Forum Soleluna

Forum Soleluna (http://forum.soleluna.com//index.php)
-   Forum Attualità (http://forum.soleluna.com//forumdisplay.php?f=35)
-   -   Parigi (http://forum.soleluna.com//showthread.php?t=26711)

rooh 28-11-2015 17.21.09

Paris toujours dans mon coeur!!!

francescapesci 29-11-2015 14.57.57

Citazione:

Originalmente inviato da rooh (Messaggio 2396699)
Paris toujours dans mon coeur!!!

ville de l amour ,de l architecture ,de l art, de la mode , poèsie, cuisine
immense :)

John Ballerino 14-12-2015 19.32.02

In rete sta girando questo video che riesce, a mio modo di vedere, a spiegare bene tutto lo scacchiere europeo e i guai che ne conseguono... Anche se è un video che fa venire l'ulcera dal nervoso, l'effetto benefico è la conoscenza che ci aiuta a combattere tanta ignoranza (pericolosa tanto quanto diffusa)

http://youtu.be/rBNRJTs3Bf0

rooh 14-12-2015 22.59.09

Citazione:

Originalmente inviato da francescapesci (Messaggio 2396779)
ville de l amour ,de l architecture ,de l art, de la mode , poèsie, cuisine
immense :)

La ville d'une grande beauté!

hime* 15-12-2015 19.10.18

Citazione:

Originalmente inviato da John Ballerino (Messaggio 2398266)
In rete sta girando questo video che riesce, a mio modo di vedere, a spiegare bene tutto lo scacchiere europeo e i guai che ne conseguono... Anche se è un video che fa venire l'ulcera dal nervoso, l'effetto benefico è la conoscenza che ci aiuta a combattere tanta ignoranza (pericolosa tanto quanto diffusa)

http://youtu.be/rBNRJTs3Bf0

L'ho visto anch'io, purtroppo in rete gira anche tanta gente che nemmeno si ferma a guardare un video cosí.
Troppo impegnati a "condividere" le foto di Putin accompagnate da frasi improbabili.

John Ballerino 15-12-2015 19.17.50

Citazione:

Originalmente inviato da hime* (Messaggio 2398370)
L'ho visto anch'io, purtroppo in rete gira anche tanta gente che nemmeno si ferma a guardare un video cosí.
Troppo impegnati a "condividere" le foto di Putin accompagnate da frasi improbabili.

Credo che l'ignoranza sia un male al pari del terrorismo, o di una dittatura o di un altra amenità umana. Perché queste nefandezze non fa altro che alimentarle con l'illusione di risolverle.
Così Israele e Palestina rimangono due puntini in un vuoto cosmico nella testa di qualcuno dove si dividono pro-americani e anti- americani, destra e sinistra e così via tutte le altre storie dove il problema principale sembra essere quello di schierarsi, anche senza capire.:(

Ally 29-12-2015 23.45.43

Scrivo quì perchè alla fine è legato al discorso.
Ieri sera qualcuno ha visto "Imagine" di Saviano? Vi è piaciuto?
Io penso che (a parte il suo modo di fare che trovo un po' esagerato e noiosetto) abbia analizzato veramente bene il 2015 e tutta la questione Isis, migranti etc. Devo dire che mi ha fatto vedere aspetti che non avevo mai valutato. Tutto il discorso sulla comunicazione, sull'entrare nel momento di "fragilità" dei giornali, sulla propaganda alle donne; non avevo mai pensato a questi aspetti. Mi ha fatto pensare a quanto la mente umana può essere "geniale", a quanto potrebbe far del bene e migliorare il mondo questa "genialità"; ma anche a quanto la sete di potere, la voglia di denaro, la cattiveria riescano a spingere l'uomo a portare dolore e a sfruttare la sua mente come macchina da guerra. Spesso quando penso alle grandi paure vengono in mente prima di tutto le armi, la bomba atomica, i siluri..ma la cosa più spaventosa al mondo forse è proprio la mente dell'uomo. Bella anche la storia della Phoenix che non conoscevo.

Siddharta 05-02-2016 11.23.44

Da un drone russo
 
http://www.lastampa.it/2016/02/05/mu...FJ/pagina.html

Questa è Homs oggi. Quello che resta.
Una volta, la terza città più importante ed abitata della Siria.
Ogni parola su immigrazione, viaggi della speranza su barconi, razzismo e terrorismo credo sia altamente superflua!

questo un altro video


hime* 05-02-2016 14.33.51

"Aiutiamoli a casa loro"
...

hime* 05-02-2016 14.38.34

Intanto la Lega...

https://m.facebook.com/LegaNordUffic...gle.it%2F&_rdr

Siddharta 15-02-2016 15.40.26

Siria, Msf
 
intanto continuano i bombardamenti.
nel giro di 4 giorni due strutture di medici senza frontiere ed altri ospedali civili sono stati bombardati cn oltre 30 vittime.

Siddharta 15-03-2016 17.33.45

Je ne suis pas
 


Questa è Aleppo (2°città per improtanza e popolazione della Siria) qualche mese fa. Oggi ovviamente è anche peggio.

