Forum Soleluna

Forum Soleluna (http://forum.soleluna.com//index.php)
-   Forum Attualità (http://forum.soleluna.com//forumdisplay.php?f=35)
-   -   Politiche 2013: o Terza Repubblica o muerte(?) (http://forum.soleluna.com//showthread.php?t=25861)

FABIO ROBERTO TOGNETTI 26-12-2012 11.20.10

Politiche 2013: o Terza Repubblica o muerte(?)
 
Anno nuovo, governo nuovo

Denis 26-12-2012 11.33.14

di questi mi sembrano credibili solo PD e Monti, non i ruffiani di cui temo si stia circondando ossia casini fini e parassiti vari.
i due "estrema" si eliminano per la parola stessa, non mi piacciono gli estremismi.
c'era bisogno degli arancioni? secondo me no. queste innumerevoli liste che spuntano non rappresentano nulla di nuovo, è un riciclo. Ingroia mi sembra una persona seria, se non altro per il ruolo importante che ricopriva, non mi piacciono i suoi alleati però.
il movimento 5 stelle l'abbiamo già commentato ampiamente, l'infimo berlusconi non merita neanche il commento.

dimenticavo la lega, degna compare di berlusconi.
e dimenticavo l'astensione. segno di disprezzo? probabilmente si. ma alla fin fine non esprimi nulla se non lasciare che gli altri decidano per te

FABIO ROBERTO TOGNETTI 26-12-2012 11.46.43

tolti gli estremi e tolto anch'io PDL e M5S di cui abbiamo (ho) discusso anche troppo...

Monti non mi pare spendibile. Lo vedrei molto bene come Presidente della Repubblica (personaggio di spessore, capace di trovare consensi in tutti gli schieramenti, conosciuto a livello internazionale), ma non è quello che serve all'Italia. Sarò di parte, ma credo ci sia bisogno di un governo di sinistra serio, capace di fare riforme economiche improntate su solidarietà, giustizia e equità (cosa non riuscita al professore) e di innovare sui temi civili.

il movimento arancione mi pare una buffonata. Una accozzaglia di sigle mal assortite che ripetono, peggiorando, l'esperienza della sinistra arcobaleno. Sarebbe stato più dignitoso per loro presentarsi come singole liste dirette dal proprio segretario o presidente piuttosto che presentarsi unite (nell'unico intento di superare la soglia di sbarramento) sotto la guida di un homo novus caduto dall'alto (non concordo sul tuo giudizio denis: che serietà politica può vendere ingroia?)

Denis 26-12-2012 11.51.48

dico serietà in relazione al suo ruolo recente (o forse ancora in corso?) nella lotta al narcotraffico in sud america. esperienza politica certo non ne ha..

FABIO ROBERTO TOGNETTI 26-12-2012 11.52.39

appunto Denis... continui a fare il suo mestiere.

il Maestro Mazza 26-12-2012 12.14.39

Citazione:

Originalmente inviato da Denis (Messaggio 2246038)
dico serietà in relazione al suo ruolo recente (o forse ancora in corso?) nella lotta al narcotraffico in sud america. esperienza politica certo non ne ha..

Ingroia è scappato dopo pressioni pesanti visto che si stava per arrivare a risolvere il famoso rebus del patto stato-mafia... ma mancino e napolitano hanno ben deciso di dare una lezione di democrazia distruggendo le intercettazioni piuttosto che fare chiarezza... ad ingroia è stato offerto "guarda a caso" come a Di Pietro di entrare in politica... o così o diventava cibo per pesci...

Denis 26-12-2012 12.42.11

Citazione:

Originalmente inviato da il Maestro Mazza (Messaggio 2246041)
Ingroia è scappato dopo pressioni pesanti visto che si stava per arrivare a risolvere il famoso rebus del patto stato-mafia... ma mancino e napolitano hanno ben deciso di dare una lezione di democrazia distruggendo le intercettazioni piuttosto che fare chiarezza... ad ingroia è stato offerto "guarda a caso" come a Di Pietro di entrare in politica... o così o diventava cibo per pesci...

ecco, questa è una brutta storia. i segreti di stato non mi piacciono proprio

Kyo 26-12-2012 15.12.05

ma a voi non "puzza" la storia che
Montezemolo da il partito per supportare Monti e
la Fiat decide di investire in Italia?

il Maestro Mazza 26-12-2012 21.58.22

Citazione:

Originalmente inviato da Denis (Messaggio 2246043)
ecco, questa è una brutta storia. i segreti di stato non mi piacciono proprio

Anche perché in una democrazia completa la trasparenza è uno dei caratteri dello stato stesso. Quindi l'idea che ci venga fatto credere come necessaria l'esistenza di "segreti di stato" è un'idea antidemocratica, è un pensiero che mina la democrazia stessa. Uno stato, che è espressione di una cittadinanza, non può avere segreti, uno non può avere segreti con sé stesso. Se uno stato, un insieme di cittadini, ha dei segreti significa che ci sono due parti distinte che compongono lo stato: una detentrice di un segreto relativo all'altra parte.

Smetterò di essere off topic solo dopo aver aggiunto questo pezzo di Zagrebelsky, che spiega davvero bene un modo di dire che ho sempre detestato: Scendere in politica.

«Scendere» (in politica) Qual è la via che conduce alla politica? O dal basso o dall’alto. Dal basso, vuol dire dall’interno di un’esperienza politica che, mano a mano si arricchisce e porta all’assunzione di sempre più vaste responsabilità e di più estesi poteri. Ciò equivale a una carriera politica e corrisponde all’idea della politica come professione, nel senso classico di Max Weber. La legittimità dell’aspirazione al potere politico è interna alla politica stessa, alle sue esperienze, alle sue procedure e ai suoi rituali. Oppure la via può essere la discesa, quando si fanno valere storie, competenze e virtù maturate in altre e più alte sfere. La politica non è, allora, una professione, ma una missione. La legittimità dell’aspirazione politica è esterna alla politica come professione, anzi sta proprio nel suo essere estranea, aliena. (....) Trasferita dalla salvezza delle anime alla salvezza delle società, è la sempiterna figura della missione redentrice che un «salvatore» assume su di sé, lasciando la vita beata in cui stava prima lassù, scendendo a sacrificarsi per gli infelici che stanno quaggiù. Teologia politica allo stato puro, cioè trasposizione di schemi mentali e suggestioni dalla teologia alla politica.
C’è poco da ridere o anche solo da sorridere. È cosa seria. È una forma mentale perenne e universale, ricorrente nella storia delle irruzioni in politica di tutti i salvatori che si accollano compiti provvidenziali. I «re nascosti», gli «unti del Signore» che gli uomini comuni devono riconoscere, fanno la loro apparizione nella storia dei popoli in ogni momento di difficoltà; gli «uomini della provvidenza», comunque li si denominino e quale che sia la forza provvidenziale che li manda e dalla quale sono «chiamati» (un Dio, la Storia, il Partito, la «Idea», la Libertà, il Sangue e la Terra, in generale il Bene dell’umanità) sono appena alle nostre spalle, anzi sono tra noi. La secolarizzazione del potere, premessa della democrazia, non li ha affatto scacciati. (....)
Quest’idea è pervasiva e va al di là degli schieramenti politici. L’invocazione di un «papa straniero», salvatore della Patria anch’esso, sia pure di segno provvidenziale opposto a quell’altro, è la dimostrazione che questa mentalità è penetrata profondamente ed estensivamente nel modo comune di considerare la politica e la salvezza politica. Certo, questa formula ha qualcosa d’ironico.
Ma c’è da scommettere che, se un tale personaggio, dal mondo della finanza, dell’industria o dell’accademia, farà la sua apparizione, questa sarà circondata dagli stessi caratteri: anche lui «scenderà» in politica e il suo non sarà un «ingresso» ma una «discesa». Si renda o non si renda conto del significato di questo linguaggio che, ormai entrato nell’uso, gli sembrerà del tutto naturale, ovvio, parlare così.
La parola-chiave è dunque «scendere». Scendere da dove? Da una vita superiore. Scendere dove? In una vita inferiore. Per quale ragione? Per rispondere a un dovere, al quale sacrificarsi. Quale dovere? Salvare un popolo avviato alla perdizione. Con quali mezzi? Mezzi politici. Dunque: «scendere in politica». Non con i mezzi corrotti del passato però, ma con mezzi inediti e con compagni d’avventura nuovi di zecca. Tutto dev’essere reso «nuovo», generato a un’altra vita. Ciò che è vecchio sa di corruzione. Per questo, si deve scendere dall’alto, dove c’è virtù, purezza, capacità di buone opere, e non dare l’impressione di salire dal basso, da dove nascono solo creature
che si alimentano e vegetano nella putredine.

Tratto dal bel libro "Sulla lingua del tempo presente"

PENSIERI POSITIVI 27-12-2012 15.05.55

Domanda- Ma chi voterà si assumerà le sue eventuali colpe?????

Richiamando il vecchio detto "sono tutti boni a fa' i froci cor c..o dell'altri" (e mi scuso con chi si offende per i vocaboli beceri e in parte discriminatori che non condivido anche io)....perchè in un periodo di crisi economica come questo devo sprecare i pochi soldi duramente aquisiti con il duro lavoro (sempre più difficile da trovare), con delle tasse che servono a coprire
-stipendi faraonici di politici
-finanziamenti illegali ai politici
-vitalizi assurdi dei politici
-spese folli dei politici
-stipendi pazzeschi e fuori mercato dei manager pubblici amici dei politici che li hanno piazzati nei punti chiave

oltre a rappresentare una perdita economica incidendo sul reddito disponibile che poi si trasforma in domanda di beni e servizi attivando il ciclo economico

a volte vorrei che le persone attuassero su di se prima che sugli altri le proprie scelte
escludendo istruzione, giustizia e sanità (pilastri della democrazia)
esempio- volete leggi che tutelino il credo cattolico...perfetto le fate...si istituisce un'anagrafe delle religoni e poi si applicano ai credenti
esempio-volete che la politica abbia tutti questi soldi...si fa una legge e chi vota partiti che pretendono questi soldi versa una quota aggiuntiva di tasse (sempre proporzionale al proprio reddito)

FABIO ROBERTO TOGNETTI 27-12-2012 15.07.43

la solita presunzione di essere superiori...

PENSIERI POSITIVI 27-12-2012 15.30.14

Io non sono superiore a nessuno...sono una persona che si alza e cerca di portare a casa una vita per se e per la propria figlia...che in 43 anni di vita non deve ringraziare nessuno se non il lavoro dei propri genitori per ogni singola lira ed euro che ho consumato...che le cazzate che ha fatto le ha sempre fatte pagandole di suo....forse sono superirore ad alcuni solo perchè non giudico chi non conosco

FABIO ROBERTO TOGNETTI 27-12-2012 15.40.37

Excusatio non petita accusatio manifesta

mattcameron 27-12-2012 17.50.02

pensiero veloce senza la pretesa di saperne granché... Ingroia e i suoi fanno una proposta politica "più radicale" del Pd e "meno radicale" di Grillo...in teoria una cosa ottima, il soggetto politico ideale per me. In realtà ho il timore che essendo i tempi molto stretti, e i soggetti politici a sinistra un po' tanti, Ingroia rischia di portar via voti a SeL...che dal mio punto di vista è l'alleato "più a sinistra", e forse anche più credibile, del Pd...perciò... Mi preparo a votare Sel, primarie del 30 comprese...

PENSIERI POSITIVI 27-12-2012 19.42.11

Citazione:

Originalmente inviato da FABIO ROBERTO TOGNETTI (Messaggio 2246125)
Excusatio non petita accusatio manifesta

Secondo le nettiquette se ci riferisce a post precedenti si usa mettere le quote, se invece non ci sono quote il messaggio si riferisce al messaggio immediatamente precedente (così come questo che ho quotato).....

magari invece di scrivere questo potevi scrivere "non mi riferivo a te , ma al post......"

Ripeto per comprensione...sono democraticamente favorevole al voto di tutti qualsiasi esso sia (anche di destra con cui non condivido nessun valore)....vorrei che questa libertà non costasse le pensioni, la sanità e l'istruzione di tutti.....

FABIO ROBERTO TOGNETTI 27-12-2012 23.18.59

vedi pensieri positivi, che tu voti m5s è un tuo diritto e nessuno qui vorrebbe metterlo in dubbio. Che tu lo faccia, però, sostenendo che lo fai perché sei una persona onesta, che porta a casa la pagnotta, ecc ecc (presupponendo dunque che tutti gli altri che non la pensano come te siano da meno), ecco, questo mi fa girare alquanto i coglioni. Io non mi vergogno di votare PD né di fare politica per il PD. Non ho niente di cui scusarmi o di cui prendermi colpe. Passate, presenti e future.


Per quanto riguarda la netiquette... via, fammi star zitto.

FABIO ROBERTO TOGNETTI 27-12-2012 23.23.26

e comunque mi pareva palese a chi e a cosa mi riferissi. La netiquette non credo escluda la possibilità di essere anche un po' "vispi".

PENSIERI POSITIVI 28-12-2012 02.50.45

Citazione:

Originalmente inviato da FABIO ROBERTO TOGNETTI (Messaggio 2246160)
vedi pensieri positivi, che tu voti m5s è un tuo diritto e nessuno qui vorrebbe metterlo in dubbio. Che tu lo faccia, però, sostenendo che lo fai perché sei una persona onesta, che porta a casa la pagnotta, ecc ecc (presupponendo dunque che tutti gli altri che non la pensano come te siano da meno), ecco, questo mi fa girare alquanto i coglioni. Io non mi vergogno di votare PD né di fare politica per il PD. Non ho niente di cui scusarmi o di cui prendermi colpe. Passate, presenti e future.

Per quanto riguarda la netiquette... via, fammi star zitto.

1-Io non sostengo che solo chi vota il M5S sia onesto
2-Io non penso assolutamente che i tanti volontari che ogni giorno spendono il loro prezioso tempo libero per cercare di rendere un posto vivibile l'Italia...siano il male..... anzi penso che proprio grazie a loro si siano raggiunti tanti risultati sul territorio
3-io ritengo, spero che me lo permetterai, che mantenere privilegi (baby pensioni, vitalizzi e superstipendi) e finanziamenti illegali (aboliti dalla volontà popolare.....che si stanno dimostrando ogni giorno sempre di più merce di scambio per il malaffare)...in un momento in cui chiediamo agli italiani di togliersi il pane di bocca (per chi lo ha ancora) o rinunciare al proprio futuro....SIA INDEGNO (però aspetto con piacere che tu mi argomentassi il contrario)
4-Perchè vengono demonizzati le persone che votano Berlusconi (tanto che è praticamente impossibile trovarne in giro nonostante percentuali alte) e non possono essere responsabilizzate delle proprie scelte le persone che votano in altro modo????

Kyo 28-12-2012 14.46.37

il problema di super stipendi e super vitalizi
è un problema del "sistema"...non puoi(perchè il parlamento e sindacati nn lo consentono,vedi caduta governo monti)
fare una legge che abbassi loro lo stipendi
faccio un esempio:...la Fiat non può dire "adesso i dipendenti li pago meno!". Non può
poichè vi sono accordi con i sindacati in cui si stabilisce che lo stipendio per i lavoratori di quel settore è tot.
In ogni caso quando il sistema tocca punti di interesse parlamentare allora vieni bloccato.Monti andava bene per tassare i cittadini,ma quando ha iniziato a toccare "i grandi",allora gli hanno tolto la fiducia(e se non lo faceva il pdl in quel modo lo avrebbe fatto il pd in un altro, o casini in un terzo).

Se il popolo tramite referendum ha detto no a determinate cose(es finanz pubbl partiti)
e i politici se ne fregano, allora il "sistema" non permette o non vuole dare ascolto al referendum....di conseguenza,spero di nn venir travisato,il "sistema" va cambiato con la forza.
Non è bello e nn mi piace...però se nessun partito ha fatto nulla per cambiare il porcellum o per abolire i finanziamenti o i vitalizi...nemmeno a monti che aveva la maggioranza di quasi tutti pd-pdl-idv-casini glielo hanno concesso...allora a rigor di logica occorre uno che dica "è così e basta!"...
poichè nemmeno M5S, se vincesse,ce la farebbe in quanto gli bloccherebbero la proposta di legge nelle varie sedi istituzionali come sempre han fatto.Perchè il "sistema" non vuole cambiare.

