo
29-06-2005, 14.37.33
No, bhe', io ipotizzavo... :) Di scuro ci sono delle applicazioni a questo tipo di studi... non sono del settore, quindi non so cosa abbiano in mente queste persone :)

angelo

Sacc82
29-06-2005, 15.20.43
incredibile.... :eek:

Dylan
29-06-2005, 15.23.06
Bisognerebbe avere più rispetto per la vita. E' paradossale, un guerrafondaio come me non avrebbe mai il coraggio di fare un esperimento su un cane. La vita è una lotta, ma andrebbe giocata ad armi pari. L'uomo è la vera bestia. L'uomo è una bestia. Io mi vergogno a nome di tutti gli uomini del mondo per il trattamento riservato agli animali in ogni parte del mondo. La caccia è una simulazione della lotta per la sopravvivenza. Ma la ricerca scientifica cos'è? E' una violenza bella e buona. Una violenza perpetuata da anni, che solo grazie alla disinformazione si è sempre parata il culo con la scusa di risultati importanti. In realtà per un buon 90% la vivisezione è impiegata nelle ricerche cosmetiche; ogni farmaco per avere un riscontro SICURO va sperimentato sull'uomo. per esempio un'aspirina che ucciderebbe il mio gatto, a me fa bene. Quindi i parametri sono DIVERSISSIMI e quasi sempre la ricerca sugli animali è una scusa per loschi traffici economici.
Ho promesso al mio gatto che un giorno lui farà a me quello che io ho fatto a lui; potrà castrarmi e tenermi fuori al balcone quando faccio lo stronzo. Io lo amo. Lo amo.

Secret Room
29-06-2005, 16.00.18
Originally posted by Dylan

Ho promesso al mio gatto che un giorno lui farà a me quello che io ho fatto a lui; potrà castrarmi e tenermi fuori al balcone quando faccio lo stronzo. Io lo amo. Lo amo.

Troppo giusto!
Anche le mie gatte mi lasceranno in preda ai bollori, negandomi la vista di un maschio :D e mi impediranno di minacciare i vicini di casa :fico:

Damián
29-06-2005, 17.41.05
Originally posted by Dylan
Bisognerebbe avere più rispetto per la vita. E' paradossale, un guerrafondaio come me non avrebbe mai il coraggio di fare un esperimento su un cane. La vita è una lotta, ma andrebbe giocata ad armi pari. L'uomo è la vera bestia. L'uomo è una bestia. Io mi vergogno a nome di tutti gli uomini del mondo per il trattamento riservato agli animali in ogni parte del mondo. La caccia è una simulazione della lotta per la sopravvivenza. Ma la ricerca scientifica cos'è? E' una violenza bella e buona. Una violenza perpetuata da anni, che solo grazie alla disinformazione si è sempre parata il culo con la scusa di risultati importanti. In realtà per un buon 90% la vivisezione è impiegata nelle ricerche cosmetiche; ogni farmaco per avere un riscontro SICURO va sperimentato sull'uomo. per esempio un'aspirina che ucciderebbe il mio gatto, a me fa bene. Quindi i parametri sono DIVERSISSIMI e quasi sempre la ricerca sugli animali è una scusa per loschi traffici economici.
Ho promesso al mio gatto che un giorno lui farà a me quello che io ho fatto a lui; potrà castrarmi e tenermi fuori al balcone quando faccio lo stronzo. Io lo amo. Lo amo.

Sono daccordo con te che la ricerca "scentifica" fa cose sporche.
In questo caso peró le implicazioni di questa scoperta sono incredibili.

Damián
29-06-2005, 17.45.35
Sto ancora ragionando intorno a questo argomento, sarebbe bello poter capire in che stato sono le cellule quando una forma di vita é nello stato descritto dall'articolo.

Se é vero che l'encefalogramma é rimasto completamente piatto per 3 ore, mi sorgono interrogativi sul concetto di Vita e Morte...

Quando inizia e finisce la Vita? Cosa possiamo definire Vivo e cosa no?

Damián
29-06-2005, 18.07.10
Da www.freeinternetpress.com

Scientists Kill Dog, Resurrect Hours Later
Posted on Monday, June 27 @ 18:07:15 PDT by JWSmythe (2547 reads)

Scientists have created eerie zombie dogs, reanimating the canines after several hours of clinical death in attempts to develop suspended animation for humans.
US scientists have succeeded in reviving the dogs after three hours of clinical death, paving the way for trials on humans within years.

