Forum Soleluna  

Torna indietro   Forum Soleluna > Forum Classici

Rispondi
 
Strumenti discussione Modalità visualizzazione
  #7481  
Vecchio 04-10-2018, 03.00.21
L'avatar di gabo86
gabo86 gabo86 non è connesso
Moderatore
 
Data registrazione: 08-05-2005
Residenza: Melèe Island
Messaggi: 42,946
gabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito la terza spunta nella checklist dell'autunno perfetto

Citazione:
Originalmente inviato da gabo86 Visualizza messaggio
L'altro giorno (oddio, in effetti è stato quasi un mese fa ormai) sono stato ad un matrimonio. Io odio i matrimoni, sono una grandissima rottura di scatole, tutti vestiti eleganti. Insomma, vado a questo matrimonio pieno di gente, ma tantissima,e in realtà mi annoio abbastanza.
Poi vedo lei.
Lei che adocchio semplicemente perchè è veramente bella. Non ho idea di come sia "dentro". Ma fuori è bellissima.
Si dice che le donne belle fuori siano brutte dentro.
Tra un brindisi e l'altro, sarà che ero un po' mezzo brillo, ma sfodero tutto il mio umorismo. E lei (evidentemente piuttosto alticcia) invece di girarsi ed andarsene, resta con me a fare la cretina.
Siamo la rivelazione del matrimonio, non c'è che fare. Ci divertiamo e facciamo divertire. Qualcuno effettivamente pensa che esageriamo (ok, cavoli, ma è un matrimonio, mica un funerale!) ma noi ce ne freghiamo.

Ci ritroviamo qualche giorno dopo alla Feltrinelli/Ricordi. In realtà ci incontriamo nella sezione libri, io stavo sfogliando un libro che avevo già letto e lei mi fa "ehi, ma sei tu, quello delle risate al matrimonio! Ma sai che anch'io volevo leggere questo libro?" e allora lì ho fatto la persona seria, gliel'ho consigliato, e abbiamo iniziato a parlare, a metà tra il serio ed il comico.

Qualche giorno dopo l'ho riincontrata sempre lì (l'ho sempre detto che Ricordi è un po' la mia seconda casa) e m'ha detto che il libro le è proprio piaciuto. Nel frattempo passeggiavamo e siamo andati nella sezione dischi. E lì è stato terribile.
Io prendevo il cd di un gruppo e lei diceva "ehi, ma è il mio gruppo preferito!". Lei prendeva il disco di una cantante e io dicevo "cavoli, ma la adori anche tu?". Io dicevo "sai, la mia canzone preferita loro è xxx" e lei "oddio, ma la adoro anch'io!".

Troppe coincidenze.

Io non sono uno di quelli che crede nei disegni divini (anche perchè manca la materia prima, cioè Dio), ma un matrimonio comico, un incontro in libreria ed una serie di gusti musicali comuni, affiancati ad un'incessante attività onirica comune, stanno iniziando a farmi pensare.
A farmi pensare che piano piano tutto sta prendendo una sua forma, difficile da spiegare ma che sta facendo combaciare i vari pezzi di puzzle disseminati dal giorno in cui ci siamo incontrati per la prima volta.

Ed io, sia chiaro, sono veramente felice di tutto questo.
C'ho messo un mese a scrivere cos'era successo nella mia vita a partire dal matrimonio (di Jovanotti) fino a tutte le coincidenze che hanno portato a legarmi con Lè, altra meteora nella mia vita, ma decisamente più profonda. Però approfitto di questo post, forse metaforico ma per me chiarissimo, per fare una riflessione.

L'autunno del 2008 è stata l'"ultima stagione perfetta catanese", l'ho scritto mille volte. Lo è stata per tre motivi, anzi, per tre persone.
Ale era nella mia vita da sempre più o meno, anche se per tradizione (nclo nclo) facciamo coincidere l'inizio del "vero" rapporto di amicizia con l'autunno del 2001. Sette anni dopo eravamo al picco della nostra amicizia, con una discesa iniziata a fine novembre (e non è il momento di recriminare adesso, no).
Erika era entrata nella mia vita a luglio e ci sarebbe rimasta fino a maggio del'anno dopo.
Lè era entrata nella mia vita a settembre e ci sarebbe rimasta fino a gennaio, con uno strascico gigantesco.

La storia di me e Lè non può prescindere dalla storia del nostro strascico, ma questo verrà più avanti. Per ora penso a quel periodo "perfetto", diciamo tra settembre e novembre, in cui c'erano tre persone che con tre ruoli diversissimi rendevano la mia vita spettacolare. Ed è stato il crollo di queste tre certezze a farmi reagire, con conseguenze che si fanno sentire ancora oggi (mi affaccio dal balcone, non vedo l'Etna bensì il campanile di S. Antonio, sarà cambiato qualcosa, no?).

Ad esempio, so già che c'è un post, di cui ricordo la data, in cui racconto di come nel giro di poche ore ognuna delle tre persone ci sia stata, ognuna a modo suo, e in maniere che si intrecciavano tra loro. E poi la corsa, anzi, le corse verso l'oblio.
Lo so che non si capisce niente, ma è tardi, sono stanco e ho avuto una giornataccia a lavoro. Ma non vedo l'ora di raccontare. Lo devo anche a Lè.
Con calma, però.
__________________
And all of my dreams
they may have come true
but so did my nightmares
which I can't get through.
Rispondi citando
  #7482  
Vecchio 04-10-2018, 16.33.34
L'avatar di gabo86
gabo86 gabo86 non è connesso
Moderatore
 
Data registrazione: 08-05-2005
Residenza: Melèe Island
Messaggi: 42,946
gabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito she's a survivor

Domani uscirà il decimo album di Cat Power.
Non era ovvio che uscisse, così come non era ovvio che uscisse il precedente, eccetera. È già un miracolo che sia viva.