Domanda per meditare:...perchè al posto di togliere le auto blu non si obbligano i parlamentari
ad avere solo auto blu Fiat(quindi italiane) fabbricate in Italia?
seppur di poco si creerebbe lavoro...la mia è una domanda provocazione,ma nessuno in parlamento ci pensa...
Oppure perchè non si fanno girare le monetine da 1-2 cent?magari sulle macchine da caffè?...una moneta che non gira
non serve a nulla e crea solo danni...

FABIO ROBERTO TOGNETTI 28-12-2012 15.28.30

Citazione:

Originalmente inviato da PENSIERI POSITIVI (Messaggio 2246165)
1-Io non sostengo che solo chi vota il M5S sia onesto
2-Io non penso assolutamente che i tanti volontari che ogni giorno spendono il loro prezioso tempo libero per cercare di rendere un posto vivibile l'Italia...siano il male..... anzi penso che proprio grazie a loro si siano raggiunti tanti risultati sul territorio
3-io ritengo, spero che me lo permetterai, che mantenere privilegi (baby pensioni, vitalizzi e superstipendi) e finanziamenti illegali (aboliti dalla volontà popolare.....che si stanno dimostrando ogni giorno sempre di più merce di scambio per il malaffare)...in un momento in cui chiediamo agli italiani di togliersi il pane di bocca (per chi lo ha ancora) o rinunciare al proprio futuro....SIA INDEGNO (però aspetto con piacere che tu mi argomentassi il contrario)
4-Perchè vengono demonizzati le persone che votano Berlusconi (tanto che è praticamente impossibile trovarne in giro nonostante percentuali alte) e non possono essere responsabilizzate delle proprie scelte le persone che votano in altro modo????

1. se tu motivi il tuo voto al m5s con il fatto che sei un lavoratore con una figlia blablabla cosa presuppongono le tue parole? che chi non vota m5s sia colluso con un sistema che schiaccia i lavoratori con una figlia blablabla... Non so se mi sono spiegato.
3. io penso che i soldi spesi per la buona Politica non siano soldi buttati via. Penso che non è vero che in Italia si spende troppo per i costi della politica, ma penso al tempo stesso che si spende male. Il mio obiettivo non è avere un parlamento di persone che fanno politica solo perché se lo possono permettere. Io voglio che chi si assume un compito di responsabilità lo faccia con onore e onestà e che per le proprie mansioni venga adeguatamente compensato. Penso che i Partiti siano organismi riconosciuti in Costituzione (che è la più bella del mondo o sempre o mai) e che per questo vadano tutelati e finanziati come strumenti di democrazia. Ci siano istituti indipendenti che vigilano su di loro (il PD tanto per dire si fa certificare i bilanci da un organo terzo e indipendente e ha uno statuto rispettato). La politica deve essere una professione rispettabile parificata ad altre professioni. Se le persone sono immorali sono appunto le persone, non gli organismi.
Mi fermo qua perché tanto so che su questo tema ci sarà un botta e risposta e voglio intervenire anche su altri punti
4. per il motivo che ti ho detto qualche punto precedente. Votare Berlusconi è un delitto verso l'intelligenza umana. E se i suoi elettori si nascondono ci sarà un motivo. Parlare di responsabilità del voto è brutto, bruttissimo. Dà l'idea di una scelta "militarizzata".


Citazione:

Originalmente inviato da Kyo (Messaggio 2246195)
il problema di super stipendi e super vitalizi
è un problema del "sistema"...non puoi(perchè il parlamento e sindacati nn lo consentono,vedi caduta governo monti)
fare una legge che abbassi loro lo stipendi
faccio un esempio:...la Fiat non può dire "adesso i dipendenti li pago meno!". Non può
poichè vi sono accordi con i sindacati in cui si stabilisce che lo stipendio per i lavoratori di quel settore è tot.
In ogni caso quando il sistema tocca punti di interesse parlamentare allora vieni bloccato.Monti andava bene per tassare i cittadini,ma quando ha iniziato a toccare "i grandi",allora gli hanno tolto la fiducia(e se non lo faceva il pdl in quel modo lo avrebbe fatto il pd in un altro, o casini in un terzo).

ti contesto.

dal sito della camera:

"Pensione

Con deliberazioni del 14 dicembre 2011 e 30 gennaio 2012 l'Ufficio di Presidenza della Camera ha operato una profonda trasformazione del regime previdenziale dei deputati con il superamento dell'istituto dell'assegno vitalizio - vigente fin dalla prima legislatura del Parlamento repubblicano - e l'introduzione, con decorrenza dal 1° gennaio 2012, di un trattamento pensionistico basato sul sistema di calcolo contributivo, sostanzialmente analogo a quello vigente per i pubblici dipendenti.
Il nuovo sistema di calcolo contributivo si applica integralmente ai deputati eletti dopo il 1° gennaio 2012, mentre per i deputati in carica, nonché per i parlamentari già cessati dal mandato e successivamente rieletti, si applica un sistema pro rata, determinato dalla somma della quota di assegno vitalizio definitivamente maturato alla data del 31 dicembre 2011, e di una quota corrispondente all'incremento contributivo riferito agli ulteriori anni di mandato parlamentare esercitato.
I deputati cessati dal mandato, indipendentemente dall'inizio del mandato medesimo, conseguono il diritto alla pensione al compimento dei 65 anni di età e a seguito dell'esercizio del mandato parlamentare per almeno 5 anni effettivi. Per ogni anno di mandato ulteriore, l'età richiesta per il conseguimento del diritto è diminuita di un anno, con il limite all'età di 60 anni.
Lo stesso Regolamento prevede infine la sospensione del pagamento della pensione qualora il deputato sia rieletto al Parlamento nazionale, sia eletto al Parlamento europeo o ad un Consiglio regionale, ovvero sia nominato componente del Governo nazionale, assessore regionale o titolare di incarico istituzionale per il quale la Costituzione o altra legge costituzionale prevede l'incompatibilità con il mandato parlamentare. La sospensione è inoltre prevista in caso di nomina ad incarico per il quale la legge ordinaria prevede l'incompatibilità con il mandato parlamentare, ove l'importo della relativa indennità sia superiore al 50 per cento dell'indennità parlamentare. Tale regime di sospensioni costituisce una deroga rispetto alla normativa generale, nell'ambito della quale le ipotesi di divieto di cumulo della pensione con altri redditi sono state ormai abolite."


cosa significa? che già sui vitalizi il parlamento è intervenuto e ha proceduto a tagliare. Forse è troppo poco, ma già questo potrebbe smentirti.
la fiat non può abbassare gli stipendi degli operai perché vige un accordo sindacale. E' un esempio poco calzante.
Sul PD... è stato detto più volte: non avrebbe - spesso suo malgrado - fatto cadere Monti fino a fine legislatura. Il motivo è semplice: l'intervento di Monti ha natura emergenziale in un momento in cui non potevi andare nuovamente al voto per motivi economici (altrimenti al Pd sarebbe convenuto).

Citazione:

Originalmente inviato da Kyo (Messaggio 2246195)
Se il popolo tramite referendum ha detto no a determinate cose(es finanz pubbl partiti)
e i politici se ne fregano, allora il "sistema" non permette o non vuole dare ascolto al referendum....di conseguenza,spero di nn venir travisato,il "sistema" va cambiato con la forza.
Non è bello e nn mi piace...però se nessun partito ha fatto nulla per cambiare il porcellum o per abolire i finanziamenti o i vitalizi...nemmeno a monti che aveva la maggioranza di quasi tutti pd-pdl-idv-casini glielo hanno concesso...allora a rigor di logica occorre uno che dica "è così e basta!"...
poichè nemmeno M5S, se vincesse,ce la farebbe in quanto gli bloccherebbero la proposta di legge nelle varie sedi istituzionali come sempre han fatto.Perchè il "sistema" non vuole cambiare.

La maggioranza del parlamento è legata alle votazioni del 2008. Non è cambiata maggioranza. I tentativi per cambiare legge elettorale sono stati compiuti, ma nessuno ha avuto i numeri. Il Pd per ovviare a una propria mancanza farà le primarie. Che poteva esser fatto di diverso?


Citazione:

Originalmente inviato da Kyo (Messaggio 2246195)
Domanda per meditare:...perchè al posto di togliere le auto blu non si obbligano i parlamentari
ad avere solo auto blu Fiat(quindi italiane) fabbricate in Italia?
seppur di poco si creerebbe lavoro...la mia è una domanda provocazione,ma nessuno in parlamento ci pensa...
Oppure perchè non si fanno girare le monetine da 1-2 cent?magari sulle macchine da caffè?...una moneta che non gira
non serve a nulla e crea solo danni...

per me le auto blu andrebbero abolite (fatte poche eccezioni). O meglio: se un parlamentare vuole avere l'auto blu non ci sono problemi: la paga allo Stato. Sulla tua proposta... non penso che i numeri sarebbero in grado di risollevare il mercato della Fiat.

PENSIERI POSITIVI 28-12-2012 17.34.32

Citazione:

Originalmente inviato da FABIO ROBERTO TOGNETTI (Messaggio 2246196)
1. se tu motivi il tuo voto al m5s con il fatto che sei un lavoratore con una figlia blablabla cosa presuppongono le tue parole? che chi non vota m5s sia colluso con un sistema che schiaccia i lavoratori con una figlia blablabla... Non so se mi sono spiegato.
3. io penso che i soldi spesi per la buona Politica non siano soldi buttati via. Penso che non è vero che in Italia si spende troppo per i costi della politica, ma penso al tempo stesso che si spende male. Il mio obiettivo non è avere un parlamento di persone che fanno politica solo perché se lo possono permettere. Io voglio che chi si assume un compito di responsabilità lo faccia con onore e onestà e che per le proprie mansioni venga adeguatamente compensato. Penso che i Partiti siano organismi riconosciuti in Costituzione (che è la più bella del mondo o sempre o mai) e che per questo vadano tutelati e finanziati come strumenti di democrazia. Ci siano istituti indipendenti che vigilano su di loro (il PD tanto per dire si fa certificare i bilanci da un organo terzo e indipendente e ha uno statuto rispettato). La politica deve essere una professione rispettabile parificata ad altre professioni. Se le persone sono immorali sono appunto le persone, non gli organismi.
Mi fermo qua perché tanto so che su questo tema ci sarà un botta e risposta e voglio intervenire anche su altri punti
4. per il motivo che ti ho detto qualche punto precedente. Votare Berlusconi è un delitto verso l'intelligenza umana. E se i suoi elettori si nascondono ci sarà un motivo. Parlare di responsabilità del voto è brutto, bruttissimo. Dà l'idea di una scelta "militarizzata".




ti contesto.

dal sito della camera:

"Pensione

Con deliberazioni del 14 dicembre 2011 e 30 gennaio 2012 l'Ufficio di Presidenza della Camera ha operato una profonda trasformazione del regime previdenziale dei deputati con il superamento dell'istituto dell'assegno vitalizio - vigente fin dalla prima legislatura del Parlamento repubblicano - e l'introduzione, con decorrenza dal 1° gennaio 2012, di un trattamento pensionistico basato sul sistema di calcolo contributivo, sostanzialmente analogo a quello vigente per i pubblici dipendenti.
Il nuovo sistema di calcolo contributivo si applica integralmente ai deputati eletti dopo il 1° gennaio 2012, mentre per i deputati in carica, nonché per i parlamentari già cessati dal mandato e successivamente rieletti, si applica un sistema pro rata, determinato dalla somma della quota di assegno vitalizio definitivamente maturato alla data del 31 dicembre 2011, e di una quota corrispondente all'incremento contributivo riferito agli ulteriori anni di mandato parlamentare esercitato.
I deputati cessati dal mandato, indipendentemente dall'inizio del mandato medesimo, conseguono il diritto alla pensione al compimento dei 65 anni di età e a seguito dell'esercizio del mandato parlamentare per almeno 5 anni effettivi. Per ogni anno di mandato ulteriore, l'età richiesta per il conseguimento del diritto è diminuita di un anno, con il limite all'età di 60 anni.
Lo stesso Regolamento prevede infine la sospensione del pagamento della pensione qualora il deputato sia rieletto al Parlamento nazionale, sia eletto al Parlamento europeo o ad un Consiglio regionale, ovvero sia nominato componente del Governo nazionale, assessore regionale o titolare di incarico istituzionale per il quale la Costituzione o altra legge costituzionale prevede l'incompatibilità con il mandato parlamentare. La sospensione è inoltre prevista in caso di nomina ad incarico per il quale la legge ordinaria prevede l'incompatibilità con il mandato parlamentare, ove l'importo della relativa indennità sia superiore al 50 per cento dell'indennità parlamentare. Tale regime di sospensioni costituisce una deroga rispetto alla normativa generale, nell'ambito della quale le ipotesi di divieto di cumulo della pensione con altri redditi sono state ormai abolite."


cosa significa? che già sui vitalizi il parlamento è intervenuto e ha proceduto a tagliare. Forse è troppo poco, ma già questo potrebbe smentirti.
la fiat non può abbassare gli stipendi degli operai perché vige un accordo sindacale. E' un esempio poco calzante.
Sul PD... è stato detto più volte: non avrebbe - spesso suo malgrado - fatto cadere Monti fino a fine legislatura. Il motivo è semplice: l'intervento di Monti ha natura emergenziale in un momento in cui non potevi andare nuovamente al voto per motivi economici (altrimenti al Pd sarebbe convenuto).



La maggioranza del parlamento è legata alle votazioni del 2008. Non è cambiata maggioranza. I tentativi per cambiare legge elettorale sono stati compiuti, ma nessuno ha avuto i numeri. Il Pd per ovviare a una propria mancanza farà le primarie. Che poteva esser fatto di diverso?




per me le auto blu andrebbero abolite (fatte poche eccezioni). O meglio: se un parlamentare vuole avere l'auto blu non ci sono problemi: la paga allo Stato. Sulla tua proposta... non penso che i numeri sarebbero in grado di risollevare il mercato della Fiat.

non essendo bravo afare quelal cosa di dividere le citazioni...rispondo tramite i numeri (mi raccomando mantienili ^___^)
1- IO non definisco colluso con il sistema chi lo vota (anche se sicuramente ci sono eprsone che votano per interessi economici personali certi politici), ma sicuramente questo sistema ha tagliato i fondi alla scuola, aumentato le tasse e diminuito i servizi ...senza rinunciare a niente
3-Che senza soldi comandi il più ricco è stato smentito dalla realtà italiana ovvero:
-anche con tanti soldi ha comandato il più ricco
-il M5S, senza soldi, ha preso più voti del PD in sicilia
-tutti i partiti (anche quelli estinti) hanno avuto talmente tanti soldi da non poterli controllare ed usarli per investimenti che di politica non hanno niente
Inoltre ti faccio notare che
-alcune note spese fatte da politici ci sono rivelate abbastanza assurde
-anche tutti i bilanci delle società quotate in borsa coinvolte in tangentopoli erano certificati da agenzie internazionali
-rimangono nell'ombra le varie fondazioni che ogni politico crea per se stsso
VORREI FARTI INOLTRE NOTARE CHE UNO STIPENDIO DI €2500 NETTE (invece dei €20.000) MENSILI (quello previsto dal M5S) NON SAREBBE COSI' POCO
4-la responsabilità del voto che io intendo è al pari di ogni azione che uan persona compie....secondo me ognuno giornalmente fa delle scelte che comportano delle responsabilità, alcune delle quali poco valuate perchè ricadono sulla colletività e non sull'autore della scelta come dovrebbe essere....per fare un esempio 25 anni fa un pacchetto di sigarette in Norvegia costava €4,50 (ho attualizzato la valuta), perchè lo stato considerando le spese che avrebbe dovuto sostenere per la sanità verso fumatori, l'inquinamento provocato e la sporcizia dei mozziconi aveva deciso che eri libero di fumare ma ti accolavi tutti i costi di questa scelta

5-la legge da te citata dimostra che sui cittadini si è usata la mannaia (vedi esodati) e sui politici il laser (visto che come sempre oltre ad essere deboli sono sempre futuri....nella prossima legislatura....che poi si può sempre cambiare aggirare eludere...tanto le leggi le fanno loro)

6-Sulle parlamentarie del PD (come ti ho chiesto in un altro post senza ottenre risposta)....ci sono le ombre del 10% deciso da Bersani....le deroghe alle leggi interne....e soprattutto l'enorme silenzio sul posizionamento in lista.....(senza citare che il Garante di queste votazioni è stata condannata per aver violato la legge elettorale...oppure che secondo la regola interna del "radicamento sul territorio", Rosy Bindi si candida in Calabria)
come tu ben sai con lo schifo di legge che piace ai politici di professione e difesa pure da un referendum con motivazioni ridicole...conta l'ordine di lista....ed allora quando sbandierano la democraticità dovrebbero dire se il 10% "unto dal signore" si colloca prima o dopo quelli votati...se i DEROGATI si collocano prima o dopo i votati

Kyo 28-12-2012 22.49.07

Pensieri....ti manca il punto 2 ;)

p.s.: come sempre il confronto con FRT è costruttivo, pur con idee differenti.

