Forum Soleluna  

Torna indietro   Forum Soleluna > Forum Classici

Rispondi
 
Strumenti discussione Modalità visualizzazione
  #7141  
Vecchio 04-03-2018, 18.17.30
L'avatar di gabo86
gabo86 gabo86 non è connesso
Moderatore
 
Data registrazione: 08-05-2005
Residenza: Melèe Island
Messaggi: 42,951
gabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito i miei tre post con le parole non dette

Citazione:
Originalmente inviato da gabo86 Visualizza messaggio
Ci sono due cose che dovrei dire a due persone.Ma una persona credo che non la vedrò più.L'ho vista due ore un pomeriggio e m'è bastato.L'altra persona la sento,potrei dirglielo,ma ovviamente non ho il coraggio.E vabbè.
Me lo ricordo benissimo questo post, e mi ricordo anche della risposta di Sid subito dopo. Aveva ragione, ero stato un po' contraddittorio, ma il mio senso era "scrivo qui le cose che non dirò loro in faccia". Per due motivi molto diversi.

Citazione:
Originalmente inviato da gabo86 Visualizza messaggio
Sei una stronza.Forse non lo sai,forse ti sei dimenticata tutto.Ma sei una stronza.L'hai trasformato,l'hai annientato,mi sembra un'altra persona,senza verve,con molta meno vitalità,ed è tutta colpa tua,di quello che hai combinato,di quello che hai fatto,del tuo atteggiamento incredibile.Lui non lo ammette,ma in realtà è ancora bruciato.Gli hai fatto cambiare tutto,l'ho visto una sola volta da allora,e questo perchè tu sei stata una persona di merda.L'hai ucciso,non l'hai rovinato ma è ancora scottato da quell'esperienza.Gli hai anche fatto togliere internet.Ti rendi conto che ora devo inviargli via mail i post che voglio che legga?Schifo.Sei uno schifo.Magari non è colpa tua,ma se non ci fossi stata tu tutto questo non sarebbe successo.Vergogna.Ho intenzione di riprendere tutto,con lui,ma se per caso quest'estate presenterà ancora strascichi del casino che hai combinato,giuro che ti metto una bomba a casa.Tanto lo so dove stai.
Questa cosa, ad esempio, non l'ho detta in faccia perché non l'ho mai più rivista, né ho saputo più niente di me. Ma non dimenticherò mai la mia rabbia nel tornare a piedi da casa di Ale ed averlo visto in quello stato. Di solito c'andavo in macchina, ma ci sono state due volte in cui ci sono andato a piedi (parlo della casa di Catania, ovviamente): la prima, nella primavera 2006, quando gli dissi che volevo cambiare facoltà. Era un periodo allucinante per me, e mi andai a confidare con lui, ascoltando Lipstick Traces dei Manic Street Preachers, appena scoperti e già fondamentali. La seconda volta, invece, fu proprio quel pomeriggio: era da un mese e mezzo, dal pomeriggio in cui l'avevo visto con lei, che era sparito, dopo aver risolto "bene" la questione in sospeso che rischiava di legarli per sempre. Lei sparì ma lui si richiuse in un silenzio, anche con me, che mi fece temere il peggio socialmente.
Poi, in realtà, lui si rianimò, e quell'estate fu messo ancora più k.o. dalla donna che da due anni lo teneva in scacco (dopo averlo amato, veramente, per due anni). E il ricordo di quella ragazza di questo post fu eclissato. Ed è ancora più eclissato pensando a cosa gli è successo negli ultimi sei mesi e alla donna che avrebbe dovuto amarlo per sempre, e invece...

Citazione:
Originalmente inviato da gabo86 Visualizza messaggio
E' stato buffissimo oggi chiamare a casa tua e chiedere di te,anzichè della persona di cui chiedo di solito.Beh,lei è partita e mi permetto di parlare con te,no?E di dirti di vederci,anzi,vengo io a casa tua,con una scusa del cavolo(ti ho fatto notare "voglio venire prima che torni lei" e tu l'hai presa a ridere,con quel sorriso bellissimo,che si capiva anche al telefono che era bellissimo.Perchè lo conosco,perchè t'ho vista ridere tante volte...e poi di te adoro la tua semplicità,la tua non-arroganza...la tua semplicità,sì.E il tuo essere bellissima senza essere necessariamente sexy.
Certe volte ci penso,e mi piacerebbe che accadesse qualcosa.Ma è meglio di no,per migliorare una situazione finirei col distruggerne un'altra,e alla fine preferisco che vada così...preferisco che tu rimanga un mio sogno,alla fine ti conosco pochissimo e potrei restare deluso se ti conoscessi meglio...preferisco immaginarti così,con quell'alone di imperfezione che ti rende ancora più perfetta ai miei occhi.
E dopodomani vengo a casa tua a trovarti.
Qui, invece, ero stato incredibilmente lungimirante.
Mi ero deciso a telefonare a casa di Carola, pur sapendo che era partita per Pisa col suo ragazzo, per parlare con sua sorella. In fondo, non potevo negare a me stesso che il motivo per cui andavo quasi ogni giorno a studiare da lei, percorrendo venticinque minuti di strada a piedi all'andata ed altrettanti al ritorno, era anche di vedere sua sorella, scambiare due chiacchiere con lei, chiacchiere che però raramente andavano oltre i saluti. E così la vedevo e sapevo che mi piaceva veramente tanto, ma sapevo anche che non avrei mai avuto il coraggio di essere un briciolo più esplicito.
Eppure il ragionamento fatto parecchi anni dopo relativo alla serata dell'"attacco di panico" (non credo fosse davvero tale) fu proprio questo: era un periodo in cui non sapevo verso chi indirizzare il mio affetto "affettuoso" (ché quello dell'amicizia era sempre lì, diviso tra le persone che facevano parte della mia vita). Così, per una volta, scelsi: Erika. Le telefonai e le dissi che sarei andato a trovarla uno dei giorni successivi. Cosa che feci, anche se - subito - non accadde niente.
Però, che lungimirante che sono stato. "Per migliorare una situazione finirei per distruggerne un'altra", perché in fondo lo sapevo già, lo sapevo già prima che accadesse qualsiasi cosa, che Carola non avrebbe accettato che il suo migliore amico uscisse con sua sorella. Sapeva che al suo migliore amico piaceva sua sorella, ma sperava che la cosa non andasse oltre. Io sapevo che non l'avrebbe mai accettato.
Ho rischiato. È successo il finimondo. Ma sono contento di averlo fatto. E sono contento di scriverne, pur "dieci anni dopo". Di scriverne a puntate. Il bello di aver trascritto un "diario in diretta" com'è stata Carta Azzurra è che, appunto, i momenti salienti di quel triennio sono qui. E posso rileggerli e commentarli.
Tipo, quando ho chiesto ad Erika di passare da lei pur sapendo che sua sorella non c'era; anzi, proprio per quello.
__________________
And all of my dreams
they may have come true
but so did my nightmares
which I can't get through.
Rispondi citando
  #7142  
Vecchio 04-03-2018, 18.31.18
come_musica come_musica non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 24-08-2008
Messaggi: 1,848
come_musica reputazione Stellare !!!come_musica reputazione Stellare !!!come_musica reputazione Stellare !!!come_musica reputazione Stellare !!!come_musica reputazione Stellare !!!come_musica reputazione Stellare !!!come_musica reputazione Stellare !!!come_musica reputazione Stellare !!!come_musica reputazione Stellare !!!come_musica reputazione Stellare !!!come_musica reputazione Stellare !!!
Predefinito Post-it azzurro

