Forum Soleluna

Forum Soleluna (http://forum.soleluna.com//index.php)
-   Forum Attualità (http://forum.soleluna.com//forumdisplay.php?f=35)
-   -   Parigi (http://forum.soleluna.com//showthread.php?t=26711)

Antinea 16-11-2015 11.44.59

Ci sono però anche tanti cittadini onesti, invalidi davvero, madri e padri di famiglia, disoccupati giovani o meno giovani che non hanno nessuna tutela! Se si cominciasse a pensare davvero a loro, la svolta ci sarebbe! Si, vorrei che le frontiere fossero chiuse! Ci sarà gente onesta tra gli immigrati, ok.. Ma non è che li possiamo accogliere tutti o metterceli in casa!
Se davvero qualcuno facesse qualcosa di concreto per l'Italia, per me potrebbe avere il nome che gli pare, Salvini o altro, a me starebbe bene!
E poi se un partito sbaglia bel passato, non vuol dire che chi subentra dopo in esso debba pagarne le conseguenze, magari vuol davvero cambiare le cose! (utopico, ma ci spero!)

Ma comunque resta il fatto evidente che siamo in un paese in cui la meritocrazia e l'impegno non contano, ma contano le raccomandazioni e le parentele, questo è certo! Un paese in cui ladri e assassini vengono tutelati, stranieri e non! E su questo sono davvero stufa!
Spero sempre che qualcuno faccia la differenza...

decly2002 16-11-2015 11.52.25

adesso stiamo andado off topic però.

jovazaki 16-11-2015 15.07.51

Io non riesco a dire mezza parola. Sono due giorni che penso e ripenso. Usare facebook per dire la mia sulla questione mi sembra di andare in bocca agli squali. Se dici bianco hai i neri che ti massacrano, se dici nero ti massacrano i bianchi. Io le risposte non le ho. Ho mille domande. Cosa spinge le persone a fare tutto ciò? Quali sono le ragioni di tutto ciò? È un attacco contro cosa? Contro chi? E cosa bisognerebbe fare? Quali misure prendere? Dialogare? Bombardare? Mi faccio tutte queste domande e ad alcune ho cercato di dare risposta. Parlavo con Vale, con Peppe e con la sua ragazza sabato sera. Concordavamo sul fatto che non è una guerra religiosa ma una guerra contro uno stile di vita. Concordavamo anche sul fatto che questa è solo la prima facciata. Io penso che non sia nemmeno per quello. Certo, l'invasato che si fa saltare in aria lo fa per questi motivi, fomentato dalla religione ma alla base c'è altro. Il Califfo, o l'Imam estremista se ne sbattono della religione, la usano a loro gusto e piacere per plagiare le menti di chi, in questi anni, si è visto bombardare la casa, che ha perso tutto, e che magari nei primi attacchi aerei era solo un bambino per cui facile fomentare l'odio contro l'occidente in queste persone usando la religione. C'è chi scrive che l'occidente questa guerra se la sia andata a cercare. Non è l'occidente che lo ha fatto. È chi governa l'occidente. Anni e anni di politiche scellerate, anni e anni di bombardamenti per esportare la nostra democrazia in paesi che della nostra democrazia se ne sbattono. Ma il motivo non era la nostra democrazia. Non credo che in chi ci governa ciò che spinge a mandare soldati sia esportare la democrazia. Altrimenti la esporterebbero anche in territori poveri. Cosa si può fare ora? La situazione è critica, disperata forse, bastano i mezzi che abbiamo? Di sicuro le politiche strategiche adottate fino ad ora hanno fallito.
La politica italiana ha dato un bell'esempio tra sabato e domenica. Sono sembrati uniti, forse per la prima volta, e magari questa cosa a livello nazionale porterà qualcosa di buono. Certo, Salvini come sempre ha fatto campagna elettorale con i morti di Parigi ancora caldi ma non si può pretendere intelligenza e rispetto da lui. I discorsi "prima gli italiani" mi fanno schifo. Viviamo in un mondo globale, dove la parola italiano non identifica più nessuno, se non chi si riconosce nella costituzione e nei valori fondanti la nostra repubblica, nei valori cristiani che anche chi non crede si ritrova ad avere e che in quel caso si traducono in buon senso e coscienza, siano essi cinesi, francesci, pakistani, africani, americani. Certo il mondo di oggi non è un bel mondo, è un mondo che fa paura. Ma c'è una enorme possibilità che l'occidente deve cogliere. L'opportunità di cambiare. Non lo stile di vita, quello mai, ma c'è la possibilità di cambiare strategia, smetterla di creare i mostri che oggi ci fanno tremare le gambe e che ci fanno guardare la televisione con gli occhi pieni di lacrime e di paura. Cittadini francesci uniti a extracomunitari che ammazzano guardando negli occhi le loro vittime sparando ad uno ad uno, che si fanno saltare in aria perchè non hanno niente da perdere nel loro paese e nella loro vita perchè l'occidente gli ha fatto perdere tutto.
Continuo a cercare qualche risposta. Cerco di ragionare e di farmi un'idea. Cerco di capire. Perchè adesso, prima di giudicare, credo sia necessario capire, capire le ragioni, capire cosa li spinga a fare quello che fanno e una volta capito riuscire ad eliminare queste ragioni.