Si sarebbe potuta suicidare, ad esempio e non è che non ci abbia quasi provato. O sarebbe potuta morire di "abuso di sostanze" (l'alcool su tutte, ma anche farmaci). O per morte naturale, in seguito ad una gravissima malattia che l'ha colpita pochi anni fa. O per povertà, in bancarotta. O di qualsiasi altra cosa.
Non è successo, e non è banale. Parafrasando Jovanotti, "ogni disco in più è un gloria al padre".
Per molti Cat Power è quella dei "concerti strani", con lei che ricomincia all'infinito una canzone perché non le piace come suona la voce, o con lei che lascia il palco dopo due canzoni, o con lei che scoppia a piangere durante le performances, o con lei che litiga col pubblico. Per me è solo una grandissima cantautrice.
Anzi, volendo, tante grandissimi cantautrici. La Cat Power elettrica dei primi quattro album sembra un'altra persona rispetto a quella acustica del quinto e del sesto, ed entrambe sembrano diversissime rispetto a quella soul del settimo e dell'ottavo, e tutte queste sono ancora diverse rispetto a quella elettronica del nono (e per me pessimo) album.
Sono tutte diverse, eppure è sempre lei. Ed è cambiata per i fatti suoi, di certo non per assecondare i gusti del pubblico o in seguito alle influenze del produttore in voga di turno.

Non mi vergogno a dire che l'ho notata a causa del suo aspetto fisico. Stavo guardando un video su YouTube dei Flaming Lips che cantavano War Pigs dei Black Sabbath, e lei duettava con loro. Mi sono innamorato all'istante, ho cercato altri suoi video e poi ho iniziato ad ascoltarla. Nel frattempo aveva già rischiato di morire un sacco di volte, e altre sarebbero ancora arrivate. Ma è ancora qui, e domani esce il suo nuovo album. Non ho grandissime aspettative, vista la delusione del precedente, ma non vedo l'ora.

(post scritto ascoltando Sun di Cat Power)
__________________
And all of my dreams
they may have come true
but so did my nightmares
which I can't get through.
Rispondi citando
  #7483  
Vecchio 04-10-2018, 19.06.09
L'avatar di sconnesso
sconnesso sconnesso non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 24-05-2006
Residenza: troppo spesso in ufficio, la notte a casa e la sera ovunque mi dia libertà
Messaggi: 1,758
sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!
Invia un messaggio via MSN a sconnesso
Predefinito Cara "amica" ti scrivo... 4 Ottobre 2018

Cara "amica",

in questi mesi tante volte avrei voluto scriverti, ma non l'ho potuto fare. Lo sai, le ultime volte che ti ho scritto (l'ultima credo risalga ad 1 anno e 3 mesi fà), mi hanno successivamente portato a vedere quei fogli impungati dalla tua mano in maniera rude con te che mi "minacciavi" di utilizzare quelle lettere contro di me. Sai, quando scrivo qualcosa, cerco di trasmettere un sentimento, scrivo quello che con le parole non riuscivi a sentire...o forse non volevi sentire! Ecco, in quei casi esprimevo il mio grido d'aiuto...lo facevo in maniera certamente forte, a tratti sconvolgente, ma volevo che in te arrivasse tutto il mio bisogno d'aiuto. Purtroppo, come nella realtà facevi finta di non sentire/capire, anche con le lettere è stata la stessa cosa...su 300 parole, ne hai filtrate 30-40 a tua convenienza...tralasciando il senso delle lettere nella propria interezza.

L'unico modo di scriverti, senza che tu possa utilizzare ciò contro di me, è farlo senza che tu lo sappia. Sei stata proprio tu a darmi l'idea. L'altro giorno mi hai detto che quando hai voglia di scrivermi qualcosa, mandi il messaggio ad una tua amica (allertata che improvvisamente potrebbe ricevere questo tipo di messaggi intestati realmente a me). Io credo che tutto ciò sia sbagliato, ovvero se io ho qualcosa dovrei dirtela/scrivertela liberamente, ma tu hai deciso di rompere anche questo "patto fiduciario", utilizzare le lettere, farle leggere ai parenti è stato l'ennesima mancanza di rispetto. Quello che ci scrivevamo era nostro e doveva restare nostro. Io e te, tu e io...Proprio come dicevi tu.

Quest'anno ne ho passate di tutti i colori, ma dico tutti tutti...sono dentro ad un'incubo e so che manca poco per la fine/svolta. Cioè non è come quando sei nel sogno, sai che stai sognando e cerchi di svegliarti. Per me non è così, c'è una data di risveglio. e' brutto da scrivere, ma è così. Se non mi svegli entro quella data, sarò costretto a svegliarmi da solo.Ti chiederai, ma è difficile svegliarti? No, se ti giochi una famiglia, non ci vuole nulla. Se parlavamo di cose futili magari si. Invece sembra quasi l'opposto...Ovvero sai che devi rinunciare alle cose futili per riavere una famiglia e se non lo fai/farai, come non l'hai fatto nell'ultimo anno, vorrà dire che la scelta che avrai preso sarà stata ragionata...Oltre un anno per riprenderti la tua vita credo siano sufficenti.

Non c'è nulla di male, anzi è coraggioso fare una scelta controcorrente, ma è corretto anche prendersi le responsabilità di tale scelta. Cioè io posso dire, mi iscrivo alla Lega Nord, ma se mi danno del razzista non mi posso incazzare. Io posso dire di essere vegetariano, ma non posso di nascosto mangiare la carne. Quindi tu non puoi continuare a dire di voler riformare la famiglia se non rinunci a nulla del tuo mondo fatto di cose futili.
E' passato oltre un anno dal disastro e non hai fatto nulla per rimediare, ti lascio ancora questo poco tempo per pensare, ragionare, svegliarti, uscire da questo mondo in cui conta l'apparenza. Se non lo farai, sono sicuro che te la saprai cavare bene nella vita he avrai scelto di vivere.

A presto
__________________
a cugini uguali corrispondono donne uguali

chiudi gli occhi e abbracciami forte...
e ti proteggerò da ogni cosa vorrà farti del male

Ultima modifica di sconnesso : 04-10-2018 alle ore 19.10.09
Rispondi citando
  #7484  
Vecchio 04-10-2018, 23.14.41
L'avatar di gabo86
gabo86 gabo86 non è connesso
Moderatore
 
Data registrazione: 08-05-2005
Residenza: Melèe Island
Messaggi: 42,946
gabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito post scriptum doveroso (e polemico) al mio post precedente

(e lo scrivo anche se dopo le parole qui sopra dovrei solo stare zitto)

Cat Power non è così famosa, tutto sommato. Non è diventata una "stella" del firmamento. Lana Del Rey, che per sua stessa ammissione si è ispirata a lei, nel giro di un paio di album ha raggiunto un successo incredibile e la povera Cat Power è finita ad aprire i suoi concerti.
Ogni tanto mi viene in mente Amy Winehouse. Mi viene in mente lei come qualsiasi cantante autodistruttiva, forse perché è la più recente. E mi è venuta in mente una domanda polemica: non è che Cat Power non è diventata famosissima perché non è morta?

