Discussione: Carta Azzurra
Visualizza messaggio singolo
  #7520  
Vecchio 19-10-2018, 16.38.27
L'avatar di gabo86
gabo86 gabo86 non è connesso
Moderatore
 
Data registrazione: 08-05-2005
Residenza: Melèe Island
Messaggi: 43,819
gabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito fenomenologia dell'utilizzatore di cellulare ai concerti

Da quando esistono i cellulari con fotocamera (e prima ancora, le macchinette digitali) è praticamente impossible assistere ad un concerto senza avere e accanto una persona che lo sta usando. La sala non è più buia e viene illuminata e per chi non lo sta usando è particolarmente fastidioso.

Gli utilizzatori di cellulare ai concerti si dividono principalmente in tre gruppi, dal meno fastidioso al più fastidioso (per chi scrive).

1. il documentatore. Il documentatore ha bisogno di girare video in continuazione per testimoniare la propria presenza al concerto. Tanti anni fa si faceva per averne un ricordo fruibile anche dopo la fine dello spettacolo, ma con gli sviluppi degli ultimi anni lo si fa per metterlo su facebook (o altro social) e dire "ehi! C'ero anch'io!". Oltretutto molti lo mettono come "storia", il che vuol dire che in ventiquattro ore il video sparisce. Ma il giramento di palle della persona che era dietro al concerto, quello no, non sparisce.
L'unica tipologia di documentatore tollerata è quella della persona che telefona/manda un messaggio vocale ad una non presente al concerto. Ne faccio parte anch'io, lo ammetto, ma l'effetto in quanto a luminosità è decisamente inferiore.

2. il distratto. Il distratto è lì per caso. Forse gli hanno regalato il biglietto del concerto, forse è ricco sfondato e non gliene frega niente di aver speso X euro per andarci, forse conosce superficialmente l'artista in questione e non conosce tutte le canzoni che vengono eseguite. Fatto sta che il distatto, appunto, si distrae. Apre whatsapp, risponde a messaggi che non c'entrano niente, o ancora peggio, apre facebook o instagram e si mette a scorrere la bacheca. Che è esattamente come se aprisse un libro e si mettesse lì, a leggere, durante il concerto. È la stessa identica cosa.

3. lo spoileratore. Per chi scrive è la categoria peggiore, perché alla fine il problema dei primi due è che fanno luce, ti distraggono visivamente, ma poi ti ci abitui e amen. Ma lo spoileratore è peggiore. Egli/ella ha un problema: vuole sapere in anticipo che canzoni verranno eseguite durante il concerto. Capita, le scalette spesso si somigliano tutte, e va bene così. Il punto è che non si è documentato prima, nonostante la sua perniciosa attrazione per le sorprese rovinate (perché ammettiamolo, quando scopri che canzone stanno per eseguire ti viene rovinata la sorpresa), e così lo fa lì, davanti a te, e magari ti casca l'occhio e leggi il titolo del prossimo pezzo. Oppure, ancora peggio, lo commenta col suo vicino. "Scusa, ma tu la conoscevi questa qui?" e disastro, via di spoiler. È vero, io sono quello che i dischi li ascolta sempre in ordine di tracklist e se a un pezzo non segue quello immediatamente successivo va via di testa. Ma sono anche quello che ai concerti vuole l'ordine casuale, anzi, non causale bensì deciso dall'artista, perché lo saprà lui perché ha deciso di darglielo, no? E soprattutto, vuoi mettere con l'esplosione dentro di te quando parte quel pezzo che non ascoltavi da anni e che mai avresti pensato che l'artista avrebbe eseguito?
Idioti.

Se un giorno diventerà "legge" il divieto di portare i cellulari ai concerti, magari con degli espedienti tecnologici che sono attualmente sperimentati, io sarò la persona più felice del mondo.
Per ora, mi limito a piangere.

(post scritto ascoltando From The Archives Vol. 6 dei The Future Sound Of London)
__________________
And all of my dreams
they may have come true
but so did my nightmares
which I can't get through.
Rispondi citando