PENSIERI POSITIVI 28-12-2012 23.47.58

il punto 2 era un chiarimento già esaurito nelle precedenti fasi della discussione (se noti amnca anche nel post di FRT ^_____^)...stiamo attenti perfavore ahahhahahahahh

matteo89 29-12-2012 00.19.00

Fabio, una domanda pratica. Grasso sarà alla Camera o al Senato?

FABIO ROBERTO TOGNETTI 29-12-2012 00.34.15

Citazione:

Originalmente inviato da PENSIERI POSITIVI (Messaggio 2246218)
non essendo bravo afare quelal cosa di dividere le citazioni...rispondo tramite i numeri (mi raccomando mantienili ^___^)
1- IO non definisco colluso con il sistema chi lo vota (anche se sicuramente ci sono eprsone che votano per interessi economici personali certi politici), ma sicuramente questo sistema ha tagliato i fondi alla scuola, aumentato le tasse e diminuito i servizi ...senza rinunciare a niente
3-Che senza soldi comandi il più ricco è stato smentito dalla realtà italiana ovvero:
-anche con tanti soldi ha comandato il più ricco
-il M5S, senza soldi, ha preso più voti del PD in sicilia
-tutti i partiti (anche quelli estinti) hanno avuto talmente tanti soldi da non poterli controllare ed usarli per investimenti che di politica non hanno niente
Inoltre ti faccio notare che
-alcune note spese fatte da politici ci sono rivelate abbastanza assurde
-anche tutti i bilanci delle società quotate in borsa coinvolte in tangentopoli erano certificati da agenzie internazionali
-rimangono nell'ombra le varie fondazioni che ogni politico crea per se stsso
VORREI FARTI INOLTRE NOTARE CHE UNO STIPENDIO DI €2500 NETTE (invece dei €20.000) MENSILI (quello previsto dal M5S) NON SAREBBE COSI' POCO
4-la responsabilità del voto che io intendo è al pari di ogni azione che uan persona compie....secondo me ognuno giornalmente fa delle scelte che comportano delle responsabilità, alcune delle quali poco valuate perchè ricadono sulla colletività e non sull'autore della scelta come dovrebbe essere....per fare un esempio 25 anni fa un pacchetto di sigarette in Norvegia costava €4,50 (ho attualizzato la valuta), perchè lo stato considerando le spese che avrebbe dovuto sostenere per la sanità verso fumatori, l'inquinamento provocato e la sporcizia dei mozziconi aveva deciso che eri libero di fumare ma ti accolavi tutti i costi di questa scelta

5-la legge da te citata dimostra che sui cittadini si è usata la mannaia (vedi esodati) e sui politici il laser (visto che come sempre oltre ad essere deboli sono sempre futuri....nella prossima legislatura....che poi si può sempre cambiare aggirare eludere...tanto le leggi le fanno loro)

6-Sulle parlamentarie del PD (come ti ho chiesto in un altro post senza ottenre risposta)....ci sono le ombre del 10% deciso da Bersani....le deroghe alle leggi interne....e soprattutto l'enorme silenzio sul posizionamento in lista.....(senza citare che il Garante di queste votazioni è stata condannata per aver violato la legge elettorale...oppure che secondo la regola interna del "radicamento sul territorio", Rosy Bindi si candida in Calabria)
come tu ben sai con lo schifo di legge che piace ai politici di professione e difesa pure da un referendum con motivazioni ridicole...conta l'ordine di lista....ed allora quando sbandierano la democraticità dovrebbero dire se il 10% "unto dal signore" si colloca prima o dopo quelli votati...se i DEROGATI si collocano prima o dopo i votati

0. visto che conosci la netiquette, imparare il linguaggio html non è difficile
1. questo sistema è lo stesso che ha creato quelle istituzioni, non ti sbagliare. I tagli li ha compiuti una precisa parte politica (il centrodestra) e poi sono stati confermati e appesantiti da un governo tecnico chiamato in fretta e furia a riparare gli errori commessi dal precedente esecutivo. Con questo non voglio dire che sia stata roba digerita a cuor leggero. Si poteva far diversamente e il PD l'ha detto chiaramente. Il voto di fiducia è stato dato a seguito di alcuni cambiamenti alle proposte originarie e nella convinzione che chi viene dopo dovrà lavorare meglio. ma ora non si poteva fare diversamente.
3. non sono d'accordo. Un caso è un caso, non la regola. Berlusconi sta lì a testimoniartelo tutti i giorni. Io penso che i soldi in politica non siano soldi spesi male. In Germania spendono mooooolto di più per finanziare fondazioni, istituti di ricerca, partiti e altro. E questo perché hanno a cuore la qualità e la formazione di chi fa politica (e non è uno scandalo vivere di quello che si sa fare). Certo, questo non significa lasciare le cose così come sono. Più sobrietà, più controlli, più regole, un taglio degli sprechi. Ma non un taglio generalizzato. io credo che 4500-5000 euro siano adeguati per un mestiere che se fatto con rigore e serietà comporta più di un sacrificio. Fidati. E non voglio che a far politica sia l'uomo qualunque, ma persone preparate e competenti. Bene fissare dei paletti (come limite a 3 mandati salvo pochissime eccezioni, stop a benefit e auto blu), ma diamo a cesare quel che di cesare.
4. dopo di che, per mantenere il paragone, non puoi demonizzare il fumatore.
5. sugli esodati sono molto preparato visto che ho un caso in casa (scusa il gioco di parole) e che sarebbe teoricamente un mio compito (da responsabile provinciale lavoro). Il caso degli esodati si è creato perché il governo ha sottovalutato la situazione mentre CGIL e centrosinistra ribadivano che si stava commettendo una ingiustizia. Se non ci fosse stato il PD in commissione lavoro e bilancio gli esodati tutelati sarebbero stati molti molti meno. Anche le ultimissime variazioni (quei 10132 in più), che sono una goccia si sa, sono merito di una opposizione cosciente. Il Pd ha detto che se andrà al governo tenterà di risolvere la situazione. Io ci credo perché so il lavoro che è stato fatto finora (una delle parlamentari più attive in questa materia è mia amica). Sulle modifiche... intanto ci sono e saranno attive da dopo febbraio. si parla di 2013 non di 2113. non si può intervenire retroattivamente.
6. allora i derogati saranno in totale 10, di cui 4 concorrono alle primarie. Il rispetto è stato stragarantito fatta eccezione per quei 4. Per la posizione, verrà decisa secondo il numero di voti ottenuto alle primarie (chi meglio arriva prima alloggia). sul garante non so di cosa tu stia parlando. Intanto il PD non nomina, ma fa eleggere. E rispetto alla buffonata messa su da Grillo mi pare non ci siano paragoni. Vedremo quali saranno gli unti del signore. Uno lo conosciamo di già, ed è Pietro Grasso.

FABIO ROBERTO TOGNETTI 29-12-2012 00.36.45

Citazione:

Originalmente inviato da matteo89 (Messaggio 2246255)
Fabio, una domanda pratica. Grasso sarà alla Camera o al Senato?

oh, non si sa ancora. O meglio, io non lo so, ma sono un po' fuori dal mondo per organizzare queste primarie. Da noi, purtroppo, non bastano due click

matteo89 29-12-2012 00.38.05

Citazione:

Originalmente inviato da FABIO ROBERTO TOGNETTI (Messaggio 2246257)
oh, non si sa ancora. O meglio, io non lo so, ma sono un po' fuori dal mondo per organizzare queste primarie. Da noi, purtroppo, non bastano due click

ah ok ok grazie lo stesso ;)

PENSIERI POSITIVI 29-12-2012 16.11.37

Citazione:

Originalmente inviato da FABIO ROBERTO TOGNETTI (Messaggio 2246256)
0. visto che conosci la netiquette, imparare il linguaggio html non è difficile
1. questo sistema è lo stesso che ha creato quelle istituzioni, non ti sbagliare. I tagli li ha compiuti una precisa parte politica (il centrodestra) e poi sono stati confermati e appesantiti da un governo tecnico chiamato in fretta e furia a riparare gli errori commessi dal precedente esecutivo. Con questo non voglio dire che sia stata roba digerita a cuor leggero. Si poteva far diversamente e il PD l'ha detto chiaramente. Il voto di fiducia è stato dato a seguito di alcuni cambiamenti alle proposte originarie e nella convinzione che chi viene dopo dovrà lavorare meglio. ma ora non si poteva fare diversamente.
3. non sono d'accordo. Un caso è un caso, non la regola. Berlusconi sta lì a testimoniartelo tutti i giorni. Io penso che i soldi in politica non siano soldi spesi male. In Germania spendono mooooolto di più per finanziare fondazioni, istituti di ricerca, partiti e altro. E questo perché hanno a cuore la qualità e la formazione di chi fa politica (e non è uno scandalo vivere di quello che si sa fare). Certo, questo non significa lasciare le cose così come sono. Più sobrietà, più controlli, più regole, un taglio degli sprechi. Ma non un taglio generalizzato. io credo che 4500-5000 euro siano adeguati per un mestiere che se fatto con rigore e serietà comporta più di un sacrificio. Fidati. E non voglio che a far politica sia l'uomo qualunque, ma persone preparate e competenti. Bene fissare dei paletti (come limite a 3 mandati salvo pochissime eccezioni, stop a benefit e auto blu), ma diamo a cesare quel che di cesare.
4. dopo di che, per mantenere il paragone, non puoi demonizzare il fumatore.
5. sugli esodati sono molto preparato visto che ho un caso in casa (scusa il gioco di parole) e che sarebbe teoricamente un mio compito (da responsabile provinciale lavoro). Il caso degli esodati si è creato perché il governo ha sottovalutato la situazione mentre CGIL e centrosinistra ribadivano che si stava commettendo una ingiustizia. Se non ci fosse stato il PD in commissione lavoro e bilancio gli esodati tutelati sarebbero stati molti molti meno. Anche le ultimissime variazioni (quei 10132 in più), che sono una goccia si sa, sono merito di una opposizione cosciente. Il Pd ha detto che se andrà al governo tenterà di risolvere la situazione. Io ci credo perché so il lavoro che è stato fatto finora (una delle parlamentari più attive in questa materia è mia amica). Sulle modifiche... intanto ci sono e saranno attive da dopo febbraio. si parla di 2013 non di 2113. non si può intervenire retroattivamente.
6. allora i derogati saranno in totale 10, di cui 4 concorrono alle primarie. Il rispetto è stato stragarantito fatta eccezione per quei 4. Per la posizione, verrà decisa secondo il numero di voti ottenuto alle primarie (chi meglio arriva prima alloggia). sul garante non so di cosa tu stia parlando. Intanto il PD non nomina, ma fa eleggere. E rispetto alla buffonata messa su da Grillo mi pare non ci siano paragoni. Vedremo quali saranno gli unti del signore. Uno lo conosciamo di già, ed è Pietro Grasso.

0- nettiquette iparata a forza di richiami su vari forum...per il resto sono ormai troppo vecchio (magari potrei fare il politico ^___^)....ahahahhaha
1-I soldi alla scuola privata sono stati dati dal centrosinistra (in barba alla costituzione), essendo pochi i soldi se li metti da uan parte mancano dal'altra.....la storia che non si poteva fare diversamente non regge....se c'è un buco ogni soldo è buono per tapparlo...poi sono i partiti che hanno preferito tagliare sanità piuttosto che i loro finanziamenti (chiare le parole di Bersani che non si poteva rinunciare)...mettere l'IMU sulle prime case piuttosto che colpire quelle delle banche....alzare l'IVA dei beni comprati da tutti piuttosto che far pagare i criminali che hanno scudato a prezzi ridicoli soldi di dubbia provenienza....risparmiare sulle pensioni impedendo a migliaia di ciattdini di raggiungerla oppure mettendo un limite, anche temporaneo, a quelle esagerate o frutto di privilegi assurdi.....
pensi che una campagna su questi temi, oltre che essere prettamente di sinistra, non avrebbe creato un consenso maggiore rispetto a qualsiasi finaziamento speso in manifesti e publicità varie???
3- Non fare comparazioni con paesi dove per la politica si spende pochissimo rispetto all'Italia (il quirinale o basta il consilio regionale della sicilia spendono più di Buckingam palace, ovvero Regina d'Inghilterra e imperatrice del Commewealth)...dove per anche solo dubbi sulla moralità le persone hanno il buonsenso di dimettersi....
per quanto riguarda la preparazione dei politici italiani stendo un velo pietoso considerando solo le dichiarazioni di D'alema (politico di professione) dopo aver disertato la votazione sullo scudo fiscale (il voto degi PD assenti avrebbe fatto cadere il governo insieme a quella legge assurda) "nessuno mi ha avvertito che era importante"
4-io penso che il fumatore (una volta pagati con il costo del pacchetto i costi sociali, ambiente-sanità, del suo vizio) sia liberissimo, rispettando gli altri, di fumarsi tutto quello che vuole...stessa cosa per il votatore (dopo aver pagato di tasca propria al suo partito tutti i milioni di euro che crede meritino) può liberamente votare chi preferisce
5-pensa quanti esodati in più si sarebbero potuti aiutare rinuciando all'ultima tranche dei finaziamenti (illeciti ricordiamo...^___^), che si sono rifiutati di devolvere anche ai terremotati...rinunciando a qualche privilegio tra le migliaia che hanno...MA SONO LI' PER IL BENE DEI CITTADINI O PER IL LORO????
6-per quanto rigurada il garante eccola (tornando al punto 3 pensi che qualsiasi partito del mondo civile e democratico l'avrebbe nominat Garante di una votazione con questo curriculum????)
http://www.torinotoday.it/politica/c...i-fassino.html
ed inoltre perchè non nominare gli unti precedentemente le votazioni????...serve per eventuali ripescaggi????

FABIO ROBERTO TOGNETTI 29-12-2012 17.05.12

1. I soldi alle private sono stati moltiplicati dai governi di centrodestra. E' vero, la prima proposta in questo senso venne fatta dal centrosinistra, ma fu portata avanti, se non ricordo male, perché fu l'europa ha chiederlo. In un certo senso con motivazioni che non condivido ma che sono ragionevoli (garantire concorrenza anche nell'istruzione e permettere a una massa più ampia di accedere al servizio privato). Il PD ha avanzato la proposta di dimezzare i finanziamenti da subito. Non poteva farne a meno tout court (un partito, come una azienda, compie acquisti e quindi contrae debiti che vanno ripagati). L'IMU e l'aumento dell'IVA sono stati provvedimenti presi da Berlusconi che Monti ha dovuto confermare per mantenere gli impegni presi con l'UE. E comunque con i finanziamenti alla politica finanzieresti poco.
3. Ripeto: in Germania si spende molto di più.