Abbiamo visto la devastazione di una nazione, popoli annegati in mare, bambini nel fango di accampanenti talmente fatiscenti da chiamarle giungle, persone respinte da muri e fili spinati della civile €uropa,
Abbiamo visto autobombe esplodere nella capitale turca mietendo decine di vittime. Abbiamo visto kamikaze farsi saltare in aria ad istanbul durante una manifestazione pacifista.
Abbiamo visto terroristi in mali, costa d'avorio, marocco, egitto compiere attentati in luoghi turistici e non.
Abbiamo visto donne e bambini bruciati vivi nei villaggi nigeriani.
La lista è lunga.

Abbiamo visto tante cose, ma siamo solo Charlie, e siamo solo Paris!
Ci sono ancora in giro bandiere francesi, si suona ancora la marsigliese.

Spero che la popolazione mondiale sia ben diversa da quello che esprime sui dannati social network, ma è una speranza fioca come la fiamma delle candele accese fuori al bataclan smorzate dal vento.

Perchè siamo così, non c'è nulla da fare.
Che siano state spazzate via centinaia di migliaia di vite in Siria e altre nazioni menzionate sopra, e che altre migliaia siano rimaste senza casa, perchè noi gliel'abbiamo bombardata, e che sempre noi dopo avergli distrutto casa, li respingiamo e li facciamo dormire nel fango sono fattori marginali.Si legge la notizia scrollando facebook, ascoltando superficialmente un notiziario e per 1 secondo ci si dispiace, ma per indignarsi ci vuole ben altro
Cazzo, a parigi so morte 130 persone di cui un'italiana.

E si ritorna subito a guardare la bandiera francese del profilo e ad essere di nuovo Charlie e si torna subito ad essere Paris!

Ally 22-03-2016 09.15.51

http://www.lastampa.it/2016/03/22/es...2J/pagina.html

Denis 22-03-2016 10.09.55

sono d'accordo con Siddharta. quando è stato fatto l'ultimo attentato ad Ankara ho pensato "bastardi maledetti", oggi ho pensato la stessa cosa, ma probabilmente l'ho sentita di più. Personalmente ho trovato di pessimo gusto tutta la vicenda je suis Charlie e quasi un anno dopo je suis Paris, non mi piace questo modo di esprimere la propria vera o presunta vicinanza, mi sembra una cosa estremamente finta.
Al di là di questo credo che la polizia belga e francese stia facendo un buon lavoro andando a prendere questi bastardi uno per uno, temo che non sarà l'ultimo attentato, spero di sbagliarmi ovviamente. Se si riuscisse finalmente a trovare una soluzione politica in Siria sarebbe una gran cosa, saranno anni difficili mi sa

decly2002 22-03-2016 11.36.00

Citazione:

Originalmente inviato da Siddharta (Messaggio 2404158)
http://www.youtube.com/watch?v=ipcnB4hxR08



Spero che la popolazione mondiale sia ben diversa da quello che esprime sui dannati social network, ma è una speranza fioca come la fiamma delle candele accese fuori al bataclan smorzate dal vento.

!


No è peggio. Je suis Paris è già tanto.

Denis 23-03-2016 10.35.08

ho letto da qualche parte un articolo di ieri di Lucia Annunziata in cui viene accusato il Belgio di incompetenza, la caccia ai terroristi non verrebbe fatta in modo appropriato. Probabilmente ha ragione visti i risultati, ma mi sembra che comunque sia questa l'unica risposta possibile. Andarli a prendere, uno per uno. Per il resto mi sento nauseato da quanto successo e dalle solite reazioni a cui siamo ben abituati oramai.

Ally 23-03-2016 18.35.51

Diciamo che sicuramente non hanno fatto un ottimo lavoro. Anche con l'arresto di salah abdeslam, voglio dire, per carità non è sicuramente un compito facile stanarli però era praticamente a casa sua. A 100 metri.
Io sono stato a Bruxelles due settimane fa, e siamo partiti proprio dal terminal A, abbiamo girato in metro e vedere i video di quei posti ridotti in brandelli e delle esplosioni mi ha fatto davvero impressione.
Parlando con i residenti ci dicevano che erano aumentati i controlli e che i militari giravano la città tutto il giorno; in effetti noi in aereoporto siamo stati controllati dalla testa ai piedi.
Non capisco davvero cosa spinga l'uomo ad uccidere. A compiere atti così brutali e fuori da ogni logica. Evidentemente davvero al mondo c'è gente bastarda: bastarda la glassa e bastardo il ripieno.

hime* 23-03-2016 21.09.26

Oggi ho letto un commento: "Bruxelles è una bellissima città, viva europea, l'anno scorso siamo stati molto bene lì. Vorrei tornarci."

