Discussione: Carta Azzurra
Visualizza messaggio singolo
  #7703  
Vecchio 28-01-2019, 03.29.53
L'avatar di gabo86
gabo86 gabo86 non è connesso
Moderatore
 
Data registrazione: 08-05-2005
Residenza: Melèe Island
Messaggi: 43,147
gabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito più per meno meno

C'è stato un momento, sul divano, in cui è sembrato veramente che tutto potesse cambiare. Ero stato sincero come non mai, anche a costo di coprirmi di ridicolo, e la sincerità era stata apprezzata con delle risate scaturite più dal mio tono divertito che dall'intensità di quello che stavo raccontando. E poi, alla fine, era partito il disco.
Il disco ha riecheggiato, anche se l'eco non è arrivata fino alla festa. Ci saremmo dovuti rivedere a quella festa, ma non è quello il punto. Il punto è che l'eco non c'è arrivata, si è affievolita prima.

La mia teoria sui "non ritorni" funziona sempre, con le due eccezioni che ho sempre raccontato (non considero quello di Ale un ritorno perché, in fondo, non era mai andato via). Funziona anche la mia teoria sull'estrema difficoltà di ammettere che ci si può fare pace col passato senza per forza dover immaginare un futuro. Anche in questo caso, la più sincera di sempre è stata Laura: quell'abbraccio alla stazione della metropolitana voleva dire "magari non ci sentiremo più, ma va bene così". Nessun altro e nessun'altra è mai stato/a sincero/a come lei.

Bastava, sul divano, dire "bene, queste parole cancellano il male del passato, ma inutile pensare al bene del futuro, perché per quello non c'è spazio". Bastava fare così, in fondo. Anche se quella delusione, poi, fu infinitesimale rispetto a tutte le altre. Però si poteva evitare, quello sì.
Peccato.

(post scritto ascoltando Sheik Yer Zappa di Stefano Bollani)
__________________
And all of my dreams
they may have come true
but so did my nightmares
which I can't get through.
Rispondi citando