Continuo a dire: il problema non è un problema di quanto, ma di come. I finanziamenti pubblici ai partiti sono fondamentali per mantenere il sistema democratico del Paese (sancito dalla costituzione). Resta da capire come disciplinare questa materia per evitare le schifezze emerse in questi anni.

4. appunto. quindi smettetela di dire che chi non vota M5S è un pazzo scatenato e masochista.

5. sempre lì, sempre lì. altre argomentazioni?

6. Stai parlando delle autenticazioni di Torino, non dell'Italia intera. A parte che vorrei capire meglio di quale vicenda stiamo parlando, dopo di che stai mettendo in dubbio la regolarità delle primarie del centrosinistra? E con quale coraggio?
Vieni a fare le pulci al PD, ma ti rendi conto di cosa sta facendo il M5S su questo argomento? A partire dal fatto che non si sa ancora quale sia il candidato premier del movimento (è un fatto di chiarezza nei confronti dei cittadini) fino ad arrivare alla buffonata delle parlamentarie. 92000 voti, 1440 candidati, 3 possibili preferenze, candidati approvati dal duo Grillo-casaleggio. Su...

PENSIERI POSITIVI 29-12-2012 22.08.19

1- L'Europa ha chiesto tantissime cose (tra cui varie leggi sulla televisione) e noi proprio quella anticostituzionale (perchè la costituzione è molto chiara in materia ^___^) dovevamo fare????
Invece possono farne a meno le famiglie e le aziende private, che sono stateoculate nelle spese per tutta la vita???? vatti a leggere qualche nota spesa di qualsiasi partito vedrai cose allucinanti (tipo addobbi floreali di stand 6per3 da 25.000 euro...manco un matrimonio a S.Pietro)

3-in nessun paese al mondo si spende procapite come da noi per i politici (senza considerare i costi aggiuntivi connessi all'illegalità e corruzione dilagante....per citare il tuo raffronto con la Germania in Italia 1 km di autostrada costa 10 volte),
inoltre ti faccio notare che un Referendum (sulla stessa costituzione viene riportato che il popolo comanda) ha sancito con percentuali nette l'abolizione dei finanziamenti...secondo te è democratico un partito che non rispetta la volontà popolare????

4-Appunto ognuno libero di votare chi vuole pagandone direttamente di tasca sua i costi (ovvero vuoi che il tuo politico prenda 20.000 euro, vitalizzi, e finaziamenti spropositati.....ci metti i soldi di tasca tua...come satnno facendo quelli del M5S...comprese le multe per i banchetti delle firme che vanno raccolte subito obbligatoriamente ma l'autorizzazione di occupazione di suolo pubblico arriva dopo 30 gg...molto democratico ahahahah)

5- non hai dato risposta...fnno il loro interesse o quello della povera gente????

6-Io non metto in dubbio niente.....ma tu pensi che una persona del genere all'estero farebbe ancora parte di un partito???...quando intendi che vuoi politici esperti a dirigere intendevi questo (un'esperta in trucchi elettorali a garanzia del regolare svolgimento?)????
I candidati del M5S sono stati scelti (gratuitamente) tra tutti quelli che hanno svolto attività per il movimento (evitando tutta la massa di "affaristi" che si era lanciata su di esso per scroccare il solito passaggio politico-affaristico) da tutti gli iscritti (gratuitamente) al movimento...
sono pochi???? forse perchè non ci sono migliaia di tessere fantasma (fai un raffronto tra iscritti e voti del PD in certi colleggi...^____°)
io preferisco un partito stretto ma solido e fedele sulle proprie idee che caricare chiunque per far un numero che poi si rivela un armata brancaleone (il Pd ha talmente tanti democristiani a bordo che non riuscirebbe mai a far passare leggi progressiste)

mattcameron 31-12-2012 09.41.23

:) ieri sono stato a votare alle primarie...c'era un bel clima, chissà se dipendeva dal sole... :)

...non mi aspettavo un'affluenza così alta, credo che gli elettori stiano dando un gran segnale...speriamo che i partiti lo raccolgano :)

...fra le altre cose, ho scoperto che Josefa Idem (che ammiro tantissimo) si appresta a diventare deputato Pd...la cosa non può che farmi piacere... :)

...una domanda a Fabio: non ho capito del tutto la querelle su Grasso, argomento su cui Bersani è stato attaccato da Casini ma anche da Ingroia! :eek:

...buona fine e buon principio...

FABIO ROBERTO TOGNETTI 31-12-2012 12.00.32

Ripeto per l'ennesima volta, l'ultima (perché tanto è inutile e noioso proseguire un botta e risposta su questi temi), il mio pensiero. Sarò forse prolisso, ma almeno cerco di essere chiaro una volta per tutte.

Quando parlo di costi per la politica mi riferisco a cose ben precise. Costo per la politica è il costo, ad esempio, dell'affitto di una sezione di partito, il costo del materiale per la cancelleria, il costo della bolletta del telefono. Il costo dello stipendio dell'amministratore (da quello misero da consigliere comunale a quello da parlamentare) rientra tra quelli che definisco “costi della democrazia”.

Allora. In questi anni dentro la voce “spese politiche” sono entrati un sacco di capitoli sbagliati. Lo scrivi tu, pensieri positivi e in effetti la documentazione sul tema è sterminata. Non tutti i partiti però sono uguali. Diciamo che genericamente c'è stato un abuso, ma bisogna essere anche cauti nel generalizzare. La magistratura sta indagando e sapremo chi si è comportato bene e chi si è comportato male. Prima di allora ogni affermazione rientra in quello che deve essere definito come pregiudizio.

Per quanto mi riguarda, penso che la politica e i partiti (che sono strumenti per dirigere la democrazia, come afferma la Costituzione) debbano essere finanziati pubblicamente in quanto svolgono un servizio fondamentale per il Paese. C'è un referendum votato dagli italiani che dice il contrario. Benissimo. Per dovere di cronaca va detto che quel risultato è frutto di un periodo storico particolare (tangentopoli). Penso che possa risparmiarmi le considerazioni su come quegli scandali possano aver influenzato tale decisione. Ecco, per me una politica finanziata privatamente è quanto di più pericoloso possa capitare in una democrazia. Tralascio ogni paragone con il caso statunitense (tanto sapere già dove potrebbe arrivare la mia teoria. Le possibili tag a riguardo: privati che finanziano, privati che chiedono, industria delle armi, industria del tabacco) e col caso nostrano (S.B.). tangentopoli ha fatto pulizia, ma ha fatto sì che il discredito generalizzato nei confronti della politica facesse emergere quanto di più pericoloso potesse capitare: un politico antipolitico che pensa che la discussione e il confronto sia una perdita di tempo, che occorra fare (però prima per sé, poi per i suoi amici e, forse, alla fine, per quello che rimane, per gli altri) e che “tanto ci penso io, fate fare a me”. I partiti hanno fatto male a non reagire, a non spiegare ai cittadini qual'era il pericolo. Ma gli italiani sono stati anche cretini nell'abboccarci per 3 volte.

Quindi, dire che la politica fa schifo aiuta solo chi vuole peggiorare la politica e abbassarne il livello.


Non solo. Per fare una politica di qualità occorre alimentare tale politica. Come dire: se volete studenti migliori dovete investire nell'istruzione.
Per me le spese per finanziare istituti di ricerca, fondazioni di partito, ecc, dovrebbero essere implementate. Perché sono il sale della democrazia. Avere un parlamentare e avere un parlamentare qualificato fa la differenza. Avere un partito e avere un Partito (non personale) fa la differenza. Se in Italia i livelli della politica sono infimi, la colpa è anche dell'impreparazione della classe politica. In parlamento è entrato di tutto. Dall'imprenditore spietato che se ne frega dei problemi del paese alla soubrette messa lì perché fa figura e non rompe i coglioni. E questo perché è successo? Perché si è voluto screditare la classe politica, abbiamo voluto dire che la politica era inutile e che i politici di professione erano mangiapani a tradimento. Le scuole di partito, le fondazioni, gli istituti di ricerca, i partiti stessi non formano (solo) yesman, ma persone che sanno di quello che parlano. Io non credo si debba tornare al modello Frattocchie, ma comunque pensare che le classi dirigenti debbano aver compiuto un percorso formativo preciso. Questo non significa che chi viene dalla cosiddetta società civile non debba entrare in parlamento. Ma che sarebbe bene non esagerare con i “dilettanti allo sbaraglio”.

Tornando al capitolo “costi”, in Germania la fondazione dell'SPD prende finanziamenti pubblici equivalenti alla somma di tutti i riborsi elettorali ricevuti dai partiti italiani. Tutti i partiti italiani. Nessuno là si sogna di tagliare, neanche l'opinione pubblica. Perché? Perchè sanno che avere persone formate rende nel lungo periodo, che si tratta di un investimento.

Che poi gli italiani debbano pretendere che i soldi pubblici vengano spesi per “motivi di studio” e non per “motivi di svago” è fondamentale, legittimo e sacrosanto.

Poi mi direte di tutti i meriti del Movimento Cinque Stelle. Ma io nella democrazia del clic ci credo poco. E penso che faccia bene a essere diffidente da chi detta le linee di partito (pardon: movimento) a colpi di post e thread. Non voglio parlarne male a priori, ma comunque un movimento che a Reggio Emilia dice una cosa e a Prato un'altra, mi fa ridere. Il M5S ha fatto le proprie parlamentarie sostenendo che in parlamento dovesse andare “gente comune”. Per me è una cazzata enorme: in Parlamento ci deve andare gente preparata, che non necessarimente fa politica di mestiere (ma ripeto: non è uno scandalo avere in Parlamento gente che nella vita campa della propria passione) ma che comunque sa di cosa si parla. Probabilmente adesso sono io a compiere un pregiudizio, ma posso diffidare della preparazione della casalinga 45enne di Alessandria candidata del M5S al Parlamento italiano? Posso diffidare della preparazione dell'ingegnere 34enne di Pordenone che conosce ogni cm di un termovalorizzatore ma che non sa niente di fisco? Con questo oh, non sto dicendo che tutti i candidati del PD o di altri partiti sono onniscenti. Ma il fatto di fare politica da tempo crea le condizioni per imparare in fretta. Avere una esperienza significa avere una formazione che ti permette di “saperti muovere”. Insomma: non ci si improvvisa politici. Ha senso proporre facce nuove, facce giovani, esigere il ricambio. Ma ragazzi, stiamo parlando di uno tra i più importanti organi della nostra Repubblica, non della giuria di Sanremo! Un partito serio sa chi proporre, conosce i propri candidati (per evitare casi Scilipoti), sa che percorso hanno fatto, quali sono i meriti e i demeriti. E purtroppo spesso su questo punto anche il mio partito commette degli errori. (p.s. Immagino che su questo paragrafo dovrò tornare sopra per spiegarmi meglio, smentendo quanto scritto in apertura).

Per quanto riguarda i suddetti “costi della democrazia” pensare che i mali dell'Italia si risolvano riducendo lo stipendio al parlamentare è una follia. Certo, in un momento di crisi tutti devono tirare la cinghia. Questo è legittimo e sacrosanto. Ma le proposte in questo senso devono essere qualcosa di più che non semplici slogan. Altrimenti non sono proposte, ma spot pubblicitari per prendere voti in più con un argomento facile facile.

Allora, ricapitolando, qual è il mio pensiero in “pillole”.

1. I politici di professione non sono un male in sé e per sé. Lo sono se diventano plenipotenziari e svernano in posti di potere.
2. La politica italiana farebbe bene a essere finanziata pubblicamente, in maniera trasparente. I tagli si possono applicare laddove si dimostra che c'è stato un abuso (e abusi ce ne sono stati). Non generalizzando e non demonizzando.
3. Chi si prende un impegno è bene che venga retribuito in maniera adeguata. Questo deve essere accompagnato dall'impegno e dalla preparazione dell'eletto. Stipendi adeguati all'importanza dell'incarico, ma niente benefit o bonus.
4. Soldi spesi nella politica non sono soldi buttati via, ma investimento per il bene del paese.
5. Diffidare da chi dice che si può far tutto gratis o con spese esigue.
6. Diffidare da chi si affida a facili slogan.
7. Credere in chi si impegna, in chi si dimostra onesto e credibile.

Beh, penso di aver scritto quasi tutto. Probabilmente, come detto, dovrò smentire quanto scritto in apertura e dovrò giustificare, spiegare meglio, riscrivere, alcuni punti. Però, insomma, penso di essere stato chiaro. Mi scuso per la forma un po' “traballante”, per il modo colloquiale con il quale ho scritto questo post (che suona più da sfogo che non da dichiarazione), ma l'ho scritto di getto, tra una chiamata al cellulare e una risposta su FB e - più che altro - dopo aver passato la giornata di ieri dalle 8 di mattina alle 2,30 di notte al partito.

FABIO ROBERTO TOGNETTI 31-12-2012 12.08.46

Citazione:

Originalmente inviato da mattcameron (Messaggio 2246389)

...una domanda a Fabio: non ho capito del tutto la querelle su Grasso, argomento su cui Bersani è stato attaccato da Casini ma anche da Ingroia! :eek:

...buona fine e buon principio...

non l'ho capita neanch'io. A battuta mi verrebbe da commentare come nel famoso spot con Neri Marcorè: "invidiosi".

Il punto è che non so se personalmente sono favorevole all'impegno di un magistrato in politica. Nel senso: Grasso è una personalità di rilievo, che dà valore aggiunto al partito. E in questo senso sono contento. Però ho sempre pensato che ciascuno debba fare il mestiere che si è scelto, specialmente se questo richiede un certo grado di imparzialità.

Credo dipendano da questo le critiche. Casini ha risposto a Bersani che si lamentava della mancata imparzialità di Monti e Bondi. Ingroia... lasciamo perdere.

givegiugio 01-01-2013 19.15.10

Buon Nuovo Anno 2013
 
Citazione:

Originalmente inviato da FABIO ROBERTO TOGNETTI (Messaggio 2246027)
Anno nuovo, governo nuovo

.
Buon Nuovo Anno 2013
Speriamo nella nostra saggezza illuminata da Iddio
Saggezza nostra illuminata:
dallo Spirito Santo che è Padre che è Figlio !
Favorire una Proprietà RESponsABILE di LiberALità Ridistribuita per ciascun vivente Umano !
Se per la struttura del mondo pensassimo ad una RINARTAMIL+ONU:
Rete InternNazionale di Agenzie Sindacal+Governative
per il Reperimento Training Allocazione Locale in ciascun Habitat preferibilmente nativo
Con Monitoraggio Integrato Integrativo della LAVoratività ?
-Ridisegnare il monitoraggio LAVoratività
-Ridisegnare Proprietà-Utilizzo: Proprietà ai Produttori Tutti e Co+Responsabili dei prodotti insieme agli affittuari utilizzatori....