Stamattina avevo messo la sveglia perché speravo di vederlo.
Puntuale è arrivata la telefonata: Non ce la faccio. Sono in ritardo.

Piccola delusione. Neanche paragonabile a quella che provo ogni giorno perché non trovo il coraggio di realizzare il mio sogno.

Se fosse un libro, si intitolerebbe 'Diario per ammazzare il tempo mentre cerco il coraggio di realizzare il mio sogno'.
Rispondi citando
  #7143  
Vecchio 04-03-2018, 22.34.13
L'avatar di sconnesso
sconnesso sconnesso non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 24-05-2006
Residenza: troppo spesso in ufficio, la notte a casa e la sera ovunque mi dia libertà
Messaggi: 1,758
sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!
Invia un messaggio via MSN a sconnesso
Predefinito

Tutto ciò che ho

Avrei voluto essere

come il capoclasse che avevo

quando andavo a scuola

che esempio era per me



avrei voluto come lui

non avere mai un dubbio,

un cedimento, un'incertezza

e non menarmela mai



avrei voluto per un po'

non avere il mio carattere,

il mio corpo, la mia faccia



avrei voluto anche se

poi ho capito che ogni mattina

io c'ero sempre,

ero sempre con me.



Se sono giusto oppure no,

se sono a posto o pessimo,

se sono il primo o l'ultimo,

ma sono tutto ciò che ho.



Se sono bravo oppure no,

se sono furbo o stupido,

se sono scuro o limpido,

ma sono tutto ciò che

tutto ciò che ho.



Avrei voluto essere

un bravo studente, un bravo figlio,

un bravo fidanzato,

o almeno uno dei tre,



e avrei voluto andare via

quando questa cittadina

l'ho sentita stretta addosso

non la credevo più mia,



avrei voluto stare anch_io

in un posto dove il mio destino

non fosse già scritto,



avrei voluto anche se

poi ho capito che dovunque andassi

io c'ero sempre,

ero sempre con me.

Se sono giusto oppure no,

se sono a posto o pessimo,

se sono il primo o l'ultimo,

ma sono tutto ciò che ho.



Se sono bravo oppure no,

se sono furbo o stupido,

se sono scuro o limpido,

ma sono tutto ciò che

tutto ciò che ho.



Avrei voluto essere

in passato meno innamorato

di chi non ha avuto

alcun riguardo per me,



e avrei voluto dare a te

tutto quel che ho dentro

e che io troppe volte ti ho negato

senza sapere perché.



Avrei voluto, e solo Dio

sa quanto ho cercato

di tirare fuori ciò che sento,



avrei voluto dirti che

prego che qualsiasi cosa accada

tu ci sia sempre

tu sia sempre con me.



Se sono giusto oppure no,

se sono a posto o pessimo,

se sono il primo o l'ultimo,

ma tu sei tutto ciò che ho.



Se sono bravo oppure no,

se sono furbo o stupido,

se sono scuro o limpido,

ma tu sei tutto ciò che

tutto ciò che ho



Non sono molto bravo con la memoria, ma le poche cose che ricordo le ho impresse nella mia mente...
eravamo nella mia vecchia ford fiesta io, Claudia e Ga e sentivamo proprio questa canzone. Ricordo che dedicai l'ultima parte della canzone a Claudia, perchè credevo che fosse proprio lei la donna della mia vita.
Tempo dopo, pensando a quella dedica mi dissi che ero stato proprio uno stupido a dire quella cosa.
Tempo ancora dopo, pensai che quelle frasi le avrei dovute dedicare a Dani...
non avrei mai pensato che mi fossi sbagliato ancora una volta.


In realtà nella vita non si smette mai d'imparare, non bisogna mai essere certi di qualcosa, tutto può accadere, tutto può cambiare...
__________________
a cugini uguali corrispondono donne uguali

chiudi gli occhi e abbracciami forte...
e ti proteggerò da ogni cosa vorrà farti del male
Rispondi citando
  #7144  
Vecchio 06-03-2018, 14.25.38
L'avatar di gabo86
gabo86 gabo86 non è connesso
Moderatore
 
Data registrazione: 08-05-2005
Residenza: Melèe Island
Messaggi: 42,951
gabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito "non sono molto bravo con la memoria"

E già rido.
Rido perché io forse sono la persona più brava del mondo con la memoria (che poi non è una questione di bravura, credo sia solo predisposizione), e ogni volta che ci confrontiamo, io dico "te la ricordi questa cosa?" e lui mi dice puntualmente "no". Ogni tanto mi stupisce e ricorda, ma non quanto vorrei. Del resto io sono un po' il suo (e di tanti altri, credo) "hard disk esterno", ho immagazzinato dati delle persone a me vicine e li tiro fuori all'occorrenza.

Eppure non mi ricordo di quel giorno in macchina. La canzone la ricordo benissimo, l'auto pure e lei idem, ma non tutte e tre le cose nello stesso momento.
Però sì, le cose cambiano.

Sempre citando il nostro fratello maggiore, baruzzu,
ce la caveremo, proprio come abbiamo sempre fatto.

