PDA

Visualizza versione completa : Pensavo fosse un forum...


Chet
01-09-2001, 11.17.39
...e invece....vi ritrovo tutti un po' "acidi"...come mai...ho perso "quacchecosa"??? Sarà il caldo...o che non esistono più le mezze stagioni...o forse che era meglio quando si stava peggio...oppure...ma il moderatore dov'è???
:D:D:D

Chet
01-09-2001, 11.19.33
Originally posted by Selvaggia
... e invece era un calesse.

...Massimo era un Grande!!

unodore
01-09-2001, 11.21.59
credo che anche noi possiamo esser davvero grandi.
anzi vedo che la strada è quella giusta.

FRA
01-09-2001, 11.24.26
..........non è piu' come una volta...(scherzo) anch'io vedo che oggi si è un po' mosci no????

unodore
01-09-2001, 11.28.55
beh, io sono mancato devvero molto, però vedo la stessavogliadi comunicare, ed anche lo stesso affiatamento.
poi è del tutto normale che ci siano dei momenti in cui va tuttto mille ed altri in cui è fiacco.

ma c'è anche da dire che l'ora esclude molte persone che dormono/lavorano/o altro..:)

ma poi se tutto questo ci regala una chiara così dolce beh fate voi.

unodore
01-09-2001, 11.33.57
e perchè mai ???

Chet
01-09-2001, 11.36.52
...io da quel poco che ho letto qua e là ho visto che la voglia di comunicare è a senso unico...

Mafalda
01-09-2001, 11.42.03
Bingo.

Chet
01-09-2001, 11.43.04
...ho vinto "quaccheccosa":D

Mafalda
01-09-2001, 11.45.33
Chiedi e ti sarà dato.

Chet
01-09-2001, 11.46.22
Voglio di più!

Mirco F
01-09-2001, 11.49.29
Originally posted by unodore
credo che anche noi possiamo esser davvero grandi.
anzi vedo che la strada è quella giusta.

Ma che ti sei fumato?

SunMoon
01-09-2001, 11.53.56
Originally posted by Mirco F
Originally posted by unodore
credo che anche noi possiamo esser davvero grandi.
anzi vedo che la strada è quella giusta.

Ma che ti sei fumato?

Effettivamente visione mooooolto ottimistica Unodore!!
Forse troppo!

:D

Mafalda
01-09-2001, 11.56.41
Un odore non fuma, usma.

Pioggia
01-09-2001, 12.32.21
Innanzitutto... BENTORNATA CHEEEET!!!!!!!

Poi volevo dire che poche volte ho trovato questo forum divertente come in questo periodo...

Non ci trovo acidita' ma voglia di prendersi un po' in giro, bonariamente, senza cattiverie, senza malizia.
Voglia di giocare.
E questo secondo me e' positivo, sempre a patto che non si esageri.

Sto cambiando opinione su un bel po' di persone, sulle quali devo ammetterlo ero partita un pochino prevenuta... prima tra tutte Mafalda.

Il mio umore in questi ultimi gg. non e' alle stelle e intorno a me, quando mi sento cosi', trovo tutto irritante e deprimente... Invece tutte queste pagine mi stanno risollevando il morale.

Non ci sono in giro polemiche sterili ed inutili, ne' rimproveri gratuiti ed inopportuni.
O forse questo e' solo il mio punto di vista.
Magari la voglia di giocare la vedo solo io e mi sto sbagliando... non so!

E poi sono queste cose che tengono vivo il forum... sai che palle se si trattassero SOLO argomenti seri..!

Mirco F
01-09-2001, 13.09.31
Originally posted by Mafalda
Un odore non fuma, usma.

Però ste battute a me fanno venire il latte alle ginocchia. Perché non ci trovo un senso. Io cara Pioggia preferisco un confronto sulle idee, se poi sono serie o meno questo non importa. Io modi per esprimerle sono svariati, ma queste battute non dicono niente, almeno a me.

