Forum Soleluna  

Torna indietro   Forum Soleluna > Forum Attualità

Rispondi
 
Strumenti discussione Modalità visualizzazione
  #1  
Vecchio 16-10-2006, 11.54.04
angelo angelo non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 16-02-2002
Messaggi: 13,733
angelo reputazione Stellare !!!angelo reputazione Stellare !!!angelo reputazione Stellare !!!angelo reputazione Stellare !!!angelo reputazione Stellare !!!angelo reputazione Stellare !!!angelo reputazione Stellare !!!angelo reputazione Stellare !!!angelo reputazione Stellare !!!angelo reputazione Stellare !!!angelo reputazione Stellare !!!
Predefinito USA, storico sorpasso: i conviventi superano gli sposati

Matrimoni in minoranza rispetto alle coppie di fatto: è la prima volta
Il nuovo fenomeno ha ripercussioni importanti nel campo economico
Negli Stati Uniti storico sorpasso I conviventi superano gli sposati
di SAM ROBERTS

Le coppie sposate, il cui numero continuava a calare da decenni rispetto al totale delle famiglie americane, sono finite in minoranza secondo un'analisi appena completata dal New York Times sulla base dell'ultimo censimento. L'American Community Survey, uno studio pubblicato quest'anno dall'Ufficio Statistiche, ha rilevato che solo il 49,7 per cento, pari a 55,2 milioni di famiglie tra le complessive 111,1 milioni del 2005, sono coppie sposate - con e senza figli - appena sotto la maggioranza e in calo considerevole rispetto al 52 per cento di cinque anni fa.

Queste cifre non significano ovviamente la fine del matrimonio, né vogliono necessariamente dire che si è arrivati a una svolta. Di fatto, anzi, il numero totale di coppie sposate è più alto che mai, e la maggior parte degli americani prima o poi si sposa. Ma è pur vero che il matrimonio va incontro a una concorrenza sempre più forte: un crescente numero di adulti tende infatti a trascorrere una maggiore parte della propria vita da single o in coppia ma senza sposarsi e le implicazioni socio-economiche ciò sono assai considerevoli. "Questo fenomeno comporta dei cambiamenti nel peso sociale del matrimonio sull'economia, la forza lavoro, la vendita e l'affitto di case, e anche in relazione al target al quale indirizzano la loro pubblicità i produttori" dice Stephanie Coontz, direttrice di educazione pubblica per la Commissione sulle Famiglie Contemporanee, un gruppo di ricerca no-profit. "E di sicuro costituisce una sfida per le nostre politiche del lavoro".

Complessivamente, una coppia su dieci non è sposata (e un nucleo familiare su venti è costituito da una persona che vive sola). Il numero delle coppie che convivono e non sono sposate sta crescendo: dal 2000 tra le coppie non sposate formate da individui di sesso diverso si è registrato un aumento del 14 per cento, tra quelle omosessuali maschili del 24 per cento e tra quelle omosessuali femminili del 12 per cento.
Emergono grandi differenze nella composizione dei nuclei familiari in base alla classificazione geografica. La percentuale di coppie sposate va da oltre il 69 per cento nella Utah county, in Utah, al 26 per cento di Manhattan, che ha fatto registrare la più bassa percentuale di coppie sposate di qualsiasi altro posto nel Paese. Ciò nondimeno dal 2000 Manhattan ha fatto registrare un aumento dell'1,2 per cento nel numero delle coppie sposate, in contrasto con il resto della città di New York e molti altri luoghi.

Per David Blankenhorn, presidente del gruppo di difesa del matrimonio dell'Institute for American Values, le coppie sposate sono diventate una minoranza soprattutto a causa del numero in forte aumento di nuclei familiari formati da persone che pensano di sposarsi o che sono già state sposate.

Steve Watters, direttore dei giovani adulti per Focus on the Family, un gruppo conservatore cristiano, ha detto che il trend riflette più il desiderio di procrastinare il matrimonio che non l'idea di rifiutarlo. "Questi dati indicano soltanto che sempre più persone sperimentano delle alternative prima di sposarsi" dice Watters.

Pamela J. Smock, ricercatrice nel Centro di Studi sulla Popolazione dell'Università del Michigan, afferma però che da una sua ricerca indipendente rispetto a quella dell'Ufficio Statistiche del paese, emerge che il desiderio di un forte vincolo familiare, e specialmente di contrarre matrimonio, è costante. "In una società segnata da alti livelli di divorzio, la coabitazione tra giovani adulti ci dice che lo fanno perché non sarebbe saggio sposarsi senza prima aver vissuto insieme per un certo periodo" dice Smock.

Con il moltiplicarsi di forme diverse di vita e di coabitazione, la percentuale di coppie sposate è in calo da decenni. Nel 1930 le coppie sposate costituivano l'84 per cento dei nuclei familiari. Nel 1990 tale percentuale era già scesa al 56 per cento circa. Le coppie sposate non sono la maggioranza tra i nuclei familiari formati da adulti di età inferiore ai 25 anni sin dagli anni Settanta, ma tra quelli di età compresa tra i 25 e i 34 anni la percentuale è scesa al di sotto del 50 per cento per la prima volta negli ultimi cinque anni. Tra gli americani di età compresa tra 35 e 64 anni, le coppie sposate sono ancora la maggioranza.

"Questo fenomeno è almeno in parte alimentato dalla presenza delle donne nel mondo del lavoro: oggi le donne non devono necessariamente sposarsi per essere tranquille dal punto di vista economico" dice Andrew A. Beveridge, demografo del Queens College della City University of New York, che ha analizzato i dati del censimento per conto del New York Times. "Un tempo per poter avere rapporti sessuali si era soliti sposarsi, mentre oggi una delle ragioni principali per sposarsi è avere figli. Ma avere figli non è più un'idea così allettante ed è un'esigenza in calo per molte persone per i costi che i figli comportano". Per William H. Frey, demografo della Brookings Institution, il trend è dovuto all'influenza dello stile di vita dei baby-boomer. "Chiaramente le generazioni successive hanno seguito le loro orme, con alti livelli di convivenza pre-matrimoniale e stili di vita più flessibili".

Da Repubblica

angelo
__________________
come un seme di futuro arrivato dal passato
come l'amore che nasce
come l'amore che muore

come un sogno che c'è stato che ci sta ci starà ancora
come il sole che lavora anche se la notte è buia
come voce dentro a un coro di alleluja alleluja


Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma

03.10.2002

"Ricordatevi: le canzoni sono migliori di chi le fa"(Maggio 1999)

12.12.2002

Rispondi citando
Rispondi

Strumenti discussione
Modalità visualizzazione

Regole di scrittura
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato

Vai al forum


Tutti gli orari sono GMT +1. Adesso sono le 00.35.07.