Visualizza messaggio singolo
  #75  
Vecchio 09-08-2018, 19.39.41
L'avatar di Alberta
Alberta Alberta non è connesso
Registered User
 
Data registrazione: 27-01-2011
Residenza: Venezia
Messaggi: 40
Alberta reputazione oltre ogni limiteAlberta reputazione oltre ogni limiteAlberta reputazione oltre ogni limiteAlberta reputazione oltre ogni limiteAlberta reputazione oltre ogni limiteAlberta reputazione oltre ogni limiteAlberta reputazione oltre ogni limiteAlberta reputazione oltre ogni limiteAlberta reputazione oltre ogni limiteAlberta reputazione oltre ogni limiteAlberta reputazione oltre ogni limite
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Gritti Visualizza messaggio
ciao Alberta!
ti ringrazio per le informazioni sul forum, ci sono passato più o meno nel periodo di maggese, ricordo che ogni tanto scriveva pure cesare! Ci sono rimasto pochissimo però.
Sono d'accordissimo su il pagliaccio, la versione stadi 2018 vale da sola il prezzo del biglietto (non ci sono stato al concerto ma l'ho visto in tv).
Toglimi una curiosità, tu che a quanto leggo sei una grande fan di Cesare... cosa ne pensi dell'ultimo album?
Ciao!
Ho visto che in generale qui dentro l'ultimo album non piace molto (eufemismo! ), e così pure Logico. A dire il vero conosco alcuni vecchi ammiratori storici ai quali parimenti non è piaciuto, lo trovano troppo "diverso dal Cesare di una volta", vuoi per gli arrangiamenti vuoi per certe scelte testuali.

Io non penso di fare molto testo perchè sono di mezza età (classe 1964), cresciuta col cantautorato classico anni '60-'70 e quindi tendo a ritenere importante soprattutto quel che io chiamo "l'anima", ossia il riuscire a percepire che il cantautore XY ci sta comunicando qualcosa che sente veramente. Tutto il resto mi passa in secondo piano anche se ovviamente anch'io ho i miei gusti personali (a un arrangiamento elettronico ne preferiirò sempre uno più basato su piano e archi, ma se il testo mi trasmette immagini, sincerità e sensazioni importanti ben venga pure l'elettronica).

Detto questo, anche se per me i suoi due album più belli, completi e umani restano Il primo bacio sulla luna e Maggese, ho apprezzato molto, nel loro complesso, anche Logico prima (esclusa, dopo i primi mesi, Greygoose perchè lo scherzoso doppiosenso alla lunga mi ha stancata; esclusa anche Io e Anna che trovo troppo lagnosa anche se il video è splendido) e Possibili scenari ora. Ciò benchè la quasi totalità dei testi di quei due album sia scritta in tandem con Davide Petrella, mentre prima se li scriveva da solo (ci sento dentro comunque una netta preponderanza della sensibilità personale di Cesare, Petrella notwithstanding).

Secondo me in Possibili Scenari c'è come un potente flusso di coscienza incanalato e suddiviso in canzoni, sorretto da arrangiamenti molto vari (più che in Logico, dove si era innamorato forse un po' troppo dell'elettronica). A tratti l'umanità senza fronzoli, sincera e disarmata (una delle cose che mi avevano colpito di più nel Cesare di Maggese, il primo da me "conosciuto", una dozzina di anni fa) torna alla ribalta ed è pure molto intensa - parlo in particolare di Poetica e di Nessuno vuole essere Robin, tra l'altro quest'ultima scritta da solo senza Petrella - e in questo ritrovo perfettamente il "Cesare più giovane".

Solo un paio di brani mi danno la sensazione di un certo qual velleitarismo letterario, ma sono una minoranza. I testi che mi convincono meno, perchè mi suonano un po' sforzati per stupire - mentre musicalmente mi convince tutto, anche certi "omaggi" molto accentuati a Lucio Battisti, ai Beach Boys e ad altri - sono quelli di Possibili Scenari e di Un uomo nuovo.

Una canzone di cui non parla quasi nessuno e che per me invece è notevole è Silent Hill, con quest'uomo braccato dai suoi vizi e dalle sue debolezze (e musicalmente trovo che l'arrangiamento si sposi bene con quest'angoscia strisciante).

Al tuo matrimonio può sembrare sciocchina e invece, a parte la citazione cinematografica evidente e divertita da Il laureato di Mike Nichols, ci vedo dentro un Cesare totalmente se stesso.

Kashmir-Kashmir, oltre ad essere un gran bel funky ballabilissimo col basso di Ballo in grande spolvero, ha un testo che per me riesce nella non facile impresa di parlare di un tema ormai abusato in modo originale e peculiare senza sconfinare nella retorica. Non è poco.

In realtà trovo che ci siano alti e bassi in ciascuno dei suoi dischi successivi a Il primo bacio sulla luna (per dire, anche ne La Teoria dei Colori del 2012 metà canzoni le apprezzo senza riserve - alcune sconosciute ai più, come Il Sole, le trovo sublimi - ma varie altre mi lasciano freddina, in particolare Ecco l'amore che cos'è e Non ti amo più). In definitiva l'unica cosa del "nuovo Cesare" che proprio non sopporto è il singolo Buon Viaggio del 2015 ...

Ciao a tutti!

EDIT: Gritti, sono andata indietro in questo thread e ho letto le tue opinioni non solo su Possibili Scenari ma anche su Logico (per me le più belle ed intense sono, oltre a Fare e disfare, le ultime cinque inclusa Cuore di cane, pensa te! ) e Teoria (vedi sopra su Il Sole ) ... divergiamo proprio su tutto, ma va bene così!

Ultima modifica di Alberta : 09-08-2018 alle ore 19.55.05
Rispondi citando