Discussione: Carta Azzurra
Visualizza messaggio singolo
  #7734  
Vecchio 13-02-2019, 04.04.31
L'avatar di gabo86
gabo86 gabo86 non č connesso
Moderatore
 
Data registrazione: 08-05-2005
Residenza: Melče Island
Messaggi: 43,147
gabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito l'isola deserta: benny crespo's gang - benny crespo's gang

Forse, tra tutti i dischi da isola deserta, questo č il meno conosciuto. Anzi, sicuramente.
Si tratta dell'album d'esordio di una band islandese che canta in inglese, con un rock contemporaneamente pesante e complicato. Due voci, una maschile prevalente e una femminile che canta ogni tanto, e un muro di chitarre elettriche e tastiere che poggiano su un basso poco in risalto e su una batteria grandiosa. Ci sono brani lunghissimi che sembrano quasi suite, come la splendida "Shine", con una lunga coda "tranquilla" dopo un pezzo agitato e nervoso, o come "Conditional love", che di tranquillo ha l'intermezzo cantato dalla voce femminile. Scoraggiano un po' il pezzo di apertura e di chiusura, inutilmente rumorosi e urlati. Ma il resto del disco č di altissimo livello, a patto di accettare l'alto tasso di distorsioni e di "wall of sound" chitarristico. Quando ho iniziato ad ascoltarlo per me era una novitŕ, poi le mie orecchie con gli anni si sono abituate.
Ma questo disco resta meraviglioso.
__________________
And all of my dreams
they may have come true
but so did my nightmares
which I can't get through.
Rispondi citando