(post scritto ascoltando Environment 6.5 dei The Future Sound Of London)
__________________
And all of my dreams
they may have come true
but so did my nightmares
which I can't get through.
Rispondi citando
  #7145  
Vecchio 07-03-2018, 14.52.04
L'avatar di gabo86
gabo86 gabo86 non è connesso
Moderatore
 
Data registrazione: 08-05-2005
Residenza: Melèe Island
Messaggi: 42,951
gabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito moralità discutibile

Mi ha mollato dopo otto mesi, era nell'aria ma la conferma è arrivata, e quando è arrivata ho iniziato a guardarmi in giro. A quanto vedo in giro tra una e l'altra passa del tempo, tempo fisiologico, perché non è facile trovarne, eccetera, e invece io ho avuto una botta di culo pazzesca: lo stesso giorno in cui mi ha mollato ne ho trovata un'altra. Sembrava tutto troppo bello per essere vero.
Per carità: vero lo era. Il punto è che un po' la distanza è difficile da sopportare, ma in realtà non è neanche quello: il vero problema è che mi trovo malissimo. Mi trovo malissimo ma non voglio mollare solo perché lei non sia il massimo, anzi, è proprio il minimo sindacale, e poi quello che ricevo è davvero poco, a fronte di un impegno anche mentale enorme, soprattutto per resistere al delirio. Perché lei è delirante, tratta tutti malissimo (incluso me), è proprio una brutta persona. I miei amici si dividono in due: chi mi dice di lasciar perdere, di prendermi un periodo di pausa, che mi sto facendo il sangue amaro in cambio di veramente poco, e chi invece mi dice di tenere duro in attesa che arrivi altro.
Io, personalmente, la penso come i secondi, così tengo duro, mi prendo i miei insulti, però poi qualcosa di buono c'è, poco ma c'è, altrimenti non sarei qui.

Eppure, adesso mi sento quasi in colpa. Adesso che mi sto sentendo con un'altra, un'altra che mi dice che forse potremmo avere una storia, e se ci penso mi commuovo, perché lei sembra veramente fantastica, quantomeno penso che possa soddisfare certi bisogni che l'attuale proprio fatica a soddisfare, e insomma, se mi dicesse di sì sarei la persona più felice sulla faccia della Terra. E, se lo farà, temo già il momento in cui dovrò dirlo alla lei di ora, perché sono sicuro che verrò investito da una vagonata di insulti e offese, perché "me lo potevi dire prima", e avrebbe anche ragione, e quando gli dirò "ho trovato di meglio" (se la cosa andrà in porto, ovviamente) mi dirà "ma tu sapevi com'ero, te l'ho detto fin dal primo giorno", e non potrò biasimarla perché è vero, io me ne sono accorto il primo giorno di com'era, e ciononostante ho continuato a starci pur con una difficoltà emotiva che i primi giorni era enorme, poi si è via via attenuata e ultimamente è riesplosa dopo aver visto che c'è di molto meglio, e se questo molto meglio decidesse davvero di mettersi con me, io non ci penserei neanche un attimo a mollare quella di adesso.
E però oggi quella di adesso mi ha invitato a pranzo e no, non ce l'ho fatta ad accettare, ho detto che avevo altro da fare ma in realtà non volevo farmi invitare a pranzo senza tradire esitazioni e poi, eventualmente, presentarmi da lei tra qualche giorno dicendole "ti mollo". Non ce l'ho fatta.
Ma, se davvero quell'altra deciderà di mettersi con me, dovrò in qualche modo assumermi le mie responsabilità e prendermi i miei schiaffoni.

Sperando che vada tutto bene.

(post scritto ascoltando Archived : Environmental : Views dei The Future Sound Of London)
__________________
And all of my dreams
they may have come true
but so did my nightmares
which I can't get through.
Rispondi citando
  #7146  
Vecchio 09-03-2018, 14.49.30
L'avatar di gabo86
gabo86 gabo86 non è connesso
Moderatore
 
Data registrazione: 08-05-2005
Residenza: Melèe Island
Messaggi: 42,951
gabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito i nonni che se ne vanno

Quando morì il mio nonno paterno ero veramente troppo piccolo per ricordarmi qualcosa.
Quando morì la mia bisnonna (madre della mia nonna materna) fu un momento durissimo: ero a Firenze con la mia famiglia e si era, semplicemente, spenta nel sonno qualche mese dopo aver compiuto cento anni, senza che avesse alcuna malattia ("soltanto" la vecchiaia) e lasciando l'appartamento accanto al nostro agli altri due abitanti, cioè i miei nonni materni.
Quando morì il mio nonno materno fu un disastro: io e lui eravamo legatissimi e vederlo andarsene nel giro di due giorni fu una botta che impiegai moltissimo tempo a superare. Oltretutto quell'evento fece nascere un qualcosa di inaspettato, cioè un legame tra me e mia nonna, che fino ad allora era rimasto flebile, e che mi accompagna ancora oggi.
Quando morì la mia nonna paterna, invece, fu una botta meno forte: per quanto io sia molto più legato ai parenti paterni che a quelli materni, "i nonni" sono sempre stati quelli materni, perché ci hanno sempre abitato accanto e perché sono sempre stati più "vicini", anche non geograficamente. La mia nonna paterna la chiamavo "la nonna", con molta meno confidenza rispetto ai miei nonni materni, chiamati sempre "nonno" e "nonna".

Stamattina sono stato al funerale della nonna di Veronica. Sono stato sorpreso, piacevolmente, da tanta commozione per un parente che se ne va, nonostante la distanza geografica ci fosse (ok, sono solo venti chilometri, ma impedivano di andarla a trovare così spesso) e nonostante negli ultimi anni ci sia stato un decadimento fisico e soprattutto cerebrale che l'aveva lentamente fatta spegnere. Ci sono state scene strazianti, ma ognuno reagisce a suo modo. È stata dura ma ne usciranno, ne usciremo.