Ho ascoltato Rehab. Poi ho ascoltato la versione di Cat Power di Moonshiner, e trasuda molto più alcol e disagio e disastro di qualsiasi altra canzone. E potenza. E tutto.

(post scritto ascoltando The Terror di The Flaming Lips)
__________________
And all of my dreams
they may have come true
but so did my nightmares
which I can't get through.
Rispondi citando
  #7485  
Vecchio 05-10-2018, 03.35.20
L'avatar di gabo86
gabo86 gabo86 non è connesso
Moderatore
 
Data registrazione: 08-05-2005
Residenza: Melèe Island
Messaggi: 42,946
gabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito una sfilza di Mirabella maschi

Citazione:
Originalmente inviato da gabo86 Visualizza messaggio
Ok, è successo ieri ma bisogna parlarne:
la moglie di un mio cugino (non Ale) ha partorito!
Ed è un evento, perchè finalmente abbiamo il primo Mirabella maschio di quarta generazione, che quindi genererà degli ennesimi Mirabella!
E così, dopo la generazione dei nonni, quella dei nostri genitori, quella di noi cugini, è già da un po' che s'era inaugurata la quarta generazione, ovvero quella dei figli dei cugini, solo che nessuno di questi figli era un Mirabella maschio. O era maschio ma aveva cambiato il cognome già da un paio di generazioni, o era Mirabella ma era femmina.
Ora abbiamo finalmente un Mirabella maschio di quarta generazione!
Che orgoglio!

Ok, ok, vado a dormire.
Il primo è stato Antonio, quello di questo post, che quindi oggi compie dieci anni. L'ho visto poco meno di un anno fa, mi sembrava in forma.
Poi è arrivato Emanuele, quello di Ale, quello per cui quando mi hanno annunciato che sarebbe arrivato ho detto che mi sentivo "zio dentro". È quello che ho visto più di tutti, e che ho cercato di veder crescere nonostante la distanza. Sta scontando delle colpe non sue, spero non soffra troppo.
Poi è arrivato Andrea, che ho visto giusto un paio di volte. Del resto io e suo papà non siamo legatissimi nonostante i nostri genitori lo siano abbastanza.
E poi è arrivato Lorenzo, per cui provo contemporaneamente felicità e pena. E lo so che non dovrei farlo, visto che al momento è l'unico nipote che ho, ma è più forte di me.

Di figlie, invece, non ne sono arrivate più.
E il clan cresce.
__________________
And all of my dreams
they may have come true
but so did my nightmares
which I can't get through.
Rispondi citando
  #7486  
Vecchio 07-10-2018, 01.10.57
L'avatar di sconnesso
sconnesso sconnesso non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 24-05-2006
Residenza: troppo spesso in ufficio, la notte a casa e la sera ovunque mi dia libertà
Messaggi: 1,758
sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!
Invia un messaggio via MSN a sconnesso
Predefinito

Non ne sono sicuro, ma sto per pubblicare il testo di una canzone che ho già postato qui circa 10 anni fà (Gabo puoi verificare?).
Spero di non ri-postarla tra 10 anni



Tutto questo tempo a chiedermi

Cos'è che non mi lascia in pace

Tutti questi anni a chiedermi

Se vado veramente bene

Così

Come sono

Così



Così un giorno

Ho scritto sul quaderno

Io farò sognare il mondo con la musica

Non molto tempo

Dopo quando mi bastava

Fare un salto per

Raggiungere la felicità

E la verità è che



Ho aspettato a lungo

Qualcosa che non c'è

Invece di guardare il sole sorgere



Questo è sempre stato un modo

Per fermare il tempo

E la velocità

I passi svelti della gente

La disattenzione

Le parole dette

Senza umiltà

Senza cuore così

Solo per far rumore



Ho aspettato a lungo

Qualcosa che non c'è

Invece di guardare

Il sole sorgere



E miracolosamente non

Ho smesso di sognare

E miracolosamente

Non riesco a non sperare

E se c'è un segreto

E' fare tutto come

Se vedessi solo il sole



Un segreto è fare tutto

Come se

Fare tutto

Come se

Vedessi solo il sole

Vedessi solo il sole

Vedessi solo il sole



E non

Qualcosa che non c'è
__________________
a cugini uguali corrispondono donne uguali

chiudi gli occhi e abbracciami forte...
e ti proteggerò da ogni cosa vorrà farti del male

Ultima modifica di sconnesso : 07-10-2018 alle ore 01.13.43
Rispondi citando
  #7487  
Vecchio 07-10-2018, 05.32.40
L'avatar di gabo86
gabo86 gabo86 non è connesso
Moderatore
 
Data registrazione: 08-05-2005
Residenza: Melèe Island
Messaggi: 42,946
gabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito c'hai preso gusto anche tu con questa storia dei dieci anni, eh?

Bari, non so come dirtelo, ma non ho trovato questa canzone in nessuno dei tuoi post precedenti.
Ah, la memoria
__________________
And all of my dreams
they may have come true
but so did my nightmares
which I can't get through.
Rispondi citando
  #7488  
Vecchio 07-10-2018, 05.43.05
L'avatar di gabo86
gabo86 gabo86 non è connesso
Moderatore
 
Data registrazione: 08-05-2005
Residenza: Melèe Island
Messaggi: 42,946
gabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito the retro sound of london

Stasera ero in macchina con Vero e mentre guidavo ascoltavo Lifeforms dei The Future Sound Of London. Tra le mille cose che mi ha evocato (mille sul serio, la loro musica è davvero evocativa) ho partorito un pensiero che ho esposto a Vero dicendole "prendilo come un ragionamento da Carta Azzurra", e quindi è giusto che lo scriva qui.
Riflettevo sul fatto che stavo ascoltando Lifeforms, che ho scoperto quattro anni fa (assieme a tutti i loro dischi) e che però era uscito vent'anni prima. Ovviamente vent'anni prima non avevo idea di chi fossero loro, avevo otto anni e non ascoltavo musica se non quella proposta dai miei genitori (cantautori italiani) e dai miei cugini (principalmente gli 883). E quindi da un lato mi fa impressione sapere che mentre ascoltavo quella musica da qualche parte nel mondo usciva quest'altra musica, quella che ho ascoltato stasera, e che ventiquattro anni fa non avrei mai capito.
Così ho pensato all'impatto che può avere avuto questa musica sui contemporanei. Oggi sembra datata, perché in realtà la musica elettronica, essendo spesso legata alla tecnologia, tende ad invecchiare più rapidamente di altri generi (anche se alcuni dischi degli anni '90 suonano ancora freschissimi). Però mi chiedo cosa ne abbiano pensato i contemporanei. Così come noi li stavamo ascoltando stasera in auto, immagino autoradio di ventiquattro anni fa che mandavano la stessa musica. Un po' come in "Come Bonny E Clyde" di Max Pezzali.
Che buffa immagine.

