Forum Soleluna  

Torna indietro   Forum Soleluna > Forum Classici

Rispondi
 
Strumenti discussione Modalità visualizzazione
  #7121  
Vecchio 14-02-2018, 13.46.09
L'avatar di gabo86
gabo86 gabo86 non è connesso
Moderatore
 
Data registrazione: 08-05-2005
Residenza: Melèe Island
Messaggi: 42,794
gabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito ripercorrere i passi

Gli stessi passi, con qualche deviazione, ma ad un orario completamente diverso, in una stagione dell'anno completamente diversa, con una musica nelle orecchie completamente diversa, con il cuore in una situazione completamente diversa, con delle aspettative completamente diverse e delle speranze completamente diverse.
La rabbia, poi, è andata completamente via, lasciando il posto forse a una specie di sollievo. Ci sono dei bivi giganteschi nella vita, e dobbiamo prendere una strada. Io la mia l'ho presa, non sarà la migliore in assoluto ma è la mia.

E oggi è San Valentino.

(post scritto ascoltando Marble Skies dei Django Django)
__________________
And all of my dreams
they may have come true
but so did my nightmares
which I can't get through.
Rispondi citando
  #7122  
Vecchio 14-02-2018, 22.15.00
L'avatar di gabo86
gabo86 gabo86 non è connesso
Moderatore
 
Data registrazione: 08-05-2005
Residenza: Melèe Island
Messaggi: 42,794
gabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito imageshack è morto, viva imageshack!

Citazione:
Originalmente inviato da gabo86 Visualizza messaggio
In realtà funziona ancora, cioè, funziona "di nuovo", ma hanno cancellato tutte le foto che c'erano prima. E visto che noi forumisti ci siamo appoggiati sempre a quel sito per caricare le foto sul forum, il forum si è svuotato di foto.
Il post che ho quotato, ad esempio, conteneva una foto, che ovviamente non si vede. E la foto neanche ce l'ho più, in realtà: tutte le foto scattate quel giorno le aveva la persona che era con me, e non ci parliamo più da poche settimane dopo il nostro ultimo incontro.
Il giorno di San Valentino eravamo andati alle Cinque Terre per percorrere la via dell'Amore: detta così sembra anche romantica, ma eravamo io, lei e il suo ragazzo (adesso padre dei suoi figli). Io e lei c'eravamo già visti due volte, prima a Roma e poi a Catania, e chiudemmo con una tre giorni pisana (con una capatina alle Cinque Terre, appunto). Le prime due volte erano state fantastiche, la terza lo fu meno, e non a causa del suo (simpaticissimo) ragazzo: semplicemente sembravamo più distaccati, non mi piaceva molto l'ambiente in cui viveva, e l'unica eccezione fu appunto quella passeggiata. Trekking, in realtà: partimmo la mattina da Riomaggiore e arrivammo nel tardo pomeriggio a Monterosso, dopo aver percorso l'intero Sentiero Azzurro (adesso chiuso per frane, ed è anni che penso di portarci anche Veronica). Fu sfiancante ma, come molte imprese sfiancanti (penso a Capri, a Sintra, ad Haarlem), c'ho lasciato un pezzo di cuore, e prima o poi andrò a riprenderlo.
Andrò a riprenderlo e mi ricorderò di lei, che non fa più parte della mia vita da quasi dieci anni per motivi che sfuggirono al mio controllo (e sfuggono tuttora alla mia comprensione), ma è andata così e basta.
Restano tantissime cose: splendidi momenti passati insieme, qualche fotografia, un vocabolario tutto nostro (ci sono delle parole che ogni tanto mi tornano in mente e mi fanno sorridere un sacco) e in generale uno splendido rapporto vissuto in giro per l'Italia e scioltosi, come le band, senza un perché.
__________________
And all of my dreams
they may have come true
but so did my nightmares
which I can't get through.
Rispondi citando
  #7123  
Vecchio 16-02-2018, 23.36.33
L'avatar di gabo86
gabo86 gabo86 non è connesso
Moderatore
 
Data registrazione: 08-05-2005
Residenza: Melèe Island
Messaggi: 42,794
gabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito star guitar

Citazione:
Originalmente inviato da gabo86 Visualizza messaggio
Dieci anni dopo, anzi, sedici anni dopo (l'uscita del video), resta sempre uno dei miei video preferiti. Sono quattro: gli altri tre sono di Fatboy Slim (uno uscito con lo pseudonimo di The BPA) e non è un caso, perché se la musica è elettronica e quindi sequenziale (e volendo monotona) per rimanere incollato alla televisione deve succedere qualcosa.
Nella fattispecie, il panorama dal treno che si modula in base agli elementi ritmici del pezzo: Michael Gondry è un grandissimo regista, anche di film, ma qui si è veramente superato. Prende un pezzo non eccelso e crea forse il video più bello di sempre.
Che poi, negli anni dopo di treni ne ho presi parecchi (poi soppiantati dalla bici anche nei rigidi inverni padovani), ma la sensazione che ho quando ascolto Star Guitar è sempre questa: io, su un treno, e il paesaggio che cambia.
__________________
And all of my dreams
they may have come true
but so did my nightmares
which I can't get through.
Rispondi citando
  #7124  
Vecchio 19-02-2018, 12.51.51
L'avatar di gabo86
gabo86 gabo86 non è connesso
Moderatore
 
