Forum Soleluna  

Torna indietro   Forum Soleluna > Forum Attualità

Rispondi
 
Strumenti discussione Modalità visualizzazione
  #41  
Vecchio 14-02-2007, 21.59.04
L'avatar di Denis
Denis Denis non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 11-03-2002
Residenza: TRIESTE
Messaggi: 8,957
Denis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da il Maestro Mazza Visualizza messaggio
...mia nonna esiste ancora... che ha amici in australia... di esuli ce ne sono ancora a Trieste... vai in via buie d'istria... tutti i numeri civici di quella strada sono abitati da istriani, che sono quelli che erano in maggiorn numero... minori gli esuli di fiume e ancor meno i dalmatini... o zaratini...
certo, ma dopo 60 anni sono triestini o no?
__________________
I still haven't found what I'm looking for 27.01.10 03.10.13
Rispondi citando
  #42  
Vecchio 14-02-2007, 22.08.55
L'avatar di il Maestro Mazza
il Maestro Mazza il Maestro Mazza non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 10-11-2006
Residenza: In Tv ovviamente !
Messaggi: 6,879
il Maestro Mazza reputazione TermoNucleareGlobaleil Maestro Mazza reputazione TermoNucleareGlobaleil Maestro Mazza reputazione TermoNucleareGlobaleil Maestro Mazza reputazione TermoNucleareGlobaleil Maestro Mazza reputazione TermoNucleareGlobaleil Maestro Mazza reputazione TermoNucleareGlobaleil Maestro Mazza reputazione TermoNucleareGlobaleil Maestro Mazza reputazione TermoNucleareGlobaleil Maestro Mazza reputazione TermoNucleareGlobaleil Maestro Mazza reputazione TermoNucleareGlobaleil Maestro Mazza reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito

No ! il tuo luogo di nascita, la tua infanzia, la tua casa, i tuoi ricordi, sono cose indelebili, ti restano dentro.
Non sono istriani che hanno scelto di venire a vivere Trieste, sono stati obbligati.
Per questo non sono triestini, sono parte della popolazione di Trieste, che comprende una numerosa comunità pugliese, greca, serba, slovena e tante altre.
Nessuno di loro è triestino solo perché vive qui.

Altrimenti se tu vai a vivere a Udine, diventi friulano ?
Rispondi citando
  #43  
Vecchio 14-02-2007, 22.12.08
L'avatar di Denis
Denis Denis non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 11-03-2002
Residenza: TRIESTE
Messaggi: 8,957
Denis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito

vabbè che centra. dopo 60 anni si assorbe un po' il luogo dove si vive, dove ormai si ha trascorso la gran parte della vita
__________________
I still haven't found what I'm looking for 27.01.10 03.10.13
Rispondi citando
  #44  
Vecchio 14-02-2007, 22.22.06
L'avatar di il Maestro Mazza
il Maestro Mazza il Maestro Mazza non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 10-11-2006
Residenza: In Tv ovviamente !
Messaggi: 6,879
il Maestro Mazza reputazione TermoNucleareGlobaleil Maestro Mazza reputazione TermoNucleareGlobaleil Maestro Mazza reputazione TermoNucleareGlobaleil Maestro Mazza reputazione TermoNucleareGlobaleil Maestro Mazza reputazione TermoNucleareGlobaleil Maestro Mazza reputazione TermoNucleareGlobaleil Maestro Mazza reputazione TermoNucleareGlobaleil Maestro Mazza reputazione TermoNucleareGlobaleil Maestro Mazza reputazione TermoNucleareGlobaleil Maestro Mazza reputazione TermoNucleareGlobaleil Maestro Mazza reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Denis Visualizza messaggio
vabbè che centra. dopo 60 anni si assorbe un po' il luogo dove si vive, dove ormai si ha trascorso la gran parte della vita
Io che ho visto l'amarezza immensa e disperata di mia nonna, che vive da cinquant'anni a Trieste e ancor oggi non si sente triestina e legge il giornale l'eco di fiume, tramite il quale si sente in contatto con i suoi vecchi amici, ti dico che puoi assorbire qualcosa, ma non ti senti pienamente triestino, è una cosa delicata il senso di appartenenza al luogo.Varia da persona a persona, per questo non è corretto quello che hai detto, che ormai sono tutti triestini.