(post scritto ascoltando Lifeforms dei The Future Sound Of London)
__________________
And all of my dreams
they may have come true
but so did my nightmares
which I can't get through.
Rispondi citando
  #7489  
Vecchio 07-10-2018, 14.37.32
L'avatar di gabo86
gabo86 gabo86 non è connesso
Moderatore
 
Data registrazione: 08-05-2005
Residenza: Melèe Island
Messaggi: 42,946
gabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito "io ho un debito per la vita con te, lo sai"

Ieri sera siamo andati a vedere il concerto di una cover band funky in cui suona un nostro amico, e sono stato per due ore in trance. Tutto questo a causa tua.
Il pezzo che mi ha causato più trance è stato uno di quelli che avevamo provato insieme nell'unico giorno in cui siamo entrati nella stessa sala prove per suonare entrambi. Avevamo deciso di mettere su una cover band funky, il nostro repertorio era di cinque canzoni e una di questa l'hanno suonata ieri sera, così mi sono ricordato di quel pomeriggio di dodici anni fa.
Poi ci sono stati tanti altri pezzi, quelli che mi hai fatto scoprire tu, quando io non avevo idea di cosa fosse il funky (avevo solo l'ultimo album dei Jamiroquai fine) e tu invece me l'hai "insegnato" senza pronunciare parole ma solo ascoltandolo nella tua macchina, parcheggiati di fronte a casa tua di sabato, a notte fonda, dopo una serata con gli amici.
E poi ci sono i pezzi che non avevo mai ascoltato con te, anzi, non li avevo proprio mai ascoltati, ma il genere è quello ed è un genere che mi è entrato dentro, mi ha scavato qualcosa, mi ha messo una profonda malinconia fin dalle prime volte che l'abbiamo ascoltato anche se di malinconico in teoria non avrebbe niente. Non mi "ricordava" niente, visto che negli anni '70 io non ero ancora nato, ma mi scavava una profonda malinconia, una malinconia che mi faceva stare bene e che mi fa ancora stare bene.
Ieri sera stavo bene. Se non fosse stato per te probabilmente tutta quella musica sarebbe stata insignificante, e invece mi sono emozionato per due ore.

Potrei mandarti per messaggio tutto questo, ma ci sono rimasto così male l'ultima volta che ti ho scritto qualcosa di "profondo" senza avere risposta (era stato appena dopo aver ascoltato Automaton, ho trascritto anche qui su Carta Azzurra il messaggio) che preferisco averti scritto solo la frase che dà il titolo al post allegando un video della serata, e basta così.

(post scritto ascoltando Red House Painters I dei Red House Painters)
__________________
And all of my dreams
they may have come true
but so did my nightmares
which I can't get through.
Rispondi citando
  #7490  
Vecchio 08-10-2018, 02.29.31
L'avatar di gabo86
gabo86 gabo86 non è connesso
Moderatore
 
Data registrazione: 08-05-2005
Residenza: Melèe Island
Messaggi: 42,946
gabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito effetto memoria

Ale mi ha chiesto chi fosse "Lè", gliene ho parlato, ricordava qualcosa, ma come prevedibile non ricordava quasi niente post 23 novembre di dieci anni fa. Così gli ho detto un po', e poi mi ha fatto una domanda spiazzante. Ma sul serio (con affetto).
Mi ha detto "ma scusa, io e te non ci siamo fidanzati nello stesso periodo?", intendendo lui con la sua futura moglie e io con la mia futura comproprietaria di casa (limitiamoci alle carte scritte, please).

Sono saltato per aria.
Quindi per lui io ho conosciuto Vero un anno prima rispetto a quando l'ho conosciuta davvero. Ma se fosse stato così probabilmente non ci sarebbe stata tutta la sofferenza che c'è stata dopo. Voglio dire, gli ho scritto più volte che l'anno 2008-2009 è stato durissimo e lui adesso ha pensato che io conoscessi già Vero?
Naaa.

Com'era? Ricordati di ricordare o qualcosa di simile?
(quanto mi diverto a prenderlo affettuosamente in giro)

(post scritto ascoltando Dead Cities dei The Future Sound Of London)
__________________
And all of my dreams
they may have come true
but so did my nightmares
which I can't get through.
Rispondi citando
  #7491  
Vecchio 08-10-2018, 12.35.06
L'avatar di sconnesso
sconnesso sconnesso non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 24-05-2006
Residenza: troppo spesso in ufficio, la notte a casa e la sera ovunque mi dia libertà
Messaggi: 1,758
sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!
Invia un messaggio via MSN a sconnesso
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da gabo86 Visualizza messaggio
Ale mi ha chiesto chi fosse "Lè", gliene ho parlato, ricordava qualcosa, ma come prevedibile non ricordava quasi niente post 23 novembre di dieci anni fa. Così gli ho detto un po', e poi mi ha fatto una domanda spiazzante. Ma sul serio (con affetto).
Mi ha detto "ma scusa, io e te non ci siamo fidanzati nello stesso periodo?", intendendo lui con la sua futura moglie e io con la mia futura comproprietaria di casa (limitiamoci alle carte scritte, please).

Sono saltato per aria.
Quindi per lui io ho conosciuto Vero un anno prima rispetto a quando l'ho conosciuta davvero. Ma se fosse stato così probabilmente non ci sarebbe stata tutta la sofferenza che c'è stata dopo. Voglio dire, gli ho scritto più volte che l'anno 2008-2009 è stato durissimo e lui adesso ha pensato che io conoscessi già Vero?
Naaa.