Autoassociatività Globale+Locale+Sociale Per Una PRODUZIONE dapprima INTELLETTUALE con EQUA GLOBALRIETA'+GLOCALRIETA'+GLOCIALRIETA':
Per una ECOsosTENIBILE Produzione LAVorativa di Origine Protetta, cioè:
- EQUA Produzione INDUSTRIALE "SU MISURA" REGIONE PER REGIONE DEL MONDO
- EQUA Produzione ARTIGIANALE "SU MISURA" REGIONE PER REGIONE DEL MONDO
ed anche
- EQUA Produzione Agricola BIOLOGICA Moderata e "SU MISURA" REGIONE PER REGIONE DEL MONDO
- EQUI Allevamenti Bradi e Semibradi BIOLOGICI Moderati e "SU MISURA"-del-territorio, REGIONE PER REGIONE DEL MONDO
- EQUA Pesca programmata Moderata e "SU MISURA" in rispetto delle popolazioni ittiche REGIONE PER REGIONE DEL MONDO
- EQUA Produzione Ittica BIOLOGICA Moderata e "SU MISURA" REGIONE PER REGIONE DEL MONDO
- EQUI Consumi Nutrizionali Generali in "IPOALIMENTAZIONE SOSTENIBILE, Gustosa ed Elegante" cioè Moderata e "SU MISURA" della disponibilità ambientale e trattamento di Controllo fraterno specie viventi, REGIONE PER REGIONE DEL MONDO in EQUITA'

Preparare una definizione Concertata Mondialmente Di una:
Rete Inter+Nazionale di Agenzie (sindacal-governative con l'egida dell'ONU) pel Reperimento Training ed Allocazione lavorativa con Monitoraggio Integrativo della LAVoratività: RINARTAMIL+ONU

- Attuare un Censimento Mondiale della Socialità e LAVoratività.
- Censimento e Monitoraggio LAVoratori da avviare a LAVORI possibilmente LOCALI.
- Censimento LAVORI e monitoraggio con Amplia CONCERTAZIONE MONDIALE DEI PIANI LAVORATIVI ECOsosTENIBILI.
- CENSIMENTO MONDIALE PRODOTTI "SU MISURA", Tutti MONITORATI e Tutti IN AFFITTO CON PROPRIETA' AI PRODUTTORI e CO+RESPONSABILITA' cogli UTILIZZATORI solamente Affittuari:
- - Monitoraggio Telematico nella VITA PRODOTTO
- - Produzione "SU MISURA" cioè secondo bisogni primari ecoSOStenibili
- - RICICLAGGIO GARANTITO E
- - RICICLAGGIO SCORIE TERMINALI REINTRODOTTE IN NATURA possibilmente COME BIOCONCIMI.

Favorire una Proprietà RESponsABILE di LiberALità Ridistribuita a tutte le persone

FraternALmente
.?. !. GiVe GiuGio

Giuseppe Verri
Collaboratore Tecnico Enti Ricerca
56124 -PISA
http://vaticaninsider.lastampa.it/va...cto-xvi-21033/

mattcameron 02-01-2013 09.27.33

ok, grazie :) forse non è sbagliato dire che ognuno dovrebbe fare al meglio il suo lavoro... Per il resto cercherò di approfondire... :)

Denis 04-01-2013 14.20.45

http://www.repubblica.it/politica/20...2/?ref=HREC1-3

questo è esattamente quello che non vorrei, cioè che pure monti si metta a fare una pessima campagna elettorale. era partito bene puntando sulle idee, ora sta finendo sulle persone e pure con una certa spocchia il che è fastidioso, ne abbiamo già in abbondanza di questo tipo di campagna elettorale.

per ora nel sondaggio abbiamo 10 voti PD-Sel, 5 voti 5stelle, nessun altro voto. Al di là dell'irrealismo di tutto ciò spero che la quota di berlsuconi sia il più bassa possibile. Nei miei sogni il pdl non riesce a superare la quota minima e non entra in parlamento. Tutto questo purtroppo non accadrà ma spero che entri con meno voti possibile, che conti poco o nulla..lo spero molto (ma non ci credo molto).

Denis 04-01-2013 14.25.00

...e aggiungo che al 4 gennaio non c'è ancora un candidato a primo ministro per i 5stelle.

http://www.beppegrillo.it/listecivic...premier-3.html


non so davvero cosa aspettarmi da queste elezioni:confuso:

tekken1983 04-01-2013 15.08.15

Ragà a me la politica non piace ne tanto meno penso di piacere io a lei... So solo che "loro" i politici restano a galla mentre tutto il resto affonda fino a che un giorno affonderanno pure loro. Cit.Lorenzo!

FABIO ROBERTO TOGNETTI 04-01-2013 15.12.20

Ecco, finalmente un pensiero profondo. Raga, ma che ce stiamo a fare qua. Chiudiamo tutto e andiamo a giocare alla play

FABIO ROBERTO TOGNETTI 04-01-2013 15.17.05

Citazione:

Originalmente inviato da tekken1983 (Messaggio 2246855)
So solo che "loro" i politici restano a galla mentre tutto il resto affonda fino a che un giorno affonderanno pure loro. Cit.Lorenzo!

La Costituzione non è una macchina che una volta messa in moto va avanti da sé. La Costituzione è un pezzo di carta, la lascio cadere e non si muove: perché si muova bisogna ogni giorno rimetterci dentro il combustibile; bisogna metterci dentro l’impegno, lo spirito, la volontà di mantenere queste promesse, la propria responsabilità. Per questo una delle offese che si fanno alla Costituzione è l’indifferenza alla politica.

È un po’ una malattia dei giovani l’indifferentismo. «La politica è una brutta cosa. Che me n’importa della politica?». Quando sento fare questo discorso, mi viene sempre in mente quella vecchia storiellina che qualcheduno di voi conoscerà: di quei due emigranti, due contadini che traversano l’oceano su un piroscafo traballante. Uno di questi contadini dormiva nella stiva e l’altro stava sul ponte e si accorgeva che c’era una gran burrasca con delle onde altissime, che il piroscafo oscillava. E allora questo contadino impaurito domanda ad un marinaio: «Ma siamo in pericolo?» E questo dice: «Se continua questo mare tra mezz’ora il bastimento affonda». Allora lui corre nella stiva a svegiare il compagno. Dice: «Beppe, Beppe, Beppe, se continua questo mare il bastimento affonda». Quello dice: «Che me ne importa? Unn’è mica mio!». Questo è l’indifferentismo alla politica.

È così bello, è così comodo! è vero? è così comodo! La libertà c’è, si vive in regime di libertà. C’è altre cose da fare che interessarsi alla politica! Eh, lo so anche io, ci sono… Il mondo è così bello vero? Ci sono tante belle cose da vedere, da godere, oltre che occuparsi della politica! E la politica non è una piacevole cosa. Però la libertà è come l’aria. Ci si accorge di quanto vale quando comincia a mancare, quando si sente quel senso di asfissia che gli uomini della mia generazione hanno sentito per vent’anni e che io auguro a voi giovani di non sentire mai. E vi auguro di non trovarvi mai a sentire questo senso di angoscia, in quanto vi auguro di riuscire a creare voi le condizioni perchè questo senso di angoscia non lo dobbiate provare mai, ricordandovi ogni giorno che sulla libertà bisogna vigilare, vigilare dando il proprio contributo alla vita politica…

Quindi voi giovani alla Costituzione dovete dare il vostro spirito, la vostra gioventù, farla vivere, sentirla come vostra; metterci dentro il vostro senso civico, la coscienza civica; rendersi conto (questa è una delle gioie della vita), rendersi conto che nessuno di noi nel mondo non è solo, non è solo che siamo in più, che siamo parte, parte di un tutto, un tutto nei limiti dell’Italia e del mondo. Ora io ho poco altro da dirvi.

In questa Costituzione c’è dentro tutta la nostra storia, tutto il nostro passato, tutti i nostri dolori, le nostre sciagure, le nostre gioie. Sono tutti sfociati qui in questi articoli; e, a sapere intendere, dietro questi articoli ci si sentono delle voci lontane…

E quando io leggo nell’art. 2: «l’adempimento dei doveri inderogabili di solidarietà politica, economica, sociale»; o quando leggo nell’art. 11: «L’Italia ripudia le guerre come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli», la patria italiana in mezzo alle altre patrie… ma questo è Mazzini! questa è la voce di Mazzini!

O quando io leggo nell’art. 8:«Tutte le confessioni religiose sono egualmente libere davanti alla legge», ma questo è Cavour!

O quando io leggo nell’art. 5: «La Repubblica una e indivisibile, riconosce e promuove le autonomie locali», ma questo è Cattaneo!

O quando nell’art. 52 io leggo a proposito delle forze armate: «l’ordinamento delle forze armate si informa allo spirito democratico della Repubblica», esercito di popoli, ma questo è Garibaldi!

E quando leggo nell’art. 27: «Non è ammessa la pena di morte», ma questo è Beccaria! Grandi voci lontane, grandi nomi lontani…

Ma ci sono anche umili nomi, voci recenti! Quanto sangue, quanto dolore per arrivare a questa costituzione! Dietro ogni articolo di questa Costituzione, o giovani, voi dovete vedere giovani come voi caduti combattendo, fucilati, impiccati, torturati, morti di fame nei campi di concentramento, morti in Russia, morti in Africa, morti per le strade di Milano, per le strade di Firenze, cha hanno dato la vita perché libertà e la giustizia potessero essere scritte su questa carta.

Quindi, quando vi ho detto che questa è una carta morta, no, non è una carta morta, è un testamento, è un testamento di centomila morti.

Se voi volete andare in pellegrinaggio nel luogo dove è nata la nostra Costituzione, andate nelle montagne dove caddero i partigiani, nelle carceri dove furono imprigionati, nei campi dove fuorno impiccati.

Dovunque è morto un italiano per riscattare la libertà e la dignità, andate lì o giovani, col pensiero, perché li è nata la nostra Costituzione.

(cit. Calamandrei, che non cantava ma comunque riusciva a dire cose sensate)

Kyo 06-01-2013 10.35.03

Citazione:

Originalmente inviato da Denis (Messaggio 2246848)
...e aggiungo che al 4 gennaio non c'è ancora un candidato a primo ministro per i 5stelle.

http://www.beppegrillo.it/listecivic...premier-3.html


non so davvero cosa aspettarmi da queste elezioni:confuso:


però basta con sta cosa dei "candidati a primo ministro".
Nessuno si candida in Italia.
Viene scelto dal presidente della repubblica dopo aver consultato il parlamento.

Vi prego basta cn questa pagliacciata del candidato.
Attualmente non funziona così,fatevene una ragione.

decly2002 06-01-2013 10.54.25

no, non funziona così, è evidente.
però se vince il PD so che ragionevolmente il primo ministro sarà Bersani, magari se non Bersani comunque potrebbe essere un Renzi , un Letta , magari, boh, Nencini? Tabacci? so chi sono.
magari saranno costretti al compromesso con Monti, faranno la nuova legge elettorale e a novembre si vota di nuovo.
ma se vincesse grillo...buio completo. sarebbe uno di quelli votati alle parlamentarie? devo guardarmi i loro video su youtube? oppure un professionista (???) ingaggiato dalla società civile? cosa mi dovrei aspettare?

Kyo 06-01-2013 11.08.42

capisco i tuoi dubbi,
io li ho in senso opposto. Io non ho garanzie
sui soliti vecchi partiti...siano Renzi,Bossi,Bersani,Fini ecc...

FABIO ROBERTO TOGNETTI 06-01-2013 11.22.05

Kyo, esiste la legge e poi esiste la consuetudine. Per intendersi: la costituzione afferma quello che stai dicendo tu. La prassi delle ultime legislature, con l'istituzione dei nuovi sistemi elettorali, istituisce de facto la figura del candidato primo ministro. Poi a questo giro la storia potrebbe essere diversa, vista la fluidità dell'elettorato e la difficoltà a individuare una maggioranza netta. Diciamo che se vincesse il centrosinistra e non ottenesse una maggioranza cospicua Bersani potrebbe non essere il primo ministro di una coalizione che vedrebbe la presenza del centro.

Chiarezza per chiarezza, se il M5S cominciasse a parlare dei propri programmi pubblicamente (e non solo nella rete) invece che attaccare gli altri, forse farebbe un servizio all'Italia. Vedremo cosa accadrà nei prossimi mesi di campagna elettorale.

Intanto a Parma qualcuno comincia a incavolarsi...

Kyo 06-01-2013 13.19.13

il fatto, come tutte le cose, è che se ti interessa ti informi.
Se vuoi/puoi vai su internet e leggi il programma M5S, così come se io voglio vado a seguirmi tutte le interviste tv o sui giornali o comizi di Bersani Berlusconi o altri...

Tanto sicuraente non vince il M5S. L'impoirtante è che riesca a piazzare alcuni senatori e/o deputati.
C'è ancora confusione a livello nazionale, lo stesso forum del movimento è un casino(cm ho sempre sostenuto,è più chiaro e legggibile quello soleluna).
Però io spero davvero che riescano ad essere eletti alcuni parlamentari del M5S.Lo considero un buon inizio.
Per il resto so che chiunque vinca(Bersani,Berlusconi,Monti)a me cmq non andrebbe bene poichè non ho alcuna fiducia in questa classe politica.


alla fine andrà come sempre ;)

DrKing 06-01-2013 23.51.10

Un forum di comunisti! :D

PENSIERI POSITIVI 07-01-2013 02.12.13

Citazione:

Originalmente inviato da FABIO ROBERTO TOGNETTI (Messaggio 2247013)
Kyo, esiste la legge e poi esiste la consuetudine. Per intendersi: la costituzione afferma quello che stai dicendo tu. La prassi delle ultime legislature, con l'istituzione dei nuovi sistemi elettorali, istituisce de facto la figura del candidato primo ministro. Poi a questo giro la storia potrebbe essere diversa, vista la fluidità dell'elettorato e la difficoltà a individuare una maggioranza netta. Diciamo che se vincesse il centrosinistra e non ottenesse una maggioranza cospicua Bersani potrebbe non essere il primo ministro di una coalizione che vedrebbe la presenza del centro.

Chiarezza per chiarezza, se il M5S cominciasse a parlare dei propri programmi pubblicamente (e non solo nella rete) invece che attaccare gli altri, forse farebbe un servizio all'Italia. Vedremo cosa accadrà nei prossimi mesi di campagna elettorale.

Intanto a Parma qualcuno comincia a incavolarsi...


Cosa intendi per "pubblicamente"???
Il programma è in rete, ci sono dibbattiti settimanali (aperti a tutti) dove si discutono le proposte e ci sono stati nelle piazze moltissimi banchetti (chissà perche la tv non ne ha parlato ahahah) raccolta firme (grazie ad un bel coma della legge vergonga) dove era possibile informarsi

O forse vale solo se si viene in televisione dove il conduttore è stato nominato da uno dei partiti politici, dove il regista è stato nominato da un politico, dove gli autori sono tutti raccomandatissimi dai politici?????

kury 07-01-2013 09.27.51

Citazione:

Originalmente inviato da PENSIERI POSITIVI (Messaggio 2247086)
O forse vale solo se si viene in televisione dove il conduttore è stato nominato da uno dei partiti politici, dove il regista è stato nominato da un politico, dove gli autori sono tutti raccomandatissimi dai politici?????

sì'...tipo LA7 :alto:

FABIO ROBERTO TOGNETTI 07-01-2013 10.28.48

io ho il sospetto - leggasi sospetto, nipote di nonno pregiudizio - che il M5S in televisione non ci voglia andare di proposito. E non perché questo sia un covo di giornalisti faziosi e compagnia cantante (Mentana, come detto dal buon Kury, per esempio è uno dei più palesi sostenitori di Grillo), ma perché finora il M5S è passato come il deus ex machina della politica italiana senza dire sostanzialmente un cazzo oltre che "mandiamoli via tutti, fanno schifo, ecc".
Mi spiego meglio. Posso essere anche persuaso del fatto che il movimento abbia un suo programma, leggibile su internet, rintracciabile, chiaro e anche coerente. Ma la domanda che mi pongo è: siamo sicuri che se questo venisse pubblicizzato metterebbe d'accordo la platea di elettorato a cui punta Grillo?
Un po' come Renzi. Fino a quando l'attenzione era rivolta verso il concetto di rottamazione - imbellettato da una comunicazione evidentemente ben congegnata e infiocchettata - tutti si dicevano sostenitori del sindaco fiorentino. Non appena si scopriva il tegame saltava fuori che il suo programma non era così tanto di sinistra come lo si voleva far spacciare (Non a caso Ichino, vero ideatore delle politiche sul lavoro di Renzi, ha compiuto il grande salto... Bastava conoscere chi fosse Ichino per dubitare del grado di innovazione di quel programma :alto: ).
Insomma, a mio avviso Grillo sta sfruttando per sé tutti i limiti del contesto politico italiano: mancanza di approfondimento, mancanza di una cultura politica che non si fermi alla superficie e all'apparenza, ambienti di discussione scorretti, fenomeno della "chiacchiera da bar". Oh, niente di male: è la politica baby. Ma da un sedicente rivoluzionario personalmente mi aspetterei qualcosa di più che non limitarsi a un mero rendiconto dei voti. La vera rivoluzione, nel contesto politico italiano, dovrebbe cominciare dall'elevare i contenuti della discussione, dal riconoscere nel politico una figura quasi pedagogica. In parlamento dovrebbero andare i migliori, gli "eletti" non solo perché sono stati votati, ma perché facenti parte di una élite di persone preparate e competenti. Mandare in parlamento cittadini qualunque è come pensare di mandare a Sanremo il dilettante de La Corrida. Solo che la posta in gioco non sono applausi o fischi, ma la ripresa o la morte di questo paese.

il Maestro Mazza 07-01-2013 16.23.28

Caro Tognetti a quelli del M5S giochetti tipo questi non interessano, interessa il bene del paese.
Claudio Cerasa, giornalista politico del Foglio, ha pubblicato sul suo blog una tabella che spiega bene una delle cose più importanti da tenere d’occhio da qui alle elezioni politiche del prossimo febbraio (e soprattutto quando ne esamineremo i risultati). Come noto, e come abbiamo imparato dopo le elezioni del 2006, l’attuale controverso sistema elettorale prevede che al Senato non ci sia un solo premio di maggioranza nazionale, come avviene alla Camera, ma ce ne sia uno per ogni regione. Questo meccanismo genera risultati complessivi particolarmente equilibrati e di fatto determina la stabilità o l’instabilità dei governi.