Pittsburgh's Safar Centre for Resuscitation Research has developed a technique in which subject's veins are drained of blood and filled with an ice-cold salt solution.

The animals are considered scientifically dead, as they stop breathing and have no heartbeat or brain activity.

But three hours later, their blood is replaced and the zombie dogs are brought back to life with an electric shock.

Plans to test the technique on humans should be realised within a year, according to the Safar Centre.



However rather than sending people to sleep for years, then bringing them back to life to benefit from medical advances, the boffins would be happy to keep people in this state for just a few hours,

But even a this should be enough to save lives such as battlefield casualties and victims of stabbings or gunshot wounds, who have suffered huge blood loss.

Duing the procedure blood is replaced with saline solution at a few degrees above zero. The dogs' body temperature drops to only 7C, compared with the usual 37C, inducing a state of hypothermia before death.

Although the animals are clinically dead, their tissues and organs are perfectly preserved.

Damaged blood vessels and tissues can then be repaired via surgery. The dogs are brought back to life by returning the blood to their bodies,giving them 100 per cent oxygen and applying electric shocks to restart their hearts.

Tests show they are perfectly normal, with no brain damage.

"The results are stunning. I think in 10 years we will be able to prevent death in a certain segment of those using this technology," said one US battlefield doctor.

Read More

Editor: This seems a bit disturbing.

"Sorry Bob, you died in a car accident last week, but you're fine now. Did you have a nice vacation in heaven?"

"I wasn't in heaven"

Damián
29-06-2005, 18.08.15
Questo articolo invece é preso da
www.pittsburghlive.com

Pitt scientists resurrect hope of cheating death


Tools
Print this article
E-mail this article
Subscribe to this paper
Larger text Larger / Smaller Text

Subscribe
By Jennifer Bails
TRIBUNE-REVIEW
Wednesday, June 29, 2005

Horror buffs rolled out the red carpet for the Pittsburgh opening of "Land of the Dead," the latest in hometown filmmaker George Romero's series of zombie movies.

As fans of gore sporting ghoulish attire lined Downtown sidewalks before the premiere, trauma surgeons from across the country began to gather at the University of Pittsburgh for the third annual Safar Symposium, where they learned that raising people from the dead might not be a celluloid fantasy.

Scientists at Pitt's Safar Center for Resuscitation Research in Oakland announced at the meeting last week that they have found a way to revive dogs three hours after clinical death -- an hour longer than in previous experiments, said the center's director, Dr. Patrick Kochanek.

Clinical death occurs when the heart stops pumping, breathing stops and brain activity ends.


Buy and sell tickets to premium and sold out events

Search a region for events between two dates:
Location
Genre
Between
and
Ticket Holders:
Looking to sell tickets quick? Register now.

These data aren't published yet, but the center hopes to begin human clinical trials within a year on a protocol they hope could revolutionize trauma care by saving people in cardiac arrest because of massive blood loss.

"This is a very exciting finding because of its potential implications for resuscitating what would otherwise be fatally wounded people," Kochanek said.

It also quickly became the stuff of urban legend.

The British tabloid press caught wind of this work and a series of hair-raising stories began to circulate on the Internet last weekend referring to "zombie dogs," complete with inflammatory werewolf photos. The stories have made their way through cyberspace to media outlets as far away as Australia.

"It's so unfair and so bizarre," Kochanek said. "Somebody must have thought the title 'zombie dog' would be a catchy phrase. Obviously they were right, but obviously that is the farthest thing from what we are doing, which is trying to save lives."

Soldiers in combat and gunshot or stabbing victims often bleed to death because medics don't have enough time to perform mouth-to-mouth resuscitation or deliver blood. This type of injury kills about 50,000 Americans every year and is the leading cause of death among troops killed in action, said nationally recognized trauma surgeon Dr. Howard Champion, who lives in Annapolis, Md.

In the 1980s, Dr. Peter Safar -- inventor of cardiopulmonary resuscitation and founder of the center that bears his name -- collaborated with Army officials to develop a novel "big chill" concept for bringing people back to life after their hearts stop beating because of massive blood loss.

Safar, who died two years ago, proposed flushing the circulatory system with an ice-cold salt solution, which would drop the core body temperature to about 50 degrees compared to the usual 98.6 degrees.

Cooling the body in this way would buy extra time to transport injured soldiers or trauma victims in cardiac arrest to the hospital, Safar reasoned. The cold temperature would have a preserving effect so no damage would occur to tissues and organs, even though the heart would be stopped.