Com'era? Ricordati di ricordare o qualcosa di simile?
(quanto mi diverto a prenderlo affettuosamente in giro)

(post scritto ascoltando Dead Cities dei The Future Sound Of London)
__________________
a cugini uguali corrispondono donne uguali

chiudi gli occhi e abbracciami forte...
e ti proteggerò da ogni cosa vorrà farti del male
Rispondi citando
  #7492  
Vecchio 09-10-2018, 01.30.13
L'avatar di sconnesso
sconnesso sconnesso non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 24-05-2006
Residenza: troppo spesso in ufficio, la notte a casa e la sera ovunque mi dia libertà
Messaggi: 1,758
sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!
Invia un messaggio via MSN a sconnesso
Predefinito

Ciao Amica,
oggi è l'8 Ottobre, e proprio 9 anni fà, sancivamo le nostre promesse davanti ad un centinaio di persone, 6 testimoni e davanti a Dio.
Promesse andate a puttane, ovviamente, ma che mai avrei immaginato potesse accadere. Perchè quando le cose succedono agli altri, noi pensiamo di esserne immuni, lontano anni luce, invece la trappola è sempre dietro l'angolo...e quelle storie di cui di solito senti raccontare, ne diventi il protagonista. Ed esserne il protagonista non è di certo una cosa piacevole, mica parliamo di film, ma di orrenda realtà.
Oggi pensavo andasse peggio, pensavo che avreiavuto diversi momenti di crisi, invece no. Ho pensato in diversi momenti del giorno cosa stessimo facendo 9 anni fà, ad esempio stamattina, saranno state le 7, pensavo che ai tempi ero già sveglio e mi stavo iniziando a preparare per le foto con accanto a me mio cugino/amicu. Poi ho pensato verso le 12 alla lunga attesa che arrivassi e ti ho scritto, verso le 17 ho pensato che stavamo mangiando i dolci, verso le 19 che stavamo facendo le foto e verso le 21 che le foto forse erano già finite, e ti ho riscritto.
Sai cosa ho dimenticato di ricordare, verso le 13.30 ho dimenticato di ricordare della tua lettera che mi leggesti 9 anni prima. Una bellissima lettera, emozionante...ma purtroppo erano solo parole, sentite sicuramente, ma solo parole...e tu non riesci ad andare oltre quelle.
Per il resto una giornata come le altre, complice il lavoro, se ne è andata un'altra giornata chiave, senza particolare dolore...fortunatamente.
Forse sto iniziando a rassegnarmi o forse sto cercando di rassegnarmi o forse sto perdendo tempo. E lo dico, cara amica, perchè se mettessi come "due date" il 23 Novembre 2020, non cambierebbe nulla...ne sono sicuro. So che in queste settimane che ti ho dato, non accadrà nulla...e di questo ne sono sicuro. Queste settimane sto cercandp di utilizzarle per me, per rassegnarmi appunto, per cercare di fare un passo avanti e poi un'altro e poi un'altro ancora. Queste settimane sono per me affinchè possa tornare a camminare, non so se ci riuscirò, ma ci sto provando, con fatica ma ci sto provando.
Ora ti saluto, a quest'ora forse 9 nanni fà già dormivamo...quindi buonanotte amica
__________________
a cugini uguali corrispondono donne uguali

chiudi gli occhi e abbracciami forte...
e ti proteggerò da ogni cosa vorrà farti del male
Rispondi citando
  #7493  
Vecchio 09-10-2018, 02.29.16
L'avatar di gabo86
gabo86 gabo86 non è connesso
Moderatore
 
Data registrazione: 08-05-2005
Residenza: Melèe Island
Messaggi: 42,946
gabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito ma solo a me le parole "otto ottobre" ricordano le parole "otto otto tre"?

Potrei raccontarla anch'io, quella giornata, secondo per secondo.
Ma oggi erano nove anni. L'anno prossimo saranno dieci, e lo farò allora.

Per il resto, c'eravamo allora e ci siamo sempre.
__________________
And all of my dreams
they may have come true
but so did my nightmares
which I can't get through.
Rispondi citando
  #7494  
Vecchio 09-10-2018, 02.36.06
L'avatar di gabo86
gabo86 gabo86 non è connesso
Moderatore
 
Data registrazione: 08-05-2005
Residenza: Melèe Island
Messaggi: 42,946
gabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito una serata di lettura e musica

Stasera, appena finito di cenare, mi sono sdraiato sul divano, ho preso il libro del circolo di lettura che discuteremo giovedì e ho iniziato a leggerlo. In sottofondo c'era un disco che non avevo mai ascoltato e che avevo pensato di iniziare ad ascoltare oggi; adoro la sensazione di parole sul libro e musica nelle orecchie che si fondono le une dentro l'altra. Il primo disco mi è piaciuto tantissimo.
Poi ho fatto una pausa, mi sono preparato il tè, ho telefonato a mio papà e ho ripreso a leggere il libro. Il secondo disco che ho ascoltato mentre leggevo era anch'esso un disco che stavo ascoltando per la prima volta, ma non mi ha detto niente.
E poi, mentre mi avviavo alla conclusione, ho ascoltato un terzo disco, uscito pochi giorni fa e teoricamente "da viaggio", almeno a quanto dicono le recensioni, e quindi adattissimo al libro che stavo leggendo; ma per me il disco "da viaggio" resterà sempre quello degli Yeti, non c'è niente da fare. A questo devo ancora abituarmi.

Ho finito il libro. Adoro iniziare e finire i libri nella stessa serata, senza distrazioni, con un flusso di lettura unico che permette di entrare totalmente nella storia. Mi è piaciuto molto.

(post scritto ascoltando Eurotechno di Stakker)
__________________
And all of my dreams
they may have come true
but so did my nightmares
which I can't get through.
Rispondi citando
  #7495  
Vecchio 09-10-2018, 02.55.26
L'avatar di gabo86
gabo86 gabo86 non è connesso
Moderatore
 
Data registrazione: 08-05-2005
Residenza: Melèe Island
Messaggi: 42,946
gabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito beautiful future?