Data registrazione: 08-05-2005
Residenza: Melèe Island
Messaggi: 42,794
gabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito un ultimo saluto a Sergio Della Monica

__________________
And all of my dreams
they may have come true
but so did my nightmares
which I can't get through.
Rispondi citando
  #7125  
Vecchio 20-02-2018, 12.03.57
L'avatar di gabo86
gabo86 gabo86 non è connesso
Moderatore
 
Data registrazione: 08-05-2005
Residenza: Melèe Island
Messaggi: 42,794
gabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito ho firmato

Come finirà?
__________________
And all of my dreams
they may have come true
but so did my nightmares
which I can't get through.
Rispondi citando
  #7126  
Vecchio 20-02-2018, 12.36.34
L'avatar di gabo86
gabo86 gabo86 non è connesso
Moderatore
 
Data registrazione: 08-05-2005
Residenza: Melèe Island
Messaggi: 42,794
gabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito gli amici e i figli degli amici

Ieri sera è venuta a cena a casa nostra la mamma di G. Non la vedevo da un po', viene a trovarci un paio di volte l'anno, compatibilmente con quel "carcere familiare" generato dalla nonna, estremamente simile a quello di mia mamma.
Comunque, è venuta a cena, ha passato la prima ora a sfogarsi contro il carcere, eccetera. Poi, mentre oltre noi quattro coinquilini eravamo anche affiancati dalla socia di G. in libreria, sono iniziate le storie di vita vissuta. Inizialmente storie di vita vissuta dietro lo sportello delle poste, storie di clienti assurdi e di contatto col pubblico surreale. Poi, com'era inevitabile che fosse, la cosa si è spostata alla gioventù, e agli amici di una vita.
E così ha iniziato a raccontare aneddoti che io forse conosco a memoria, complici i ricordi dei miei genitori, ma che alcuni dei presenti non conoscevano per niente: storie di vita vissuta in grotta, di arrampicate folli, di pranzi e cene da morire dal ridere e di un gruppo di amici che resiste, almeno a Catania (lei, vivendo dall'altra parte d'Italia da ormai trent'anni, è in strettissimo contatto con mia mamma e con un'altra amica ma molto meno con gli altri).

È un po' l'estensione del concetto "gli amici dei miei genitori", che sono delle persone che adoro e di cui ho scritto parecchio. Ma adoro anche il fatto che i figli di due coppie di amici, per motivi indipendenti dalla volontà dei loro genitori, abbiano finito per legarsi, in modi e tempi sempre diversi e dipendenti da mille variabili, ma alla fine abitiamo sotto lo stesso tetto da quasi otto anni e quasi sedici anni fa, quella sera di agosto, era impossibile da pensare.
In qualunque modo stiano andando le cose, c'è sempre una gratitudine di fondo.

(post scritto ascoltando Arrivedorci di Elio E Le Storie Tese)
__________________
And all of my dreams
they may have come true
but so did my nightmares
which I can't get through.
Rispondi citando
  #7127  
Vecchio 20-02-2018, 22.56.27
L'avatar di gabo86
gabo86 gabo86 non è connesso
Moderatore
 
Data registrazione: 08-05-2005
Residenza: Melèe Island
Messaggi: 42,794
gabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito studentessi

Citazione:
Originalmente inviato da gabo86 Visualizza messaggio
Oggi,a distanza di cinque anni dal precedente,esce il nuovo album (d'inediti,perchè di live ne sono usciti a tempesta) di Elio E Le Storie Tese.
Un nuovo album che ha un'eredità veramente ingombrante:riuscire a superare Cicciput non sarà semplice.
Non tanto per il successo di critica,o di pubblico,o per mie valutazioni personali,ma semplicemente perchè Cicciput credo sia stato il disco da me più "condiviso",tra tutte le centinaia di dischi che ho.
Per "condiviso" intendo che ogni canzone ha una sua storia di condivisione,e praticamente ogni persona che negli ultimi cinque anni ha fatto parte della mia vita ha condiviso con me almeno una canzone.
Ecco chi,e quale canzoni.

