Forum Soleluna

Forum Soleluna (http://forum.soleluna.com//index.php)
-   Forum Attualità (http://forum.soleluna.com//forumdisplay.php?f=35)
-   -   Quando morirà Fidel... (http://forum.soleluna.com//showthread.php?t=18924)

decly2002 31-12-2006 16.05.40

Quando morirà Fidel...
 
Quest'anno è morto Pinochet e hanno cordialmente impiccato Saddam Hussein...il primo è riconosciuto come ditattore autore di stragi che se l'è vista brutta, ma non così tanto, e alla fine è morto di cause naturali a casa sua, magari dopo aver giocato con i nipotini. Saddam è riconosciuto come un boia, eppure un po' meno. Ok che non contano i numeri, ma qual è la differenza? Essere stato o meno amico degli americani? In più Saddam ha pure fatto le sue guerre di aggressione, non le ha solo subite. All'inizio è stato amico degli americani come Pinochet, poi non serviva più e l'hanno scaricato. Adesso l'hanno fatto diventare un mezzo martire, o no?
E Fidel Castro? Non se la passa benissimo. E' un classico dei vecchietti che si cominci dal femore e si finisca...e basta.
Quale giudizio? Lui è in carica dal 1959 (se non erro)...nessun processo da quando è "lider maximo", nessuna guerra in particolare, "solo" un embargo.
Martire non sarà, morirà nel suo letto...eroe? O macellaio?

Tanya 01-01-2007 02.05.23

Sul ''cordialmente impiccato'' e sul ''femore'' sono scoppiata a ridere.

purtroppo la verità è che Saddam Hussein finchè era alleato degli USA era protetto, rispettato, veniva armato e supportato (è incredibile che ora gli si rifacci pure la guerra con l'Iran quando furono gli iraniani a invadere una parte del territorio iraqeno e all'epoca tutti in occidente si schierarono dalla parte dell'Iraq)....ma poi gli iraqeni decisero di tentare di riprendersi il territorio del Kuweit (e pochi ricordano che in realtà il kuweit era una parte dell'Iraq finchè gli inglesi non lo invasero, appropriandosene e facendone così un piccolo staterello a se stante perchè ricco di petrolio)

Un tempo di Saddam Hussein nessuno ne parlava, nessuno lo conosceva.
Era alleato degli Stati Uniti e quindi poteva fare e disfare come voleva.
Era solo il presidente dell'Iraq.

Poi quando ha fatto il mortale errore di andare contro gli Stati Uniti è diventato il dittatore, il sanguinario (ed è indicativo che la strage dei 140 shiiti per cui ora è stato condannato a morte sia stata perpetata proprio all'epoca in cui veniva ricevuto con tutti gli onori a Washington)


Quanto ha sbagliato....se fosse rimasto a favore degli USA oggi starebbe ancora lì, e nessuno ne parlerebbe, sarebbe un presidente sconosciuto come tanti altri.


Mi spiace tanto per gli Stati Uniti, per i suio cittadini....alle cui spalle i loro governanti si comportano in modo sleale e disonesto.


Su Castro...non ci sono parole....è riuscito a trasformare una rivoluzione di popolo appassionata e libertaria in una dittatura personalista e anacronistica.
Si è fatto corrompere dal potere, distruggendo un sogno.
Non aveva il diritto di farlo.
Mi spiace molto per i cubani che sono stati costretti a piegarsi alla sua megalomania.


Pinochet sanguinario lo è stato molto.

E quest'anno è morto anche Stroessner, per 35 anni spietato dittatore del Paraguay, ma chi se lo ricorda?
E chi si ricorda di Papa Doc (il feroce dittatore di Haiti)?
e di Trujllo, il dittatore della Repubblica Domenicana che ha governato col terrore per trent'anni (dal 1930 al 1963) e che durante il suo mandato si è addirittura fatto auto-intitolare la capitale? (Autoproclamata Ciudad (cioè città) Trujllo)?
All'epoca a Santo Domingo nelle cerceri c'erano le scritte ''Dio è in cielo, Trujllo è in terra'' oppure ''Viviamo felici grazie a Trujllo''

e chi si ricorda dei 200 colpi di Stato (record mondiale) che ci sono stati in Bolivia?
O di Somoza, Videla, dei colpi di Stato in Perù o in Brasile, ecc ecc ecc

la lista è infinita.....