Citazione:
Originalmente inviato da gabo86 Visualizza messaggio
All you have to do
Is speak out my name
And I would come running
Anyway
Mi è stato rinfacciato, anche di recente, che spesso le mie amicizie femminili sono "morbose", o almeno, io sono morboso con le mie amiche (quelle strette, s'intende). Questa valutazione varia in base ai parametri, ovviamente, ma c'è un caso in cui mi sento di dirlo ad occhi chiusi: questo.
Ora, il termine "morboso" è usato in senso negativo o dispregiativo, ma dieci anni fa non vedevo il mio rapporto con lè come tale. Lei, del resto, aveva un ragazzo; io diciamo che uscivo con una ragazza con cui speravo che le cose decollassero anche se non l'hanno mai fatto, ma comunque non avevo nessuna intenzione di tradimento, neanche virtuale. I due piani erano rigidamente separati.

Fatte le dovute premesse, approfitto di questo post per raccontare, e raccontarmi, a dieci anni di distanza com andassero le cose. In sintesi andavano così: ci sentivamo spessissimo via pm, e con spessissimo intendo a qualsiasi ora del giorno in cui entrambi fossimo al computer; per mia scelta avevamo limitato msn al minimo (preferivo prendermi un attimo di tempo per riflettere); gli sms sono arrivati solo più avanti, e maledetti loro (e maledetto me) se poi è finito tutto.
Nei nostri pm non facevamo altro che condividere. Il nostro legame era così forte e stretto che qualsiasi riferimento trovavamo in giro lo trascrivevamo lì o nei nostri post. Questo ne è un esempio: una canzone dei Fleetwood Mac, recentemente reincisa dai Primal Scream, e plaf, un'altra condivisione. Anche quella canzone era contenuta in Beautiful Future, un disco che iniziai ad ascoltare proprio nei primi tempi della nostra amicizia, e un disco che conteneva delle "dichiarazioni d'intento" come "Beautiful future" e "Can't go back". Ricordo di una serata passata a studiare diritto privato ascoltando questo disco con i suoi pm che mi rendevano felice.

Ci volevamo bene e non perdevamo l'occasione di ribadircelo.

Era sbagliato? Non credo. Non so come fosse il suo rapporto sentimentale, il mio era pessimo ma non per questo stavo cercando di rimpiazzare Erika con lei. Erika era comunque la ragazza che mi piaceva, la ragazza con cui uscivo, la ragazza con cui speravo di combinare qualcosa di serio prima o poi, mentre lè era un'amica, una persona con cui mi sentivo (rigorosamente per iscritto) spesso e che prima o poi speravo di incontrare, ma con cui non ci sarebbe mai stato niente.

La terza spunta del mio autunno perfetto.Finché è durato, ovvio.
__________________
And all of my dreams
they may have come true
but so did my nightmares
which I can't get through.
Rispondi citando
  #7496  
Vecchio 09-10-2018, 03.14.08
L'avatar di gabo86
gabo86 gabo86 non è connesso
Moderatore
 
Data registrazione: 08-05-2005
Residenza: Melèe Island
Messaggi: 42,946
gabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito split screen

Da una parte c'è una partita di calcio in diretta, dall'altra un gran premio di formula 1 in differita.
Da una parte c'è l'Inter che soffre e vince, dall'altra la Ferrari che soffre e perde.
Da una parte c'è Ale e dall'altra c'è mio papà.
Da una parte c'è una telefonata che occupa la prima mezz'ora di partita, durante la quale commentiamo le azioni in diretta o quasi, visto che il mio streaming ha un ritardo di circa trenta secondi rispetto alla diretta della pizzeria in cui sta aspettando che lo servano, e così cerca di non anticiparmi niente e riesce miracolosamente a non farmi capire che l'Inter segna e che subito dopo ci danno un rigore contro e che questo rigore viene sbagliato; dall'altra parte c'è una conversazione whatsapp che, come per ogni gran premio successivo all'acquisto dello smartphone da parte di mio papà, rimane attivissima per due ore, commentando ogni sorpasso e disperandoci per la sorte delle Ferrari.
Da una parte c'è una squadra che ci ha legati, con un canto del cigno (sportivo) che non dimenticheremo mai, in quella splendida sera di maggio che c'ha visti campioni d'Europa; dall'altra parte c'è una squadra e più in generale uno sport che ci hanno legati, senza grandi trionfi (almeno recentemente) ma con la voglia di vedere insieme ogni gran premio possibile, e quando non è possibile (cioè quasi sempre) almeno di commentarli insieme.
Da una parte c'è una persona di cui secondo Vero sono innamorato, dall'altra c'è l'unica persona di cui secondo Vero mi fidi ciecamente.
Da una parte c'è un Mirabella, dall'altra pure.

Lo schermo era diviso in due ieri sera, ma la distanza non attutisce le emozioni. Lo sport, addirittura, le amplifica.

(post scritto ascoltando Vivadixiesubmarinetransmissionplot degli Sparklehorse)
__________________
And all of my dreams
they may have come true
but so did my nightmares
which I can't get through.
Rispondi citando
  #7497  
Vecchio 11-10-2018, 00.39.09
L'avatar di gabo86
gabo86 gabo86 non è connesso
Moderatore
 
Data registrazione: 08-05-2005
Residenza: Melèe Island
Messaggi: 42,946
gabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito click

Citazione:
Originalmente inviato da gabo86 Visualizza messaggio
Brevissimo riassunto della Wipeout story:
nel 1998 il fratello di Ale compra la Playstation (1) e ha un gioco di corse futuristiche con gare tra automobili che fluttuano sul suolo e si sparano armi per rallentarsi a vicenda, accompagnato da una colonna sonora elettronica strepitosa. E' il gioco dell'estate.
Finita l'estate, rivende il gioco. Io ne compro la versione per pc e da allora compro tutte le versioni fino al 2003.
Nel 2003 Ale compra la Playstation 2 e io mi faccio dare dal mio amico Martino l'ultima versione di Wipeout, che si chiama Wipeout Fusion. Diventa il gioco ufficiale mio e di Ale fino all'estate 2007, quando la sua Playstation 2 si rompe. Da allora, fine dei Wipeout (tranne l'ascolto delle colonne sonore, cosa che faccio sempre e comunque, anche a distanza di 10 anni dalla prima.