(post scritto ascoltando The Birthday Party dei The Boys Next Door)
__________________
And all of my dreams
they may have come true
but so did my nightmares
which I can't get through.
Rispondi citando
  #7147  
Vecchio 10-03-2018, 09.58.12
come_musica come_musica non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 24-08-2008
Messaggi: 1,848
come_musica reputazione Stellare !!!come_musica reputazione Stellare !!!come_musica reputazione Stellare !!!come_musica reputazione Stellare !!!come_musica reputazione Stellare !!!come_musica reputazione Stellare !!!come_musica reputazione Stellare !!!come_musica reputazione Stellare !!!come_musica reputazione Stellare !!!come_musica reputazione Stellare !!!come_musica reputazione Stellare !!!
Predefinito

Arrivederci tristezza
Rispondi citando
  #7148  
Vecchio 10-03-2018, 13.51.57
L'avatar di gabo86
gabo86 gabo86 non è connesso
Moderatore
 
Data registrazione: 08-05-2005
Residenza: Melèe Island
Messaggi: 42,951
gabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito threepwood ending (post scatologico)

Il primo film di Woody Allen che ho visto è tuttora il mio preferito. L'anno dopo è uscito Hollywood Ending, in cui il protagonista (Allen) è un regista che per motivi psicosomatici diventa cieco. Mi sono sempre chiesto come sia possibile che il cervello abbia riflessi sul corpo e sulla sua funzionalità, ma Carola passava le nottate vomitando prima degli esami e Vero le passava seduta sul gabinetto, quindi la cosa non è proprio assurda. Solo che a me non era mai capitata (con l'eccezione di un attacco di diarrea dopo che mia mamma mi disse "lascia stare G., lei è per te molto più di quello che tu sei per lei", facendomi stare male).

Il mio rapporto con il gabinetto, se lo ricorderà Frikketta che mi chiamava "barattolino", era molto semplice fino al 2014: non avevo nessuno stimolo ad andare in bagno finché, con cadenza esattamente settimanale, improvvisamente lo stimolo arrivava. Andavo in bagno, mi sedevo e dopo dieci secondi avevo finito. Fine. Per un'altra settimana ero libero dall'incombenza, e la cosa faceva impazzire la ormai ex di un mio amico, che invece soffriva davvero di stitichezza, e tutti i miei amici che avevano l'appuntamento una o due volte al giorno. Tutti pensavano che io stessi malissimo durante la mia settimana, ma io invece stavo benissimo. Arrivava lo stimolo, andavo in bagno e ne uscivo dopo dieci secondi.

Poi, durante i primi mesi del 2014, quelli vissuti in Belgio, una dieta drastica cambiò completamente il mio apparato digerente, e da lì diventai una persona "normale": una volta al giorno, massimo ogni due, mi toccava andare in bagno. La trovai una perdita di tempo, ma forse era meglio così per il mio fisico.

Nelle ultime settimane, invece, si è capovolto tutto. Non capisco se stia tornando ai fasti di un tempo (pre-2014) o se si sia semplicemente sconvolto il mio equilibrio intestinale, ma comunque se sta accadendo è perché sono giorni difficili. Emotivamente sono un'altalena, e tutto a causa del lavoro e delle prospettive e di un potenziale altro lavoro e di cose che sfuggono completamente al mio cervello e che, come in Hollywood Ending, si stanno riversando sul mio corpo. Nella fattispecie, sul mio intestino.

(post scritto ascoltando Il Disco di Max Nek Renga)
__________________
And all of my dreams
they may have come true
but so did my nightmares
which I can't get through.
Rispondi citando
  #7149  
Vecchio 11-03-2018, 12.52.13
L'avatar di mattcameron
mattcameron mattcameron non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 09-01-2006
Residenza: il paese della fiaba
Messaggi: 8,734
mattcameron reputazione Stellare !!!mattcameron reputazione Stellare !!!mattcameron reputazione Stellare !!!mattcameron reputazione Stellare !!!mattcameron reputazione Stellare !!!mattcameron reputazione Stellare !!!mattcameron reputazione Stellare !!!mattcameron reputazione Stellare !!!mattcameron reputazione Stellare !!!mattcameron reputazione Stellare !!!mattcameron reputazione Stellare !!!
Predefinito

...non scrivo qua da un'eternità, e penso sparirò di nuovo assai velocemente.

...non ho mai scritto, credo, su questa pagina, ma gli anni passano e il forum cambia soprattutto se non ci vieni quasi mai.
Perché scrivo oggi. Perché sto cercando una specie di anonimato che su Facebook non può esserci...e sì, mi rendo conto che è una cosa ridicola e che ormai il web mi propone contenuti di persone amiche perché i nostri telefonini erano l'uno vicino all'altro.
Ma tant'è. Facciamo del nostro meglio...

Scrivo oggi, perché mi sento alla vigilia di qualcosa di importante. Ah, a proposito: saluto tutti i miei "vecchi" amici, da Chiara e suo fratello Giovanni, alla mitica Sara-Eterìa che continua a farmi ridere un sacco, a Hime*, agli amici che c'erano - e ci sono - prima che il forum INIZIASSE (questo fa un sacco Fight Club! ): Decly, Denis, Il Maestro Mazza...e se non completo l'elenco è puramente per ragioni di spazio.

Ecco. Dicevo che sono alla vigilia di qualcosa. Ma inizio raccontandovi una storia...
A Dicembre 2015 ho "improvvisamente" lasciato un lavoro, lanciandomi praticamente nel vuoto. Diciamo pure che non ne potevo più.
Ho iniziato, da subito, un corso d'inglese che pensavo potesse essermi utile per lavori futuri...beh non lo è stato ma mi piace e lo continuo ancora adesso, e poi ho preparato con grande calma un concorso regionale per un posto da O.S.S. in ospedale. (Quel concorso l'ho vinto.)

A quel punto era già iniziato il 2016, e in realtà brancolavo nel buio - a parte l'aver iniziato a frequentare un gruppo di amici che, chissà perché, erano rimasti ai margini della mia vita.
Ma, sapete? Ci sono giornate speciali, e incontri che ti cambiano la vita. E a volte non sai nemmneno perché.
Il mio incontro speciale è stato con Honeybird, una cantautrice americana amica di una mia amica (sic!) che sono andato ad ascoltare un giorno di primavera in quel di Fontanafredda (PN). Perché quella persona mi sia piaciuta così tanto, io non so dirvelo. Ma ogni tanto la reicontro ancora, thank you for your kindness, e mi lascia dentro una sensazione di pace che pochi altri.

E così. Ma insomma, siamo ad Aprile 2016 ed io mi convinco che sono sulla strada giusta. Intanto affronto la prima prova del concorso, e la supero. Qualche giorno dopo vado in montagna con una di quelle persone che avevo cominciato/ripreso a frequentare, vado a vedere la neve a primavera.
Belle giornate, buono l'umore. Preparo la seconda prova del concorso, e la supero con una facilità tale da farmi pensare che ho sbagliato tutto...invece no, tutte risposte esatte, quei 20/20 che probabilmente decidono il mio futuro lavorativo.