Intato il dittatore del Pakistan (il ''presidente'' come lo si chiama, è ovvio, è pro-Usa) la boma atomica la può traquillamente avere.


Un giorno, quando tutto il mondo sarà democratico, quando nel mondo tutte le persone avranno lo stesso valore, quando sarà l'Asia il baluardo (7 persone su 10 che vivono sul pianeta sono asiatici.......è normale che un giorno saranno loro il riferimento) tutto verrà letto in un modo più aquamine e giusto (compresa la sanguinaria storia della Chiesa Cattolica, e del dominio bianco ed europeo sul mondo)

ginetu 01-01-2007 14.28.32

morirà eroe
ma era macellaio

ExSissy 01-01-2007 16.35.02

a

ExSissy 01-01-2007 17.00.33

Citazione:

Originalmente inviato da ginetu (Messaggio 1257645)
morirà eroe
ma era macellaio

Citazione:

Originalmente inviato da Tanya (Messaggio 1257601)
Su Castro...non ci sono parole....è riuscito a trasformare una rivoluzione di popolo appassionata e libertaria in una dittatura personalista e anacronistica.
Si è fatto corrompere dal potere, distruggendo un sogno.
Non aveva il diritto di farlo.
Mi spiace molto per i cubani che sono stati costretti a piegarsi alla sua megalomania.



Quoto in pieno...
io sono stata a cuba lo scorso mese e ho sempre adorato quest'isola... il mito della rivoluzione, il sogno di libertà... il calore dei cubani... ci sono stata altre volte ma in questo viaggio ho voluto informarmi, parlare con i cubani e sapere com'è vivere li.
Mi sono ritrovata in una realtà triste, incogruente... ho visto le case piende di miseria dei cubani, conosciuto gente che vive con 10 dollari al mese (la paga di un chirurgo non supera i 25 dollari) ... e poi ho visto anche i politici girare con mercedes classe M. Si riconoscono perchè a Cuba ogni veicolo ha una targa di un colore particolare in base alla proprietà. I politici hanno le targhe blu... le auto "collettive" (cioè statali) le hanno marroni, i turisti gialle... insomma ora non sò se i colori sono giusti, è solo per farmi intendere.
Ci sono una marea di cose da dire... proverò con calma e cerco di essere piu chiara possibile.
Fino agli anni 90 Cuba vivacchiava, anche con l'embargo, perchè dipendeva dall'ex urss, poi con la caduta del muro ne è seguito un periodo che i cubani chiamano " periodo especial" fatto di vera e propria miseria, tanti non avevano nemmeno di che mangiare... l'urss non sovvenzionava piu e tutti i traffici ovviamente sono spariti... e allora cuba, seppur controvoglia si è aperta al turismo... anzi dovrei dire ri-aperta, visto che al periodo di Batista era praticamente diventata l'isola delle vacanze degli americani... mi pare la costa della florida disti meno di 200 km da Varadero, che oggi è la piu rinomata e commerciale località dell'isola, insomma gli americani hanno bonificato tutta questa zona che era paludosa, hanno costruito case, alberghi, venivano a drogarsi e a cercare prostitute... traffici di cocaina, smerci di denaro sporco di mafiosi... insomma era una merda... poi è arrivato castro, supportato dal mitico Che che si è messo a fare la rivoluzione... con coraggio, testardaggine, passione... ammirevole, davvero. HAnno combattuto finchè è salito al potere e da li l'amore della rivoluzione si è tristemente trasforamto in bramosità del potere, dittatura. La libertà che tanto ha invocato è sparita, ha tolto tutto a tutti, ha dato una casa, ha dato un servizio di sanità incondizionato a tutti, ha deciso che le scuole non andavano pagate, e infatti a cuba tutti, e dico tutti, sono laureati. Il che è lodevole, ma in cambio di queste cose ha tolto la libertà di pensiero, di stampa, di parola. Oggi a Cuba non si può parlare liberamente, è difficile trovare un cubano che parli male della politica cubana e soprattutto di fidel, perchè ci sono le spie. Vivono nel terrore ed è difficilissimo che si fidino... io ho avuto la fortuna di conosere una ragazza che è un pò una "disobbediente del regime" ma è una rarità trovare cubani che ti raccontino come vivono realmente, come la rivoluzione si è trasformata in prigione.
La situazione è che per prima cosa c'è un enorme differenza tra i cubani che lavorano nel tursimo e i cubani che vivono in posti isolati... il perchè è subito capito, si tratta dei soldi, perchè una mancia equivale allo stipendio di un mese di una persona, e contiamo che ai cubani viene data una tessera mensile (tipo quella che veniva data nel periodo del fascismo ai nostri nonni) con la quale si ha diritto a generi di prima necessità: farina, riso, acqua, e un pò di altre cose, ma il riso per esempio nn è raffinato, per cucinarlo devi stare a pulire chicco per chicco ... e con un dollaro lo compri già pulito. E la stessa cosa vale per gli altri alimenti "gratis". Però il sapone, i pannolini per i bambini, gli assorbenti e un sacco di altre cose non sono comprese nella tessera e si pagano in dollari. Chi vive con dieci dolalri al mese non può comprarsi niente.... nemmeno le medicine. A cuba se a un cubano servono medicine (Esclusivamente messe a disposizione dallo stato e il piu della volta bandite dalla cee perchè pericolose...), entra in una farmacia e glila danno la medicina, si, una. Vuoi un aspirina? Ok, una, non una scatola. Capita di trovare cubani che chiedono medicine ai turisti, se andate a cuba, lasciate quelle che vi portate, è apprezzato tantissimo, stessa cosa per shampoo, bagnischiuma, assorbenti ecc.
Per quanto riguarda il servizio medico è vero, esiste gratuito per tutti, ma mancano strutture, medicine, macchinari... al contrario di quello che si pensa e che dicono di cuba, gli ospedali sono indietro anni luce.... e mi raccontava questa ragazza che le è successo una volta che è andata dal dentista per farsi fare una pulizia e la dottoressa la ha mandata via dicendo che non aveva lo spazzolino e il dentrifico per fargliela... (fanno la pulizia dei denti cosi, con un semplice spazzolino e da qui capite che tipo di sanità esiste...) cosi la ha mandata via... poi questa ragazza tramite una sua amica sempre dottoressa ha saputo che con 15 dollari poteva fare la pulizia lo stesso giorno, cosi ha pagato ed è andata. Indovinate chi era la dentista che le ha fatto la pulizia.....
Poi, la scuola... beh oddio, andare ad imparare le cose in una scuola di uno stato che ti insegna solo quello che lui ritiene giusto... è abbastanza riduttivo.
I cubani non sanno niente di quello che li circonda... il regime controlla stampa, radio, tv, giornali, internet. I cubani possono usare internet limitatamente... ci sono dei blocchi.
A cuba non potete regalare un pc, non potete introdurre gps, e se volete stare con un cubano e portarlo in italia dovete sposarvi.
Ecco il perchè di tante cubane che trovano l'allocco italiano piuttosto che francese o tedesco e si fanno portare via, e poi lo lasciano.
Gente tenta la traversata dello stretto della flordia per arrivare negli stati uniti, per scappare... sfidando la morte...
insomma io credo che a Cuba non si stia poi cosi bene.