Ieri sera mentre era fuori e io ero a casa sua, ho aperto lo zaino e ho tirato fuori la Playstation 2 che Martino mi ha prestato prima di andare a Roma (ecco cos'era il regalo di onomastico più bello mai ricevuto). La cosa strana era che io l'avrei montata al posto di quella di Ale che, pur essendo rotta, doveva essere ancora lì dov'è sempre stata. E invece, vai a capire perchè, l'ha spostata da là. Vabbè, ho preso la "mia" e l'ho collegata alla tv.
Quando Ale è tornato, io stavo ascoltando Bohemian Rhapsody nella versione dei Flaming Lips e sorridevo tantissimo. Mi fa "avanti, dov'è sta sorpresa?" e io "eh, è in questa stanza, ora cercala". E s'è messo a guardare in giro, quasi imbarazzato perchè non la trovava". "Ma è nascosta?" "macchè nascosta, è sotto i tuoi occhi". Solo che, beh, ovviamente non la vedeva perchè visto che di solito la sua Playstation 2 è sempre stata là, alla fine era abituato a vederla lì, quindi non collegava che magari potesse essere la mia.
Poi s'è avvicinato, l'ha vista, e mi fa "e questa Playstation chi ce la porta?" e io ho sorriso tantissimo e gli ho urlato "Martinoooo" e poi l'ho abbracciato.

Poi abbiamo cenato, abbiamo fatto la cena dei campioni (150 grammi di pasta col pesto) per prepararci alla sfida del secolo.
Poi abbiamo ascoltato "bah bah bah" ma a questo dedicherò un altro post, un giorno.
E poi è cominciato il torneo. Lui non giocava da più di un anno, io da un po' di meno perchè c'avevo giocato un pochino quando Martino me l'ha prestata. E insomma, è iniziato il campionato ed è stato incredibile rivivere ESATTAMENTE le stesse emozioni di allora. Trovarci di un anno più grandi, con tante cose che sono cambiate, e renderti conto che tra noi è migliorato tutto (non che prima fosse male, ma ora è proprio il rapporto di amicizia perfetto), e anche le nostre vite sono decisamente migliorate.
La musica del gioco era la stessa di sempre, ovviamente. Credo che la musica di questo Wipeout sia la migliore di tutti i Wipeout usciti finora. La musica era la stessa e un paio di mesi fa, quando non c'erano prospettive di avere la Playstation (il cui prestito è stata un'idea di Martino mentre lo riaccompagnavo a casa la sera prima che partisse), mentre ascoltavo i cd della colonna sonora, pensavo che mi mancava tantissimo giocarci con Ale.
Detto fatto.

Per la cronaca: ho vinto io 2-1. Dove un punto non è un punto ma è un campionato vinto (abbiamo dei criteri di punteggio pazzeschi e complicatissimi). Il primo campionato l'abbiamo pareggiato, devo dire entrambi per botte di culo gigantesche, e quindi non abbiamo assegnato nessun punto. Il secondo l'ha vinto lui di misura. Il terzo l'ho vinto io MASSACRANDOLO e staccandolo di 26 punti (punti del campionato, non punti della nostra sfida). Il quarto l'ho vinto di misura portandomi sul 2-1 e concludendo così la sfida.
Sono andato a dormire con lo stesso sorriso da campione in carica di quando andavo a dormire col sorriso da campione in carica fino ad un anno fa. Da settembre 2003 a giugno 2007. E ora, anche da ottobre 2008 fino a non si sa quando.
Spettacolo.
Il titolo di questo post, o meglio del post che ne festeggia i suoi dieci anni, è “click”. Click è una parola onomatopeica che in questo caso uso per indicare due suoni: il suono dell’otturatore della macchina fotografica e il suono di qualcosa che si incastra (“poi qualcosa fa click e ci uniamo ad incastro” cantavano gli Articolo 31 in quello spettacolo di canzone sull’amicizia di gruppo di lunga data che è “Sulla stessa corsia”.
Il primo suono è quello della macchina fotografica della mia memoria. Io ho una memoria incredibile (non è un giudizio qualitativo, è solo che è così e basta) e la mia memoria, per quanto aiutata dalla scrittura (scrivere mi ha sempre aiutato a ricordare meglio le cose, e visto che ho scritto principalmente di me nella mia vita, è di me che ricordo più di qualsiasi altra persona, anzi, di me e delle persone che sono entrate in contatto con me), è principalmente visiva. Non fotografica (le fotografie non hanno movimenti e neanche suoni) ma neanche posso parlare di “film della vita”, perché alla fine di una serata, tipo quella del post qui sopra, non posso dire di ricordare tutto nei minimi dettagli, non continuativamente almeno. Ho dei microfilmati di alcuni secondi, come quelli che fino a qualche anno fa si chiamavano Vine e che adesso si chiamano storie di Instagram e tra qualche anno chissà come si chiameranno. E questi microfilmati messi tutti assieme creano il film di quella serata, che unito a tutti gli altri film crea il film della vita. Insomma, di quella serata ricordo tutto quello che ho scritto, soprattutto l’ambiente. La stanza.
Quella stanza non c’è più. Non c’è più perché è stata trasformata come tutta la casa, e uno dei miei limiti è quello di riuscire a ricollegarla a planimetrie nel frattempo modificate. Ad esempio, tutte le volte che sono tornato in quella casa in versione “riveduta e corretta” non ho mai avuto la sensazione di essere nella stessa casa di prima. E quella stanza, che nel frattempo ha cambiato forma, dimensione e soprattutto uso, per me non c’entra niente con quella di adesso. Quella stanza è rimasta lì, e resterà per sempre con me, nella mia mente. Probabilmente è la singola stanza a cui sono più affezionato (oltre alla mia di Catania, s’intende).
Ricordo tutto quello che ho scritto più altre cose che non ho scritto, ma che sono appunto sensazioni difficili da raccontare. Ad esempio, la sensazione di incastro.
Ed stata una sensazione che ho provato in quel momento preciso in cui abbiamo ricominciato a giocare a Wipeout Fusion insieme, a oltre un anno di distanza dall’ultima volta e, se vogliamo, a dieci anni dalla prima partita al primo Wipeout. Adesso di anni ne sono passati altri dieci, sto giocando al primo Wipeout (con enormi difficoltà, certamente maggiori di vent’anni fa) e sto raccontando di quella sera. La sera dell’incastro. La sera in cui tutto si è incastrato alla perfezion èe: con Ale avevamo già un rapporto fantastico (l’amicizia perfetta, l’ho definita scrivendo, e avevo ragione) e adesso con Wipeout Fusion si era incastrato l’ultimo tassello. Il tutto si univa agli altri tasselli, quello della mia amicizia con lè e quello del mio rapporto incomprensibile rapporto con Erika (rileggendo in giro mi sono accorto anche della presenza immanente dell’altra sorella, ma questo è materiale per un altro post).
“Fino a non si sa quando”, ho scritto. Fosse per me saremmo potuti andare avanti in quel modo per tutta la vita. Io non chiedevo nient’altro, forse con pochissima lungimiranza: avevo un amico vicino perfetto, un’amica lontana perfetta e una ragazza con cui uscivo imperfetta, ma tutto mi sembrava incastrato alla perfezione. Io ero in equilibrio, lui no: e quando la sua ricerca di equilibrio l’ha portato a cambiare tutto repentinamente per me è stato un colpo gigantesco. Ne racconterò, è inevitabile, ma per ora mi godo quella sensazione di perfezione.
__________________
And all of my dreams
they may have come true
but so did my nightmares
which I can't get through.
Rispondi citando
  #7498  
Vecchio 11-10-2018, 02.58.23
L'avatar di gabo86
gabo86 gabo86 non è connesso
Moderatore
 