Per tornare all'argomento in modo più storiografico ci sono stati pochi casi di persone che, grazie ad un coniuge jugoslavo, hanno mantenuto la proprietà in jugoslavia mentre ha chiesto ed ottenuto la casa popolare come esule in italia, guadagnandoci come uno sciacallo, da una situazione tragica.
Ecco, forse questo è uno dei fatti minori che hanno messo sotto cattiva luce gli esuli ad una parte di vecchi triestini che partecipavano convinti alla vita sociale italiana sotto il fascismo.
Ma questo è un argomento estremamente labile.
Rispondi citando
  #45  
Vecchio 14-02-2007, 22.43.40
L'avatar di Biostrarius
Biostrarius Biostrarius non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 02-01-2007
Residenza: Rome
Messaggi: 1,637
Biostrarius reputazione oltre ogni limiteBiostrarius reputazione oltre ogni limiteBiostrarius reputazione oltre ogni limiteBiostrarius reputazione oltre ogni limiteBiostrarius reputazione oltre ogni limiteBiostrarius reputazione oltre ogni limiteBiostrarius reputazione oltre ogni limiteBiostrarius reputazione oltre ogni limiteBiostrarius reputazione oltre ogni limiteBiostrarius reputazione oltre ogni limiteBiostrarius reputazione oltre ogni limite
Invia un messaggio via MSN a Biostrarius Manda un messaggio tramite Skype™ a Biostrarius
Predefinito

Wow...
Ho un nonno di vicino Udine e pseudo-parenti in Australia. Ma nella mia famiglia non si capisce nulla perche sono quasi tutti orfani adottati e hanno cognomi diversi per cui in realta non so chi sono. Potrei scoprire di essere Giapponese hihihi.
Rispondi citando
  #46  
Vecchio 14-02-2007, 23.45.40
L'avatar di mattcameron
mattcameron mattcameron non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 09-01-2006
Residenza: il paese della fiaba
Messaggi: 8,739
mattcameron reputazione Stellare !!!mattcameron reputazione Stellare !!!mattcameron reputazione Stellare !!!mattcameron reputazione Stellare !!!mattcameron reputazione Stellare !!!mattcameron reputazione Stellare !!!mattcameron reputazione Stellare !!!mattcameron reputazione Stellare !!!mattcameron reputazione Stellare !!!mattcameron reputazione Stellare !!!mattcameron reputazione Stellare !!!
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Miky'83 Visualizza messaggio
scusate mi potete dire cosa ha detto il presidente croato che me lo sono perso e non riesco a trovarlo?
mesic ha detto in pratica che napolitano ha esagerato sulla gravità delle foibe......diciamo che ha attaccato napolitano.

