Discussione: Omofobia dilagante
Visualizza messaggio singolo
  #27  
Vecchio 14-08-2009, 18.59.11
L'avatar di Francesca_9
Francesca_9 Francesca_9 non è connesso
Registered User
 
Data registrazione: 22-05-2009
Residenza: Toscana
Messaggi: 563
Francesca_9 reputazione oltre ogni limiteFrancesca_9 reputazione oltre ogni limiteFrancesca_9 reputazione oltre ogni limiteFrancesca_9 reputazione oltre ogni limiteFrancesca_9 reputazione oltre ogni limiteFrancesca_9 reputazione oltre ogni limiteFrancesca_9 reputazione oltre ogni limiteFrancesca_9 reputazione oltre ogni limiteFrancesca_9 reputazione oltre ogni limiteFrancesca_9 reputazione oltre ogni limiteFrancesca_9 reputazione oltre ogni limite
Invia un messaggio via MSN a Francesca_9
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da <--- O . m . A . r ---> Visualizza messaggio
Io non credo nell'America.
Non credo nemmeno nell'Italia, ne tantomeno nell'Europa,
ma in Italia vedo ancora uno spiraglio di tradizione, di "antico", di capagna.

Ia America sono avanti in tutto.
Progresso, industrializzazione, tecnica...
Nel '900 l'uomo si è chiesto se tutto ciò portava al bene o al male.
E mi sento un po' decadentista in ciò.
Credo nel progresso e nella tecnica, ma credo anche che oggi siano usati molto male...

Per me i veri valori sono nei luoghi incontaminati dalla globalizzazione e dall'occidente.
Nei vilalggi africani non esiste l'odio, la violenza.
Nei villagi africani non domina l'egoismo, il sopruso sul più debole, il dover approfittare a tutti i costi!
Bhè...secondo me loro sono avanti.
O perlomeno non sono andati indietro!
Il tuo discorso quadra, ma l'esempio dei villaggi Africani è proprio inadatto..in Africa le bambine sono infibulate, l'egoismo esiste perchè non hanno talmente niente che quando gli capita la possibilità di guadagnare qualcosa per mandare avanti la famiglia venderebbero pure i figli (ti consiglio di ascoltare, a tal proposito, Ebano dei Modena City Ramblers)...Queste persone vanno aiutate, ma aiutate nel modo giusto. noi dobbiamo aiutarli a diventare indipendenti, loro devono aiutarci a versare qualche lacrima di umiltà..e se qualcuno di voi ha conosciuto dei bambini provenienti dai campi profughi sa di cosa parlo...Penso che ci debba essere una via di mezzo. Certo, come GIUSTAMENTE dici, il progresso è usato male, i soldi son spesi male, gli aiuti non ci sono. Preferisco una vita umile in campagna, dove posso ancora respirare un pò di aria pura rispetto al caos del cemento in città..però non posso pretendere di tornare indietro. Spero solo in un'acquisizione di consapevolezza. Consapevolezza di non essere degli dèi. Quindi sarebbe meglio frenare i ritmi,cercare il progresso in altri modi...più ecologici, ad esempio.
__________________
La poesia e’ sangue del mio cuore vivo
sale del mio pane, luce nei miei occhi.
Sara’ scritta con le unghie, lo sguardo e il ferro,
la cantero’ nella cella della mia prigione.[...]
Ho dentro di me un milione d’usignoli
Per cantare la mia canzone di lotta


Il vero io è quello che tu sei, non quello che hanno fatto di te.

Rispondi citando