E siamo a maggio, poi a giugno. Nibali vince il Giro contro ogni possibile pronostico, le cose vanno bene. Tanto bene che le lascerei così, senza cambiare altro. Ma non è destino, o non so.
Mentre sto preparando l'esame PET di inglese, decido che è il momento di raggiungere la mia migliore amica a New York. In pochi giorni prenoto tutto, faccio il passaporto, e parto.
Mi attende l'esperienza più strana della mia vita, il viaggio più bello. Giro per la Grande Mela praticamente da solo, poi alla sera la mia amica mi porta a sentire concerti. Veri concerti, chi ama la musica può capirmi.
Incontro persone che mai avrei pensato di incontrare davvero. Qualcosa cambia.

Torno, e preparo velocemente anche l'ultima prova del concorso. La passo, con una certa dose di fortuna. Poi, il lungo digiuno....
Provo a vedere se esistono altri lavori, provo ad abbandonare il settore assistenziale. Non ne esce nulla, senonché viene accettata una mia domanda di partecipazione ad un workshop di giornalismo a Roma [...]
E siamo a Settembre 2016, alla conclusione del racconto. Passo due settimane a Roma ad ascoltare i volti più conosciuti del giornalismo nazionale...a sorpresa mi accorgo che non vengo considerato (solo) un villico imbucato ad una festa di intellettuali. Cambia qualcos'altro.

E insomma per farla breve, mentre la mia vita oscilla (beccheggio e rollìo, beccheggio e rollìo) inizio a lavorare in Ospedale ma continuo a battere quella strada da pseudointellettuale che pareva dovessi mollare soltanto un anno prima...continuo inglese.
E siamo ad oggi.
Dopo un anno di reparto ho deciso di rivoluzionare quasi completamente la mia vita, in tre passaggi. L'ultimo è un cambio di reparto che non so se andrà bene. E' per questo che scrivo.

Potrebbe essere la scelta giusta, come anche no. Mi fa paura.
...e quindi vi racconto qualcosa. Vi racconto che ci ho provato. Senza troppo pensarci, con più incoscienza che coraggio: ci ho provato. Comunque vada a finire...

Ricordo che se ne parlava anni fa con Animamigrante e Crisalide Folle, del fatto che è importante è tentare, anche se magari si potrebbe fallire...ragazzi, sto qua

...e basta, avrei altre cose da raccontare, soprattutto da dire ad alcune persone che ho frequentato in questa sede in passato. Ma lo farò se verranno il tempo e il modo giusti. Se supererò questa prova.
Se no: avete un bel racconto! e comunque: volete sentire consigli musicali? SCRIVETEMI...quando torno, vi illuminerò

Un abbraccio a tutti e a prima o poi,
con affetto,

Michele.
__________________
19.06.00 PEARL JAM, LJUBLJANA (SLO) 22.06.06 TOOL, BOLOGNA 16.09.06 PEARL JAM, VERONA 16.11.06 TOOL, JESOLO (VE) 02.09.07 NINE INCH NAILS (e TOOL), BOLOGNA JOVANOTTI SAFARI TOUR 2008 06.07.10 PEARL JAM (e BEN HARPER), VENEZIA 02.08.11 AFTERHOURS, SPILIMBERGO (PN) 03.09.11 GUCCINI (#9) 02.03.12 TEATRO DEGLI ORRORI, DEPOSITO GIORDANI (PN) 11.06.12 BRUCE SPRINGSTEEN, STADIO ROCCO (TS) 25.06.12 CHRIS CORNELL, CASTELLO DI UDINE 26.09.12 RADIOHEAD, VILLA MANIN (UD)
Rispondi citando
  #7150  
Vecchio 11-03-2018, 17.48.45
L'avatar di gabo86
gabo86 gabo86 non è connesso
Moderatore
 
Data registrazione: 08-05-2005
Residenza: Melèe Island
Messaggi: 42,951
gabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito ciao Michele

Attendo con ansia il thread "Tool...parte quarta"
__________________
And all of my dreams
they may have come true
but so did my nightmares
which I can't get through.
Rispondi citando
  #7151  
Vecchio 11-03-2018, 17.56.00
L'avatar di gabo86
gabo86 gabo86 non è connesso
Moderatore
 
Data registrazione: 08-05-2005
Residenza: Melèe Island
Messaggi: 42,951
gabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito crash 3

Chissà perché, Crash Bandicoot è considerato come una trilogia. Di recente è stato rimasterizzato e pubblicato per PS4 (e tra poco per Xbox One e PC), ma solo i primi tre capitoli. Ho giocato un po' anche a quelli successivi: Crash Team Racing, un gioco di corse "spiritoso" alla Mario Kart, e poi Crash Bash, un gioco di minigiochi. Ricordo di aver visto Gaetano, il fratello di Ale, giocare anni dopo a un Crash Bandicoot nuovo per PS2, molto simile ai primi tre, ma non ho visto altro.
In effetti per me Crash Bandicoot è una trilogia. Ho vissuto di striscio il primo, in pieno il secondo e di nuovo di striscio il terzo, ma stavolta perché ero io a starmene per andare. Dopo l'estate 2000, infatti, non andai più a dormire dai miei cugini che avevano la Playstation, interrompendo quindi la mia sequenza videloudica notturna del lunedì notte.

Comunque, il 3 mi piace meno dei primi due. È stata introdotta la modalità contro il tempo che è divertente ma fin troppo frustrante (superare i livelli senza morire lo riporta un po' all'enorme difficoltà del primo gioco); è pieno di minigiochi non platform, e alcuni sono fastidiosi e fuorvianti; e poi, semplicemente, manca la fantasia del 2 di trovare modi strani di nascondere segreti. Qui quasi non ci sono segreti, basta andare avanti e si trova più o meno tutto, bisogna essere abili ma non serve la fantasia. Per me il 2 è un capolavoro, il primo e il terzo si fermano un gradino sotto.
E il 3 non l'avevo mai finito. Mancava sempre qualcosa e il gioco non diceva cosa, ora lo so (viva internet!), l'ho trovato e l'ho completato.

E adesso basta. Non so se darmi ancora al retrogaming, a ripercorrere momenti passati della mia vita di videogiocatore, o provare qualcosa di nuovo. Vedremo.