Cicciput: mio fratello,quando scoprì che un collega di mia madre,quando diceva "dici a tua madre che quando torna mi chiama",dopo diceva sempre "non te lo dimenticare!Lo vuoi segnare?" e quando mio fratello scoprì questa cosa,da allora quel collega fu rinominato "Gennaro" (anche sul cellulare di mia madre!).Poi G.,quando una sera che eravamo a cena con amici di famiglia,alle 21 di sera mi baciò e disse "Cicciput aiutami tu".E anche Marti,quando mi fece notare che nella versione "estesa" di Cicciput (che gli masterizzai io) si sentiva un rumorino di un programma che si chiamava msn e che io non conoscevo assolutamente (anche se l'avrei conosciuto benissimo dopo qualche tempo).

Budy Giampi: mio fratello,con cui cantiamo sempre "questo amore è una camera a gas".

Gimmi I.: mio fratello che impazzisce per questa canzone.Marti,che suonò questa canzone con i Ficupala la prima volta che andai a vederli in sala prove (estate 2004!).A.,a cui piace pure molto.G.,che vidi felicissima all'ultimo concerto quando la suonarono.

Fossi Figo: A.,con cui ci disperiamo per i capelli.

Cani E Padroni Di Cani: G.,che una sera (14 agosto 2003) "ciaccò" e,mezza ubriaca,si mise a dire A MEMORIA (dopo pochissimo tempo dal primo ascolto) tutta l'intro della canzone.E tutt'ora me la cita sempre.E poi mi regalò anche un bastoncino di ghiacciolo con la faccia disegnata!

La Follia Della Donna (parte I): G.,con la quale fui fermato da un pastore in montagna,il quale sosteneva che questa canzone fosse dei Pink Floyd(come in effetti era!). A.,col quale ironizziamo sul tatuaggetto (in versione Maccu).

Shpalman: mio padre,che ho visto ridere a crepapelle quando la sentì la prima volta (e anche le volte dopo,lo ammetto).C.,alla quale lessi il testo mentre mangiavamo la granita subito dopo aver comprato il disco (Cicciput),e che mi disse "ma tu ascolti questa musica?Ma sei fuori...".

Al Mercato Di Bonn: mio fratello (che credo sia l'unica persona,tra quelle che hanno condiviso Cicciput,che la conosce bene).

La Chanson: G.,per il finale "galina!Leshbishka"

Pagano: Marti,che adora la ritmica.Mio fratello,che adora il testo.

Abate Cruento: G.,che crede nei sogni a matrioska (oltretutto recentemente ne ho fatto uno mentre dormivo con lei).

Pilipino Rock: mio fratello,che ride per la pronuncia.Marti,che si stupiva sempre per la citazione di Raf.

Litfiba Tornate Insieme: tutti,indistintamente.


Ora...questa è l'eredità.Riuscirà Studentessi,non dico a battere,ma quantomeno ad eguagliare Cicciput,a livello di condivisione?
Domani sera metteremo il primo mattone.Poi gli anni mi daranno la risposta.
Elio E Le Storie Tese si stanno sciogliendo: hanno pubblicato l'ultimo doppio live (con due inediti, uno dei quali capolavoro), sono andati per l'ultima volta a Sanremo, li andrò a vedere per l'ultimo tour.
Dieci anni fa non avevo idea che sarebbe finita così, ma in realtà non avevo neanche idea di cosa avrei ascoltato l'indomani sera, con Martino. Ricordo benissimo le mie parole che ho scritto qui sopra, proprio perché ero sicuro che non sarei riuscito a condividere Studentessi quanto il precedente Cicciput.

Studentessi l'abbiamo ascoltato insieme io e Martino (il primo ascolto condiviso fatto con una persona che non fosse Gra), e già durante l'ascolto capimmo che sarebbe stato un capolavoro: ora che il numero di album di inediti pubblicato da Elio E Le Storie Tese sarà per sempre fermo a 9, posso dire che Studentessi è il mio loro secondo album preferito (appunto dopo Cicciput). L'abbiamo ascoltato insieme ridendo e commuovendoci insieme, l'abbiamo riascoltato due giorni dopo andando e tornando dal concerto dei Subsonica, l'abbiamo ascoltato un giorno dopo ancora andando e tornando dalla mia casa in campagna.
Come condivisioni è andata bene. Non c'è stata la varietà di Cicciput, perché Ale non ha mai ascoltato Studentessi (ed è strano, visto che eravamo nel picco della nostra amicizia), con Gra abbiamo condiviso qualcosa ma in generale (la parte metal di Suicidio A Sorpresa con la sua futura socia Marta, ad esempio), e invece moltissimo con mio fratello e con Marti.