Pioggia
01-09-2001, 13.28.00
Sotto certi aspetti ti do ragione.
Quello che voglio dire pero' e' che non e' del tutto negativo che oltre ad un costruttivo confronto sulle idee ci possano essere sarcasmi e battute che magari a te non piacciono ma ad altri si...
Che male c'e'?

Chet
01-09-2001, 13.32.36
...ciao PPPPPPPPPPPioggia!!!!:):):)
Baci a Pioggerellina e Cucciolo...

Pioggia
01-09-2001, 13.34.39
Originally posted by Chet
...ciao PPPPPPPPPPPioggia!!!!:):):)
Baci a Pioggerellina e Cucciolo...

Provvedero'! ;)

Mimma
01-09-2001, 13.47.52
Originally posted by Chet
Originally posted by Selvaggia
... e invece era un calesse.

...Massimo era un Grande!!

Pupa sei una grande

Chet
01-09-2001, 13.52.33
:o:o:o

Mafalda
01-09-2001, 14.25.53
...hanno bastonato le persone sbagliate. Ma lo sapevamo già. Quando la polizia ha caricato gli allevatori, imbufaliti per le multe sul latte, che ritenevano non dovute, per le produzioni dichiarate dal ministero e dall'Aima, giudicate da loro eccessive, perché infarcite di quote di carta distribuite dai sindacati agricoli e dalla mafia, oppure quando sono arrivati a processare chi ha manifestato in piazza contro i truffatori, ebbene, quei manganelli e quei giudici hanno reso un magro servizio alla giustizia. Lo conferma l'atto di citazione per danni a chi aveva innescato il meccanismo delle quote di carta, l'Unalat, chiamata a rimborsare 3.300 miliardi di lire (il 93 per cento della multa comunitaria) dalla procura regionale presso la Corte dei Conti per il Lazio il 3 settembre scorso ma solo ora disponibile integralmente. Il documento non è per noi una novità, conferma che ci avevamo "visto giusto" e che non era un fatto di parte, di simpatia, dare voce agli allevatori padani. Ma è tutta l'agricoltura a rischiare di andare marcia. Più della metà del bilancio comunitario è fatto di aiuti per i campi. È lì che girano i grandi interessi. Non c'è solo il latte, ma l'olio, il vino, i prodotti mediterranei. Insomma, c'è da mangiare. Come ci sono riusciti, con il latte?Gli anni che ci interessano vanno dall'83 al '93. Ci sono i governi Craxi, Goria, De Mita, Fanfani, Andreotti, Amato e Ciampi. Questa ci pare la prima premessa. La seconda è che come responsabile della conta delle vacche e del latte il governo nell'87 chiama l'Unalat, l'associazione dei produttori voluta e rappresentata da Coldiretti, Confagricoltura e Cia. Nell'88 l'Unalat presenta un progetto da 8 miliardi per rilevare la produzione. Nel '90 le viene affidata l'anagrafe bovina. Costo: 20 miliardi di lire. Risultato: zero e proroghe inutili sino al '94. Nel '92 la gestione delle quote passa all'Aima, che eredita le produzioni erronee e sovrastimate dell'Unalat (costata nel frattempo 625 miliardi allo Stato). Per togliere le castagne dal fuoco l'Aima incarica il Ccia, Consorzio controllo integrati, della raccolta di dati certi. Vengono spesi 32 miliardi. Nel Ccia compaiono Fiat Impresit, Alenia, Selenia, Finmeccanica, Aquater, Agriconsulting. Risultati: un mezzo disastro, anche se si intuisce che i dati Unalat sono sovrastimati. L'Aima dà un nuovo incarico ad un altro consorzio, quello informatico, il Csia, ma al costo di 72 miliardi di lire viene interpellato appena il 17 per cento degli allevatori. Non è una sorpresa: i Servizi della Commissione europea avevano rilevato a suo tempo che nel Csia c'era Agrisiel (dall'87 affidataria del sistema informatico agricolo nazionale), in mano alla triplice agricola e che tra i membri vi figuravano le associazioni di produttori aderenti all'Unalat. C'era quindi un rapporto commerciale tra Unalat e Agrisiel, che costituiva il Csia. Ma del Csia faceva parte anche la società informatica Auselda, con un contratto