Visualizza messaggio singolo
  #37  
Vecchio 11-10-2006, 20.46.37
L'avatar di FABIO ROBERTO TOGNETTI
FABIO ROBERTO TOGNETTI FABIO ROBERTO TOGNETTI non Ŕ connesso
Forumista
 
Data registrazione: 05-11-2000
Messaggi: 14,808
FABIO ROBERTO TOGNETTI reputazione TermoNucleareGlobaleFABIO ROBERTO TOGNETTI reputazione TermoNucleareGlobaleFABIO ROBERTO TOGNETTI reputazione TermoNucleareGlobaleFABIO ROBERTO TOGNETTI reputazione TermoNucleareGlobaleFABIO ROBERTO TOGNETTI reputazione TermoNucleareGlobaleFABIO ROBERTO TOGNETTI reputazione TermoNucleareGlobaleFABIO ROBERTO TOGNETTI reputazione TermoNucleareGlobaleFABIO ROBERTO TOGNETTI reputazione TermoNucleareGlobaleFABIO ROBERTO TOGNETTI reputazione TermoNucleareGlobaleFABIO ROBERTO TOGNETTI reputazione TermoNucleareGlobaleFABIO ROBERTO TOGNETTI reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito

riprendendo il discorso che facevo prima, io non giustifico i politici. dico solo che andrebbero trattati come tutte le altre categorie. sono eletti? certo, ma li eleggiamo per fare un lavoro, ossia guidare il paese. e quando fanno questo lavoro sono sotto gli occhi di , non dico milioni, ma di un bel po' di persone. ammettiamo che il parlamentare x assuma cocaina e che gli dia "fastidio". cosa succede alla fine? al massimo pu˛ andare in parlamento Ŕ cantare "foxy lady"...sai che figura...
mettiamo che il parlamentare x sia membro del governo, per la precisione ministro degli esteri (scusami massimino). cosa fa, dichiara guerra alla Svezia?
allora, quello che voglio dire Ŕ che non esageriamo la questione. a qualcuno capisco possa dare fastidio. ma centinaia di persone fanno uso di cocaina. dai dirigenti di azienda (un po' tutti, credo, abbiano in testa a chi mi riferisco) ai manager. gente che ha delle responsabilitÓ anche piuttosto importanti. se ci indignamo in questo modo per i parlamentari, allora perchŔ non fare lo stesso con le altre categorie?
__________________
il mio blog



‎"Io sono anche fazioso, ci sono persone che non mi piacciono e la mia pi¨ grande preoccupazione Ŕ farglielo sapere."
(Enzo Biagi)



Non reputazioni, ma opere di bene
Rispondi citando