Visualizza messaggio singolo
  #2  
Vecchio 16-03-2007, 10.19.20
L'avatar di FABIO ROBERTO TOGNETTI
FABIO ROBERTO TOGNETTI FABIO ROBERTO TOGNETTI non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 05-11-2000
Messaggi: 14,808
FABIO ROBERTO TOGNETTI reputazione TermoNucleareGlobaleFABIO ROBERTO TOGNETTI reputazione TermoNucleareGlobaleFABIO ROBERTO TOGNETTI reputazione TermoNucleareGlobaleFABIO ROBERTO TOGNETTI reputazione TermoNucleareGlobaleFABIO ROBERTO TOGNETTI reputazione TermoNucleareGlobaleFABIO ROBERTO TOGNETTI reputazione TermoNucleareGlobaleFABIO ROBERTO TOGNETTI reputazione TermoNucleareGlobaleFABIO ROBERTO TOGNETTI reputazione TermoNucleareGlobaleFABIO ROBERTO TOGNETTI reputazione TermoNucleareGlobaleFABIO ROBERTO TOGNETTI reputazione TermoNucleareGlobaleFABIO ROBERTO TOGNETTI reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito

Mi vantavo con Corona, ma tra noi si scherza Il paparazzo:
Le foto a Sircana? Mai fatte
Massimiliano Scarfone smentisce di aver fatto foto al portavoce del governo mentre cercava transessuali

ROMA - «Mi dispiace veramente per questo signor Sircana. Ma io non c'entro niente. Non ho mai venduto una foto sua con i trans. Non l'ho mai fatta. Ho solo detto cazz... per telefono a un amico. Succede. Soprattutto a noi fotografi». Massimiliano Scarfone, per tutti Max, è il paparazzo che la sera del 14 settembre alle 0,22 telefona a Fabrizio Corona per annunciargli uno «scoop»: «un personaggio importantissimo della politica ... a transessuali»: il «portavoce di Prodi».

Dunque era tutto falso?
«Con Fabrizio Corona, parliamo così: giochiamo».
Un gioco?
«Sì, è nato tutto per scherzo. Nel nostro mondo è facile vantarsi di scatti mai fatti. Una volta un collega si vantò con me di una mia foto finita sulla copertina di Novella 2000 ».

Ma perché per una foto che non c'era chiama Corona nella notte?
«Avevo sentito dire da colleghi che era stato fatto un servizio di lui con i trans, ma io non ho mai fatto nessuna foto e nessun ricatto, come leggo sui giornali. Io faccio solo il lavoro mio: il free-lance».

Ma quella sera Sircana lo ha visto?
«Sì, era stato a cena al Bolognese con una signora. Ma era una cena di lavoro. Ormai dall'atteggiamento me ne rendo conto».

In un sms a Corona lei però dice «sta con una bionda, lui è sposato con una bassetta nera, si danno un bacio». Non era vero neanche questo?
«Si sono salutati con un bacio, ma non in bocca. Era un bacio di saluto. Sennò il servizio l'avremmo venduto e invece non se l'è comprato nessuno. Poi purtroppo sapevo che girava la voce che andava con i trans e mi è venuto questo "spirito di patata" e ho scherzato con Fabrizio. Anche perché lui è simpaticamente insistente e si esalta».

Nella telefonata dice anche di aver seguito Sircana nella via dei transessuali. Ha inventato anche il pedinamento?
«Sì, non l'ho visto. Ho solo parlato di questa cosa per sentito dire».

Ma lei dice che ha una foto «della macchina con la targa» con lui (che però non si vede)?
«Io non l'ho fatta. Se c'è in giro non lo so. Ci può pure essere. Ma non è mia e non è transitata da me a Corona. Possono venire a vedere il mio computer. Non c'è problema. Trovassero da dove è transitata. Io non ho fatto niente di male. Invece adesso mi ritrovo su tutti i giornali».

Ma lei richiama alle 0,53 Corona e gli chiede il rinforzo di "Bicio per fare un appostamento". Lo richiama ancora per dire che ha scoperto dove abita e dice di temere la Digos. Non sembra uno scherzo.
«Perché è una trascrizione: ma nel nastro si devono sentire le risate del fotografo che stava accanto a me. E poi la Digos viene sempre quando segui un politico. È una prassi».

L'ha detto al magistrato?
«Non sono stato sentito nemmeno dalla polizia. Mi piacerebbe dirglielo, ma non so se capirebbe perché ormai sembra chissà quale complotto stavamo facendo. Io ero reduce da un'operazione e da cinque mesi e mezzo di fermo. Cercavo solo una notizia».

Frequenta anche lei Lele Mora?
«No, non l'ho mai visto. Ho conosciuto Corona due o tre anni fa perché vendo le foto a varie agenzie e giornali. Nel suo studio erano tutti ragazzi giovani. Un ambiente fresco. Poi non è che posso sapere tutto ...».

Pensa che Corona abbia strumentalizzato il vostro lavoro o sia una vittima?
«Io giro come una trottola tutta la notte per fare foto di gossip da parrucchiere. Inseguo il sogno di uno scoop. Ma vendo foto per pubblicarle. Del resto, di Vallettopoli, dei festini dei vip, eccetera, non so niente e non me sto a impiccià».

Virginia Piccolillo
(da www.corriere.it 15 marzo 2007)
__________________
il mio blog



‎"Io sono anche fazioso, ci sono persone che non mi piacciono e la mia più grande preoccupazione è farglielo sapere."
(Enzo Biagi)



Non reputazioni, ma opere di bene
Rispondi citando