Riallaciandomi alla domanda inziale però vorrei dire una cosa... Cuba è splendida, ha un popolo orgoglioso, fiero, bella gente davvero... un viaggio a cuba è un salto indietro nel tempo.... ma se muore castro... io ho paura torneranno gli americani... e sarà una guerra... l'ennesima... e tutta la magia di cuba morirebbe col loro arrivo....

marialucia 01-01-2007 21.28.16

anch'io ho sentito queste storie su cuba e da quello che racconti confermo la mia ipotesi che quello che mi disse una mia collega era del tutto assurdo.figuratevi che questa ragazza mi disse che i turisti nn possono parlare con i cubani perchè altrimenti vengono arrestati e mi disse anche che successe proprio davanti a lei.io pensai subito che nn potesse essere proprio vera sta cosa.probabilmente, mi dissi, il ragazzo che avevano arrestato si era lasciato scappare qualcosa sul regime o aveva fatto qualcosa di losco.però mi dissi eh no...allora nn ci vado a cuba perchè io se ci andrò un giorno vorrei vivere un'esperienza come quella di exsissy cioè fermarmi a parlare con la gente per conoscere la loro cultura il loro modo di vivere.un giorno un paio di anni fa ho parlato con una ragazza cubana un amore di donna che mi disse esattamente quello che ha scritto exsissy.disse: e chi le conosceva le patatine fritte prima di arrivare in italia?lì di olio come il pane e tante altre cose ne danno proprio poco tipo una padella con due dita di olio al mese.e con quello devono farci tutto.poi nn so se esiste una legge o qualcosa che permette alle famiglie numerose di averne di più. cmq chiesi a questa donna: ma quando muore fidel castro si sa già chi ci sarà?e lei mi disse: raoul il fratello...chi altri?e il brutto è che è peggio di fidel.
insomma io spero che nn sia così spero che almeno lui abbia mantenuto il pensiero degli inizi o almeno rispetti il valore per cui il Che si è battuto ed è morto.ma probabilmente è solo una speranza senza fondamenta.
exsissy vorrei farti una domanda: ma le medicine puoi lasciargliele tranquillamente?cioè nn devi stare attenta, che ne so, a qualche spia?