..vedrai che qualcuno saprà essere più preciso di me.
__________________
19.06.00 PEARL JAM, LJUBLJANA (SLO) 22.06.06 TOOL, BOLOGNA 16.09.06 PEARL JAM, VERONA 16.11.06 TOOL, JESOLO (VE) 02.09.07 NINE INCH NAILS (e TOOL), BOLOGNA JOVANOTTI SAFARI TOUR 2008 06.07.10 PEARL JAM (e BEN HARPER), VENEZIA 02.08.11 AFTERHOURS, SPILIMBERGO (PN) 03.09.11 GUCCINI (#9) 02.03.12 TEATRO DEGLI ORRORI, DEPOSITO GIORDANI (PN) 11.06.12 BRUCE SPRINGSTEEN, STADIO ROCCO (TS) 25.06.12 CHRIS CORNELL, CASTELLO DI UDINE 26.09.12 RADIOHEAD, VILLA MANIN (UD)
Rispondi citando
  #47  
Vecchio 27-02-2007, 21.44.06
L'avatar di il Maestro Mazza
il Maestro Mazza il Maestro Mazza non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 10-11-2006
Residenza: In Tv ovviamente !
Messaggi: 6,879
il Maestro Mazza reputazione TermoNucleareGlobaleil Maestro Mazza reputazione TermoNucleareGlobaleil Maestro Mazza reputazione TermoNucleareGlobaleil Maestro Mazza reputazione TermoNucleareGlobaleil Maestro Mazza reputazione TermoNucleareGlobaleil Maestro Mazza reputazione TermoNucleareGlobaleil Maestro Mazza reputazione TermoNucleareGlobaleil Maestro Mazza reputazione TermoNucleareGlobaleil Maestro Mazza reputazione TermoNucleareGlobaleil Maestro Mazza reputazione TermoNucleareGlobaleil Maestro Mazza reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito Un articolo interessante, che devo ricopiarvi, visto che non c'è su internet...

"Il Piccolo" del 27 febbraio 2007

Zagabria Il Presidente croato Stipe Mesic dovrebbe essere destituito per le sue dichiarazioni sugli italiani nel caso foibe. La constatazione non arriva dal Carneade di turno ma da una penna eccellente che scrive per il settimanale croato a maggior tiratura.
È Denis Kuljis dello zagabrese "Globus", periodico sempre molto attento ai maggiori avvenimenti nazionali ed esteri. Kuljis si è in pratica distanziato dalla quasi totalità dei suoi colleghi (per non parlare delle istituzioni statali e dei partiti politici), sostenendo a crisi italo-croata finita che per Mesic ci vorrebbe un bel impeachment. Ovvero la rimozione del capo dello Stato in sede parlamentare. Per quale motivo ? Nel suo commento, il noto e apprezzato giornalista ha rimarcato che il discorso pronunciato dal presidente Giorgio Napolitano in occasione del Giorno del ricordo è stato corretto. "Quella attuata dall'esercito di Tito nei territori del Friuli Venezia Giulia nel dopoguerra è stata null'altro che una pulizia etnica - così Kujis nel suo scritto - eseguita spietatamente e con l'intento di eliminare la popolazione autoctona da quelle aree. Un numero esiguo d'italiani è finito nelle foibe; altri sono stati affogati in mare con addosso dei pesi ma la maggior parte è stata avviata all'esilio con una combinazione di misure politiche repressive e la rovina economica cui andavano incontro. Il tutto nell'ottica della cosiddetta tecnica rivoluzionaria dell'espropriare l'espropriatore".
Kuljis ha quindi parlato delle regioni fiumana, triestina, goriziana e zaratina (convivevano popolazioni romanze e slave) ricordando che nel 1910, dunque prima dell'"ingegneria" demografica fascista, il 61% della popolazione era di madrelingua italiana, il 25% slovena e solo il 13,5% croata. A detta dell'attendibile storico croato Vladimir Zerjavic, i fascisti avevano cacciato dall'istria tra le due guerre circa 53 mila croati, riducendo al 37,4% l'etnia sul totale della popolazione in Istria. "Dopo la guerra, e stando alle fonti croate, da quelle regioni i comunisti avevano cacciato 220-225 mila persone (350 mila per fonti italiane), di cui 188 mila dai territori ora Croazia".
Kuljis smentisce di volere far passare la tesi secondo la quale i fascisti sarebbero stati pertanto meno duri dei comunisti, suggerendo invece che i metodi erano diversi: i fascisti volevano assimilare tutta l'Istria mentre i comunisti intendevano ripulirla etnicamente dagli italiani. Il giornalista del "Globus" rammenta che un simile destino toccò nel Dopoguerra anche ad altre popolazioni non slave, come i tedeschi di Slovenia, Slavonia e Vojvodina, i turchi e gli albanesi in Macedonia e Kosovo. In totale un milione d'unità, costretti a emigrare in seguito alle liquidazioni di massa e alle forti pressioni politiche ed economiche. Un progetto pianificato dal regime di Tito - aggiunge Kuljis, di cui però si deve parlare e non ignorarlo: "Non siamo mica noi i colpevoli per quanto perpetrato 60 anni fa, ci sentiamo invece solidali con gli italiani". E Kuljis ricorda come il principale consigliere di Mesic per la politica estera sia Budimir Loncar, all'epoca responsabile dell'Ozna (la polizia segreta di Tito) per parte della Dalmazia.

