Discussione: Carta Bianca*
Visualizza messaggio singolo
  #28  
Vecchio 20-10-2006, 13.44.18
L'avatar di Mimma
Mimma Mimma non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 28-10-2000
Residenza: if we can't live together, we're gonna die alone.
Messaggi: 7,319
Mimma reputazione TermoNucleareGlobaleMimma reputazione TermoNucleareGlobaleMimma reputazione TermoNucleareGlobaleMimma reputazione TermoNucleareGlobaleMimma reputazione TermoNucleareGlobaleMimma reputazione TermoNucleareGlobaleMimma reputazione TermoNucleareGlobaleMimma reputazione TermoNucleareGlobaleMimma reputazione TermoNucleareGlobaleMimma reputazione TermoNucleareGlobaleMimma reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito come volevasi dimostrare

è la seconda volta che scrivo di te (qui e sul blog). ed è la seconda volta che puntualmente, mi arriva la tua telefonata.
come l'ultima volta hai bisogno di sapere dove conservo quei documenti. come l'ultima volta mantieni un tono assolutamente invariabile per tutta la conversazione e, come l'ultima volta, io non riesco a non immaginarti immersa da un cumulo di fogli che ormai, senza il mio controllo, non sanno più dove andare e tu, poretta, non sai perchè mai siano lì. o non siano lì.
come l'ultima volta, quando avverto che la telefonata sta per concludersi, perchè hai ottenuto le informazioni richieste accompagnate da efficiente cortesia mia, mi rispervo 25 secondi di silenzio/attesa. e, come da copione, tu concludi tutto con un "grazie, ciao". "prego, figurati, ciao".
ora.
io non mi aspetto affatto un "come va?". come l'ultima volta, maledico il giorno in cui lez ha pensato bene di darti il mio nuovo numero di cellulare.
è che i momenti, come quello della notte scorsa, in cui il tou pensiero mi è addirittura dolce e nostalgico, svaniscono nel nulla, sovrastati dalla tua arroganza, anzi no, dalla tua incapacità di mettere in gioco i sentimenti, anche quell negativi, dal tuo essere così stramaledettamente controllata e prevedibile.
e mi scopro così umana, fragile, arrabbiata. e vorrei che tra me e te le distanze aumentassero ancora, ancora, ancora. definitivamente.
__________________
"Come geloso, io soffro quattro volte: perché sono geloso, perché mi rimprovero di esserlo, perché temo che la mia gelosia finisca per ferire l'altro, perché mi lascio soggiogare da una banalità: soffro di essere escluso, di essere aggressivo, di essere pazzo e di essere come tutti gli altri".
Rispondi citando