jovazaki 16-11-2015 15.31.09

Citazione:

Originalmente inviato da Antinea (Messaggio 2394985)
L'odio genera altro odio e violenza, è fin troppo vero! Ma il punto è che tutto questo genera interessi e soldi... Stasera guardavo la trasmissione della Gabanelli esterrefatta per lo schifo che ci sta dietro a persone insospettabili... Fruttivendoli o camionisti che coprono traffici di armi prodotte proprio in Italia... Gli stessi che magari si indignano in apparenza, passano le armi e addestrano eserciti per uccidere... Plagiano menti deboli attraverso la religione per i loro scopi... E ora la Francia bombarda come risposta... L'inizio della terza guerra mondiale? Stiamo messi male!

Ps: il pensiero e le idee di Salvini non sono poi così razziste... Ognuno di noi pensa che in effetti gli italiani stanno attraversando un periodo storico terribile e forse sarebbe il caso di pensare prima a noi che agli immigrati! Lo stato con gli immigrati però si riempie le tasche! Tutto questo io non lo sopporto! Non sono né di destra né di sinistra, odio la politica perché la vedo ormai sporca e piena di interessi personali, ma condivido qualche idea se valida!

Citazione:

Originalmente inviato da Antinea (Messaggio 2395023)
Ci sono però anche tanti cittadini onesti, invalidi davvero, madri e padri di famiglia, disoccupati giovani o meno giovani che non hanno nessuna tutela! Se si cominciasse a pensare davvero a loro, la svolta ci sarebbe! Si, vorrei che le frontiere fossero chiuse! Ci sarà gente onesta tra gli immigrati, ok.. Ma non è che li possiamo accogliere tutti o metterceli in casa!
Se davvero qualcuno facesse qualcosa di concreto per l'Italia, per me potrebbe avere il nome che gli pare, Salvini o altro, a me starebbe bene!
E poi se un partito sbaglia bel passato, non vuol dire che chi subentra dopo in esso debba pagarne le conseguenze, magari vuol davvero cambiare le cose! (utopico, ma ci spero!)

Ma comunque resta il fatto evidente che siamo in un paese in cui la meritocrazia e l'impegno non contano, ma contano le raccomandazioni e le parentele, questo è certo! Un paese in cui ladri e assassini vengono tutelati, stranieri e non! E su questo sono davvero stufa!
Spero sempre che qualcuno faccia la differenza...

Quanti extracomunitari conosci? Non parlo di extracomunitari cinesi o americani. Parlo di extracomunitari arabi o provenienti dal mondo islamico. Quanti ne conosci? Quanti ne hai visti nel corso della tua vita? Per strada, al ristorante, ad un concerto, in fila alla posta, al supermercato? Quante centinaia di migliaia di musulmani hai visto nella tua vita?
Ecco, considera che di quelle centinaia di migliaia che hai visto nella tua vita, nessuno di loro si è fatto saltare in aria. È una statistica semplice e forse banale. Ma sicuramente la statistica è dalla loro parte.
Gli italiani stanno passando un momento terribile? Si è vero, forse alcuni, comunque la minoranza, ma gli italiani non vengono continuamente bombardati, non vivono con la preoccupazione che da un momento all'altro la loro casa possa essere bombardata, le vite dei loro cari spazzate via da un qualche occidentale desideroso di potere. Gli italiani, fortunatamente non vivono con la morte che li attende ogni secondo della loro vita. Chi fugge dalla Siria, vive momenti terribili, non noi. Sul come si riempirebbe le tasche lo stato con gli immigrati ti prego di illuminarmi perchè onestamente se così fosse non vedrebbero l'ora di accoglierli. È un problema complesso e non può essere trattato in maniera facile o con le idee di salvini. Salvini non è poi così razzista? Ne sei proprio sicura?

