Visualizza messaggio singolo
  #19  
Vecchio 02-01-2007, 13.32.02
L'avatar di Carmelo Mazzella
Carmelo Mazzella Carmelo Mazzella non Ŕ connesso
Forumista
 
Data registrazione: 24-06-2001
Residenza: Pedara (Catania)
Messaggi: 10,893
Carmelo Mazzella reputazione Stellare !!!Carmelo Mazzella reputazione Stellare !!!Carmelo Mazzella reputazione Stellare !!!Carmelo Mazzella reputazione Stellare !!!Carmelo Mazzella reputazione Stellare !!!Carmelo Mazzella reputazione Stellare !!!Carmelo Mazzella reputazione Stellare !!!Carmelo Mazzella reputazione Stellare !!!Carmelo Mazzella reputazione Stellare !!!Carmelo Mazzella reputazione Stellare !!!Carmelo Mazzella reputazione Stellare !!!
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da ExSissy Visualizza messaggio
Quoto in pieno...
io sono stata a cuba lo scorso mese e ho sempre adorato quest'isola... il mito della rivoluzione, il sogno di libertÓ... il calore dei cubani... ci sono stata altre volte ma in questo viaggio ho voluto informarmi, parlare con i cubani e sapere com'Ŕ vivere li.
Mi sono ritrovata in una realtÓ triste, incogruente... ho visto le case piende di miseria dei cubani, conosciuto gente che vive con 10 dollari al mese (la paga di un chirurgo non supera i 25 dollari) ... e poi ho visto anche i politici girare con mercedes classe M. Si riconoscono perchŔ a Cuba ogni veicolo ha una targa di un colore particolare in base alla proprietÓ. I politici hanno le targhe blu... le auto "collettive" (cioŔ statali) le hanno marroni, i turisti gialle... insomma ora non s˛ se i colori sono giusti, Ŕ solo per farmi intendere.
Ci sono una marea di cose da dire... prover˛ con calma e cerco di essere piu chiara possibile.
Fino agli anni 90 Cuba vivacchiava, anche con l'embargo, perchŔ dipendeva dall'ex urss, poi con la caduta del muro ne Ŕ seguito un periodo che i cubani chiamano " periodo especial" fatto di vera e propria miseria, tanti non avevano nemmeno di che mangiare... l'urss non sovvenzionava piu e tutti i traffici ovviamente sono spariti... e allora cuba, seppur controvoglia si Ŕ aperta al turismo... anzi dovrei dire ri-aperta, visto che al periodo di Batista era praticamente diventata l'isola delle vacanze degli americani... mi pare la costa della florida disti meno di 200 km da Varadero, che oggi Ŕ la piu rinomata e commerciale localitÓ dell'isola, insomma gli americani hanno bonificato tutta questa zona che era paludosa, hanno costruito case, alberghi, venivano a drogarsi e a cercare prostitute... traffici di cocaina, smerci di denaro sporco di mafiosi... insomma era una merda... poi Ŕ arrivato castro, supportato dal mitico Che che si Ŕ messo a fare la rivoluzione... con coraggio, testardaggine, passione... ammirevole, davvero. HAnno combattuto finchŔ Ŕ salito al potere e da li l'amore della rivoluzione si Ŕ tristemente trasforamto in bramositÓ del potere, dittatura. La libertÓ che tanto ha invocato Ŕ sparita, ha tolto tutto a tutti, ha dato una casa, ha dato un servizio di sanitÓ incondizionato a tutti, ha deciso che le scuole non andavano pagate, e infatti a cuba tutti, e dico tutti, sono laureati. Il che Ŕ lodevole, ma in cambio di queste cose ha tolto la libertÓ di pensiero, di stampa, di parola. Oggi a Cuba non si pu˛ parlare liberamente, Ŕ difficile trovare un cubano che parli male della politica cubana e soprattutto di fidel, perchŔ ci sono le spie. Vivono nel terrore ed Ŕ difficilissimo che si fidino... io ho avuto la fortuna di conosere una ragazza che Ŕ un p˛ una "disobbediente del regime" ma Ŕ una raritÓ trovare cubani che ti raccontino come vivono realmente, come la rivoluzione si Ŕ trasformata in prigione.
La situazione Ŕ che per prima cosa c'Ŕ un enorme differenza tra i cubani che lavorano nel tursimo e i cubani che vivono in posti isolati... il perchŔ Ŕ subito capito, si tratta dei soldi, perchŔ una mancia equivale allo stipendio di un mese di una persona, e contiamo che ai cubani viene data una tessera mensile (tipo quella che veniva data nel periodo del fascismo ai nostri nonni) con la quale si ha diritto a generi di prima necessitÓ: farina, riso, acqua, e un p˛ di altre cose, ma il riso per esempio nn Ŕ raffinato, per cucinarlo devi stare a pulire chicco per chicco ... e con un dollaro lo compri giÓ pulito. E la stessa cosa vale per gli altri alimenti "gratis". Per˛ il sapone, i pannolini per i bambini, gli assorbenti e un sacco di altre cose non sono comprese nella tessera e si pagano in dollari. Chi vive con dieci dolalri al mese non pu˛ comprarsi niente.... nemmeno le medicine. A cuba se a un cubano servono medicine (Esclusivamente messe a disposizione dallo stato e il piu della volta bandite dalla cee perchŔ pericolose...), entra in una farmacia e glila danno la medicina, si, una. Vuoi un aspirina? Ok, una, non una scatola. Capita di trovare cubani che chiedono medicine ai turisti, se andate a cuba, lasciate quelle che vi portate, Ŕ apprezzato tantissimo, stessa cosa per shampoo, bagnischiuma, assorbenti ecc.
Per quanto riguarda il servizio medico Ŕ vero, esiste gratuito per tutti, ma mancano strutture, medicine, macchinari... al contrario di quello che si pensa e che dicono di cuba, gli ospedali sono indietro anni luce.... e mi raccontava questa ragazza che le Ŕ successo una volta che Ŕ andata dal dentista per farsi fare una pulizia e la dottoressa la ha mandata via dicendo che non aveva lo spazzolino e il dentrifico per fargliela... (fanno la pulizia dei denti cosi, con un semplice spazzolino e da qui capite che tipo di sanitÓ esiste...) cosi la ha mandata via... poi questa ragazza tramite una sua amica sempre dottoressa ha saputo che con 15 dollari poteva fare la pulizia lo stesso giorno, cosi ha pagato ed Ŕ andata. Indovinate chi era la dentista che le ha fatto la pulizia.....
Poi, la scuola... beh oddio, andare ad imparare le cose in una scuola di uno stato che ti insegna solo quello che lui ritiene giusto... Ŕ abbastanza riduttivo.
I cubani non sanno niente di quello che li circonda... il regime controlla stampa, radio, tv, giornali, internet. I cubani possono usare internet limitatamente... ci sono dei blocchi.
A cuba non potete regalare un pc, non potete introdurre gps, e se volete stare con un cubano e portarlo in italia dovete sposarvi.
Ecco il perchŔ di tante cubane che trovano l'allocco italiano piuttosto che francese o tedesco e si fanno portare via, e poi lo lasciano.
Gente tenta la traversata dello stretto della flordia per arrivare negli stati uniti, per scappare... sfidando la morte...
insomma io credo che a Cuba non si stia poi cosi bene.

Riallaciandomi alla domanda inziale per˛ vorrei dire una cosa... Cuba Ŕ splendida, ha un popolo orgoglioso, fiero, bella gente davvero... un viaggio a cuba Ŕ un salto indietro nel tempo.... ma se muore castro... io ho paura torneranno gli americani... e sarÓ una guerra... l'ennesima... e tutta la magia di cuba morirebbe col loro arrivo....
cuba si Ŕ aperta al turismo relativamente

Ŕ un turismo sessuale, purtroppo.

Ŕ uno schifo, lavorando ho sentito al bancone un sacco di storie di ultra 50enni che vanno li divertendosi a "rimorchiare" (son convinti che rimorchiano) le ventenni cubane.

ma che cazzo!!!!

MA vaffunculo, puttanieri pedofili!
__________________
PoichŔ il male trionfi, Ŕ necessario che i buoni rinuncino all'azione.


www.myspace.com/carmelomazzella



Adonai
Rispondi citando