Data registrazione: 08-05-2005
Residenza: Melèe Island
Messaggi: 42,946
gabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito bah bah bah

Nel post richiamato nel post precedente ho scritto che avrei dedicare un post a "bah bah bah". Va bene se lo faccio dieci anni dopo?

"Bah bah bah" è uno dei tormentoni miei e di Ale. Anzi, forse è IL tormentone. È una frase (frase?) che pronunciamo da parecchi anni (per la precisione sedici) e, come tutti i tormentoni, è nato da una cosa pronunciata una sola volta.
È sempre così: tutte le frasi su cui abbiamo costruito una mitologia sono state pronunciate una sola volta dai nostri personaggi (ovvero da quelli che imitiamo), ma sono state così memorabili da rimanere con noi per sempre.
Nella fattispecie, "bah bah bah" è stata pronunciata da Seby, nostro amico nel primo periodo della nostra amicizia "vera", quindi tra il 2001 e il 2003. Seby era un ragazzo che usciva con noi e che era particolarmente sfigato. È in assoluto uno dei nostri "personaggi" preferiti per la quantità di stupidaggini che ha fatto, ma la più duratura è stata certamente "bah bah bah".
Seby era appassionato di musica dance, e nel periodo in cui nacque il tormentone c'era una canzone che si ascoltava parecchio in radio, una canzone apparentemente anonima, tale "Indian summer" (quel titolo sarebbe poi tornato violentemente nella mia vita sotto forma di canzone dei Manic Street Preachers, anni dopo) di tali "B1". Nessuno, fondamentalmente. La canzone aveva un testo cantato su una melodia abbastanza orecchiabile e poi, in una sezione intermedia (e decisamente meno danzereccia), la stessa melodia veniva cantata con un "bah bah bah" come unico testo. Il caso volle che Seby, in un giorno imprecisato (e anche in un luogo imprecisato: non ricordo veramente niente), si sia messo a cantare questa melodia con il "bah bah bah". Io e Ale scoppiammo a ridere, perché cantata da lui sembrava veramente triste. Da allora "bah bah bah" per noi due è sinonimo di tristezza. Ma una tristezza delle nostre: quando ci raccontiamo che qualcosa non va, per sdrammatizzare ci scriviamo "bah bah bah" o, se siamo ispirati, l'intero testo (una sequenza di bah bah bah infinita), o se siamo al telefono addirittura "cantiamo" il bah bah bah.

Succede ancora oggi, a sedici anni di distanza dal "bah bah bah" originario.
Certe volte penso che certi legami siano proprio inscindibili.

(post scritto ascoltando See You On The Other Side dei Mercury Rev)
__________________
And all of my dreams
they may have come true
but so did my nightmares
which I can't get through.
Rispondi citando
  #7499  
Vecchio 11-10-2018, 03.04.26
L'avatar di gabo86
gabo86 gabo86 non è connesso
Moderatore
 
Data registrazione: 08-05-2005
Residenza: Melèe Island
Messaggi: 42,946
gabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito ma questi se lo immaginano che due amici per la vita la canticchiano sempre?

__________________
And all of my dreams
they may have come true
but so did my nightmares
which I can't get through.
Rispondi citando
  #7500  
Vecchio 11-10-2018, 17.14.39
L'avatar di gabo86
gabo86 gabo86 non è connesso
Moderatore
 
Data registrazione: 08-05-2005
Residenza: Melèe Island
Messaggi: 42,946
gabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito 8(83)

La sera del 19 febbraio 2008 ero particolarmente inquieto: l'indomani sarebbe uscito Studentessi degli Elio E Le Storie Tese ed ero sicuro che non sarebbe mai riuscito a superare il precedente Cicciput, non tanto in bellezza (anche se sì, anche in bellezza era impossibile superarlo) quanto piuttosto per un aspetto apparentemente collaterale ma per me fondamentale, cioè le condivisioni. Ogni canzone di Cicciput era stata infatti condivisa con una persona, con un luogo, con un momento, a volte anche tutte queste cose insieme. Era molto difficile che potesse riaccadere, ma incredibilmente riaccadde.
Domani uscirà 8, il nuovo album dei Subsonica, e anche in questo caso è difficile che superi il precedente Una Nave In Una Foresta, non tanto in bellezza (anche se pure in questo caso è molto difficile) quanto per un aspetto apparentemente collaterale ma che poi l'ha reso così vissuto: il fatto che ha raccontato un momento preciso, un momento con tutto quello che ne è seguito dopo e con il battito di ali di farfalla. Le circostanze sono completamente diverse, quindi è praticamente impossibile che accada. In fondo quelli che raccontavano i "momenti" vissuti non erano i Subsonica, erano gli 883.

(post scritto ascoltando Una Nave In Una Foresta dei Subsonica)
__________________
And all of my dreams
they may have come true
but so did my nightmares
which I can't get through.
Rispondi citando
Rispondi

Strumenti discussione
Modalità visualizzazione

Regole di scrittura
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato

Vai al forum


Tutti gli orari sono GMT +1. Adesso sono le 17.39.49.