(post scritto ascoltando Il Disco di Max Nek Renga)
__________________
And all of my dreams
they may have come true
but so did my nightmares
which I can't get through.
Rispondi citando
  #7152  
Vecchio 12-03-2018, 00.22.52
L'avatar di gabo86
gabo86 gabo86 non è connesso
Moderatore
 
Data registrazione: 08-05-2005
Residenza: Melèe Island
Messaggi: 42,951
gabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito meravigliosa (la luna)

Sto ascoltando da un paio di giorni il disco dal vivo del tour a tre di Max Pezzali, Nek e Francesco Renga. Tre artisti che hanno un peso diversissimo nella mia vita: gigantesco Max Pezzali, inesistente Nek, limitato Renga.
Limitato, vero, ma c'è.

L'unico pezzo che conoscevo di Renga tra quelli contenuti nella scaletta del concerto è "Meravigliosa (La Luna)". Mi è sempre piaciuto, lo trovo un pezzo divertente, amaro ma reso in maniera estremamente ironica. Gli altri pezzi non li conoscevo, e non mi piacciono particolarmente.

Conosco molto bene, invece, i primi tre album di Renga. Li conosco perché mi sono stati regalati, masterizzati (ed il primo ha anche un titolo "sbagliato" scritto col pennarello sul cd) per il Natale 2004 da G. Mi aveva regalato A.C.A.U. l'estate precedente, la canzone di Renga (Sabbia) ci era piaciuta molto e così aveva deciso di approfondirlo. Fino ad allora erano usciti tre dischi, e così me li regalò per Natale.
Era un periodo in cui io ero (uso questo termine come lo poteva usare un diciottenne) innamorato di lei, e quei tre dischi ebbero una rilevanza enorme nella mia vita. Non tanto per i pezzi "felici" quanto per quelli tristi: qualche mese dopo decisi di escluderla dalla mia vita per motivi che continuo a ritenere giusti, ovvero che io ero molto più coinvolto di lei nel nostro rapporto, e fu giusto così. Ma i pezzi "tristi" iniziarono ad infestare la mia vita ("haunt" in inglese rende molto meglio), e mi torturarono per tutto il periodo successivo, in cui cercavo di fare pace con la mia scelta. La scelta l'avevo fatta io, e quindi io ovviamente la accettavo; lei, invece, no. Cercava in tutti i modi di contattarmi e io evitavo, ma poi bastava ascoltare una qualsiasi di quelle canzoni, di quelle tristi, per crollare.
È stato un periodo duro, in cui ho cercato di dimenticarmi di lei, ma più cercavo di farlo e più me la ricordavo, e Renga non aiutava. Adesso quelle canzoni non fanno più male, ma non nascondo che non le ascolto da una vita.

Comunque, nel disco dal vivo non ci sono.

(post scritto ascoltando Il Disco di Max Nek Renga)
__________________
And all of my dreams
they may have come true
but so did my nightmares
which I can't get through.
Rispondi citando
  #7153  
Vecchio 12-03-2018, 23.40.04
L'avatar di gabo86
gabo86 gabo86 non è connesso
Moderatore
 
Data registrazione: 08-05-2005
Residenza: Melèe Island
Messaggi: 42,951
gabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito dodici anni riassunti in mezz'ora

Sabato mattina mi sono svegliato e mi sono seduto a fare colazione con Valentina, mentre i coniugi erano fuori. Io e lei non parliamo molto da soli, anche perché lei non c'è quasi mai a casa, e così ne abbiamo approfittato per discutere un po' di alcune situazioni, inclusa quella matrimoniale. Ci siamo confrontati per oltre un'ora, lei è persino scoppiata a piangere quando le ho raccontato alcune cose a cui avevo assistito nelle ultime settimane, e poi il discorso è andato in altre direzioni, fino alla questione emigrazione. Mi ha raccontato che il suo stacco del passare da un paese di poche migliaia di anime alla "grande città" che è Padova è stato forte, ma ancora più forte, diceva, dev'essere stato lo stacco di andare dal profondo sud al profondo nord.
"E considera" le ho detto "che io avevo la mia rete di sicurezza, qui. C'era già Gra, c'era Vero..."
"Vero?" mi ha chiesto "ma scusami, non vi siete conosciuti a Padova?"
"Vale...mi stai dicendo che non ti ho mai raccontato come ci siamo conosciuti?"
Vale ha fatto cenno di no col capo, e allora ho iniziato a raccontare la nostra storia, che in realtà è molto più grande di noi.