"The idea is to preserve the victim for just a little while in this state called suspended animation so the surgeons can locate bleeding sites and make the necessary repairs," Kochanek said.

Patients could then be revived by slowly pumping warm blood back into their bodies and administering a brief electric shock to their hearts.

"When you think in terms of huge advances in the care of the badly injured person, this has the potential to be, if not the greatest advance, one of the greatest advances of all time," said Dr. Thomas Scalea, physician-in-chief at the R Adams Cowley Shock Trauma Center at the University of Maryland Medical Center.

"As potentially crazy as this might sound, you're comparing it against essentially certain death, so it's hard to see how we can do any worse," said Scalea, who attended the symposium at Pitt. "All of us are incredibly energized by the thought of being able to do better."

How long can you turn off the body's machinery and still allow for normal recovery?

Past animal experiments paid for by grants from the U.S. Department of Defense and conducted by Kochanek and his colleague Dr. Samuel Tisherman, the Safar center's associate director, found that two hours was the limit.

At the symposium, however, the Pitt doctors announced they could extend that to three hours by adding tiny amounts of glucose and dissolved oxygen to the cold saline solution. The mixture acted to preserve energy levels, which kept the body in suspended animation without brain injury for an hour longer in two-thirds of the 24 dogs tested, Kochanek said.

"We weren't terribly optimistic this would work, but lo and behold, it was effective," Kochanek said about the experiments, which began six months ago.

Preliminary discussions began at the symposium about the logistics of taking the next step -- testing suspended animation in people.

"We need to transport this to the human environment and see if we can develop a study that proves this can save lives," Champion said.

Kochanek and his colleagues still have to answer a lot of questions, but they are confident they will succeed.

"I bet people said Peter Safar was silly when he invented closed-chest CPR," Scalea sad "Anybody that's silly enough to bet against Peter Safar is a very foolish individual. If he says it will work, it will work. Now it's just a matter of making it happen."

Jennifer Bails can be reached at jbails@tribweb.com or (412) 320-7991.

gumbo
29-06-2005, 18.24.06
io penso ke la volonta' di potenza ( in questo caso di onnipotenza, di eternita', di longevita' , di sanita' .. ) sia qualkosa di assolutamente sbagliato .
Molto + saggio sarebbe imparare ad accettare il corso & i tempi della natura .
E la malattia come parte della vita, ke piaccia o meno .

gUmBo

Damián
29-06-2005, 18.32.15
Originally posted by gumbo
io penso ke la volonta' di potenza ( in questo caso di onnipotenza, di eternita', di longevita' , di sanita' .. ) sia qualkosa di assolutamente sbagliato .
Molto + saggio sarebbe imparare ad accettare il corso & i tempi della natura .
E la malattia come parte della vita, ke piaccia o meno .

gUmBo

Sinceramente, non sono completamente daccordo.

Oggi ormai quasi tutti sappiamo che se una persona ha un infarto, basta fare un massaggio cardiaco per rimettere in strada il corpo e continuare a vivere. Non vedo perché rinunciare a questa possibilitá e a possibilitá simili a queste.

gumbo
29-06-2005, 18.38.14
non ho scritto ke salvare delle vite e' sbagliato.
Voglio semplicemente dire ke a mio parere il fine NON giustifica i mezzi in questo caso .
Anzi, quasi mai .

Damián
29-06-2005, 19.24.42
Il cane avrá sofferto nel momento del risveglio e chissa quanti animali sono stati uccisi per arrivare a questo punto, ma ti sembra veramente che questo "fine" non giustifica il mezzo?

Hai mai pescato o sei mai andato a caccia? Hai delle scarpe in pelle?
Hai mai mangiato del tonno? Pensi che a quest'ultimo abbia fatto piacere essere catturato e massacrato, insieme ad altre forme di vita che non mangiamo?
Vorresti essere salvato da un'elettroshock in caso di un incidente grave o preferisci morire perché prima é stato testato su forme di vita non consensienti?

Comunque, questa, non altre, questa scoperta potrebbe permettere a molte forme di vita di non morire, mi sembra una motivazione molto valida.

In ogni caso, sono daccordo che la sperimentazione su animali é stata sfruttata malissimo e in molti casi senza controllo. Ci sono persone che forse meriterebbero di morire per le sofferenze che hanno inflitto ad altre forme di vita.