ExSissy 01-01-2007 21.33.16

Raul a quanto dicono i cubani è solo un fantoccio... dicono che lo hanno visto solo due volte e che molto probabilmente non salirà al potere...

mi ha fatto ridere anche come quando chiedevo come sta Fidel a un cubano mi rassicuravano tutti dicendo che sta bene, è in convalescenza .... insomma che è stato un malanno di stagione... mentre la ragazza che ho conosciuto mi diceva che invece la situazione è grave e che molto probabilmente non arriverà alla prossima estate... e che il regime vuole far credere che non ci sia nessun problema.... anche se a dire il vero il passaggio dei totali poteri a Raul non è una cosa che fà tanto per fare...

marialucia 01-01-2007 21.41.30

Citazione:

Originalmente inviato da ExSissy (Messaggio 1257841)
anche se a dire il vero il passaggio dei totali poteri a Raul non è una cosa che fà tanto per fare...

bè se passa i totali poteri a raoul ci sarà un motivo..cioè evidentemente è sicuro che il fratello porterà avanti la sua politica

ExSissy 01-01-2007 21.45.39

ma forse quando morirà fidel a lui non fregherà una cippa del potere... dopotutto è solo formale il passaggio... figurati se raul farebbe qualcosa contro al volere di fidel... praticamente è il suo portaborse... ma non ha il temperamento del fratello..

marialucia 01-01-2007 21.47.26

Citazione:

Originalmente inviato da ExSissy (Messaggio 1257848)
ma forse quando morirà fidel a lui non fregherà una cippa del potere... dopotutto è solo formale il passaggio... figurati se raul farebbe qualcosa contro al volere di fidel... praticamente è il suo portaborse... ma non ha il temperamento del fratello..

perciò ho detto che raoul cmq ha appoggiato il fratello...perchè nn farebbe mai niente contro il suo volere.per quanto riguarda il temperamento nn lo so...può anche essere che gli viene appena ha il potere.ed è questo che mi spaventa

ExSissy 01-01-2007 21.52.21

mah io credo che raul non spaventi gli americani... secondo me è una bomba questa situazione... in passato l'america ha tirato la corda per cercare il conflitto e riprendersi Cuba... io spero non succeda ma .... secondo me sarà inevitabile dopo la morte di Fidel...

Bastiano 01-01-2007 21.56.47

Comunque per me Fabio Roberto lo ha avvertito e ora Fidel si sta toccando sicuramente i maroni.

ExSissy 01-01-2007 21.58.12

hahahaah eccolo il mio bastio :D

Bastiano 01-01-2007 22.06.09

Citazione:

Originalmente inviato da decly2002 (Messaggio 1257381)
Quale giudizio? Lui è in carica dal 1959 (se non erro)...nessun processo da quando è "lider maximo", nessuna guerra in particolare, "solo" un embargo.
Martire non sarà, morirà nel suo letto...eroe? O macellaio?

Comunque ci sono stati dei periodi "caldi" se non ricordo male in cui anche Castro ha rischiato qualcosa. E comunque non mi sembra abbia mai minacciato nessuno. Pero' so di essere molto ignorante e quindi forse m isono perso qualcosa.
Per me è un eroe per molti versi. Sicuramente se non fosse un dittatore darei giudizi più positivi.

ExSissy 01-01-2007 22.13.49

minacciato?
HA solo fatto la guerra... cmq uccidendo persone...
e cmq vorrei ricordare che grazie a lui tante persone a cuba non stanno bene perchè l'embargo impedisce di acquistare qualsiasi bene, anche necessario alla salute del paese e che nemmeno gli stati simpatizzanti usa possono importare piu di tanto e non fanno credito allo stato cubano. Praticamente se cuba vuole acquistare qualcosa da un qualsiasi stato deve pagare prima e in contanti...

