Visualizza messaggio singolo
  #1  
Vecchio 04-12-2006, 20.38.08
L'avatar di FABIO ROBERTO TOGNETTI
FABIO ROBERTO TOGNETTI FABIO ROBERTO TOGNETTI non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 05-11-2000
Messaggi: 14,808
FABIO ROBERTO TOGNETTI reputazione TermoNucleareGlobaleFABIO ROBERTO TOGNETTI reputazione TermoNucleareGlobaleFABIO ROBERTO TOGNETTI reputazione TermoNucleareGlobaleFABIO ROBERTO TOGNETTI reputazione TermoNucleareGlobaleFABIO ROBERTO TOGNETTI reputazione TermoNucleareGlobaleFABIO ROBERTO TOGNETTI reputazione TermoNucleareGlobaleFABIO ROBERTO TOGNETTI reputazione TermoNucleareGlobaleFABIO ROBERTO TOGNETTI reputazione TermoNucleareGlobaleFABIO ROBERTO TOGNETTI reputazione TermoNucleareGlobaleFABIO ROBERTO TOGNETTI reputazione TermoNucleareGlobaleFABIO ROBERTO TOGNETTI reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito fare satira sul dolore (?)

Malore di Berlusconi: satira e polemiche

16:21 MAR 28 novembre 2006
Ultimamente i comici non se la passano molto bene.
Se qualche giorno fa a finire nell’occhio del ciclone erano stati Maurizio Crozza e Fiorello, rei di aver ironizzato su Papa Ratzinger ed il suo segretario Padre Georg, adesso sono la sequenza del malore occorso a Berlusconi mandata in onda su Blob con il sottotitolo "Paura eh?"ed il Paolo Rossi barcollante che "si emoziona" e quasi sviene pensando a Dell'Utri nello studio di "Che tempo che fa" di Fazio (guarda il video sul sito ufficiale) ad accendere la polemica.
Semplice satira? Decisamente no, secondo Mario Giordano, che dalle colonne de “Il Giornale” si è scagliato contro il comico friulano “Qui non è più questione di satira: qui c'è un uomo di settant'anni che sta male e ce n'è un altro che ride di lui, c'è l'umanità contro la disumanità, l'intima sofferenza contro lo sberleffo pubblico, la persona che scopre il suo lato debole e l'altro che lo colpisce senza pietà”.

Contemporaneamente da “Forza Italia” sono piovute copiose le critiche per “Blob”. “Non so proprio cosa abbia di sarcastico il filmato mandato in onda da quella trasmissione, è puramente delinquenziale. Francamente non credevamo che si potesse arrivare a questo livello di cinismo e di cattivo gusto”, ha commentato Cicchitto. “Quello di Blob e Paolo Rossi- ha aggiunto Lainati, capogruppo di Forza Italia nonché in commissione di vigilanza Rai- è squallido cinismo. Non mi spiego l'ignobile dileggio a cui viene sottoposto Berlusconi dai presunti comici del terzo canale della televisione pubblica, utilizzando le drammatiche immagini di ieri a Montecatini senza nessuna vergogna. Ci auguriamo che i massimi vertici della tv pubblica abbiano, almeno questa volta, un sussulto di dignità che imponga a questi loro sottoposti il rispetto delle persone”.
A sdramattizzare (forse) ci pensa Luciana Littizzetto: “faccio tanti auguri a Berlusconi. Vedendo le immagini del suo malore in tv mi sono spaventata. L'unica cosa strana è che tutti quando svengono impallidiscono, lui invece era talmente truccato che non si è vista la differenza”.

(http://magazine.excite.it/news/476/M...ra_e_polemiche
(scusate per la fonte non troppo seria non ho trovato l'articolo sui quotidiani on-line)


L'ex premier ha lasciato l'ospedale. Il medico: «Il cuore è ok» Berlusconi ai suoi: «Non temete, rimango» Collegamento via telefono con i parlamentari di Fi: «Sarò a Roma, in prima fila». E su Deaglio: «Bene i pm, ora la riconta dei voti»


LE SCUSE PER IL BLOB - Arrivano intanto le scuse del Consiglio di amministrazione della Rai a Berlusconi per il «Blob» dedicato al suo malore e intitolato "paura eh?!?". «Al termine della seduta odierna del Cda - spiega una nota di Viale Mazzini - il presidente e tutti i consiglieri d'amministrazione si sono rammaricati per la rappresentazione caricaturale e di cattivo gusto del malore dell'on Berlusconi fatta su Blob lunedì sera. Se ne scusano con lui e con i cittadini che si sono sentiti offesi».
Corriere della Sera 29 novembre 2006
__________________
il mio blog



‎"Io sono anche fazioso, ci sono persone che non mi piacciono e la mia più grande preoccupazione è farglielo sapere."
(Enzo Biagi)



Non reputazioni, ma opere di bene
Rispondi citando