La tabella qui sotto è stata preparata da Barclays, una banca internazionale che – come molte altre aziende e istituzioni internazionali – pubblica periodicamente delle relazioni sulle condizioni politiche dei vari paesi in cui lavora. La tabella mostra quanti seggi mette in palio ogni regione e di conseguenza quanti ne servono per avere una maggioranza stabile al Senato. Chi ha redatto lo studio, basandosi sui dati dei sondaggi e le previsioni della gran parte degli analisti, pensa che la coalizione composta da PD, SEL e PSI abbia ottime possibilità di vincere in tutte le regioni meno che in Lombardia, Veneto e Sicilia, dove la situazione è oggi molto incerta.

Se andasse a finire così il centrosinistra non avrebbe la maggioranza: otterrebbe 149 seggi, contro i 158 che servono per avere la maggioranza assoluta in Senato. Dal conto sono esclusi i senatori a vita. Lo stesso accadrebbe se il centrosinistra vincesse in solo una regione tra Sicilia e Veneto e non in Lombardia (arriverebbe a 157 seggi). Se il centrosinistra vincesse sia in Sicilia che in Veneto ma in Lombardia otterrebbe 165 seggi, sette in più della maggioranza: pochini. Se vincesse in Lombardia ma non in Sicilia e in Veneto otterrebbe 162 seggi, quattro in più della maggioranza: ancora meno. Per avere una maggioranza più consistente serve che il centrosinistra vinca in tutte le regioni d’Italia, quindi anche in tutte le tre in equilibrio: in quel caso avrebbe 178 seggi. Oppure che vinca in Lombardia e in una regione tra Sicilia e Veneto: in quel caso ne avrebbe 170. Oppure, naturalmente, che dopo il voto decida di allargare la coalizione alleandosi con uno o più partiti rappresentati in Senato.

http://www.ilpost.it/files/2013/01/png.png
fonte: il Post

E tutti quelli seduti oggi in parlamento e senato non hanno fatto nulla per cambiare questa legge elettorale. Monti poteva a novembre proporre una legge elettorale con decreto, il quale avrevve dovuto essere obbligatoriamente discusso in questo periodo e quindi avrebbe dato un segnale di voler cambiare davvero le cose.
Pd e Pdl non ci hanno nemmeno pensato a ricordarglielo... :alto:

FABIO ROBERTO TOGNETTI 07-01-2013 16.30.18

"interessa il bene del paese"...

anche Berlusconi dice le stesse cose.

Io torno a chiedere per la milionesima volta: di chi era la maggioranza di questo parlamento? Chi ha fatto cadere il governo? Chi ha proposto una legge elettorale se possibile peggiorativa del porcellum? Siccome a queste domande corrispondono nomi e cognomi, dire che tutti sono uguali corrisponde a una mistificazione della realtà bella e buona. Se lo si vuol capire lo si capisce.

Kyo 07-01-2013 17.06.56

Citazione:

Originalmente inviato da FABIO ROBERTO TOGNETTI (Messaggio 2247098)
io ho il sospetto - leggasi sospetto, nipote di nonno pregiudizio - che il M5S in televisione non ci voglia andare di proposito. E non perché questo sia un covo di giornalisti faziosi e compagnia cantante (Mentana, come detto dal buon Kury, per esempio è uno dei più palesi sostenitori di Grillo), ma perché finora il M5S è passato come il deus ex machina della politica italiana senza dire sostanzialmente un cazzo oltre che "mandiamoli via tutti, fanno schifo, ecc".

al contrario,reduce dalle mie lezioni universitarie in proposito, penso che in tv bisogna saperci andare e il M5S sa di non saperlo fare.
La tv è un mondo a parte, lo sappiamo tutti. E se proprio vogliamo dirla tutta Mentana sarà anche di parte, ma non che Rai e Mediaset non siano schierati.
Citazione:

Originalmente inviato da FABIO ROBERTO TOGNETTI (Messaggio 2247098)
Mi spiego meglio. Posso essere anche persuaso del fatto che il movimento abbia un suo programma, leggibile su internet, rintracciabile, chiaro e anche coerente. Ma la domanda che mi pongo è: siamo sicuri che se questo venisse pubblicizzato metterebbe d'accordo la platea di elettorato a cui punta Grillo?
Un po' come Renzi. Fino a quando l'attenzione era rivolta verso il concetto di rottamazione - imbellettato da una comunicazione evidentemente ben congegnata e infiocchettata - tutti si dicevano sostenitori del sindaco fiorentino. Non appena si scopriva il tegame saltava fuori che il suo programma non era così tanto di sinistra come lo si voleva far spacciare (Non a caso Ichino, vero ideatore delle politiche sul lavoro di Renzi, ha compiuto il grande salto... Bastava conoscere chi fosse Ichino per dubitare del grado di innovazione di quel programma :alto: ).
Insomma, a mio avviso Grillo sta sfruttando per sé tutti i limiti del contesto politico italiano: mancanza di approfondimento, mancanza di una cultura politica che non si fermi alla superficie e all'apparenza, ambienti di discussione scorretti, fenomeno della "chiacchiera da bar". Oh, niente di male: è la politica baby. Ma da un sedicente rivoluzionario personalmente mi aspetterei qualcosa di più che non limitarsi a un mero rendiconto dei voti.

penso che Grillo stia facendo a modo suo, quello che vuoi fare tu a modo tuo....ovvero risvegliare la passione per la politica affinchè nel paese si risvegli la concezione di unità e democrazia. Per arrivare un giorno a quel "politico-professianale"
Citazione:

Originalmente inviato da FABIO ROBERTO TOGNETTI (Messaggio 2247098)
La vera rivoluzione, nel contesto politico italiano, dovrebbe cominciare dall'elevare i contenuti della discussione, dal riconoscere nel politico una figura quasi pedagogica.

ùil problema non lo vedo nei contenuti della discussione, bensì nella mancanza della stessa.
Non vi è comunicazione tra i politici e i cittadini. Io dico A con un referendum o con una raccolta firme o in una domanda...e il politico ha le mani nelle orecchie e non sente.Non è che capisce B...proprio non sente.E' proprio un problema di comunicazione a mio avviso.
Inoltre la vera rivoluzione dovrebbe cominciare dalla coscenza nazionale di essere un paese con i controcoglioni. In tutti i sensi.
Dove i principi fondamentali non vengano insegnati e rispettati solamente tramite un comico in tv o il servizio di leva.
Dal capire che chi fa politica lo fa per il Paese. Negli ultimi 20-25 anni non ce ne sono stati molti di politici responsabili.
Citazione:

Originalmente inviato da FABIO ROBERTO TOGNETTI (Messaggio 2247098)
In parlamento dovrebbero andare i migliori, gli "eletti" non solo perché sono stati votati, ma perché facenti parte di una élite di persone preparate e competenti. Mandare in parlamento cittadini qualunque è come pensare di mandare a Sanremo il dilettante de La Corrida. Solo che la posta in gioco non sono applausi o fischi, ma la ripresa o la morte di questo paese.

Ti ho sempre ammirato per l'impegno che metti nella politica, nella tua vocazione. Ma penso che tu sia uno dei pochi che si sia salvato.
Tu e pochi altri giovani di due generazioni 30-25enni
La maggior parte se ne fregava fino a un anno fa, un po' per noia un po' perchè non abituata.
Forse la tua idea di politico professionista vedrà la luce nei promissimi 5-10 anni..quando la società e l'istruzione(quella seria) faranno il proprio corso.

FABIO ROBERTO TOGNETTI 07-01-2013 17.19.28

professianale? lapsus freudiano?

ti ringrazio per le parole, ma penso che nel parlamento ci siano già figure competenti, serie e appassionate. Personalmente ne conosco alcune e credo che molte altre entreranno al prossimo giro grazie alle primarie.

Kyo 07-01-2013 17.34.18

Citazione:

Originalmente inviato da FABIO ROBERTO TOGNETTI (Messaggio 2247143)
"interessa il bene del paese"...

anche Berlusconi dice le stesse cose.

Io torno a chiedere per la milionesima volta: di chi era la maggioranza di questo parlamento? Chi ha fatto cadere il governo? Chi ha proposto una legge elettorale se possibile peggiorativa del porcellum? Siccome a queste domande corrispondono nomi e cognomi, dire che tutti sono uguali corrisponde a una mistificazione della realtà bella e buona. Se lo si vuol capire lo si capisce.

A Palazzo Madama con 281 sì, 25 no (tutti della Lega Nord) e nessun astenuto.
Tra i quindici che non hanno partecipato al voto di fiducia, i cinque senatori a vita Giulio Andreotti, Carlo Azeglio Ciampi, Rita Levi Montalcini, Oscar Luigi Scalfaro e Sergio Pininfarina.
A Montecitorio fiducia con 556 Sì e 61 no. A favore hanno votato quasi tutti i gruppi parlamentari. Solo dai leghisti è arrivato un compatto no (59 deputati). Voto negativo anche da Domenico Scilipoti e Alessandra Mussolini.

Una maggioranza talmente ampia8nn solo in numeri ma soprattutto in valori e principi contrastanti) che ovviamente le proposte di uno non andavano bene all'altro.
Berlusconi ha fatto una mossa "strategica" sperando di cogliere tutti di sorpresa, ma se non era lui, sarebbe stato PD o IDV (solo per citare gruppi più noti) a far cadere anticipatamente il governo e iniziare di fatto la campagna elettorale.

FABIO ROBERTO TOGNETTI 07-01-2013 17.42.33

non ho capito a cosa ti riferisci

Kyo 07-01-2013 17.56.43

Sono i dati di quando hanno votato la fiducia a Monti.
Però avere una maggioranza così totalitaria nei numeri non basta, poichè è una maggioranza troppo vasta di ideologie.
Ovvero, qualcuno avrà anche proposto una legge migliore al procellum(per stare al tuo esempio di prima)ma se era del PD non veniva votata dal PDL e viceversa.
Troppi partiti contrastanti che hanno fatto cadere il governa prima del tempo limite.
Monti è caduto perchè stava andando a toccare gli interessi dei gruppi politici. Che poi sia stato il PDL a togliersi per primo poco importa. Sarebbe stato un altro gruppo successivamente.

Finchè doveva tassare lo hanno sostenuto quando poi doveva usare quei soldi o addirittura tassare il "ceto alto", oppure cambiare la legge elettorale, allora non andava più bene.

Il problema in italia è questo. Se PD propone una legge in parlamento PDL non la vota. Ma solo per ripicca poichè ognuno vuole la legge come cazzo gli pare a lui.
Senza pensare se quella legge fa il bene della comunità. Questo è il problema.
Certo ci saranno ideologie contrastanti è giusto e naturale che sia così...ma se non hanno trovato un accordo anti-porcellum è solo perchè non volelvano farlo prima delle nuove elezioni. Tutti i gruppi nessuno escluso.
Altrimenti avrebbero trovato degli accordi.

PENSIERI POSITIVI 08-01-2013 02.48.29

1-il Porcellum sta bene a tutti e consente di comandare tra amici
2-In TV di politica non si discute approfonditamente di niente (vatti a vedere le poche apparizioni del M5S in tv e vedi se gli è stato permesso entrare nel merito)...io vivo nel mondo dello spettacolo e certe cose le conosco...lo sai cosa fa un attore per rovinare l'entrata di un altro attore??? fa finta di dire una battuta...la gente pensa che si debba ascoltare e gli ruba la scena e l'applauso iniziale
Stessa cosa in tv...non si approfondisce mai...c'è sempre una pausa pubblicitaria (mai messa casualmente)...un intervento del conduttore "di questo ne parliamo dopo"....un'inquadratura dell'avversario che sorride per far credere al pubblico che "quello dice stronz...e"
Una volta lavoravo nel settore televisioni del mondiale di nuoto di roma...la wiersteiner si lamenta con il responsabile della poca visibilità del suo marchio in tv....il responsabile gli consiglia di omaggiare per bene il rgista....il giorno dopo le inquadrature comprendevano sempre il marchio ^____^ (da quel giorno capisco molto meglio le scelte di inquadrature starne nelle partite)
3-Tu parli di questa Elite politca superiore...io vedo gente che non ha neanche il BUON SENSO DEL PADRE DI FAMIGLIA.....vatti a vedere certe note spese...sono fuori da qualsiasi canone economico....cose che se le porponessero alla persona più normale del mondo ti riderebbe in faccia (es. l'affitto di 3 computer per tre giorni per la presentzione della consegna delle prime case all'Aquila è costato €2.000....una persona normale avrebbe detto a quel prezzo me li compro e li lascio in omaggio ala scuola dell'Aquila.....e questo è solo uno dei miliardi di esmpi che si possono trovare)

Denis 08-01-2013 08.19.54

49 seggi alla lombardia??? e il lazio 28? che razza di squilibrio è questo?

Kyo 08-01-2013 08.59.33

Citazione:

Originalmente inviato da Denis (Messaggio 2247341)
49 seggi alla lombardia??? e il lazio 28? che razza di squilibrio è questo?

La Costituzione stabilisce che per l'elezione di deputati (art. 56) e senatori (art.57) il territorio italiano venga suddiviso in circoscrizioni.
Il numero di rappresentati da eleggere in ciascuna circoscrizione viene definito in proporzione alla popolazione.
Più abitanti vuol dire più rappresentanti.
Siccome però il numero complessivo di parlamentari è anche esso stabilito dalla Costituzione, a variare è solo la loro distribuzione nelle diverse circoscrizioni.Per tutti questi calcoli vengono utilizzati i dati raccolti attraverso il censimento della popolazione.Come per le elezioni del 2008 si fece affidamento sul censimento del 2001 così per le elezioni politiche dell'anno prossimo ci si affiderà al censimento del 2011.
In dieci anni ci sono state variazioni nella distribuzione della popolazione italiana sul territorio nazionale e quindi a variare sarà anche il numero di deputati e senatori che ogni circoscrizione eleggerà.
Il Senato ha pubblicato( http://www.senato.it/documenti/repos...ossier_356.pdf )una simulazione su come verranno ripartiti i seggi per regione nelle prossime elezioni politiche in programma nel 2013.
Nello stesso documento viene anche illustrato cosa accadrebbe se venisse approvata la riduzione del numero dei parlamentari, che farebbe scendere i senatori a 254 e i deputati a 508.
Nel dettaglio le regioni che vedranno aumentare il numero di parlamentari e quelle dove invece ci sarà una riduzione.