Studentessi resta un capolavoro. Forse non riuscirei a fare un "condivisione per canzone" così approfondito come per Cicciput, ma resta un capolavoro. L'intro di Plafone resta forse una delle loro cose migliori musicalmente.
__________________
And all of my dreams
they may have come true
but so did my nightmares
which I can't get through.
Rispondi citando
  #7128  
Vecchio 21-02-2018, 20.38.09
L'avatar di gabo86
gabo86 gabo86 non è connesso
Moderatore
 
Data registrazione: 08-05-2005
Residenza: Melèe Island
Messaggi: 42,794
gabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito numero verde

Ieri ho ricevuto una richiesta di aiuto. Una persona mi ha chiesto dove fossero le chiavi della cantina dove ci sono i bomboloni del gas perché voleva farla finita. Le ho risposto che un conto è farla finita, un conto è far saltare tutto il palazzo in aria. Ci sarebbe andata di mezzo lei ma anche altre persone innocenti, e non mi sembrava giusto. Mi sono offerto di parlarle.
Mi ha risposto che c'ha ripensato e non vuole fare del male anche ad altra gente.
Adesso, magari, le scrivo.

(post scritto ascoltando Who Built The Moon? dei Noel Gallagher's High Flying Birds)
__________________
And all of my dreams
they may have come true
but so did my nightmares
which I can't get through.
Rispondi citando
  #7129  
Vecchio 22-02-2018, 13.42.25
L'avatar di gabo86
gabo86 gabo86 non è connesso
Moderatore
 
Data registrazione: 08-05-2005
Residenza: Melèe Island
Messaggi: 42,794
gabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito piccoli fantasmi

Nella mia vita ho sempre combattuto contro i fantasmi, mentre i fantasmini sono stati sempre miei alleati. I fantasmini, avete presente, no? Quel calzino che arriva a stento a coprire la caviglia, coprendo il piede (per scopi principalmente odorosi) ma non il resto. Ne ho sempre fatto un uso spropositato, e finché abitavo a Catania andava bene, mentre trasferitomi a Padova fu visto come un azzardo. "Ma tu vai in giro sotto zero coi fantasmini?" mi chiedevano, e la mia risposta era sempre "sì". Io ho sempre sofferto poco il freddo, anzi, mi è sempre piaciuto sentirne un po', e con l'eccezione di quella mattina del primo giorno del 2006, quando salii sull'Etna con un vestito di lino e rischiai sul serio il congelamento, insomma, a parte quell'episodio, per tutto il resto della mia vita mi è sempre piaciuto sentire freddo. "Indossare uno strato in meno della media", ecco il mio mantra. Ho fatto lo stesso anche una volta arrivato a Padova, solo che gli strati erano di più rispetto a prima, ma sempre uno in meno della media della gente.
Sono andato in giro con le maniche corte a dicembre a Catania, e col giubbotto leggero in autunno a Padova, e in entrambi i casi sono stato guardato con sconcerto. Tutti, amici, nemici, mi dicevano che era una stupidaggine, che lo facevo per farmi notare, per fare il figo, eccetera. Tutti. Chi mi voleva più bene si limitava a darmi dello "scemo".

Poi sono andato a Bruxelles, e nonostante lì ci fosse persino più caldo di Padova, almeno in quei mesi, ho iniziato ad usare i calzini più lunghi, più che altro per ragioni di decoro: "non solo muori di freddo, ma le caviglie nude fanno proprio schifo!" dicevano, o anche "che senso ha avere le scarpe chiuse, i pantaloni lunghi e la caviglia che si vede?", solo che io lo facevo per comodità, mica per estetica. E vabbè, mi sono adeguato, ho messo da parte i fantasmini, poi ho ripreso ad usarli.
Finché non è accaduto il patatrac.

Quando sono in giro non riesco a non guardare per terra. Anzi, non proprio per terra, guardo qualche centimetro su. Diciamo tra la scarpa e l'orlo dei pantaloni, e guardo quella parte del corpo chiamata caviglia. Non sono diventato un maniaco, no, ma guardare la caviglia delle persone (indistintamente uomini e donne, rigorosamente giovani però) mi conferma la mia sfiducia verso l'universo. Vedo queste caviglie arrossate dal freddo, e poi nude fino a su, a volte per parecchi centimetri. Un popolo di mentecatti che lo fa perché va di moda. Si congela ma non importa, vanno in giro coi pantaloni più corti del normale proprio per mettere in mostra le caviglie. La cosa spesso va di pari passo con i buchi sulle ginocchia (spesso enormi - i buchi, non le ginocchia) ma quello mi fa meno impressione. È la cosa della caviglia che mi tocca da vicino, e lo fa proprio perché qualche anno fa ero io a farlo. Ma l'avevo deciso io. Adesso l'hanno deciso i ricchioni (cit. eliatica, di certo non omofoba) e no, non posso accettarlo.

