Discussione: PAESTUM 16agosto2006
Visualizza messaggio singolo
  #137  
Vecchio 31-08-2006, 19.32.09
L'avatar di Esaurito
Esaurito Esaurito non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 02-05-2006
Messaggi: 2,892
Esaurito ha un futuro brillanteEsaurito ha un futuro brillanteEsaurito ha un futuro brillanteEsaurito ha un futuro brillanteEsaurito ha un futuro brillanteEsaurito ha un futuro brillanteEsaurito ha un futuro brillanteEsaurito ha un futuro brillanteEsaurito ha un futuro brillanteEsaurito ha un futuro brillanteEsaurito ha un futuro brillante
Invia un messaggio via MSN a Esaurito Manda un messaggio tramite Skype™ a Esaurito
Predefinito

Con 2 settimane di ritardo, riesco finalmente a trovare il tempo di raccontarvi il concerto che io ho vissuto a Paestum….
In realtà mi sembra che sia passato già un secolo…mi sento in astinenza…..le emozioni provate però sono così forti e ancora vive in me che non riesco a non raccontarvi…
Faccio una premessa: questo era il mio quinto concerto di Lorenzo, il terzo di Buon Sangue….ogni volta dico “questo è il migliore”…è vero, perché secondo me lui si supera sempre….questa volta i motivi per cui il concerto del 16 agosto a Paestum è balzato al numero 1 della mia classifica sono molteplici e ora proverò a dirveli.

Devo per forza iniziare il racconto dall’elenco della “mia band”, con cui ho fatto in macchina 142 km. (e altrettanti al ritorno): Enry e Fede, le mie accompagnatrici preferite ai concerti di Jova, che per loro fortuna hanno avuto, come me, la fortuna di incontrare sulla loro strada la musica di Lorenzo e di innamorarsene…..Poi, come ad ogni mio concerto, c’erano anche 2 new entry…perché Il jova sound va diffuso…Infatti con noi c’erano anche Fabio e Stanislao, che incoscienti, hanno deciso di seguire 3 pazzi scatenati…

Arrivo a Paestum alle 16 circa (il concerto doveva iniziare alle 22). Subito riusciamo a entrare a vedere il palco (il guardiano si era addormentato), ma tutto è ancora un cantiere aperto….si può solo intuire dove sarebbe sorto il palco…Così, nell’attesa, decidiamo di visitare gli scavi di Paestum, che guarda caso sono proprio accanto al palco. Così affascinato da tanta bellezza artistico/storica, io vago per il palco tenendo sempre una coda dell’occhio al palco, che non si sa mai, se arriva Jova per il sound check….

Però non arriva…..

Così ci piazziamo in fila, fuori dai cancelli…in una posizione a dir poco scomoda, mi piazzo su una transenna da cui riesco a vedere il parcheggio dei musicisti….avvisto per primo prima Micol, poi Saturno (che ci saluta da lontano), poi Frank, Milius….E intanto l’ansia d’attesa inizia a crescere…mi mangio il solito panino pre-concerto, intravedendo oltre i cancelli quel palco su cui, da lì a poco, si sarebbe scatenata un uragano di energia…..

Appena dentro, memori della lezione di Vicenza (in cui la Francy era stata la co-protagonista di Lorenzo), ci piazziamo proprio in fondo alla passerella di sinistra. E subito incontriamo Micol, con cui facciamo 4 chiacchiere, ci facciamo un po’ di foto…ci diamo un po’ di carica reciproca e ci si dà appuntamento per il dopoconcerto.

Poi ricomincia l’attesa….

…finchè, verso le 21.30…entrano i Cor Veleno…carichi di brutto….che subito scaldano il pubblico, in particolare il sottoscritto………….e qui l’adrenalina inizia a raggiungere livelli sopra la media…..

……poi entra Micol, ma i Cor Veleno non se ne vanno, stanno lì e improvvisano un po’ insieme a Micol che ci canta Labirinto……loro e noi del pubblico le diamo la carica giusta mi sa, perché lei canta benissimo….il pubblico gradisce, partecipa e la applaude….lei secondo me è fatta per stare sul palco, perché con un pubblico così non si intimidisce per niente….la voce non trema ma irradia dolcezza e serenità…..io non so come sarà ascoltare le sue canzoni d’inverno, ma d’estate mi sembra proprio la musica più solare di quest’estate…

…poi Micol esce….e l’adrenalina sale ancora…perché sta per arrivare Lorenzo….