---------------------------------
Ecco, siccome questo Kuljis avrà tutta la Croazia contro e da quanto dichiarato c'è il rischio che lo facciano fuori, mi pareva importante ricopiare per tutti i lettori del forum, un articolo di elevato interesse ! Purtroppo l'articolo non è firmato, comunque per informazione bibliografica:
Il Piccolo - numero 49 anno 126 - Martedì 27 Febbraio 2007 - pagina 11

Francesco
Rispondi citando
  #48  
Vecchio 08-02-2008, 16.12.37
L'avatar di il Maestro Mazza
il Maestro Mazza il Maestro Mazza non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 10-11-2006
Residenza: In Tv ovviamente !
Messaggi: 6,879
il Maestro Mazza reputazione TermoNucleareGlobaleil Maestro Mazza reputazione TermoNucleareGlobaleil Maestro Mazza reputazione TermoNucleareGlobaleil Maestro Mazza reputazione TermoNucleareGlobaleil Maestro Mazza reputazione TermoNucleareGlobaleil Maestro Mazza reputazione TermoNucleareGlobaleil Maestro Mazza reputazione TermoNucleareGlobaleil Maestro Mazza reputazione TermoNucleareGlobaleil Maestro Mazza reputazione TermoNucleareGlobaleil Maestro Mazza reputazione TermoNucleareGlobaleil Maestro Mazza reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito Si avvicina la giornata del ricordo 2008... perché ricordare ?

A Roma, all'EUR
"Giornata del ricordo 2008"
Mostra: FOIBE: Martiri dimenticati…Per spezzare la “congiura del silenzio”…
dal 1 al 24 febbraio 2008


Dopo secoli di convivenza nelle terre dell'est Adriatico i nazionalismi uniti ai colori politici delle due dittature fascismo e Comunismo Titino danno inizio all'odio.

A grandi linee potrei riassumervi la storia così:
Diciamo che la prima pietra la scaglia la becera ideologia fascista con discriminazioni, violenze e altro in tempo di pace. I titini in tempo di guerra oltre alle violenze di una guerra di conquista (o riaffermazione dipende da che lato la si guarda) si vendicano con una pulizia etnica.

Ne consegue un esodo consistente 350.000 "italiani" dall'Istria, da Fiume e dalla Dalmazia, nonché migliaia di morti infoibati.

Italiani con le virgolette perché sono principalmente autoctoni prima che italiani. Ancor oggi infatti gli esperti sono unanimi nel riconoscere che i Dalmati sono una "popolazione" diversa dai croati, dai bosniaci o dagli italiani.

Le foibe sono voragini carsiche profonde dove i contadini o i cacciatori gettavano le bestie morte, o i vari rifiuti che la campagna produceva.
Gettare nelle foibe gli italiani aveva anche la simbologia di gettare via il nemico come fosse spazzatura.

Testimonianze reali (fin oggi negate per ragioni di stato o di ideologia) parlano di morti in coppia: uno legato all'altro, vivi, il primo veniva ucciso con un colpo di pistola alla nuca e trascinava dietro sè il compagno vivo, che moriva nell'impatto con le rocce aguzze della voragine.

Venivano gettati anche italiani già morti etc. etc.