Volevo invece parlare di un'altra cosa, in questa occasione, non della correttezza o meno degli esperimenti sugli animali e sugli esseri umani, ma di una cosa che sembra venir fuori da questo esperimento.

Una forma di vita ha un'encefalogramma piatto per 3 ore, le cellule del cervello e tutte le cellule del corpo si fermano.

Dove inizia e finisce la vita? Anzi, cos'é la vita?

Damián
29-06-2005, 19.26.32
Originally posted by Damián


Volevo fare un edit ed ho fatto un quote :)

gumbo
29-06-2005, 19.33.29
ci sono yogin ke sanno controllare il proprio respiro al punto da arrestarlo x mesi e restare ugualmente vivi.
e allora ?
non ha alcuna rilevanza scoprire dove inizi e dove finisca la vita, in quanto a malapena sappiamo cos é .
E il senso di tutto ke ci ossessiona, il signifikato, o come direbbe l árkitetto ..
e´ la domanda il vero problema.
La domanda .

Aless.
29-06-2005, 19.43.19
Ciao a tutti,
ho letto stamatttina l'articolo, ci ho pensato parecchio... ho pensato che in america c'e' chi s'e' fatto congelare, anche solo latesta, sperando che la scienza un giorno lo risvegli, ridandogli una nuova vita. credo che Damian abbia posto una domanda interessante, cos'e' la vita, dove inizia, dove finisce...
non sono sicuro che i cani in questione fossero realmente morti, il cervello resta lesionato senza la quantita' necessaria di ossigeno, almeno cosi' mi pare di ricordare, e senza sangue l'ossigeno non c'e'... mi pare strano che una soluzione salina sia stata in grado di garantire l'apporto sufficente d'ossigeno. pero' e' vero che a temperature molto basse il metabolismo rallenta moltissimo ed e' possibile che sia sufficiente una quantita' minima d'ossigeno rimasta nel cervello per mantenere in "vita" le bestiole... secondo me non c'e' stata vera morte, mi sembra impossibile... io credo che la vita inizia nel momento del concepimento e finisce nel momento in cui tutto si ferma, cuore, polmoni, cervello...
ma questo e' il mio pensiero, sicuramente dottori diranno che un'embrione fecondato non e' vita e che uno in coma e' scientificamente morto...
fino a prova contraria, fino al prossimo esperimento...

BACIABBRACCI

Mascottina
29-06-2005, 19.46.34
Originally posted by Secret Room

Altre cose sono più importanti, tipo trovare farmaci anti-cancro anti-aids a basso costo, accessibili anche ai paesi poveri.
quoto quoto quoto e riquoto.
In Africa muoiono milioni di persone di aids.
Anche nei paese ricchi ci sono persone che non si possono permettere cure.
E ci sono mille motivi per cui muoiono le persone.
Anche motivi risolvibilissimi per noi che viviamo in una parte del mondo fortunata.
E si spendono soldi per queste ricerce.

Damián
29-06-2005, 19.58.21
Originally posted by Mascottina
quoto quoto quoto e riquoto.
In Africa muoiono milioni di persone di aids.
Anche nei paese ricchi ci sono persone che non si possono permettere cure.
E ci sono mille motivi per cui muoiono le persone.
Anche motivi risolvibilissimi per noi che viviamo in una parte del mondo fortunata.
E si spendono soldi per queste ricerce.

Vero, verissimo, e noi anziché andare ad aiutare queste persone che stanno male siamo qui, a vivere la nostra vita.
Davanti ad un computer da 1000 euro che chissa quante vite avrebbe potuto salvare...

Bastiano
29-06-2005, 19.58.36
Per quanti possano essere quelli che muoiono di aids quelli che muoiono sono molti di più. Infiniti.

Damián
29-06-2005, 20.01.06
Originally posted by gumbo
ci sono yogin ke sanno controllare il proprio respiro al punto da arrestarlo x mesi e restare ugualmente vivi.
e allora ?

Mi sembra che stiamo parlando di cose diverse. Quel cane sembrerebbe avere un'encefalogramma piatto.

Per quanto riguarda gli yogin, purtroppo non sono granché informato, ma mesi mi sembra francamente incredibile.


Originally posted by gumbo

E il senso di tutto ke ci ossessiona, il signifikato, o come direbbe l árkitetto ..
e´ la domanda il vero problema.
La domanda .