Ho pensato che, per chi se la sente, a Bruxelles si può tornare anche subito. E poi ho pensato ad Aleppo... Città antichissima e patrimonio dell'UNESCO, eppure la sua distruzione è passata quasi sotto silenzio.
Perché ci sembra "accettabile" una cosa del genere?
Capisco l'empatia con i belgi e i francesi, in fondo siamo europei e questi attentati sgretolano le nostre sicurezze. Ma non è normale pensare che in altre zone del mondo la morte e la devastazione, tutto sommato, sono cose "normali".

http://www.channel4.com/news/syria-a...e-after-slider

Ci sono luoghi in cui l’uomo non è altro che ciò che porta dentro di sé. Aleppo è uno di questi luoghi. Il cannone e la radio annunciano battaglie decisive, brutali. Ma la guerra può camuffarsi, ad esempio nella città vecchia, come una grande ondata di quiete. Mai la calma deserta è più completa che in questo luogo, è qui che ho imparato che il silenzio di una strada è sempre più profondo del silenzio di un bosco o di un campo. Nella città vecchia di Aleppo fatta a pezzi dalla guerra dei cinque anni (ma quanti saranno alla fine?) senti il senso di sospensione della fragile vita. Puoi avvertire i mormorii degli uccelli nella città vecchia, perfino il frullare delle ali di un colombo.
Domenico Quirico inviato ad Aleppo, Siria


http://www.lastampa.it/2016/02/09/mu...6I/pagina.html

giggi 23-03-2016 22.05.15

Citazione:

Originalmente inviato da hime* (Messaggio 2404423)
...

Ho pensato che, per chi se la sente, a Bruxelles si può tornare anche subito.

eh, io me la sarei sentita eccome, non mi sarei fatta fermare da quelle teste di cazzo e infatti fino a ieri sera alle nove io sapevo di dover partire oggi pomeriggio alle 15 per bruxelles, check-in fatto e valigia pronta...
il volo è stato cancellato e così la mia festa di compleanno con mio fratello, nella città che adoro e che ha un pezzo del mio cuore lì... io stavolta sono troppo coinvolta, troppo perchè bruxelles è la città in cui vive mio fratello, in cui c'è una seconda casa sempre per noi, la città di cui comincio a conoscere i tanti angoli...erano mesi che ne parlavamo, a volte anche ridendo per sdrammatizzare, la tensione, la preoccupazione che sentivano in giro, ne abbiamo parlato anche domenica... sono tristissima perchè è come se avessero provato a rovinare una città che sento mia e questo mi fa arrabbiare molto, ma non significa che non sono sensibile a ciò che accade altrove, in siria, in libano, a Idomeni e oggi -infatti - ho parlato di loro in classe, di chi sta provando a vivere e non a morire, di chi ci chiede di dargli una possibilità di vita e non di chi rifiuta la vita fortunata che già ha goduto; però ritengo che sia normalissimo che ci sono cose che ci toccano di più perchè le abbiamo vissute, le conosciamo, ne sentiamo ancora il sapore e l'odore...è normale e essere tristi perchè vedo deturpata quella fermata di metropolitana che ogni volta mio padre ribadisce quantosia brutta per quelle mattonelle bianche con un'opera d'arte che sembra un disegna di un bambino e noi ridiamo... e questa tristezza enorme che da ieri mi stringe il cuore non significa che sono insensibile a ciò che accade altrove..ma penso sia normale e giusto e umano che io da ieri non riesco a pensare più in modo lucido e sto sempre col pensiero lì, triste, come se avessero toccato me. Per Parigi ero triste e sconvolta sì, ma era diverso... eppure era una città dell'Europa occidentale no? ecco, la tristezza che provo adesso non è la stessa e quindi capisco che è normalissimo essere meno coinvolti per ciò che meno conosciamo o non conosciamo affatto; tristi per ciò che l'uomo può concepire assurdamente sì, ma purtroppo finiamo per essere toccati davvero solo da alcune cose, per vari motivi e non significa affatto che non ci frega niente di ciò che sta succedendo altrove.

Denis 24-03-2016 00.52.59

Citazione:

Originalmente inviato da giggi (Messaggio 2404425)
[..]e non significa affatto che non ci frega niente di ciò che sta succedendo altrove.

purtroppo questo vale per te, ma per tanti, tantissimi non vale. se ne fregano davvero. sul resto del ragionamento concordo, non sarà bello, ma è normale sentire in maniera diversa gli avvenimenti. oltre ad aleppo abbiamo il recentissimo episodio degli attentati ad ankara, 17 febbraio, già ampiamente dimenticato, e dimenticato sicuramente già prima dei fatti di Bruxelles. eppure è successa la stessa cosa, sono morti in 28. io sono sconfortato dalla demenza che vedo in giro, dall'incapacità di ragionare lucidamente, dalla totale stupidità e mancanza di realismo. "cacciarli fuori tutti". sì, ma come si fa? con che soldi? chi paga? secondo che criteri? "ah, non mi interessa, fuori tutti" e che cosa vuol dire in concreto? "...ah non so. fuori! fuori tutti!"
e sono pure disgustato dall'enorme massa di pecoroni, che poi sono gli stessi che fanno i discorsi sopra. questo è uno dei lati spiacevoli di internet


Tutti gli orari sono GMT +1. Adesso sono le 16.40.42.

Powered by vBulletin
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd