Forum Soleluna

Forum Soleluna (http://forum.soleluna.com//index.php)
-   Forum Attualità (http://forum.soleluna.com//forumdisplay.php?f=35)
-   -   Fiducia nella politica (http://forum.soleluna.com//showthread.php?t=17491)

Miky'83 07-06-2006 23.19.15

Fiducia nella politica
 
Apro questo argomento per discutere non sull'aver fiducia in una particolare politica o un'altra, ma se si ha in generale fiducia sullo strumento della politica, mi spiego meglio:
avete ancora l'illusione che la politica possa essere davvero al servizio del cittadinoo no?
io ho sempre meno fiducia nella politica come servizio al pubblico, la vedo sempre più come mezzo privato per raggiungere il potere, se questo governo non farà qualcosa per farmi cambiare idea io ho smesso di votare alle politiche. e questo non vuol essere un discorso qualunquistico, ma una critica allo strumento democratico in se che presenta limiti insormontabili...spesso si guarda alla democrazia come una religione, ma spesso fa acqua da tutte le parti...

ora dite la vostra...

dhe 07-06-2006 23.28.24

sarò un'illusa, ma penso ancora che il mio voto possa fare la differenza
...il problema al massimo sta nel trovare un partito politico che rappresenti le mie idee e che io senta vicino al mio modo di pensare.

gabo86 07-06-2006 23.29.46

le alternative alla democrazia sono l'anarchia o il despotismo
viva la democrazia,con tutti i suoi limiti

FABIO ROBERTO TOGNETTI 07-06-2006 23.30.59

non so quale grado di lucidità mi può concedere quest'ora (E soprattutto quest'ora dopo la giornata che ho passato...) però la tua domanda merita una immediata, seppure imprecisa, risposta. Giuro che tornerò con più tranquillità sull'argomento.

Se credo ancora nella politica? Certo che ci credo, altrimenti non sarei tesserato. Ma anche se non ci credessi sarei comunque tesserato. Ti spiego. Non posso sperare di risolvere la perdita del mio lavandino stando a guardare. Occorre che mi rimbocchi le maniche, prenda gli strumenti e cominci a lavorare intorno al problema. Ora, immaginati che la perdita sia quella di un rubinetto di una grande città. Tutti stanno lì a guardare e nessuno interviene. Intanto la perdita diventa un fiume, poi un lago, poi un mare. alla fine il danno è irreparabile. Se invece qualcuno si fosse preoccupato di sistemare la perdita, il problema prima o poi sarebbe stato risolto.
La politica che oggi abbiamo è frutto di 40 anni di disinteresse degli italiani. Proseguire di questo passo significherebbe garantirsi altri 40 anni di malefatte.
E comunque io un bel po' di politici li ho conosciuti. E devo dirti che, sarò un ingenuo e un illuso, ma sembrano tutto tranne che degli arrivisti

Miky'83 07-06-2006 23.48.13

Citazione:

Originalmente inviato da gabo86
le alternative alla democrazia sono l'anarchia o il despotismo
viva la democrazia,con tutti i suoi limiti

è il meno peggio che c'è con questo sono d'accordo con te

Miky'83 07-06-2006 23.50.06

Citazione:

Originalmente inviato da FABIO ROBERTO TOGNETTI
non so quale grado di lucidità mi può concedere quest'ora (E soprattutto quest'ora dopo la giornata che ho passato...) però la tua domanda merita una immediata, seppure imprecisa, risposta. Giuro che tornerò con più tranquillità sull'argomento.

Se credo ancora nella politica? Certo che ci credo, altrimenti non sarei tesserato. Ma anche se non ci credessi sarei comunque tesserato. Ti spiego. Non posso sperare di risolvere la perdita del mio lavandino stando a guardare. Occorre che mi rimbocchi le maniche, prenda gli strumenti e cominci a lavorare intorno al problema. Ora, immaginati che la perdita sia quella di un rubinetto di una grande città. Tutti stanno lì a guardare e nessuno interviene. Intanto la perdita diventa un fiume, poi un lago, poi un mare. alla fine il danno è irreparabile. Se invece qualcuno si fosse preoccupato di sistemare la perdita, il problema prima o poi sarebbe stato risolto.
La politica che oggi abbiamo è frutto di 40 anni di disinteresse degli italiani. Proseguire di questo passo significherebbe garantirsi altri 40 anni di malefatte.
E comunque io un bel po' di politici li ho conosciuti. E devo dirti che, sarò un ingenuo e un illuso, ma sembrano tutto tranne che degli arrivisti

quello che dici ha un fondo di verità indiscutibile non lo metto in dubbio, ma non avete la sensazione di risentire cose dette 5 anni fa?
cosa disse il governo berlusconi appena si insediò? che la sinistra aveva truccato i conti. E ora cosa dice la sinistra? Che la destra ha truccato i conti...non vi sembra un bel teatrino?

Miky'83 07-06-2006 23.52.19

io penso che il mondo tuttora sia sotto dittatura sotto la dittatura di un capitalismo spietato ed estremista, capitalismo sostenuto da ogni parte politica poichè nel mondo attuale la politica è serva dell'economia! Continuando così credo purodurremo un macello di roba di oggetti e anche molta insoddisfazione tristezza e depressioni...avete letto l'ultmo libro di tiziano terzani'la parte in cui parla del giappone?

FABIO ROBERTO TOGNETTI 07-06-2006 23.54.10

vuoi smettere di sentire le solite cose? hai due modi: 1) ti disinteressi, ma poi non ti devi lamentare; 2) cerchi di cambiare le cose. Semplice.
Io non ho l'impressione che sia un teatrino. E' una cosa maledettamente seria. I buchi 5 anni fa non c'erano. Adesso non lo dice la sinistra che ci sono i buchi. Lo dice l'Europa. E non ci possiamo permettere di perdere questo treno: è la nostra ancora di salvezza

Miky'83 08-06-2006 00.04.38

Citazione:

Originalmente inviato da FABIO ROBERTO TOGNETTI
1) ti disinteressi, ma poi non ti devi lamentare; 2) cerchi di cambiare le cose. Semplice.

quello che sto cercando di dire è che la chiave non sta nella politica me nell'economia...quello che non va per me è il sistema economico...

poi nn cercare di convincermi che berlusca dice balle lo so già :D


ora vado a dormire buona notte

FABIO ROBERTO TOGNETTI 08-06-2006 00.10.51

serve sempre un politico che decida. Se si devecostruire una strada stai pur sicuro che non troverai due ingegneri che la pensano allo stesso modo. A chi tocca decidere? al politico. Figurati come può esere la situazione a livello di economia di una nazione. Comunque l'attuale ministro dell'Economia non mi pare proprio un quaqquaraqquà.

miké83 08-06-2006 00.31.18

fatevi 2 risate..
http://bananabis.splinder.com/tag/provenzano

Miky'83 08-06-2006 09.57.00

Citazione:

Originalmente inviato da FABIO ROBERTO TOGNETTI
serve sempre un politico che decida. Se si devecostruire una strada stai pur sicuro che non troverai due ingegneri che la pensano allo stesso modo. A chi tocca decidere? al politico. Figurati come può esere la situazione a livello di economia di una nazione. Comunque l'attuale ministro dell'Economia non mi pare proprio un quaqquaraqquà.

io credo che nella situazione attuale vinca l'appalto quello che offre meno spese...che ci sia la destra o la sinistra...

gabo86 08-06-2006 10.38.37

Citazione:

Originalmente inviato da Miky'83
io penso che il mondo tuttora sia sotto dittatura sotto la dittatura di un capitalismo spietato ed estremista, capitalismo sostenuto da ogni parte politica poichè nel mondo attuale la politica è serva dell'economia!

quant'è che dico che ci vuole la rivoluzione...:alto:

valer 08-06-2006 11.09.04

io avrei fiducia nella politica..ma non ho molta fiducia nei politici
li conto sulle dita di una mano i politici che mi danno l'impressione di essere persone oneste e corrette..

FABIO ROBERTO TOGNETTI 08-06-2006 11.53.56

un errore è poi quello di considerare "politici" solo i grandi nomi che si fanno a livello nazionale. Siete mai entrati in una sede di partito? ci sono centinaia di persone che prestano, molto spesso gratuitamente, il loro tempo libero. Anche questi sono politici.

84924 08-06-2006 12.00.16

L'onestà e la correttezza non è sempre facile verificarle... Secondo me la cosa più grave è che nella maggior parte dei casi non si tratta di politici ma di politicanti. Non voglio tirare in ballo il concetto di politico dei filosofi greci ma di certo la politica non è cosa da tutti...

FABIO ROBERTO TOGNETTI 08-06-2006 12.02.59

certo che la politica non è cosa da tutti. Ma per distinguere politico da politicante occorre avere una cultura politica avanzata. E i primi ad avere questa cultura dovrebbero essere i cittadini chiamati a giudicare l'operato dei dirigenti. Purtroppo il popolo ha sempre preferito lamentarsi che "acculturarsi".

Miky'83 08-06-2006 12.05.39

io vedo tanta impotenza da parte della politica...credo che l'economia decida al posto dei politici e questo è totalmente anti-democratico, probabilmente questo è figlio del nostro sistema capitalistico...cioè io non credo che gli strumenti della politica riusciranno mai a sottomettere l'econmia, che tutt'ora a mio parere è il vero potere che decide le sorti del mondo...

FABIO ROBERTO TOGNETTI 08-06-2006 12.09.10

non è neppure completamente vero che l'economia abbia soppiantato il sistema politico. Un caso su tutti: le vicende della Microsoft.

Miky'83 08-06-2006 12.12.17

Citazione:

Originalmente inviato da FABIO ROBERTO TOGNETTI
non è neppure completamente vero che l'economia abbia soppiantato il sistema politico. Un caso su tutti: le vicende della Microsoft.


perchè che gli hanno fatto alla microsoft?una puntura i spillo?


Tutti gli orari sono GMT +1. Adesso sono le 11.16.42.

Powered by vBulletin
Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd