Discussione: Parigi
Visualizza messaggio singolo
  #30  
Vecchio 15-11-2015, 00.05.50
L'avatar di elisol_02
elisol_02 elisol_02 non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 13-06-2006
Residenza: sempre altrove
Messaggi: 2,814
elisol_02 reputazione Stellare !!!elisol_02 reputazione Stellare !!!elisol_02 reputazione Stellare !!!elisol_02 reputazione Stellare !!!elisol_02 reputazione Stellare !!!elisol_02 reputazione Stellare !!!elisol_02 reputazione Stellare !!!elisol_02 reputazione Stellare !!!elisol_02 reputazione Stellare !!!elisol_02 reputazione Stellare !!!elisol_02 reputazione Stellare !!!
Predefinito

Ho guardato un po' di porta a porta. il teatrino dell'ovvio e dell'odio fomentato per cavalcare l'onda che porta al voto.
anch'io come voi sono confusa, triste e dubbiosa. e forse è un bene che ci sentiamo così. forse è un bene che dubitiamo, che non sappiamo cosa fare. l'impeto e la certezza non aiutano, il fermarsi invece forse si. ringrazio Valer per il link alla lettera di Terzani. parole preziosissime che sembrano scritte oggi. parole che fanno anche capire molto dei rapporti tra oriente e occidente, perdonatemi questa squallida contrapposizione.
concordo con tutto quello che dice Terzani e speravo di leggere una simile risposta al pensiero odioso della Fallaci riesumata oggi per l'occasione al fine di sostenere con una parvenza letteraria il parere islamofobo di salvini &co.
i terribili fatti di ieri hanno sconvolto tanto anche me perché stavolta, rispetto a quando un attentato avviene a Beirut, in Nigeria, in Siria, in Palestina, in Israele, mi sono immedesimata di più, complice anche la tempestiva e prolungata informazione televisiva e dei social. Mentre Mentana mi bombardava con le sue incerte informazioni, pensavo che quei ragazzi si stavano divertendo ad un concerto esattamente come facciamo noi. Nello stesso tempo pensavo che questa si sarebbe dimostrata un'occasione ghiotta per gli sciacalli, il quotidiano libero oggi ha veramente toccato il fondo. E mentre pensavo, il numero dei morti aumentava e aumentava anche la mia ansia, la mia inquietudine e il mio senso di impotenza. Cosa vuoi fare? annullare la tua vita? smettere di andare a mangiare una pizza o a vedere un concerto? No. certo che no. Ma non vi nascondo che quando oggi pomeriggio sono andata a Piazza Massimo, senza nemmeno sapere che c'era un sit in di solidarietà, ho pensato che essendo tanti poteva diventare una situazione pericolosa. Mi sono detta stupida da sola.
Poi ho sentito un giornalista dire che ora non ha senso che l'occidente si colpevolizzi. Bhè non sono per nulla d'accordo. Non ho potuto fare a meno di ricordarmi di una chiacchierata del 2005 tra me ed una mia amica, un giorno all'università dopo una lezione di antropologia, nella quale concordavamo sul fatto che le manifestazioni degli immigrati di seconda generazione nelle banlieux parigine (ve le ricordate?) fossero la lampante dimostrazione del fallimento delle politiche d'integrazione francesi ed europee in generale. Dico, noi l'abbiamo pensato da studentesse 10 anni fa, ma chi ci governa è cieco e sordo? Se tu stato non porti avanti una vera, reale e sincera integrazione, coloro che vivono nel disagio ti si ritorceranno contro. Questa è la lezione. Aggiungi poi che sempre tu stato occidentale, in barba ai principi europei di egalitè e fraternitè, fai guerre a destra e manca per esportare la democrazia dici, ma è per controllare risorse energetiche e il quadro è completo.
Ora, siamo sicuri che continuare a bombardare più di prima sia la strada giusta? Certo comprendo che ormai siamo forse in una strada senza uscita, dato che questi votati al suicidio sono convinti anche di avere uno stato, non riconosciuto tra l'altro. Non sarebbe meglio rinunciare al dominio economico con le risorse altrui, cercare con il lanternino i responsabili sostenendo che so io... i curdi, e parlare di pace e non di odio nei nostri paesi cercando di unire con incontri conoscitivi, tavole rotonde, manifestazioni di piazza tutte le comunità presenti sul territorio?
Scusate l'accozzaglia prolissa di pensieri e dubbi.

Selly comincia a essere la mia musa ispiratrice... scrivo troppo ultimamente.
__________________
la tristezza è un ricatto
Rispondi citando