Discussione: Liste
Visualizza messaggio singolo
  #60  
Vecchio 12-06-2018, 23.09.58
L'avatar di valer
valer valer non  connesso
Forumista
 
Data registrazione: 04-02-2004
Messaggi: 14,256
valer reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobale
Invia un messaggio via MSN a valer
Predefinito Intermezzo - I suoi gatti

Stasera parlo di due gatti che non ho conosciuto, ma di cui mi stato raccontato talmente tanto che come se fossero cresciuti con me.

Min - gatta siamese che ha accompagnato l'adolescenza della mia mamma. Gatta intelligentissima e sopra le righe, per vari motivi. Prima di tutto faceva i suoi bisogni del water, e voi penserete "ma che schifo", e invece pensate all'intelligenza di aver capito quella cosa. La mia nonna mi ha raccontato che pi volte si lamentata col mio nonno, la mia mamma e i miei zii perch non tiravano lo sciacquone, nonostante in effetti col senno di poi si rese conto che quelle cacchette erano un po' atipiche..fino a che un giorno non trov la gatta con le quattro zampe sulla tavoletta che faceva i suoi comodi. Alla chiusura forzata del bagno seguirono rappresaglie e vendette tramate dalla gatta, tipo tappeti alzati, defecazione e tappeti riabbassati, tutto per dispetto alla mia nonna. Alla fine i bagni furono riaperti.
Min che nascose la prima cucciolata in fondo al letto della mia mamma, sotto le lenzuola. Min con la schiena spezzata dal bastone del vicino, che si trascinata fino in casa per morire in braccio alla mia mamma.

Orazio - Orazio l'ho visto in foto, in braccio alla mia mamma sulle scalette nel giardino dei miei nonni. Era un gattone bianco con chiazze rosse. Ha vissuto in simbiosi con lei fino a pochi giorni dopo la mia nascita. Su un tavolinetto basso in salotto c'era una cesta di vimini, con dentro me di pochi giorni. Orazio si avvicinato, mi ha annusata, ha guardato la mia mamma, le ha fatto un miagolio che lei mi ha sempre definito come "mai sentito prima e mai pi risentito", ed sparito, mai pi rivisto. Devo dire che questa cosa mi sempre dispiaciuta tanto.
Rispondi citando