Bastiano 01-01-2007 22.46.38

infatti credo sia un po' una vergogna l'embargo. ma mica è una scelta di castro...

Bastiano 01-01-2007 22.48.14

Ma poi non lo avevano tolto?

decly2002 02-01-2007 12.17.30

Probabilmente per anni il popolo di Cuba è stato, rispetto agli altri sudamericani, fra i più fortunati per quel che riguarda istruzione e sanità...i primi anni probabilmente Cuba viveva un sogno, e ogni sogno si vive comunque sulla pelle di qualcun altro, ma poi...una dittatura di 40 anni senza grandi fasi di rinnovamento...e un futuro altrettanto oscuro, se non peggiore, visto che passare da Fidel agli Stati Uniti sarà sicuramente traumatico, e non è nemmeno così sicuro che vada "semplicemente" così...di certo un nuovo "lider maximo" a Cuba non avrebbe l'appoggio che comunque in parte ha ancora Castro...e nella storia si è visto come ogni regime "comunista", cambiato il suo primo leader, non sia diventato molto più che una dittatura come un'altra...

Carmelo Mazzella 02-01-2007 13.32.02

Citazione:

Originalmente inviato da ExSissy (Messaggio 1257698)
Quoto in pieno...
io sono stata a cuba lo scorso mese e ho sempre adorato quest'isola... il mito della rivoluzione, il sogno di libertà... il calore dei cubani... ci sono stata altre volte ma in questo viaggio ho voluto informarmi, parlare con i cubani e sapere com'è vivere li.
Mi sono ritrovata in una realtà triste, incogruente... ho visto le case piende di miseria dei cubani, conosciuto gente che vive con 10 dollari al mese (la paga di un chirurgo non supera i 25 dollari) ... e poi ho visto anche i politici girare con mercedes classe M. Si riconoscono perchè a Cuba ogni veicolo ha una targa di un colore particolare in base alla proprietà. I politici hanno le targhe blu... le auto "collettive" (cioè statali) le hanno marroni, i turisti gialle... insomma ora non sò se i colori sono giusti, è solo per farmi intendere.
Ci sono una marea di cose da dire... proverò con calma e cerco di essere piu chiara possibile.
Fino agli anni 90 Cuba vivacchiava, anche con l'embargo, perchè dipendeva dall'ex urss, poi con la caduta del muro ne è seguito un periodo che i cubani chiamano " periodo especial" fatto di vera e propria miseria, tanti non avevano nemmeno di che mangiare... l'urss non sovvenzionava piu e tutti i traffici ovviamente sono spariti... e allora cuba, seppur controvoglia si è aperta al turismo... anzi dovrei dire ri-aperta, visto che al periodo di Batista era praticamente diventata l'isola delle vacanze degli americani... mi pare la costa della florida disti meno di 200 km da Varadero, che oggi è la piu rinomata e commerciale località dell'isola, insomma gli americani hanno bonificato tutta questa zona che era paludosa, hanno costruito case, alberghi, venivano a drogarsi e a cercare prostitute... traffici di cocaina, smerci di denaro sporco di mafiosi... insomma era una merda... poi è arrivato castro, supportato dal mitico Che che si è messo a fare la rivoluzione... con coraggio, testardaggine, passione... ammirevole, davvero. HAnno combattuto finchè è salito al potere e da li l'amore della rivoluzione si è tristemente trasforamto in bramosità del potere, dittatura. La libertà che tanto ha invocato è sparita, ha tolto tutto a tutti, ha dato una casa, ha dato un servizio di sanità incondizionato a tutti, ha deciso che le scuole non andavano pagate, e infatti a cuba tutti, e dico tutti, sono laureati. Il che è lodevole, ma in cambio di queste cose ha tolto la libertà di pensiero, di stampa, di parola. Oggi a Cuba non si può parlare liberamente, è difficile trovare un cubano che parli male della politica cubana e soprattutto di fidel, perchè ci sono le spie. Vivono nel terrore ed è difficilissimo che si fidino... io ho avuto la fortuna di conosere una ragazza che è un pò una "disobbediente del regime" ma è una rarità trovare cubani che ti raccontino come vivono realmente, come la rivoluzione si è trasformata in prigione.
La situazione è che per prima cosa c'è un enorme differenza tra i cubani che lavorano nel tursimo e i cubani che vivono in posti isolati... il perchè è subito capito, si tratta dei soldi, perchè una mancia equivale allo stipendio di un mese di una persona, e contiamo che ai cubani viene data una tessera mensile (tipo quella che veniva data nel periodo del fascismo ai nostri nonni) con la quale si ha diritto a generi di prima necessità: farina, riso, acqua, e un pò di altre cose, ma il riso per esempio nn è raffinato, per cucinarlo devi stare a pulire chicco per chicco ... e con un dollaro lo compri già pulito. E la stessa cosa vale per gli altri alimenti "gratis". Però il sapone, i pannolini per i bambini, gli assorbenti e un sacco di altre cose non sono comprese nella tessera e si pagano in dollari. Chi vive con dieci dolalri al mese non può comprarsi niente.... nemmeno le medicine. A cuba se a un cubano servono medicine (Esclusivamente messe a disposizione dallo stato e il piu della volta bandite dalla cee perchè pericolose...), entra in una farmacia e glila danno la medicina, si, una. Vuoi un aspirina? Ok, una, non una scatola. Capita di trovare cubani che chiedono medicine ai turisti, se andate a cuba, lasciate quelle che vi portate, è apprezzato tantissimo, stessa cosa per shampoo, bagnischiuma, assorbenti ecc.
Per quanto riguarda il servizio medico è vero, esiste gratuito per tutti, ma mancano strutture, medicine, macchinari... al contrario di quello che si pensa e che dicono di cuba, gli ospedali sono indietro anni luce.... e mi raccontava questa ragazza che le è successo una volta che è andata dal dentista per farsi fare una pulizia e la dottoressa la ha mandata via dicendo che non aveva lo spazzolino e il dentrifico per fargliela... (fanno la pulizia dei denti cosi, con un semplice spazzolino e da qui capite che tipo di sanità esiste...) cosi la ha mandata via... poi questa ragazza tramite una sua amica sempre dottoressa ha saputo che con 15 dollari poteva fare la pulizia lo stesso giorno, cosi ha pagato ed è andata. Indovinate chi era la dentista che le ha fatto la pulizia.....
Poi, la scuola... beh oddio, andare ad imparare le cose in una scuola di uno stato che ti insegna solo quello che lui ritiene giusto... è abbastanza riduttivo.
I cubani non sanno niente di quello che li circonda... il regime controlla stampa, radio, tv, giornali, internet. I cubani possono usare internet limitatamente... ci sono dei blocchi.
A cuba non potete regalare un pc, non potete introdurre gps, e se volete stare con un cubano e portarlo in italia dovete sposarvi.
Ecco il perchè di tante cubane che trovano l'allocco italiano piuttosto che francese o tedesco e si fanno portare via, e poi lo lasciano.
Gente tenta la traversata dello stretto della flordia per arrivare negli stati uniti, per scappare... sfidando la morte...
insomma io credo che a Cuba non si stia poi cosi bene.