"Allora, ora tutto sembra normale perché c'è Facebook, ma fidati che quando è iniziata la storia che sto per raccontarti nessuno sapeva cosa fosse. Io mi sono iscritto al forum di Jovanotti nel 2005, all'epoca era il mio cantante preferito, e non sapevo bene cosa ci fosse in un forum. Tu ne hai mai visitato uno? Fondamentalmente è un insieme di discussioni, e ogni utente può aprirne una. I forum di norma sono tematici, e anche quello di Jovanotti in teoria sarebbe dovuto essere a tema Jovanotti. Però quello era molto di più, perché non si parlava solo del cantante; si parlava molto di attualità, e ci si confrontava anche in maniera accesa; e poi c'era la sezione personale, quella in cui ognuno raccontava i fatti propri, magari cose così intime che non le avrebbe mai raccontate fuori, e fidati, io lì dentro ho scritto cose che non ho mai raccontato a nessun altro"
"E quindi...vi siete incontrati lì?"
"Alt. Lei non è stata la prima. Diciamo che lì c'era un discreto giro di...non so come spiegartelo. Diciamo che Vero per me non è stata la prima. Ne ho avute alcune, di...ragazze, ma non è che fossimo stati insieme. Oddio, a me sarebbe anche piaciuto, mi sono preso un paio di cottarelle, solo che evidentemente loro non la pensavano come me, e dopo il fattaccio..."
"Il fattaccio?"
"Sì Vale, è capitato. Cioè, funzionava così. Tu scrivevi in pubblico, ti confrontavi su certe questioni, magari ti confidavi anche. E poi si passava dal pubblico ai messaggi privati, poi ad msn - te lo ricordi msn? - e poi magari finivi col telefonarti..."
"E tu telefonavi a una persona che non avevi mai visto?"
"Io ho telefonato ad una valanga di persone che non avevo mai visto, e qualcuna non l'ho proprio vista, neanche in seguito. Per dirti, per un anno ho avuto una persona del forum che consideravo la mia migliore amica - ma sul serio! - e io e lei ci sentivamo spessissimo, ci raccontavamo a distanza...lo so, è una cosa molto post-adolescenziale, ma avevo diciannove anni, cosa c'era di male?"
"Ah, e con lei?"
"No, lei era un'amica, è stata una splendida amicizia, poi ci siamo anche visti per sei giorni, ed è stato bellissimo, una cosa pura e innocente...poi è finita, ci si perde di vista, eccetera, ma è stato bellissimo"
"E le altre?" mi ha chiesto, ormai curiosissima.
"E le altre, insomma, patti chiari amicizia lunga, c'era dell'attrazione, perché tu puoi anche essere attratto dal modo in cui una persona scrive, soprattutto se scrive a te, e ti scrive certe cose...e poi dai, lo sai come sono io, non sono di certo l'uomo più bello del mondo, e così queste si sono trovate me davanti e hanno pensato che ormai non potevano più mandarmi a quel paese, però mi ci hanno mandato subito dopo, mentre io iniziavo ad affezionarmi invece..."
"E Vero?"
"Con Vero è stato diverso. Se vuoi c'è stata molta meno passione, cioè, se le altre storie trasposte nel mondo reale sarebbero state delle storie di una notte, la nostra storia invece è stata lenta, è partita pianissimo, ci siamo sentiti, ci siamo affezionati e ci siamo visti per la prima volte dopo cinque mesi"
"E sei andato tu?"
"No! È venuta lei, e pensa che era la prima volta che ha preso l'aereo! E l'ha preso da sola, per venire da me..."
"E tu cos'hai detto ai tuoi?"
"Vale, i miei erano abituati, ormai casa mia era un porto di mare, erano venute diverse persone negli anni, per carità, non con tutte era successo qualcosa, però insomma, i miei lo sapevano, lei sembrava una tra le altre..."
"E i tuoi non ti dicevano niente? Voglio dire, la prima volta ti avranno detto qualcosa, no? Incontri gente sconosciuta, poi in tempi in cui non era proprio comune..."
"Mah, i miei sono sempre stati molto aperti con me. Magari la prima volta gliel'ho nascosto, ma poi ho detto che sarei andato al concerto di Jovanotti con delle persone del suo fan club, lo chiamavo così per farglielo digerire più facilmente, e loro non mi hanno mai detto niente. Hanno conosciuto un sacco di persone del mio giro e le hanno apprezzate quasi tutte. E poi, appunto, è arrivata Vero..."
"E con lei è stato diverso?"
"Sì. Proprio perché sapevo come andava di solito, quando ho visto che stavolta stava andando diversamente ho immaginato un epilogo diverso. E infatti tre mesi dopo sono stato io da lei, per una settimana, e poi sono tornato qui a Padova dopo mesi, con Gra abbiamo cercato casa assieme e poi, insomma, era fatta..."
"Ma adesso sul forum?"
"Mah, adesso il forum è quasi morto, un po' è stato soppiantato da Facebook purtroppo, un po' è comunque un posto diverso, più lento...come se tu sei abituata ad andare nel tuo baretto del tuo paesino e poi a un chilometro dal paese costruiscono un centro commerciale gigantesco...capisci che il bar si spopola? Per carità, ci vai volentieri, è che dentro è tutto buio, il barista è il più malinconico di tutti e si mette a chiacchierare pur di non stare in silenzio...ma io continuo ad andarci, perché a quel posto devo tantissimo. Non solo Vero, devo anche i quattro anni precedenti al nostro primo contatto"

È andata così, e ho riassunto moltissimo. Difficilissimo raccontare il forum a chi non c'era.
Che storia grandiosa.

(post scritto ascoltando Different Gear, Still Speeding dei Beady Eye)
__________________
And all of my dreams
they may have come true
but so did my nightmares
which I can't get through.
Rispondi citando
  #7154  
Vecchio 13-03-2018, 23.00.16
L'avatar di gabo86
gabo86 gabo86 non è connesso
Moderatore
 
Data registrazione: 08-05-2005
Residenza: Melèe Island
Messaggi: 42,951
gabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito Vero per me

Raf - Ogni Piccola Cosa


Io non capisco la gente non so dare un senso a quello che fa
Io non so orientarmi e spesso mi perdo nel ventre di questa città
Tra milioni di cose che non conosco e nemmeno so dare un perché
Io so dirti ogni cosa, ogni piccola cosa di te
Io non sapevo guardare in fondo alle storie neanche alla mia
E così nella memoria restavano pagine scritte a metà
Quando gli altri dicevano che ero enigmatico
Tu eri quella che capiva ogni cosa, ogni piccola cosa di me


E non c’è ricchezza né vera gioia
Per chi ama il possesso e cerca gloria
Su questa terra di grandi inganni
Son le piccole cose che non vorrei perdermi mai
Per nessuna ragione al mondo

E per tutto il tempo io mi innamorerò mille altre volte di te
Sotto un cielo di rose e polvere di stelle

perché non c’è ricchezza nè vera gioia
Se insegui il successo e cerchi gloria
Su questa terra di grandi illusi

Io non capisco la gente non so dare un senso a quello che fa
E tra milioni di cose che non conosco e nemmeno so dare un perché
Io so dirti ogni cosa, ogni piccola cosa di te
__________________
And all of my dreams
they may have come true
but so did my nightmares
which I can't get through.
Rispondi citando
  #7155  
Vecchio 14-03-2018, 14.05.00
L'avatar di gabo86
gabo86 gabo86 non è connesso
Moderatore
 
Data registrazione: 08-05-2005
Residenza: Melèe Island
Messaggi: 42,951
gabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito quand'ero piccolo

Tutti mi scherzavano per le dimensioni del mio pene.
No, scherzo.

Ma quando ero piccolo mi chiedevo come si facesse ad avere una ragazza per tanto tempo. "Le cose da dirsi finiranno", pensavo, e ricordo di averlo pensato guardando una coppia entrare alla Villa Bellini dall'ingresso di Via Etnea. Li vedevo che parlavano e mi chiedevo come facessero ad avere ancora qualcosa da dirsi. Non che io non avessi da dire, ma ero convinto che avendo un unico punto di riferimento, un'unica persona a cui raccontare le cose, gli argomenti sarebbero presto finiti.

In realtà adesso non ho comunque un'unica persona a cui raccontare le cose, sono fortunato ad avere altre persone su cui posso contare, ma so solo che con la persona che amo non smetto di parlare, e non smetterei mai di parlarci, di raccontarle, di farmi raccontare, di confrontarci, di discutere, di condividere.

Forse sono diventato grande.