Tutti vanno in giro come andavo in giro io qualche anno fa, solo che io venivo preso in giro, adesso lo fanno tutti ed è moda, anche quando lo fanno "contronatura" (se le caviglie arrossiscono, tesoro, forse è un problema). Come dissero Elio E Le Storie Tese in una vecchia, vecchissima intervista: "noi siamo fuori moda, o arriviamo dieci anni in ritardo o dieci anni in anticipo".

(post scritto ascoltando Marble Skies dei Django Django)
__________________
And all of my dreams
they may have come true
but so did my nightmares
which I can't get through.
Rispondi citando
  #7130  
Vecchio 23-02-2018, 12.16.55
L'avatar di gabo86
gabo86 gabo86 non è connesso
Moderatore
 
Data registrazione: 08-05-2005
Residenza: Melèe Island
Messaggi: 42,794
gabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito un weekend diverso dal solito

Arriva mio papà!
Scoppio di gioia e di commozione: sia perché lo rivedo, sia per quello che sta venendo a fare (oltre alla cena con la famiglia di Veronica).
__________________
And all of my dreams
they may have come true
but so did my nightmares
which I can't get through.
Rispondi citando
  #7131  
Vecchio 25-02-2018, 23.08.08
L'avatar di gabo86
gabo86 gabo86 non è connesso
Moderatore
 
Data registrazione: 08-05-2005
Residenza: Melèe Island
Messaggi: 42,794
gabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito tears after the rainbow

Quando avevo sei anni, in seconda elementare (ho fatto la primina) i miei genitori mi mandarono in gita con la scuola, cinque giorni in giro per la Sicilia. Ero l'unico della mia classe, non conoscevo nessuno e passai ogni sera di quei cinque giorni a piangere. Fu un evento così traumatico che l'anno dopo non partecipai alla gita, mentre lo feci di nuovo in quarta e in quinta, ma stavolta con molta meno malinconia.

Oggi quando ho salutato mio papà l'ho abbracciato e, mentre mi giravo di spalle per tornare a casa, mi è uscita una lacrima. Non era malinconia, o almeno, non solo: non so quando lo vedrò la prossima volta, se passerà un mese o ne passeranno due o tre o chissà, ma so solo che in questi giorni c'è stata una parola preponderante. La parola è "futuro".
Abbiamo parlato tantissimo di futuro, del mio futuro, del nostro in quanto famiglia, della mia famiglia di origine e di quella più o meno adottiva, nonché di quella che stiamo lentamente formando, nido incluso. Sono stati giorni proiettati nel futuro, e farlo insieme al mio supereroe è stata un'esperienza importante. Erano lacrime di gioia, erano lacrime di tutto.

(post scritto ascoltando (What's The Story?) Morning Glory B-Sides degli Oasis)
__________________
And all of my dreams
they may have come true
but so did my nightmares
which I can't get through.
Rispondi citando
  #7132  
Vecchio 25-02-2018, 23.16.41
L'avatar di gabo86
gabo86 gabo86 non è connesso
Moderatore
 
Data registrazione: 08-05-2005
Residenza: Melèe Island
Messaggi: 42,794
gabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito il vecchio combattente

Citazione:
Originalmente inviato da gabo86 Visualizza messaggio
In un momento di estremo attaccamento alla famiglia,visto l'evidentissimo tentativo di minare gli equilibri dall'esterno,stasera io,mio padre e mio fratello abbiamo visto il dvd del primo film di indiana jones.Che reputiamo meno bello de "l'ultima crociata",ma solo perchè in quest'ultimo c'è sean connery che interpreta un personaggio favoloso("il tempio maledetto" ormai non lo teniamo neanche in considerazione).

Due cose degne di nota:
la prima è che,nonostante sia il film di indiana jones che ho visto di meno(sì e no una decina di volte,contro la ventina,tutte nell'infanzia,de "il tempio maledetto",e la cinquantina de "l'ultima crociata"),non solo ricordavo tutte le scene a memoria,ma ricordavo(e questo è veramente incredibile)tutte le scene in cui mio padre avrebbe riso!Cioè,quando c'era una scena di quel tipo(circa sette o otto,sparse per tutto il film),pensavo "ora ride!",mi giravo verso di lui e in effetti rideva!E poi mi chiama "vecchio combattente"...
la seconda è un dialogo,che posso interpretare anche riferendolo alla mia vita.

[Lui e lei non si vedevano da dieci anni,dopo una breve avventura insieme si ritrovano nella cabina di una nave.Lui è ferito ed acciaccato,e non fa altro che lamentarsi]

-Jones,non sei più quello di dieci anni fa...
-Non sono gli anni,amore,sono i chilometri!
Ecco, appunto.
Io e mio papà.