Riallaciandomi alla domanda inziale però vorrei dire una cosa... Cuba è splendida, ha un popolo orgoglioso, fiero, bella gente davvero... un viaggio a cuba è un salto indietro nel tempo.... ma se muore castro... io ho paura torneranno gli americani... e sarà una guerra... l'ennesima... e tutta la magia di cuba morirebbe col loro arrivo....

cuba si è aperta al turismo relativamente

è un turismo sessuale, purtroppo.

è uno schifo, lavorando ho sentito al bancone un sacco di storie di ultra 50enni che vanno li divertendosi a "rimorchiare" (son convinti che rimorchiano) le ventenni cubane.

ma che cazzo!!!!

MA vaffunculo, puttanieri pedofili!

ExSissy 02-01-2007 13.46.24

Beh ovunque nel mondo esiste sta cosa... pensa alla Thailandia, alla Cambogia, al Brasile... li il turismo sessuale è ancora piu forte...

E cmq uno non va a cuba esclusivamente per quello... cuba è un'isola fantastica... il mare è bellissimo... i luoghi della rivoluzione ti regalano dei brividi.... poi c'è la storia... insomma ... a cuba secondo me c'è piu da vedere che in Brasile.... e in Brasile si prostituiscono anche i bambini (anche in thailandia e cambogia) a cuba almeno quello non esiste...


Tutti gli orari sono GMT +1. Adesso sono le 18.21.16.

Powered by vBulletin
Copyright ©2000 - 2019, Jelsoft Enterprises Ltd