in tasca con Unalat per lo sviluppo del sistema informatizzato. Perché stupirsi quindi se crescono le produzioni, di carta, e le multe? Controllori e controllati sono le stesse persone.Nel frattempo viene varata una legge per esonerare dal regime delle quote le zone svantaggiate del Sud. È la rivolta degli allevatori padani, scoppia il caso quote. Ma la storia inizia nell'84, quando l'Europa fissa il tetto di produzione (i parametri italiani sono quelli Istat dell'81). Tuttavia è solo dalla campagna '93-'94 che diamo attuazione alla legge comunitaria, sulla base dei dati Unalat forniti nel '92. Ebbene, da queste cifre, negli anni '89-'93 risulta una produzione in eccesso, e una multa da pagare di 5mila miliardi! Sono tutti dovuti? La Guardia di Finanza, dopo la rivolta dei Cobas di Giovanni Robusti, indaga. E scopre che i valori Unalat superano persino i dati statistici '89 dell'Istat. Chi bara? Si cerca intanto di ridurre la multa: l'Europa la porta a 2.700 miliardi, tenendo conto di un aumento retroattivo di produzione del 10 per cento del tetto comunitario, 900mila tonnellate per cinque anni, chiesto dal governo italiano. Ma l'aumento di quota viene impugnato dal Regno Unito: alla fine viene concesso dal '91 al '93 e la multa risale a 3.600 miliardi. Cifra sulla quale la Corte dei conti determina il 93 per cento del danno erariale a carico dell'Unalat (percentuale di latte prodotto dagli allevatori che rappresenta l'Unalat), pari ai 3.300 miliardi pagati all'Ue. Perché si è arrivati a tanto? L'Unalat non ha fatto il suo dovere, scrivono i giudici. Doveva trasmettere al ministero, entro 45 giorni dalla fine di ogni semestre, i dati. Non l'ha fatto. Doveva, entro tre mesi dalla fine di ciascun periodo, versare eventuali sanzioni per l'eccesso di produzione. Non l'ha fatto. La Guardia di Finanza non ha dubbi: l'Unalat è responsabile delle quote fantasma, di duplicazioni, di produzioni inesistenti. E quindi degli erronei ed esorbitanti dati che la stessa Unalat ha fornito nel '92 e sui quali l'Ue ha calcolato la multa nel quinquennio '89-'93. In seguito, quando la palla passa all'Aima, escono dati "ridotti", al punto da tagliare di 2.200 miliardi la sanzione. Ma ne avremmo potuto pagare solo 1.400. Lo sapevamo ma non abbiamo fatto nulla per retrocedere. Come mai? Fatto sta che con le leggi 201/91 e 468/92 gli oneri vengono caricati sul bilancio dello Stato. Quando nel '94 si tratta con l'Europa la questione multe nella "riunione Ecofin", il ministro degli Esteri, Lamberto Dini, porta i dati consegnatigli dalla collega all'Agricoltura, Adriana Poli Bortone, e cioè quelli Unalat e non i più convenienti per l'Italia, quelli Aima.Perché? Scrive la Corte dei conti: «Sarebbe stato difficile, sul piano della credibilità, sostenere da parte italiana la non attendibilità dei dati Unalat» e gli 11,5 milioni di tonnellate di latte dichiarati contro i 9,9 consentiti. Insomma, l'Unalat avrebbe costretto «il governo ad una scelta politica che ha perseguito il fine primario di assicurare la pace sociale attraverso un equilibrio degli interessi in gioco». Quali interessi? L'Ufficio di controllo della Corte dei Conti aveva già fatto presente nel '94 all'Aima che i dati del Ccia esprimevano quantità di latte inferiori a quelli presi per "buoni" dalla Commissione europea in sede Ecofin. E che quindi tutta quella multa non era dovuta. Insomma, il governo si è trovato davvero costretto a dichiarare il falso per «non far ricadere sui produttori di quote reali gli oneri di una situazione che non avevano contribuito a creare»?Ma allora, se Roma sapeva, perché non ha corretto almeno i dati per gli anni successivi al '94? E perché ha fatto martellare i Cobas?