Ce l'ho ancora davanti agli occhi la scena di noi che riguardiamo il film e io so già dove ride. Ce l'ho davanti agli occhi perché è capitata un sacco di altre volte.
__________________
And all of my dreams
they may have come true
but so did my nightmares
which I can't get through.
Rispondi citando
  #7133  
Vecchio 27-02-2018, 22.51.19
L'avatar di gabo86
gabo86 gabo86 non è connesso
Moderatore
 
Data registrazione: 08-05-2005
Residenza: Melèe Island
Messaggi: 42,794
gabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito "siamo giunti di fronte ad un bivio, o andare affanculo o suonarvi dei bis"

Errori io ne ho già fatti abbastanza...eccetera eccetera.
È un po' la storia della mia vita: se non ci sono bivi, se ho una strada da seguire senza potenziali deviazioni, la seguo e basta. Ma se c'è un bivio sto ad arrovellarmi, mi blocco, e quando prendo una strada ho subito la sensazione di aver preso quella sbagliata. È sempre successo, capiterà per sempre.
Non voglio scegliere.

E se mi toccasse scegliere?

(post scritto ascoltando Standing On The Shoulder Of Giants B-sides degli Oasis)
__________________
And all of my dreams
they may have come true
but so did my nightmares
which I can't get through.
Rispondi citando
  #7134  
Vecchio 28-02-2018, 13.19.09
L'avatar di sconnesso
sconnesso sconnesso non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 24-05-2006
Residenza: troppo spesso in ufficio, la notte a casa e la sera ovunque mi dia libertà
Messaggi: 1,749
sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!
Invia un messaggio via MSN a sconnesso
Predefinito

“Spalletti al di là della soddisfazione dell’aver battuto il Chievo è contento di quei giocatori che a livello numerico sono sempre stati riserve ma che hanno dimostrato di essersi integrati benissimo. L’Inter è una squadra forte, unita e affidabile. L’innesto di Karamoh nel finale, per esempio, dice che il giocatore ha dato segnali importanti. Ranocchia aveva giocato solo 5 minuti in 14 giornate: considerato il suo pregresso non era facilissima la partita di ieri. Ha giocato una grandissima partita. Joao Mario e Brozovic hanno fornito risposte confortanti. Ieri Marcelo ha fatto una grande partita per intensità e dinamismo, è andato vicino al gol parecchie volte. Contro la Juve torneranno Gagliardini, Miranda e Vecino: i titolari. Spalletti preferisce avere l’imbarazzo della scelta piuttosto che averne 14 oltre i quali è difficile scegliere”.

Fonte fcinter1908.it

__________________
a cugini uguali corrispondono donne uguali

chiudi gli occhi e abbracciami forte...
e ti proteggerò da ogni cosa vorrà farti del male
Rispondi citando
  #7135  
Vecchio 28-02-2018, 22.40.53
L'avatar di gabo86
gabo86 gabo86 non è connesso
Moderatore
 
Data registrazione: 08-05-2005
Residenza: Melèe Island
Messaggi: 42,794
gabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito l'imbarazzo della scelta, già...

(dovrei festeggiare il ritorno di Ale qui, ma Ale c'è sempre, è immanente nella mia vita)
E invece mi rimangio le parole: stamattina, appena assaporata l'altra scelta, ho capito subito che mi piacerebbe cambiare subito. I pro ci sono tutti e i contro praticamente non esistono. Il punto è che, stavolta, non dipende più da me. Adesso sono loro che devono scegliere, e spero che scelgano me. Per mille motivi. Per me, per noi, per l'equilibrio del mondo.
Vedremo.

(post scritto ascoltando Weather Diaries dei Ride)
__________________
And all of my dreams
they may have come true
but so did my nightmares
which I can't get through.
Rispondi citando
  #7136  
Vecchio 01-03-2018, 22.48.22
L'avatar di gabo86
gabo86 gabo86 non è connesso
Moderatore
 
Data registrazione: 08-05-2005
Residenza: Melèe Island
Messaggi: 42,794
gabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito attacca il panico

Citazione:
Originalmente inviato da gabo86 Visualizza messaggio
E' da un'ora che sono in preda ad un attacco di schizofrenia.Di quelli silenziosamente violenti.

La cosa terribile è che non riesco a chiedere aiuto a nessuno.Non ci riuscivo lì.Non ci riesco ora.Quando domani mi sveglierò mi sembrerà tutto normale.Ma non è normale.
Vorrei andare via di qui per risparmiare ai miei genitori il degenerare della situazione.Perchè se devo peggiorare,preferisco peggiorare lontano da qui.
Niente mi calma,non gli amici,non la musica,non il sesso.Niente riesce a calmarmi.

Io non ce la faccio.
La scena ce l'ho ancora davanti a me nonostante siano passati dieci anni. Per raccontarla non uso le mie parole che scriverei stasera ma quelle che ho usato un paio d'anni fa scrivendo il mio primo libro, e raccontando quell'episodio, aggiungendovi una considerazione fatta col senno di poi, perché quella sera, intendo la sera della crisi, non avevo idea del perché fosse successo tutto questo.