Denis 08-01-2013 09.48.34

molto interessante. caspita, non pensavo che circa un italiano su 6 vive in lombardia! e pensavo che ci fosse molta più gente nel lazio.


mi sono bevuto un caffè vedendo rainews..ripensavo a quel discorso di monti poco prima di natale in cui finalmente si parlava di idee. e a come purtroppo questi discorsi non abbiano preso piede. come al solito si torna a parlare di coalizioni, leader, persone... è molto difficile non disprezzare la politica. (parentesi depressiva: ieri per la milionesima volta ho sentito il solito patetico discorso "ah, bisogna dire avete mangiato per vent'anni, basta! non vi diamo più niente, nè stipendio nè finanziamenti..niente! via tutti! ha! ma a me non mi fregano, io non voto...")
ho seguito una pseudo-diretta di monti su twitter qualche giorno fa. ha scritto una roba tipo 3 tweet in più di un'ora, uno per dire sono qui, uno per dare l'unica risposta alle domande dicendo la prima cosa che voglio cambiare è questa orrenda legge elettorale, il terzo per dire "wow 100000 followers!" ...ma chi cazzo sei una boyband??????????? non sei capace di star dietro a twitter, lascia perdere. speravo facesse una campagna elettorale molto diversa da questa invece si è subito appiattito. in tutto questo mi sembra che la figura migliore la fa il buon bersani con tutti i suoi limiti..
ho letto da qualche parte che i sondaggi sembrano dare in lieve risalita il pdl da quando berlsuconi compare quotidianamente in qualche tv. ??????? ma come in salita? vederlo, ricordarsi di lui, dovrebbe essere un fattore di ulteriore distacco...non capirò mai cos'hanno in testa i suoi elettori.

PENSIERI POSITIVI 08-01-2013 09.53.48

1-il Porcellum sta bene a tutti e consente di comandare tra amici
2-In TV di politica non si discute approfonditamente di niente (vatti a vedere le poche apparizioni del M5S in tv e vedi se gli è stato permesso entrare nel merito)...io vivo nel mondo dello spettacolo e certe cose le conosco...lo sai cosa fa un attore per rovinare l'entrata di un altro attore??? fa finta di dire una battuta...la gente pensa che si debba ascoltare e gli ruba la scena e l'applauso iniziale
Stessa cosa in tv...non si approfondisce mai...c'è sempre una pausa pubblicitaria (mai messa casualmente)...un intervento del conduttore "di questo ne parliamo dopo"....un'inquadratura dell'avversario che sorride per far credere al pubblico che "quello dice stronz...e"
Una volta lavoravo nel settore televisioni del mondiale di nuoto di roma...la wiersteiner si lamenta con il responsabile della poca visibilità del suo marchio in tv....il responsabile gli consiglia di omaggiare per bene il rgista....il giorno dopo le inquadrature comprendevano sempre il marchio ^____^ (da quel giorno capisco molto meglio le scelte di inquadrature starne nelle partite)
3-Tu parli di questa Elite politca superiore...io vedo gente che non ha neanche il BUON SENSO DEL PADRE DI FAMIGLIA.....vatti a vedere certe note spese...sono fuori da qualsiasi canone economico....cose che se le porponessero alla persona più normale del mondo ti riderebbe in faccia (es. l'affitto di 3 computer per tre giorni per la presentzione della consegna delle prime case all'Aquila è costato €2.000....una persona normale avrebbe detto a quel prezzo me li compro e li lascio in omaggio ala scuola dell'Aquila.....e questo è solo uno dei miliardi di esmpi che si possono trovare)

FABIO ROBERTO TOGNETTI 08-01-2013 10.06.21

tranquillo, pensieri positivi.

quando ho 5 minuti di tempo per concentrarmi e scrivere, ti rispondo. Avevo già letto.

PENSIERI POSITIVI 08-01-2013 11.02.44

errore mio a ripostare....ma il computer mi diceva che non era valido ...sorry

FABIO ROBERTO TOGNETTI 08-01-2013 12.43.43

Citazione:

Originalmente inviato da PENSIERI POSITIVI (Messaggio 2247372)
1-il Porcellum sta bene a tutti e consente di comandare tra amici

cavolata colossale. Il porcellum non garantisce praticamente a nessuno una maggioranza sicura. Il rischio è che si rivada a nuove elezioni. Questa condizione avvantaggia il centrodestra che, guarda caso, era la coalizione ad avere la maggioranza parlamentare. Il punto è semplice: le leggi elettorali si cambiano a inizio mandato, non alla fine quando i vincitori delle successive cominciano a delinerarsi.

Citazione:

Originalmente inviato da PENSIERI POSITIVI (Messaggio 2247372)
2-In TV di politica non si discute approfonditamente di niente (vatti a vedere le poche apparizioni del M5S in tv e vedi se gli è stato permesso entrare nel merito)...io vivo nel mondo dello spettacolo e certe cose le conosco...lo sai cosa fa un attore per rovinare l'entrata di un altro attore??? fa finta di dire una battuta...la gente pensa che si debba ascoltare e gli ruba la scena e l'applauso iniziale
Stessa cosa in tv...non si approfondisce mai...c'è sempre una pausa pubblicitaria (mai messa casualmente)...un intervento del conduttore "di questo ne parliamo dopo"....un'inquadratura dell'avversario che sorride per far credere al pubblico che "quello dice stronz...e"
Una volta lavoravo nel settore televisioni del mondiale di nuoto di roma...la wiersteiner si lamenta con il responsabile della poca visibilità del suo marchio in tv....il responsabile gli consiglia di omaggiare per bene il rgista....il giorno dopo le inquadrature comprendevano sempre il marchio ^____^ (da quel giorno capisco molto meglio le scelte di inquadrature starne nelle partite)

io dico che in tv ci devi andare e devi esser bravo a far capire quello che pensi. I modi per farlo ci sono. Il confronto tra candidati alle primarie ne è stato un esempio. E comunque è possibile che grillo nei 5 minuti che gli vengono concessi dica sempre e solamente le solite cose?


Citazione:

Originalmente inviato da PENSIERI POSITIVI (Messaggio 2247372)
3-Tu parli di questa Elite politca superiore...io vedo gente che non ha neanche il BUON SENSO DEL PADRE DI FAMIGLIA.....vatti a vedere certe note spese...sono fuori da qualsiasi canone economico....cose che se le porponessero alla persona più normale del mondo ti riderebbe in faccia (es. l'affitto di 3 computer per tre giorni per la presentzione della consegna delle prime case all'Aquila è costato €2.000....una persona normale avrebbe detto a quel prezzo me li compro e li lascio in omaggio ala scuola dell'Aquila.....e questo è solo uno dei miliardi di esmpi che si possono trovare)

non tutti si sono comportati allo stesso modo. Cominciamo a chiamare i colpevoli per nome e per cognome. E comunque, ripeto: secondo me la crisi della politica non è causa, ma conseguenza della crisi dei partiti.

tekken1983 08-01-2013 14.52.37

Uhmmm il Redditometro... Ma il Lattomentro per misurare quante gocce di latte verso la mattina nel bicchiere quand'è che lo faranno?!?!

FABIO ROBERTO TOGNETTI 08-01-2013 14.54.48

ora, tekken, non è che puoi commentare tutto con la prima minchiata che ti viene in mente...

tekken1983 08-01-2013 15.16.20

Citazione:

Originalmente inviato da FABIO ROBERTO TOGNETTI (Messaggio 2247412)
ora, tekken, non è che puoi commentare tutto con la prima minchiata che ti viene in mente...

scusa frt, è un forum di politica??? Il redditometro è inerente al campo di politica economica, l'ho scritto sotto forma di minchiata per sdrammatizzare sull'argomento, ci tenevo ad esprimere un mio pensiero sul nuovo modo di controllo del reddito del quale lancio non condivido per nulla la cosa.
Sopprime la libertà di crescita economica a mio parere.

PENSIERI POSITIVI 08-01-2013 15.17.40

Citazione:

Originalmente inviato da FABIO ROBERTO TOGNETTI (Messaggio 2247405)
cavolata colossale. Il porcellum non garantisce praticamente a nessuno una maggioranza sicura. Il rischio è che si rivada a nuove elezioni. Questa condizione avvantaggia il centrodestra che, guarda caso, era la coalizione ad avere la maggioranza parlamentare. Il punto è semplice: le leggi elettorali si cambiano a inizio mandato, non alla fine quando i vincitori delle successive cominciano a delinerarsi.

Il porcellum garantisce a tutti di esserci...ai capi di comandare sui sottoposti...poi per mettersi d'accordo una soluzione si trova sempre (come nella giunta delle autorizzazioni, nell'inciucio regionale per superare i limiti di legge, nelle votazioni di leggi che garantiscono l'impunità bipartisan)....l'unica cosa che non garantisce è il diritto costituzionale del cittadino di scegliere

Citazione:

Originalmente inviato da FABIO ROBERTO TOGNETTI (Messaggio 2247405)

io dico che in tv ci devi andare e devi esser bravo a far capire quello che pensi. I modi per farlo ci sono. Il confronto tra candidati alle primarie ne è stato un esempio. E comunque è possibile che grillo nei 5 minuti che gli vengono concessi dica sempre e solamente le solite cose?

Forse magari potresti chiederti anche perchè mettono solo foto con faccia arrabbiata (per spaventare gli anziani moderati) dicono che mancano le idee quando al momento è l'unica forza politica che ha già scritto e pubblicato il programma....
MA possibile che dopo tutti questi anni di Berlusconismo le tecniche e strategie comunicative siano ancora oscure ai membri del PD????

Citazione:

Originalmente inviato da FABIO ROBERTO TOGNETTI (Messaggio 2247405)
non tutti si sono comportati allo stesso modo. Cominciamo a chiamare i colpevoli per nome e per cognome. E comunque, ripeto: secondo me la crisi della politica non è causa, ma conseguenza della crisi dei partiti.

Ok allora facciamo come dice Grillo....
-Redditometro per i politici (controlliamo se ci sono degli arricchimenti indebiti duranmte il mandato.....se sei onesto non hai nulla da temere)
-processi per stabilire la verità
...oppure facciamo come per il caso Mancino che telefona al Presidente della Repubblica per una raccomandazione extra-giudiziale su un inchiesta in cui è coinvolto e lo scandalo è l'intercettazione....


p.s. ho provato afare quella cosa delle citazioni divise se il post è illegibile significa che ho sbagliato metodo....altrimenti ho impartao uan cosa nova ahahahah

FABIO ROBERTO TOGNETTI 08-01-2013 15.27.09

Citazione:

Originalmente inviato da tekken1983 (Messaggio 2247417)
scusa frt, è un forum di politica??? Il redditometro è inerente al campo di politica economica, l'ho scritto sotto forma di minchiata per sdrammatizzare sull'argomento, ci tenevo ad esprimere un mio pensiero sul nuovo modo di controllo del reddito del quale lancio non condivido per nulla la cosa.
Sopprime la libertà di crescita economica a mio parere.

e perché sopprimerebbe la libertà di crescita economica?

FABIO ROBERTO TOGNETTI 08-01-2013 15.28.18

mi spieghi quale faccia di Grillo devo mettere quando dà della "vecchia puttana" alla Levi Montalcini? Devo mettere la foto della sua prima comunione?

FABIO ROBERTO TOGNETTI 08-01-2013 15.29.34

I processi, nei paesi democratici, si fanno a coloro ai quali viene imputato un qualche reato. Tu trova il reato e la magistratura farà altrettanti processi. Fortunatamente in Italia non esiste il reato di "fare politica".

tekken1983 08-01-2013 15.57.43

Citazione:

Originalmente inviato da FABIO ROBERTO TOGNETTI (Messaggio 2247422)
e perché sopprimerebbe la libertà di crescita economica?

Praticamente la sopprime al piccolo che vuole crescere nel senso che se uno ha forti ambizioni e vuole guadagnare oltre al suo reddito, ovviamente ne verrebbero subito fuori domande del tipo "e da dove escono questi soldi"???
Quindi in un certo senso è consentita solo la "meritocrazia registrata", per me c'è poca libertà proprio nel fare tutto, viviamo in un periodo in cui siamo sottoposti ad un incessante controllo e dimmi tu se non è come sentirsi in una gabbia!

FABIO ROBERTO TOGNETTI 08-01-2013 16.03.52

Citazione:

Originalmente inviato da tekken1983 (Messaggio 2247432)
Praticamente la sopprime al piccolo che vuole crescere nel senso che se uno ha forti ambizioni e vuole guadagnare oltre al suo reddito, ovviamente ne verrebbero subito fuori domande del tipo "e da dove escono questi soldi"???
Quindi in un certo senso è consentita solo la "meritocrazia registrata", per me c'è poca libertà proprio nel fare tutto, viviamo in un periodo in cui siamo sottoposti ad un incessante controllo e dimmi tu se non è come sentirsi in una gabbia!


ah beh, non fa na grinza.

L'apologia del nero.

e non mi riferisco al fascismo.

PENSIERI POSITIVI 08-01-2013 17.05.40

dopo essere risuscito a fare quella cosa delle citazioni disgiunte il forum si ribella e non mi fa quotare altre frasi

1-Beppe Grillo fa delle uscite lunghissime prima di capodanno c'è stata una diretta lunghissima per il firma day....così come per tutti gli incontri della sicilia (piazze piene, al contrario di quelle dei politici con i finaziamenti, che nessuno riprendeva)...così come per l'incontro in Emilia...così come per i V-day.....e la tv ricorda solo quello
Beppe grillo va la senato perchè ci sta una legge di inizativa popolare (prevista dalla costituzione) che vuole un parlamento pulito (come nel resto del mondo)
-i politici , tutti d'accordo starno vero, si sono rifiutati di calendizzarla (contro ogni democrazia)
un discorso molto importante...oltre 18 minuti di discorso e l'unica cosa che viene riportata è che dice che in parlamento ci sono (grazie alla legge porcellum) anche "qualche zoccola" (fatto vero tra l'altro)

se non l'hai visto ti metto il link

2-Se hai cittadini si possono mettere redditometri a priori e cartelle Equitalia dove spetta a te l'onere di provare l'innocenza...perchè ai politici non si può????...se ai cittadini si fanno processi su sospetti perchè ai politici non si possono fare nemmeno con le prove????

FABIO ROBERTO TOGNETTI 08-01-2013 17.17.58

allora intendiamoci. Se il sospetto dipende da una prova, da un sospetto legittimo, ben vengano le indagini (non i processi: i processi si fanno a indagini ultimate). Se il processo è fondato sostanzialmente solo sul fatto di essere/essere stato un politico, allora questo è un attentato alla democrazia.

grisou 08-01-2013 19.47.26

mi intrometto nei vostri discorsi seriosi solo per postare questa foto che ieri m'ha fatto troppo ridere
:D

http://sphotos-a.ak.fbcdn.net/hphoto...88292866_n.jpg

e ora risparisco :P

PENSIERI POSITIVI 09-01-2013 02.04.26

beh come candidati sarebbero migliori della maggior parte dei parlamentari odierni....^____^


Fabio hai riposto solo al punto due.....^___^

e comunque se un comune, provincia, regione va a rotoli (cosa molto diffusa in Italia con le amministrazioni ormai in bancarotta)...secondo me un'indagine su chi ha presieduto è doverosa (ma se si fa ecco il coro unanime dei politici che gridano contro i magistrati)
il presidente israeliano indagato si è dimesso dicendo che non voleva che la sua posizione potesse interferire con il lavoro dei giudici...qui in italia si grida la complotto e poi ci si rintana, protetti da tutti gli altri parlamentari, dietro l'autorizzazione delle camere (che non viene mai data....ahahah)

p.s. a proposito cosa pensi del politico di professione del PD che maramaldeggiava nel sud del lazio????che dici magari tra un tè aromatizzato ed un caffè speciale di NApolitano i giornali ne avrebbero pure potuto parlare....

FABIO ROBERTO TOGNETTI 09-01-2013 11.10.10

ripeto: è la magistratura a decidere se e come si debba indagare. Non credo ci sia bisogno che il cittadino inviti a fare o non fare qualcosa. E' questo quello che mi fa incazzare: in Italia sembra che tutti facciano meglio il lavoro degli altri. Dalle mie parti c'è un detto: "vòi venì nemi'o mio? vieni a fà quel che fo io"

Ecco, io penso che la magistratura debba compiere le proprie funzioni, libera e indipendente, senza bisogno di tifo o di fan club. Poi, a indagini compiute, a processi celebrati, ognuno trarrà le proprie considerazioni.