O no?

Pioggia
01-09-2001, 14.28.42
... invece e' un manicomio!!!!!
:D:D:D

Mirco F
01-09-2001, 14.31.12
Mi sa che ci rinuncio a capirti, è un'impresa al di sopra delle mie capacità. Ciao.

Mafalda
01-09-2001, 14.35.16
Meno uno.

Chet
01-09-2001, 15.54.35
Anche a me cosa: il latte alle ginocchia!!! Sai che risparmio di soldi per fare colazione!!!:D:D:D
Ciao Chiara ma è venuta fuori cosi'!!!

Mafalda
01-09-2001, 18.43.30
aaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

Mirco F
01-09-2001, 19.39.14
Questa invece fa venire una latteria. ma siete andate a scuola di battute da Selvaggia?

marta
01-09-2001, 21.39.25
io sn d'accordo con pioggia.credo ke in questo periodo il forum sia molto divertente e nn trovo ke le battutine siano cattive,è solo un modo x skerzare.bello,bello!

baci

unodore
01-09-2001, 22.04.34
io ho ritrovato un forum com molta meno tensione, questo era questo è quello che ho voluto esprimere con il concetto di strada giusta.

per quel che riguarda la discussione poco seria o cose del genere, beh, credo che ci siano molte persone in gamba tra noi, lascio a loro il compito di analizzare quisiti di certe importanze.
se non sai come finisce caro mirko, che on ti capisci mai, si creano incomprensioni, discussioni edalla fine attriti.

non credo di avere visioni troopo ottimiste, sono serone questo si.

un abbraccio a tutti, unodore.

Mirco F
01-09-2001, 23.02.12
Non ho capito cosa c'entro io con le cose che hai detto.

unodore
01-09-2001, 23.09.41
non ho mica puntato il dito contro di te, è solo una risposta, mi ricordavo il tuo nome in quel momento e poi è l'effetto del fumo :)

spero che tu non te le sia presa male.
un abbraccio unodore

Mirco F
01-09-2001, 23.12.05
No.

unodore
01-09-2001, 23.13.32
ok, va bene allora caro mirko.
posso andare a lletto sorridente.
un abbraccio a tutti, alla prossima.

Mirco F
01-09-2001, 23.15.07
Buonanotte.

hacker
02-09-2001, 03.26.04
chettina non ha ..mbato in vacanza e ora viene qui a fare la depressa e se la prende con il forum

chet quello vero non ti ha insegnato proprio niente!

Chet
02-09-2001, 08.51.43
Originally posted by hacker
chettina non ha ..mbato in vacanza e ora viene qui a fare la depressa e se la prende con il forum

chet quello vero non ti ha insegnato proprio niente!

...sicuramente non ho t***mbato con te...o almeno non ricordo!!:D:D:D

hacker
02-09-2001, 10.58.17
con me non te lo ricorderesti, avresti rimosso, non potresti vivere con il pensiero di non poterlo piu' fare, soffriresti tutta la vita...e allora reset
lo so, fate tutte cosi'...fate....ignoranti

vado a napoli ciao

KRISTY
02-09-2001, 11.58.19
Originally posted by hacker
con me non te lo ricorderesti, avresti rimosso, non potresti vivere con il pensiero di non poterlo piu' fare, soffriresti tutta la vita...e allora reset
lo so, fate tutte cosi'...fate....ignoranti

vado a napoli ciao
hihihihihihihihih
sempre fuori di testa!

Chet
02-09-2001, 19.34.49
Originally posted by hacker
con me non te lo ricorderesti, avresti rimosso, non potresti vivere con il pensiero di non poterlo piu' fare, soffriresti tutta la vita...e allora reset
lo so, fate tutte cosi'...fate....ignoranti

vado a napoli ciao

...gli uomini!!!!:D

hanna
02-09-2001, 19.41.38
ioooooooooo....
nn ho mai fatto niente di male...
e se ho mai offeso l'ho fatto e nn me ne sono accorta e chiedo scusa.....
:)