Ecco le mie parole:
La sera del 29 febbraio 2008 Nicola mi passò a prendere ed insieme andammo al Barbarabar. Montammo tutti gli strumenti del suo gruppo (insieme agli altri membri, ovviamente), poi facemmo un po’ di controllo volumi, quindi mi posizionai dietro il mixer per tutto il concerto. Quella sera tra gli altri pezzi suonarono “Tutti i miei sbagli” dei Subsonica. Il concerto filò liscio, o almeno, così pensai, mentre invece dentro mi montava una strana inquietudine. Finito tutto la serata sarebbe proseguita con balli sfrenati, poi probabilmente con lo smontaggio degli strumenti e con un ritorno a casa in compagnia. Invece l’inquietudine del concerto venne a galla con un “Nico scusa, vado a casa”, un saluto abbozzato e un salto fuori dal locale. Cosa stava succedendo? Non ne avevo idea, né l’avrei mai avuta. Ma in quel momento sentivo di dovermene andare da lì, di dover stare da solo, di dover tornare a casa a piedi, nel bel mezzo della notte, ascoltando qualcosa. Tirai fuori l’iPod dalla mia tasca, feci partire un disco a caso e iniziai a camminare. Il disco, avrei scoperto subito dopo, era I Killed The Zeitgeist di Nicky Wire. Lo ascoltai cantare con la sua voce chiaramente non intonata ma profonda, sentii passare le canzoni una dopo l’altra mentre i miei passi si facevano sempre più veloci e percorrevo l’intera via Etnea per arrivare fino a casa mia. A quel punto dovevo girare a sinistra all’ultimo benzinaio, girare a destra al primo incrocio, passare sotto il ponte e salire fino a casa. Sembrava facile sulla carta, e probabilmente lo era davvero. Però partì l’ultima canzone, “Everything fades”, che inizia con un dolorosissimo “tutto si dissolve, niente resta”. Tutto si fermò. Rimasi bloccato sul marciapiede, col fiatone, mentre le parole passavano una dopo l’altra e con esse le mie lacrime. Per la prima volta sentivo nitidamente tutte le parole della canzone, comprese quelle sui lati positivi dei fallimenti e sul bisogno di qualcuno. E chi c’era con me? Nessuno. L’estate precedente l’avevo passata a ricostruire i cocci di me stesso dopo che, in tre circostanze diverse, tre persone mi avevano investito, mandandomi in frantumi. Mi ero ricostruito e avevo pensato che non ci sarebbe stato bisogno di nessuno, e invece…eccomi lì, a commuovermi con una delle mie voci preferite di sempre che mi diceva che non si può fermare il tempo. Fu quella singola canzone, “Everything fades”, a bloccarmi, per poi sbloccarmi subito dopo. Non potevo andare avanti così. La canzone finì, il disco pure, e nel silenzio della notte rientrai a casa. Non ebbi neanche la forza di scrivere a Nicola che ero arrivato e che mi dispiaceva di essere andato prima, ma ero troppo concentrato su me stesso. Dovevo iniziare a guardare un po’ fuori. E, intanto, tutto sembrava dissolversi.

Un po' di note:
Nicola è Martino, ho cambiato nome a lui come a tutti gli altri "personaggi";
il disco, in realtà, non era stato scelto a caso. O almeno, pensavo di sì, ma prima di scrivere questo post ho visto che pochi giorni prima della crisi avevo pubblicato il testo di Everything Fades in questo post, quindi era una cosa che avevo in mente. Tuttora quella canzone è per me dolorosissima;
poi sono stato subito bene, c'ho messo solo un paio di giorni a riprendermi.

Comunque, se il mio problema era il bisogno di qualcuno, qualcuno a cui affezionarmi (senza esserne necessariamente ricambiato, almeno non allo stesso livello) mancavano pochi giorni. Mancano tuttora pochi giorni al decimo anniversario di "quella roba lì", uno degli spartiacque più grandi della mia vita. Mi divertirò a scriverne, e a rileggerne.