Citazione:

Originalmente inviato da decly2002 (Messaggio 2395026)
adesso stiamo andado off topic però.

casomai vediamo di questa cosa di parlarne in un thread diverso anche se non lo vedo poi così tanto off topic ;)

francescapesci 16-11-2015 16.01.04

nn volevo scrivere qui, scrivo di getto come spesso faccio in questo posto.
sono per metà francese la vivo male, la vivo male per il dolore che in questi giorni ha colpito il quartiere accanto a quello da dove viene mia madre, la vivo male perchè mio padre questa mattina a colazione mi ha detto che è giusto radere al suolo tutto il medio oriente, la vivo male perchè mio fratello è peggio di lui, la vivo male perchè tutto questo nn è giusto perchè nessuno merita questo, e ci piango perchè ho insegnato altro alle mie figlie .
la guerra nn è mai giusta
una mano armata nn è mai giusta
che dolore

francescapesci 16-11-2015 16.04.44

ieri parlavo con elena una mia amica , che lavora accanto al ristorante cambogiano colpito da uno degli attentati, è stata dietro un frigo nascosta al buio fino alle 4 del mattino!!!
MA PERCHè!!!!!

Antinea 16-11-2015 17.05.04

Lo stato prende sovvenzioni x ospitarli e ci mangia anche sopra, lo vedo anche qui dove vivo! Non staremo in guerra, lo so bene, ma io sono stufa di non avere un'opportunità o una sovvenzione da questo stato schifoso! Non scappo da una guerra, ma voglio costruirmi un futuro. Ma non ne ho la possibilità! E x questo sono "incazzata", scusate il termine! E continuo a non vedere Salvini razzista, sarà un mio limite. Con questo chiudo l'offerta topic. Scusate!

Mi dispiace per tutti i giovani che sono morti vivendo la loro libertà, un loro diritto... Ancora non me ne faccio capace...

jovazaki 16-11-2015 17.25.25

Citazione:

Originalmente inviato da Antinea (Messaggio 2395064)
Lo stato prende sovvenzioni x ospitarli e ci mangia anche sopra, lo vedo anche qui dove vivo! Non staremo in guerra, lo so bene, ma io sono stufa di non avere un'opportunità o una sovvenzione da questo stato schifoso! Non scappo da una guerra, ma voglio costruirmi un futuro. Ma non ne ho la possibilità! E x questo sono "incazzata", scusate il termine! E continuo a non vedere Salvini razzista, sarà un mio limite. Con questo chiudo l'offerta topic. Scusate!

Mi dispiace per tutti i giovani che sono morti vivendo la loro libertà, un loro diritto... Ancora non me ne faccio capace...

Guarda, capisco quello che vuoi dire ma non lo condivido minimamente per esperienza personale, ti spiegherò appena avrò cinque minuti.

Siddharta 16-11-2015 17.33.11

Vorrei solo dire una cosa.
 
Hollande nel suo discorso al parlamento di oggi ha esordito dicendo:
Da oggi la Francia è in guerra.

Il problema è proprio questo.
La Francia è in guerra da ormai 20 anni.
Noi occidente stiamo bombardando la qualunque da oltre 20 anni. Siamo in guerra punto.
Se poi intendiamo come guerra quello che accadeva 70 anni fa, brandendo un fucile e stando in trincea, ci prendiamo in giro e lo sappiamo.
La Francia bombarda la Siria da oltre 1 anno, così come la Russia e gli Usa.

Ora nemmeno loro sanno chi è stato il mandante di questi attacchi
e soprattutto il motivo
Ma è assurdo che persone per bene (milioni) debbano giustificarsi che i veri musulmani siano loro.
Non mi pare che quando Breivik abbia ucciso 80 persone in nome del suo credo, cristiani di tutto il mondo abbiano detto : non nel mio nome.
Supponiamo che sia l'isis o cellule simili con sede a Raqqa (magicamente oggi sapevamo le coordinate esatte di centri di addestramento, reclutamento e depositi munizioni, vabbè), è scontato, stupido sul discutere sulla questione, che non lo fanno per religione o altro. Anzi chi ha speso una sola parola per questo non saprei come definirlo.

E' difficile capire cosa c'è dietro.
Da una parte e dall'altra.
Ognuno ha le sue idee.
Di sicuro quello che ci dicono e le notizie che passano ai tg io le prenderei con estrema diffidenza.

L'unica cosa certa è che odio, paura e razzismo non faranno che aumentare.
Che continueranno a morire migliaia di siriani innocenti.


PS.

Vorrei sapere veramente che valore abbiano le parole dei giornalisti italiani.
Se una merda umana, quotata nel mondo giornalistico come Rondolino si può permettere di dire:

"Emergency è una organizzazione politica antioccidentale mascherata da ospedale ambulante. Va isolata e boicottata"

Non so veramente in che paese viviamo.