…sta volta lui non entra dalla passerella…cavolo…proprio sta volta che io era nella posizione giusta….entra da dietro al palco…ma subito viene in passerella….e, non per menarmela, ma il primo a cui stringe la mano sono proprio io….mi sa proprio che ci ha riconosciuti, un po’ perché avevamo le magliette dei serenissimi, un po’ anche perché negli ultimi mesi le nostre facce esaltate gli si piazzano continuamente davanti….. si vede subito che è super carico….forse è perché sarà il suo ultimo concerto in Italia….e poi chissà….mi sa che ci vuole proprio lasciare un bel ricordo….è carico, sì è più carico del solito secondo me….
…e poi avviene come una magia: al suo ingresso cala il buio….sembra fatto apposta, ma quando penso al pre-concerto, poi invece arriva lui ed è notte….l’arena è piena, che più piena non si può….spalti gremiti e sotto il palco la gente si pesta i piedi per starci….e poi qualche metro dietro al palco c’è il tempio di Atena illuminato….che da solo vale il costo del biglietto…. E mi sa che Atena e Nettuno hanno ascoltato Lorenzo e hanno esaudito la sua preghiera…perché l’atmosfera è proprio magica…..
…e qui l’adrenalina è ormai oltre la soglia di tolleranza umana…..

Parte la musica…la band è carica quanto Lorenzo e quanto noi del pubblico….Jova segue la scaletta….improvvisa…rientrano anche i cor veleno….e si parte subito molto rap….poi jova canta pure bob marley…e io sto per piangere…..

….in falla girare jova prende il suo asciugamano…arriva davanti a noi e ce lo lancia (allora è vero che ci ha riconosciuto!?)….

Poi in mi fido di te prende il telefono di mia sorella e ci canta dentro…

…poi riprende il telefono di mia sorella e parla con il suo ragazzo….

Il concerto fila come un’onda….l’energia di jova ci muove le gambe e ci accende la testa….paestum è una tribù che balla….

…a livello musicale è stato proprio il concerto di Lorenzo migliore tra quelli a cui ho assistito…in particolare mi hanno fatto proprio impazzire: falla girare (sta canzone qui ormai la dovrà fare a ogni concerto, tipo l’ombelico…perché è troppo forte…); piove (la versione di sto tour estivo mi è proprio piaciuta…è carica da matti…); la 2 jam session credo per lo più improvvisate (una all’inizio con i corveleno; e una finale (dentro a penso positivo….)….

Nel dopoconcerto l’adrenalina non voleva saperne di scendere e tornare ai livelli consentiti dalla legge….ci siamo incontrati di nuovo con micol…le abbiamo fatto i complimenti perché se li è proprio meritati….io intanto portavo in spalla l’asciugamano di Lorenzo e non lo mollavo (poi ce lo siamo diviso in tre)…..prima di rientrare ci siamo fermati a staccare 3 manifesti per integrare quelli già appesi in camera di vicenza….

…poi dopo altri 142 Km…siamo arrivati, ma l’adrenalina era ancora su….racconto a tutti gli amici rimasti a casa l’esperienza….e ancora ho un sorriso stampato che sembra una paresi…..

…vado a letto leggendo l’sms di Micol….e chi se la fa passare sta paresi?????




Ora scusate gli errori, ma le emozioni non conoscono la grammatica…ho deciso di non controllare la forma e di non rileggere per non guastare il racconto emotivo….
E poi: c’è stato anche un aspetto negativo….non grave certo, resca cmq il mio concerto NUMBER ONE….ora però non mi va di scriverlo perché voglio soffermarmi sugli aspetti più importanti….
__________________

11 dicembre 1999: Varese
7 maggio 2002: Assago
25 novembre 2005: Assago
9 maggio 2006: Milano
22 luglio 2006: Arzignano
16 agosto 2006: Paestum
29 maggio 2008: Assago
7 luglio 2008: Como
16 settembre 2008: Verona
11 maggio 2011: Assago
13 maggio 2011: Assago
10 dicembre 2011: Assago
19 giugno 2013: San Siro
25 giugno 2015: San Siro
27 giugno 2015: San Siro
30 novembre 2015: Assago
9 gennaio 2016: Assago
24 febbraio 2018: Assago