Intanto, tutto si dissolve.
__________________
And all of my dreams
they may have come true
but so did my nightmares
which I can't get through.
Rispondi citando
  #7137  
Vecchio 01-03-2018, 22.49.25
L'avatar di gabo86
gabo86 gabo86 non è connesso
Moderatore
 
Data registrazione: 08-05-2005
Residenza: Melèe Island
Messaggi: 42,794
gabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito tutto si dissolve

__________________
And all of my dreams
they may have come true
but so did my nightmares
which I can't get through.
Rispondi citando
  #7138  
Vecchio 03-03-2018, 20.58.15
L'avatar di selly
selly selly non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 18-04-2002
Residenza: nell'Ossimoro
Messaggi: 26,229
selly reputazione TermoNucleareGlobaleselly reputazione TermoNucleareGlobaleselly reputazione TermoNucleareGlobaleselly reputazione TermoNucleareGlobaleselly reputazione TermoNucleareGlobaleselly reputazione TermoNucleareGlobaleselly reputazione TermoNucleareGlobaleselly reputazione TermoNucleareGlobaleselly reputazione TermoNucleareGlobaleselly reputazione TermoNucleareGlobaleselly reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito carta azzurra, dai un abbraccio al mio guru e digli che gli voglio bene!!!

ma c'avresti creduto mai che IO avrei ascoltato e cantato TI AMO di umberto tozzi in bicicletta, in stile nanni moretti in caro diario sulla vespa?

carta azzurra, io non ci credevo, parliamoci chiaro e tondo. ho sempre pensato che non potevo avere tutto. ho avuto sempre culo con le amicizie, ho una famiglia che è perfetta, ho trasformato la mia passione nel mio lavoro, ho un cane che è una benedizione, e martedì sarò alla Scala.
non c'avrei puntato manco un centesimo sul fatto che avrei trovato l'Amore vero, quello della vita. anche perchè non l'ho mai cercato. e quando mi sono innamorata, mi son sempre innamorata con la consapevolezza che sarebbe finita o mai iniziata.
stavolta è diverso. stavolta io lo so che è l'amore della vita mia.
__________________
She was born with the gift of laughter and the sense that the world was mad.
Può darsi che non sarai mai felice. Perciò non ti resta che danzare, danzare così bene da lasciare tutti a bocca aperta. (H. Murakami)
a me fa morire quanto tu sia una perfetta macchina da guerra nella vita, leggo tipo i post della tua scuola con le convocazioni no? eppoi sul forum saje sul fa' burdell'! - Gels
life is like photography: you use the negatives to develop.
.
Rispondi citando
  #7139  
Vecchio 04-03-2018, 00.28.42
L'avatar di gabo86
gabo86 gabo86 non è connesso
Moderatore
 
Data registrazione: 08-05-2005
Residenza: Melèe Island
Messaggi: 42,794
gabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito cara selly, cara carta azzurra

Oggi non ho cantato "ti amo" in bicicletta. Non mi piace Tozzi, e poi siamo sotto zero e per la bici aspetto la settimana prossima.
Ma ho anch'io la stessa sensazione. Anzi, la stessa certezza. Io e Veronica stiamo insieme da più di otto anni e "giorno dopo giorno, ora dopo ora, diventiamo forti come una verità".

Vedo il futuro. Non è banale.
__________________
And all of my dreams
they may have come true
but so did my nightmares
which I can't get through.
Rispondi citando
  #7140  
Vecchio 04-03-2018, 00.47.45
L'avatar di gabo86
gabo86 gabo86 non è connesso
Moderatore
 
Data registrazione: 08-05-2005
Residenza: Melèe Island
Messaggi: 42,794
gabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito steam

È una macchina del tempo, e a volte è davvero incredibile.
Oggi eravamo a pranzo da amici. Il padrone di casa (che lavora in Lussemburgo ed è tornato per votare) è un grandissimo appassionato di musica, probabilmente ai miei livelli, se non oltre. E, esattamente come me, ha bisogno di avere in continuazione musica in sottofondo. Oggi ha cambiato tre o quattro cd, e a un certo punto è partita una canzone che conoscevo. C'ho messo un po' a capire da dove veniva, intendo da dove dentro di me. Era un vecchissimo cd rom in omaggio con una rivista di informatica, circa metà anni '90, in cui si mostrava che i videoclip musicali potevano essere anche digitalizzati e messi, appunto, in un cd rom. La qualità del video era ovviamente bassissima (e la sua dimensione enorme, a causa degli scarsi standard di compressione), ma la canzone mi divertiva, così come il video. Era Steam, di un certo Peter Gabriel. Lo stesso Peter Gabriel che, parecchi anni dopo, avrei adorato come cantante dei miei amatissimi Genesis.

Avrò ascoltato Steam una decina di volte nell'arco di alcuni mesi intorno al 1997. Oggi l'ho riascoltata per caso dopo ventun anni e la ricordavo alla perfezione.
La più grande macchina del tempo mai costruita.

(post scritto ascoltando Free All Angels B-sides degli Ash)
__________________
And all of my dreams
they may have come true
but so did my nightmares
which I can't get through.
Rispondi citando
Rispondi

Strumenti discussione
Modalità visualizzazione

Regole di scrittura
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato

Vai al forum


Tutti gli orari sono GMT +1. Adesso sono le 20.52.37.