Perché noi italiani abbiamo il vizio di prendere fuoco subito, con niente, e poi di abituarci, stancarci. Così finisce che chi è magari innocente venga costretto alle dimissioni e poi non riabilitato. Mentre chi invece è veramente colpevole mantenga sempre la faccia tosta di non smuoversi di un centimetro.


Cosa ne penso? penso che se c'è una indagine intanto verranno appurati i fatti. Poi ci sarà un processo e poi vedremo se condannare la persona oppure no.

PENSIERI POSITIVI 09-01-2013 16.46.46

io veramente non riesco a capire come fate ad essere così distanti dalla gente dal paese civile....
-persone che non arrivano a fine mese ed i politici non rinunciano ad un euro dichiarando che con 6.800 euro al mese sopravvivono appena
-persone che vengono trattate come criminali a prescindere da Equitalia e politici senza scrupoli che si inalberano e fanno sermoni contro la magistratura invece di dimettersi
-persone che non arriveranno mai alla pensione e persone che la percepiscono, pure grossa, per pochi mesi di lavoro
-persone che perdono casa e politici che ne hanno in centro a due lire

io non sò quanti anni hai....ne che lavoro svolgi nella vita...io a 43 anni dopo 25 anni di lavoro ti posso asicurare che sono stufo di questa dirigenza che oltre a rendere la vita piu' difficile ai cittadini normali (perchè loro hanno sempre una corsia preferenziale) con leggi e leggine assurde ha peggiorato tutti i servizi, lasciato via libera agli imprednitori senza scrupoli e creato debiti che sarà impossibile onorare

PENSIERI POSITIVI 09-01-2013 16.55.09

ed ecco il chiarimento sulla battuta alla Montalcini (cercando in rete si trova tutto e tutto si ricorda....forse per questo la politica se ne sta lontana) che Grillo ha pagato dopo la condanna (quini mi sembra equo..uno fa il comico, fa battute giuste e sbagliate e per quelle sbagliate paga....o preferisci D'alema che voleva fare una legge apposita contro al satira???)

Beppe e la Montalcini
Non voglio fare il difensore di Beppe, che non ne ha bisogno, però alla Montalcini non volle dare della puttana. Se non ricordo male disse di lei, in genovese, che era “unn-a bagascia vëgia” frase che se è vero che se tradotta in italiano vale letteralmente “una bagascia vecchia” è altrettanto vero che “bagascia vëgia” a Genova, e in genovese, si usa frequentemente e solo con un significato preciso e difettivo nel genere, ossia per indicare una PERSONA SCALTRA; quindi con tutt’altra accezione di PUTTANA.
E questo perchè come scritto su wikipedia: Controverso il caso della collaborazione tra la Montalcini e l’azienda farmaceutica italiana Fidia. A partire dal 1975 la scienziata promosse il farmaco Cronassial, prodotto con cervello bovino. Tutti e tre i farmaci a base di ganglioside, dopo alcuni anni risultarono essere in grado di causare una grave sindrome neurologica (sindrome di Guillain-Barré) nonostante le prestigiose pubblicazioni scientifiche al riguardo di due luminari come Carleton Gajdusek e Julius Axelrod anche se finanziati sempre dalla stessa multinazionale.[39] Per questa ragione l’Ufficio di Sanità tedesco non concesse il permesso nel 1983, così come anche altri Paesi lo rifiutarono o lo ritirarono dal mercato. In Italia fu vietata la vendita e diffusione del farmaco solo nel 1993 dal Ministro Raffaele Costa.[40][41][42]. Questo episodio ha portato alcuni a dubitare dell’opportunità del Nobel ricevuto dalla scienziata

FABIO ROBERTO TOGNETTI 09-01-2013 17.06.48

Ah beh, allora questo cambia completamente la mia visione su Grillo e il suo modo inopportuno di sproloquiare. Se lo dice la rete...

matteo89 09-01-2013 17.08.06

ok, viste la lista del senato nel Lazio e nella circorscrizione Lazio1 (rome e provincia) del PD... alcuni nomi, soprattutto quelli della camera) a Roma sono abbastanza conosciuti in quanto molti vengono dal PD romano e non sono malissimo (Gasbarra è stato un buon presidente di provincia ad esempio).
Mi piace che Grasso sia capolista solo al senato nel Lazio e che in Emilia Romagna sia Iosefa Idem capolista.
Ora vorrei vedere le liste di SeL perchè con questa lista alla Camera il PD mi ha un po' spiazzato, pensavo di trovarmi persone peggio.

FABIO ROBERTO TOGNETTI 09-01-2013 17.15.24

Citazione:

Originalmente inviato da PENSIERI POSITIVI (Messaggio 2247599)
io veramente non riesco a capire come fate ad essere così distanti dalla gente dal paese civile....
-persone che non arrivano a fine mese ed i politici non rinunciano ad un euro dichiarando che con 6.800 euro al mese sopravvivono appena
-persone che vengono trattate come criminali a prescindere da Equitalia e politici senza scrupoli che si inalberano e fanno sermoni contro la magistratura invece di dimettersi
-persone che non arriveranno mai alla pensione e persone che la percepiscono, pure grossa, per pochi mesi di lavoro
-persone che perdono casa e politici che ne hanno in centro a due lire

io non sò quanti anni hai....ne che lavoro svolgi nella vita...io a 43 anni dopo 25 anni di lavoro ti posso asicurare che sono stufo di questa dirigenza che oltre a rendere la vita piu' difficile ai cittadini normali (perchè loro hanno sempre una corsia preferenziale) con leggi e leggine assurde ha peggiorato tutti i servizi, lasciato via libera agli imprednitori senza scrupoli e creato debiti che sarà impossibile onorare


io sono stufo delle persone che generalizzano. Che prendono ad esempio il PDL o la Lega (o anche casi singoli avvenuti in altri partiti) per gettare merda addosso alla classe politica intera, non considerando come in mezzo a quella gente ci siano persone che onestamente fanno il proprio lavoro. Un lavoro difficile, impegnativo, di responsabilità. Se non si sa distinguere tra una mela buona e una cattiva, la soluzione più semplice è quella di smettere di mangiare mele. Non la migliore.

E guarda potrei continuare a scrivere qua dentro che non è come dici, che ci sono numerosi esempi di ottimi politici e amministratori, che basterebbe conoscere la loro attività, che ci sono storie, informazioni, atti da sapere... però non ne ho più la forza. Più che altro non ne vedo la necessità.

Non ce la faccio più a sentire gente che, come te, generalizza e si appella all'ennesimo pagliaccio per tirar su le sorti del paese. Non ce la faccio a confrontarmi con persone che per ogni cosa la buttano sul personale come hai fatto te adesso. Quindi stop, io ho la mia idea e tu la tua. Siamo entrambi convinti e amen.

Preciso: non è la fine della discussione sulla politica. E' la fine di QUESTA discussione, di questo argomento. Tanto s'è capito sul perché chi vota il M5S vota il M5S.

FABIO ROBERTO TOGNETTI 09-01-2013 17.22.55

Citazione:

Originalmente inviato da matteo89 (Messaggio 2247607)
ok, viste la lista del senato nel Lazio e nella circorscrizione Lazio1 (rome e provincia) del PD... alcuni nomi, soprattutto quelli della camera) a Roma sono abbastanza conosciuti in quanto molti vengono dal PD romano e non sono malissimo (Gasbarra è stato un buon presidente di provincia ad esempio).
Mi piace che Grasso sia capolista solo al senato nel Lazio e che in Emilia Romagna sia Iosefa Idem capolista.
Ora vorrei vedere le liste di SeL perchè con questa lista alla Camera il PD mi ha un po' spiazzato, pensavo di trovarmi persone peggio.

Nella lista avete Fassina, Orfini e Cuperlo. Praticamente i miei politici preferiti dopo l'Innominabile. Peccato per Gentiloni, che ve la rovina un po' :D

matteo89 09-01-2013 17.39.24

Gentiloni che si candida anche alle primarie per il candidato sindaco di Roma con Sassoli e Nieri (SeL)... bah...

Anche la lista PD alla Regione Lazio non è male, Zingaretti aveva messo come regola che chi era in Regione ora non poteva ricandidarsi, né nel PD né in liste collegate alla sua candidatura.

PENSIERI POSITIVI 10-01-2013 04.02.30

Se Gasbarra, che conosco personalemnte per aver lavorato ad alcune sue feste elettorali (un bello spreco di soldi...ma tanto non sono loro) è il buono...lasciamo perdere ^___^

Democristiano (uno dei famosi difensori della famiglia che sta nel partito coivolto alla grande in mani pulite)....poi Margherita (quelli che non si accorgono che il loro conto in banca varia di 5 milioni)....e poi la chicca della Provincia dove concede rimborsi per un totale di 3 milioni di euro a venti consiglieri, a titolo di risarcimento per i mancati guadagni professionali dovuti alla loro elezione in consiglio provinciale.....
che dire sono un ragazzo sfortunato.......^____^

kury 10-01-2013 08.15.27

...(va beh...lasciamo perdere...l'ha già chiusa bene fabio...)...

PENSIERI POSITIVI 10-01-2013 11.10.18

in verità non l'ha chiusa perchè mancano tante risposte

a proposito delle differenze con Pdl e Lega (a suo sentire unici nel malaffare)....ecco un link che amerei venisse confutato

http://www.stampalibera.com/?p=41258http://

e tornando alle mele...se il sistema di agricoltura produce tante (perchè non sò se vi siete accorti ma sono tante) mele marce...magari bisogna cambiare il sistema di produzione e poi farsi uan bella abbuffata ^___^

FABIO ROBERTO TOGNETTI 10-01-2013 11.37.55

Audacter calumniare, semper aliquid haeret

PENSIERI POSITIVI 10-01-2013 12.35.08

A prescindere da tutto non pensi che un politico dovrebbe rinunciare alla prescrizione per fare piena luce sull'effetiva colpevolezza o innocenza????

FABIO ROBERTO TOGNETTI 10-01-2013 13.02.46

al di là che c'è qualcosa che non mi torna nella sintassi giuridica, fondamentalmente sono d'accordo. Penso che questo potrebbe essere un punto di incontro: i reati contro la pubblica amministrazione non devono andare in prescrizione se a commetterli sono amministratori pubblici.

comunque la soluzione è semplice: una riforma della giustizia che consenta tempi più veloci per raggiungere un giudizio finale.

kury 10-01-2013 14.13.23

Citazione:

Originalmente inviato da FABIO ROBERTO TOGNETTI (Messaggio 2247763)
al di là che c'è qualcosa che non mi torna nella sintassi giuridica, fondamentalmente sono d'accordo. Penso che questo potrebbe essere un punto di incontro: i reati contro la pubblica amministrazione non devono andare in prescrizione se a commetterli sono amministratori pubblici.

comunque la soluzione è semplice: una riforma della giustizia che consenta tempi più veloci per raggiungere un giudizio finale.

hai dimenticato la parola "seria" dopo "riforma della giustizia" fabio ;)

PENSIERI POSITIVI 10-01-2013 15.09.55

Guarda secondo me la prescrizione (quella originale e non quella breve introdotta piano paino con il benestare di tutti in delle belle leggi con titotli altisonanti contro la corruzione) è anche un concetto giusto....penso però che se tu volgia esercitare certe porfessioni ed assumere certi incarichi la tua fedina deve essere immacolata (chi ha scheletri nell'armadio è ricattabile ed io non farei amministrare niente da una persona ricattabile) e quindi se vuoi candidarti RINUNCI A TUTTE LE PRESCRIZIONI

La riforma della giustizia dovrebbe prevedere versare a questa tanti soldi...perchè in Italia i giudici sono lo stesso numero degli anni '70...solo che il numero delle cause è di oltre un milione superiore....ora considerando che penso tutti gradiscono un giudice che giudichi solo dopo aver letto tutte le carte attentamente...questo richiede tempo e per mantenere il giudizio nel corretto spazio temporale che garantisca tutti gli innocenti e vittime...la soluzione è solo aumentare il personale (che tra l'altro in Italia ha la piu'alta media di pratiche sbrigate a persona tra le principali nazioni europee)
ma pensi che la classe politica odierna con tanti scheletri, propri o degli amici, negli armadi sia interessata a votare questo tipo di riforma????

FABIO ROBERTO TOGNETTI 10-01-2013 20.32.59

Stasera Massimo D'Alema a Ottoemezzo ha regalato una lezione di altissima Politica. Punto.

angelo 10-01-2013 22.32.21

Davvero niente Vendola ?

http://www.ilgiornale.it/news/intern...la-873093.html

angelo

FABIO ROBERTO TOGNETTI 10-01-2013 22.41.42

Il Giornale. Un quotidiano attendibilissimo.

FABIO ROBERTO TOGNETTI 11-01-2013 00.06.24

Invece a Servizio Pubblico, l'accoppiata Travaglio-Santoro ha appena resuscitato il defunto Berlusconi.

Come ho scritto su Fb a commento di un articolo dell'Huffington Post, non possono esistere gli antiberlusconiani senza Berlusconi. Questa serata mi ricorda il dialogo tra Joker e Batman ne Il cavaliere oscuro: "Io non, io non voglio ucciderti! Che faccio senza di te? Torno a fregare i trafficanti mafiosi? No. No... no. No tu... tu completi me".

JayFlower 11-01-2013 10.40.07

Citazione:

Originalmente inviato da FABIO ROBERTO TOGNETTI (Messaggio 2247905)
Invece a Servizio Pubblico, l'accoppiata Travaglio-Santoro ha appena resuscitato il defunto Berlusconi.

Secondo me no alla fine.. mi spiego..

Ieri hanno fatto uno show tra di loro, si sono preoccupati solo di sfiorare i problemi degli italiani, emblematico il servizio sull'impresa costruttrice.. Berlusconi potrà fare il buffone fin quanto vuole, riuscirà sicuramente grazie a questo a guadagnare qualche voto in più rispetto a qualche mese fa, ma finchè non propone qualcosa di concreto per le persone comuni, il famoso ceto medio, è difficile che riuscirà a tornare ai vecchi consensi.

Il vero problema è chi votare ora.. più vedi Berlusconi in tv più ti convinci che è un uomo dimmerda, che ha la faccia come il culo e dice tutto ed il contrario di tutto.. più vedi Bersani in tv più ti convinci che non ha il carisma di un capo politico, manca poco che ha più appeal Monti.

Senza contare che ci siamo veramente rotti delle litigate tra loro, è qualcosa che va avanti da quasi vent'anni.. renderlo ineleggibile prima era brutto?

Kyo 11-01-2013 11.16.12

Citazione:

Originalmente inviato da Kyo (Messaggio 2247148)
al contrario,reduce dalle mie lezioni universitarie in proposito, penso che in tv bisogna saperci andare e il M5S sa di non saperlo fare.
La tv è un mondo a parte, lo sappiamo tutti.

ecco cosa intendevo: riguardate la puntata di Servizio Pubblico Santoro vs Berlusconi e quella di Porta a Porta Berlusconi vs Vespa

sicuramente Berlusconi non usa la pacatezza di Bersani o Monti, però comunica anche e soprattutto col suo fare "giullesco".
Il mio professore di drammaturgia diceva sempre: "la differenza tra scrivere sceneggiature di teatro e tv/cinema è che il primo è una recita vera, il secondo una vera recita. Tutti possono fare teatro, pochi possono fare tv/cinema. Nel prima caso conta la sceneggiatura,nel secondo l'attore"

Ecco cosa intendevo per saperci andare/stare in tv. Due programmi, due vere recite archittettate in tutto e per tutto con dei bravi attori.

FABIO ROBERTO TOGNETTI 11-01-2013 11.33.01

il problema è togliersi di dosso berlusconi. Vogliamo capire che prima lo sotterriamo e meglio sarà per l'Italia? Però è chiaro che chi in questi anni ha campato di antiberlusconismo sia preoccupato.


Tutti gli orari sono GMT +1. Adesso sono le 13.41.39.

Powered by vBulletin
Copyright ©2000 - 2020, Jelsoft Enterprises Ltd