Siddharta 16-11-2015 17.39.39

Ps 2
 
Altri bombardamenti e insediamenti in Siria non serviranno ad altro che a peggiorare la situazione.

decly2002 16-11-2015 18.15.53

Senz'altro l'impostazione di guerra che negli ultimi venti anni è stata adottata dagli eserciti della NATO, quella dei bombardamenti, ha mostrato tutti i suoi limiti, le sue storture, le sue nefandezze.
Leggo un pensiero abbastanza diffuso, nobile e che per anni avrei sposato tout court: la guerra è sempre la risposta sbagliata. Ebbene, inizio ad avere dei dubbi sulla validità di questa affermazione. Vi sono guerre necessarie. Non so se questa per noi sia una guerra necessaria. Certo lo è per il popolo crudo, che sta combattendo una guerra tradizionale quella con i fucili e le trincee, contro le armate del Califfato.
In questi giorni penso spesso alla guerra civile spagnola. A quanti democratici d'Europa siano andati in Spagna a fAre la guerra contro Franco. Contro il nazi-fascismo emergente.
E oggi l'Isis viene paragonato a un nuovo nazismo.

Non mi piace pensarla così. Ci penso e ci ripenso. Apprezzo i toni ottimisti, concilianti, speranzosi. Eppure non ci credo. Credo sia vero che per sconfiggere il terrorismo bisogno estirparlo alle radici. Ma intanto ci sono, restando nella metafora botanica, alberi belli grossi. Da una parte dunque bisogna lavorare alle radici (ma come?), dall'altra bisogna ragionare su come contrastare quegli "alberi" cresciuti e spaventosi.

Come fermare l'Isis? Io non sono contrario a un intervento militare via terra nei terreni occupati dalle forze del califfato. Non sarebbe un intervento "nuovo", si tratterebbe di combattere al fianco dei curdi e delle altre forze che già stanno portando avanti la guerra. Non sarebbe come l'Iraq o l'Afghanistan.

Chiaro che tutto questo, se non si fermano i flussi di capitale, le esportazioni di armi, i traffici di reperti archeologici e l'acquisto del loro petrolio, sarebbe quasi inutile.
Ma temo che senza un sostegno su terra (non con le bombe dal cielo, che spesso sbagliano mira) fare solo le cose appena dette non basterebbe a far cadere il califfato.

Perché ricordiamo il califfato c'è, e dal califfato stanno scappando milioni di civili, che, suppongo, non se la passino troppo bene se si spingono fino all'Europa.

Sono molto confuso e infelice di dover pensare che, in situazioni come queste, con nemici come questi, non vi sia margine alcuno di trattativa.

Siddharta 16-11-2015 18.26.56

Ma sicuramente non si estirpa parlando di filosofia. O cercando via diplomatica, questo mi pare ovvio.

Ma è innegabile che bombardare ad cazzum e poi uccidere solo ed esclusivamente civili innocenti non è la soluzione. Che pur di far vedere che si è duri e puri e dalla parte della ragione, si sganciano centinaia di missili.
Che magari di riflesso si acchiappa qualche terrorista e si inneggia alla grande vittoria, come successo da quando io sono cosciente.

Un'azione come quella da te descritta potrebbe certo aiutare i curdi, ma siamo sicuri che l'occidente lo voglia?
E poi, estirpare l'isis credo sia diventato veramente una questione molto più grande e non da circoscrivere alla siria.

decly2002 16-11-2015 18.37.47

Cosa voglia l'Occidente è un bel mistero. Prima di tutto dovremmo capire chi è Occidente. Io vedo molti, troppi, interpreti. Usa, Francia, Unione Europea (esisti ancora? Amata Europa, continui a deludermi.). E qui parliamo dei governi, ma poi ci sono svariati soggetti misteriosi, ambigui poco identificabili...CIA, intelligence varie, lobby di armi e petrolio...
Poi c'è la Russia, l'Iran, Israele, cafonate di tribù del deserto...difficile trovare uno scenario che metta tutti d'accordo. Non c'è dubbio.

Ma L'ONU, di cui vorrei ancora fidarmi, dovrebbe avere l'autorità morale di creare una coalizione che fermi l'Isis. E come dici tu non basta la filosofia.
E in seno all'ONU si dovrebbe trovare una soluzione il più possibile condivisa per poi dare un assetto stabile al Medio Oriente.