Bel film Matrix, uno dei miei preferiti ;-)

gumbo
29-06-2005, 20.02.41
Originally posted by Damián
Vero, verissimo, e noi anziché andare ad aiutare queste persone che stanno male siamo qui, a vivere la nostra vita.
Davanti ad un computer da 1000 euro che chissa quante vite avrebbe potuto salvare...

?????????????????????????????????????????????????? ??????????
e quindi ?
devo sentirmi in colpa x non essere ank'io malato o posso essere gioioso x la grazia e la bellezza ke la vita mi pone davanti agli okki ogni istante ?
..
qui si rasenta l'autolesionismo, scusate .

gUmBo

Damián
29-06-2005, 20.04.10
Originally posted by gumbo
?????????????????????????????????????????????????? ??????????
e quindi ?
devo sentirmi in colpa x non essere ank'io malato o posso essere gioioso x la grazia e la bellezza ke la vita mi pone davanti agli okki ogni istante ?
..
qui si rasenta l'autolesionismo, scusate .

gUmBo

?
Direi che é opinabile criticare chi spende i soldi e il tempo diversamente da quello che renderebbe il mondo migliore, in quanto noi in primi non facciamo questo.

Mascottina
29-06-2005, 20.07.17
Originally posted by Bastiano
Per quanti possano essere quelli che muoiono di aids quelli che muoiono sono molti di più. Infiniti.
Sì, ma qui non si sta parlando di resurrezione sempre.
Solo in casi particolari si può fare.

Non dico che sia sbagliato guardare avanti (con quali limiti vedremo...), dico che intanto potremo preoccuparci di mettere tutti nelle condizioni di accedere alle conquiste che la medicina ha già fatto.
E poi ricominciare.

Mascottina
29-06-2005, 20.10.21
Originally posted by Damián

Direi che é opinabile criticare chi spende i soldi e il tempo diversamente da quello che renderebbe il mondo migliore, in quanto noi in primi non facciamo questo.
Stare in questo forum mi serve anche per allargare la mente... c'è sempre qualcuno che ha un argomento di cui discutere.
Qui si parla, c si scambia opinioni, c si conosce.
Credo che anche in questo modo si faccia un mondo migliore.

Si ha il tempo di far etutto, non t preoccupare.

Damián
29-06-2005, 20.12.42
Originally posted by Mascottina
Stare in questo forum mi serve anche per allargare la mente... c'è sempre qualcuno che ha un argomento di cui discutere.
Qui si parla, c si scambia opinioni, c si conosce.
Credo che anche in questo modo si faccia un mondo migliore.

Si ha il tempo di far etutto, non t preoccupare.

Magari anche loro (le persone che hanno fatto questo esperimento), pensano di aver fatto un bene all'umanitá, cosí come noi nei nostri modi pensiamo di star facendo del bene al prossimo.

Damián
29-06-2005, 20.16.14
Originally posted by Mascottina

Non dico che sia sbagliato guardare avanti (con quali limiti vedremo...), dico che intanto potremo preoccuparci di mettere tutti nelle condizioni di accedere alle conquiste che la medicina ha già fatto.
E poi ricominciare.

Anch'io vorrei quello che vuoi tu, e tanto anche.

E penso che siamo in tanti a volerlo.

Ma non mi sento di dover puntare il dito contro chi con le sue risorse cerca di fare del bene a modo suo....

gumbo
29-06-2005, 20.16.40
io penso tu pensi egli pensa
io sono libero tu 6 libero egli e' libero
io compro tu compri egli compra
..
e intanto il mondo e' una porkeria
e intanto il mondo e' una porkeria
..

se l'uomo fosse quel ke krede di essere
la societa' non sarebbe la mediocrita' ke e' ..

gUmBo

Damián
29-06-2005, 20.20.05
Originally posted by gumbo

..
e intanto il mondo e' una porkeria
e intanto il mondo e' una porkeria
..


gUmBo

Il mondo non é affato una porcheria.
Sono gli essere umani che sono pieni di difetti, i problemi dell'umanitá sono legati ai limiti dell'umanitá stessa.

Ma forse stiamo andando off topic...

Parlavamo di un'esperimento in cui si viaggia tra il filo sottile che separa la vita dalla morte....