(post scritto ascoltando Il Disco di Max Nek Renga)
__________________
And all of my dreams
they may have come true
but so did my nightmares
which I can't get through.
Rispondi citando
  #7156  
Vecchio 14-03-2018, 15.56.48
come_musica come_musica non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 24-08-2008
Messaggi: 1,848
come_musica reputazione Stellare !!!come_musica reputazione Stellare !!!come_musica reputazione Stellare !!!come_musica reputazione Stellare !!!come_musica reputazione Stellare !!!come_musica reputazione Stellare !!!come_musica reputazione Stellare !!!come_musica reputazione Stellare !!!come_musica reputazione Stellare !!!come_musica reputazione Stellare !!!come_musica reputazione Stellare !!!
Predefinito In realtà cieli azzurri...

...perché mi sono ricordata che, esattamente un anno fa, ero alle prese con problemi di salute, che adesso sono quanto meno sotto controllo...

Forse è anche per questo che ormai rispondo alle obiezioni mosse dalla parte più pesante e più pedante di me con ''francamente me ne infischio!''




Post-it da aggiornare il prossimo anno di questi tempi.
Rispondi citando
  #7157  
Vecchio 16-03-2018, 00.03.28
L'avatar di gabo86
gabo86 gabo86 non è connesso
Moderatore
 
Data registrazione: 08-05-2005
Residenza: Melèe Island
Messaggi: 42,951
gabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito resistance is futile

Pochi minuti fa ho mandato a Vero il link del video di una canzone, e lei mi ha risposto così:
Bella! Bellissima!
e subito dopo
Promette benissimo quest'album.

Ora, qualche anno fa (parecchi) leggendo questo post avrei pensato che si stesse riferendo a Jovanotti, o magari a Raf, o anche a Ligabue. Tutto avrei pensato, meno che un giorno potesse scrivere questo di Dylan & Caitlin, terza anticipazione di Resistance Is Futile, album che uscirà il 13 aprile e che è il tredicesimo (!) dei Manic Street Preachers.

Siamo stati insieme alla O2 Arena di Londra, al Bataclan di Parigi e al Liberty Stadium di Swansea per vederli. Fanno parte della mia vita da tantissimo e in maniera preponderante, della sua da decisamente meno e soprattutto in maniera molto più leggera se non "di striscio". Ma leggere certi messaggi dopo averle fatto ascoltare quella canzone mi fa rendere conto dei miracoli che solo l'amore e la musica, soprattutto insieme, possono fare.

(post scritto ascoltando Who Built The Moon? dei Noel Gallagher's High Flying Birds)
__________________
And all of my dreams
they may have come true
but so did my nightmares
which I can't get through.
Rispondi citando
  #7158  
Vecchio 17-03-2018, 00.25.38
L'avatar di gabo86
gabo86 gabo86 non è connesso
Moderatore
 
Data registrazione: 08-05-2005
Residenza: Melèe Island
Messaggi: 42,951
gabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito per par condicio tra i miei genitori, non posso non scriverlo

Dopo tre settimane dalla visita di mio papà, oggi è venuta a trovarmi mia mamma!
__________________
And all of my dreams
they may have come true
but so did my nightmares
which I can't get through.
Rispondi citando
  #7159  
Vecchio 17-03-2018, 22.35.01
L'avatar di sconnesso
sconnesso sconnesso non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 24-05-2006
Residenza: troppo spesso in ufficio, la notte a casa e la sera ovunque mi dia libertà
Messaggi: 1,758
sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!sconnesso reputazione Stellare !!!
Invia un messaggio via MSN a sconnesso
Predefinito Libero

Mi domando perché quando vivi aspettando
Un giorno passa lentamente come fosse un anno
Mi domando perché non sono nato nel 50
Avrei saputo cosa fare io negli anni 70
Mi domando se sei mia oppure fai finta
E se alla fine dei fatti essere onesti conta
Mi domando se la storia è stata scritta dagli eroi
O da qualcuno che pensava solamente ai cazzi suoi
Mi domando perché mi fa schifo la mia faccia
A volte si e a volte no
Perché a volte voglio avere solo quello che non ho
Mi domando soltanto perché
Gesù Cristo è morto in croce per me

Voglio sentirmi libero da questa onda
Libero dalla convinzione che la terra è tonda
Libero libero davvero non per fare il duro
Libero libero dalla paura del futuro
Libero perché ognuno è libero di andare
Libero da una storia che è finita male
E da uomo libero ricominciare
Perché la libertà è sacra come il pane

È sacra come il pane

Mi domando perché pensare troppo mi turba
E se una volta almeno mio padre ha fumato l'erba
Mi domando se (avrò un figlio
E se
) mio figlio mi odierà
Perché purtroppo si odia
Chi troppo amore ci dà

Mi domando se la mia è una vita felice
E so rispondere solo che mi piace

Voglio sentirmi libero da questa onda
Libero dalla convinzione che la terra è tonda
Libero libero davvero non per fare il duro
Libero libero dalla paura del futuro
Libero perché ognuno è libero di andare
Libero da una storia che è finita male

E da uomo libero ricominciare
Perché la libertà è sacra come il pane
È sacra come il pane

Libero perché ognuno è libero di andare
Libero da una storia che è finita male
E da uomo libero ricominciare
Perché la libertà è sacra come il pane
È sacra come il pane
È sacra come il pane
È sacra come il pane
È sacra come il pane
È sacra come il pane
__________________
a cugini uguali corrispondono donne uguali

chiudi gli occhi e abbracciami forte...
e ti proteggerò da ogni cosa vorrà farti del male
Rispondi citando
  #7160  
Vecchio 18-03-2018, 09.52.59
come_musica come_musica non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 24-08-2008
Messaggi: 1,848
come_musica reputazione Stellare !!!come_musica reputazione Stellare !!!come_musica reputazione Stellare !!!come_musica reputazione Stellare !!!come_musica reputazione Stellare !!!come_musica reputazione Stellare !!!come_musica reputazione Stellare !!!come_musica reputazione Stellare !!!come_musica reputazione Stellare !!!come_musica reputazione Stellare !!!come_musica reputazione Stellare !!!
Predefinito La danza delle ore

-''Ci vediamo là alle 18.''
-''Perfetto. Ci vediamo là.
Io arrivo alle 20.''


Noi non abbiam più la stessa ora
Tu dormi
E io passeggio in un cortile
Noi non ci facciamo compagnia
Rispondi citando
Rispondi

Strumenti discussione
Modalità visualizzazione

Regole di scrittura
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato

Vai al forum


Tutti gli orari sono GMT +1. Adesso sono le 21.19.56.