Gli errori del passato, fatti peraltro da governi che ora non sono più in carica, devono fare da scuola, ma non devono essere motivo per rimanere inerti. In questo caso non vale il detto che "chi non fa non falla", perché ogni giorno dato all'Isis (e Boko Haram e compagnia...) è un giorno in più per loro per consolidarsi e perpetrare chissà quali nefandezze.

decly2002 16-11-2015 18.39.11

P.s. Peccato che molti amici forumisti non sentano più il desiderio di discutere qui e si limitino a condividere la torre Eiffel su Facebook.

Siddharta 16-11-2015 18.49.07

Io credo che noi occidentali siamo tutto questo.
Siamo le nazioni, siamo le organizzazioni, siamo le lobby, siamo i servizi segreti.
E da questo purtroppo non si scappa, non sono d'accordo e nn mi sento di farne parte, ma l'occidente, il mondo occidentale è tutto questo miscuglio di cose.

Per quanto riguarda il susseguirsi di governi che fanno errori gravi, oppure di governi che subentrano e peggiorano le cose, non faccio che pensare da mesi a quello che potrà fare Trump se vincesse l'anno prossimo.

Riguardo al tuo post scriptum, che bbuò fa?

decly2002 16-11-2015 18.56.44

Siamo questo, ma siamo anche tante cose belle. Credo sia giusto ricordarlo.
Queste cose belle che a qualcuno fanno paura.
Perché quando ci si accorge delle cose belle del l'occidente, non ci si vuol fare a meno.

Siddharta 16-11-2015 19.01.21

Ma le tante cose belle non incidono nelle scelte importanti, purtroppo.

selly 16-11-2015 21.02.32

Citazione:

Originalmente inviato da Siddharta (Messaggio 2395068)
Hollande nel suo discorso al parlamento di oggi ha esordito dicendo:
Da oggi la Francia è in guerra.

Il problema è proprio questo.
La Francia è in guerra da ormai 20 anni.
Noi occidente stiamo bombardando la qualunque da oltre 20 anni. Siamo in guerra punto.
Se poi intendiamo come guerra quello che accadeva 70 anni fa, brandendo un fucile e stando in trincea, ci prendiamo in giro e lo sappiamo.
La Francia bombarda la Siria da oltre 1 anno, così come la Russia e gli Usa.

Ora nemmeno loro sanno chi è stato il mandante di questi attacchi
e soprattutto il motivo
Ma è assurdo che persone per bene (milioni) debbano giustificarsi che i veri musulmani siano loro.
Non mi pare che quando Breivik abbia ucciso 80 persone in nome del suo credo, cristiani di tutto il mondo abbiano detto : non nel mio nome.
Supponiamo che sia l'isis o cellule simili con sede a Raqqa (magicamente oggi sapevamo le coordinate esatte di centri di addestramento, reclutamento e depositi munizioni, vabbè), è scontato, stupido sul discutere sulla questione, che non lo fanno per religione o altro. Anzi chi ha speso una sola parola per questo non saprei come definirlo.

E' difficile capire cosa c'è dietro.
Da una parte e dall'altra.
Ognuno ha le sue idee.
Di sicuro quello che ci dicono e le notizie che passano ai tg io le prenderei con estrema diffidenza.

L'unica cosa certa è che odio, paura e razzismo non faranno che aumentare.
Che continueranno a morire migliaia di siriani innocenti.


PS.

Vorrei sapere veramente che valore abbiano le parole dei giornalisti italiani.
Se una merda umana, quotata nel mondo giornalistico come Rondolino si può permettere di dire:

"Emergency è una organizzazione politica antioccidentale mascherata da ospedale ambulante. Va isolata e boicottata"

Non so veramente in che paese viviamo.

.

gabo86 16-11-2015 21.06.59

Citazione:

Originalmente inviato da decly2002 (Messaggio 2395079)
P.s. Peccato che molti amici forumisti non sentano più il desiderio di discutere qui e si limitino a condividere la torre Eiffel su Facebook.

Sarò una persona piccola, ma questo è l'unico pensiero con cui sono d'accordo al 100%. Cioè, sono d'accordo con molti altri pensieri che leggo, ma poi ne leggo uno che diverge e sono d'accordo anche con esso...insomma, sono d'accordo anche con tutti (tranne con chi difende Salvini e il salvinismo). Però ora ci penso e dico la mia (senza bandiera tricolore sopra l'avatar dell'omino dai capelli verdi).

selly 16-11-2015 21.21.08

http://www.huffingtonpost.it/2015/11...ithpmg00000001


Tutti gli orari sono GMT +1. Adesso sono le 04.21.52.

Powered by vBulletin
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd