Discussione: Carta Azzurra
Visualizza messaggio singolo
  #7977  
Vecchio 23-08-2019, 01.53.32
L'avatar di gabo86
gabo86 gabo86 non  connesso
Moderatore
 
Data registrazione: 08-05-2005
Residenza: Mele Island
Messaggi: 43,471
gabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito a proposito del post precedente

Leggendo si entra nelle vite degli altri. Scrivendo, per, a me succede esattamente il contrario. Il primo libro che ho scritto dichiaratamente autobiografico, e il secondo lo velatamente (diciamo, ha degli elementi autobiografici). Del resto la mia palestra di scrittura stata ed Carta Azzurra, dove per ovvi motivi parlo di me, quindi come potrebbe essere altrimenti?

Pochi giorni fa stato il decimo anniversario di un post, che non ho quotato, in cui ringraziavo una forumista con cui non avevo mai parlato e che mi diceva che leggere i miei post era per lei come leggere un libro. Poi il libro l'ho scritto davvero, ma vabb.

Oggi pomeriggio, invece, ho letto per la terza volta (credo) "Nel paese delle ultime cose" di Paul Auster, ed esattamente come le altre volte ho sentito un pugno allo stomaco. Non sar il mio romanzo preferito ma certamente quello pi "forte" tra tutti quelli che ho letto.

(post scritto ascoltando Archived 8 dei The Future Sound Of London)
__________________
And all of my dreams
they may have come true
but so did my nightmares
which I can't get through.
Rispondi citando