Ed é vero che il concetto stesso di vita non ci é chiaro. Cos'é la vita? Quando si puó parlare di vita e quando di morte?

gumbo
29-06-2005, 20.22.03
conkordo, intendevo IL MONDO DEGLI UMANI,
non la vita in se' .

gUmBo

Dylan
29-06-2005, 22.41.20
Originally posted by Bastiano
Per quanti possano essere quelli che muoiono di aids quelli che muoiono sono molti di più. Infiniti.


non è la stessa cosa, perché saresti veramente ingenuo a credere che questa scoperta "sensazionale" possa un giorno giovare agli "infiniti" morti della terra. è quasi evidente la volontà di impiego in campo militare.
i morti di aids invece sono milioni, e raggruppano una categoria più vasta di persone.

Damián
30-06-2005, 14.20.09
Originally posted by Dylan
è quasi evidente la volontà di impiego in campo militare.


Il centro che sta indagando su questi esperimenti é di proprietá e guidato dal medico che ha inventato il massaggio cardiaco e la respirazione bocca a bocca, tanto per citare due scoperte degli ultimi 20 anni.

Anche esse é quasi ovvio che sono state inventate a scopo militare... ;)

Dylan
30-06-2005, 14.28.44
Non è così semplice, vedi Damiano. Non è così semplice. Einstein era un grande scienziato, ebbe delle intuizioni geniali, passò alla storia. Nonostante tutto, molto spesso, alcune grandi ricerche vengono finanziate dal governo per le applicazioni militari (vedi alla voce "bomba atomica"). E' ovvio che uno scienziato, e così un medico, non prendono una laurea e iniziano a esercitare con l'intenzione di servire il governo; ma alcune ricerche (molto costose) sono finanziate al solo scopo militare. Gli scienziati, e i medici, magari operano in buona fede, per amore della scienza. Chi li paga quasi sempre no. Quindi il fatto che sia il tizio che ha scoperto il massaggio cardiaco e non so cos'altro a portare avanti questi esperimenti, non è una garanzia proprio di niente. Chi vuoi che dovesse condurrle? Un bidello delle elementari?

la prossima volta che provi a rendermi ridicolo con le tue deduzioni, assicurati di esserne capace.

marika0992
30-06-2005, 14.31.53
nn so se potrebbe essere possibile cn gli umani.......ma io mi kiedo: xkè gli animali devono essere usati x esperimenti? nn sn mica giocattoli! cn esseri viventi!

Dylan
30-06-2005, 14.34.21
In America è in corso la sperimentazione di plasma alternativo, creato al 100% con materiali artificiali. Sai come opera la sperimentazione? Lo iniettano direttamente nei pazienti che hanno avuto un incidente e sono incapaci di intendere e di volere, con la scusa di "non avere alternative in quanto carenti di materia prima (cioè sangue vero). Ne muoiono centinaia. Questo sempre per il bene dell'uomo, eh?

Damián
30-06-2005, 15.04.37
Originally posted by Dylan
Non è così semplice, vedi Damiano. Non è così semplice. Einstein era un grande scienziato, ebbe delle intuizioni geniali, passò alla storia. Nonostante tutto, molto spesso, alcune grandi ricerche vengono finanziate dal governo per le applicazioni militari (vedi alla voce "bomba atomica"). E' ovvio che uno scienziato, e così un medico, non prendono una laurea e iniziano a esercitare con l'intenzione di servire il governo; ma alcune ricerche (molto costose) sono finanziate al solo scopo militare. Gli scienziati, e i medici, magari operano in buona fede, per amore della scienza. Chi li paga quasi sempre no. Quindi il fatto che sia il tizio che ha scoperto il massaggio cardiaco e non so cos'altro a portare avanti questi esperimenti, non è una garanzia proprio di niente.


Non penso che il Pentagono si sia messo a finanziare un piccolo centro ricerche della pensilvania a gestione familiare per creare una nuova arma di distruzione di massa...

Non mi sembra paragonabile alla ricerca sulla bomba atomica nella seconda guerra mondiale...
E poi quella ricerca era fatta per uccidere vite, questa per salvare


Originally posted by Dylan
la prossima volta che provi a rendermi ridicolo con le tue deduzioni, assicurati di esserne capace. [/B]

A che pro provare a rendere ridicolo uno sconosciuto?

Nel cervello c'é un'emisfero piú razionale e uno meno razionale, quale dei due ti sembra che predomini sull'altro, in questo topic?

Damián
30-06-2005, 15.08.09
Mi sembra che siamo tutti d'accordo sul criticare i test su animali.

Proviamo a cambiare discorso?

Che ne dite di parlare di un'esperimento che mette in discussione il concetto di vita attualmente in voga nel mondo occidentale, dove, se un cervello ha un'encefalogramma piatto, si parla di morte clinica?