Insomma il solito orrore della guerra.

Purtroppo per noi italiani-giuliani che viviamo a Trieste, legati a queste terre da questo orrendo passato, abbiamo vissuto direttamente o indirettamente le conseguenze di quest'odio.

Personalmente ho visto mia nonna vivere tutta la sua vita da esule, lontana dalla casa natia, dagli amici e dai ricordi, spendere una vita nell''amarezza.
La generazione dei miei genitori poi ha passato il travaglio di stagioni politiche insanguinate e solo chi era paziente e costante riusciva a leggere tra le righe di una politica italiana sorda a questo scomodissimo passato.

Oggi sono io, siamo noi la generazione dell'europa unita e dobbiamo ricordare questa parte della nostra storia, vederla da tutti i punti di vista, ma non negare più i fatti.
Solo prendendo coscienza dei propri errori e dei propri dolori potremo crescere una nuova generazione aperta all'altro, una generazione che non ha paura dei parlare la lingua che solo 2 generazioni fa era la lingua dei prori aguzzini.

Dobbiamo anche chiedere scusa dei misfatti fatti dagli italiani per mano del fascismo ai nostri fratelli slavi.

Questo dobbiamo farlo noi, dando l'esempio vero e sincero, senza politica di mezzo.

Nazionalismi e ideologie totalitarie ci hanno portato 2 generazioni di odio e vendette di massacri in una terra comune, una terra dalla storia condivisa e incorciata, ora sta a noi ricordare per essere responsabilmente e consapevolmente portatori di fratellanza e pace.

Francesco
Rispondi citando
  #49  
Vecchio 08-02-2008, 16.39.54
L'avatar di ExSissy
ExSissy ExSissy non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 27-10-2005
Residenza: California
Messaggi: 4,906
ExSissy reputazione Totale !!!ExSissy reputazione Totale !!!ExSissy reputazione Totale !!!ExSissy reputazione Totale !!!ExSissy reputazione Totale !!!ExSissy reputazione Totale !!!ExSissy reputazione Totale !!!ExSissy reputazione Totale !!!ExSissy reputazione Totale !!!ExSissy reputazione Totale !!!ExSissy reputazione Totale !!!
Predefinito

Il mio ragazzo è friulano... mi sento molto vicina a questa questione, è da quando sono piccola che vengo sempre a Trieste perchè la migliore amica di mia mamma abitava su a borgo san sergio, poi ho conosciuto il mio moroso... i casi della vita, e anche lui friulano.. praticamente son sempre tra udine gorizia e trieste...

mi appassiona molto la storia delle foibe, e se anzi qualcuno di voi avesse delle dritte su qualcosa di interessante da andare a visitare mi farebbe piacere saperlo... io sono stata solo sul carso a vedere qualche trincea che oltretutto c'è anche da noi in Trentino, essendo terra di confine anche questa...
anzi magari si può anche organizzare qualcosa da andare a vedere tutti insieme cosi il maestro ci istruisce.. sarebbe carino!
__________________
La natura umana è così inesplicabile, ciò che divide il bene dal male è un filo talmente sottile, talmente invisibile. Non dissi nulla e pensai che, a volte, quel filo si spezza tra le tue mani mischiando il bene e il male in un mistero che ti smarrisce. In quel mistero, non osi più giudicare un uomo. O.F.
Rispondi citando
  #50  
Vecchio 08-02-2008, 18.11.37
L'avatar di il Maestro Mazza
il Maestro Mazza il Maestro Mazza non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 10-11-2006
Residenza: In Tv ovviamente !
Messaggi: 6,879
il Maestro Mazza reputazione TermoNucleareGlobaleil Maestro Mazza reputazione TermoNucleareGlobaleil Maestro Mazza reputazione TermoNucleareGlobaleil Maestro Mazza reputazione TermoNucleareGlobaleil Maestro Mazza reputazione TermoNucleareGlobaleil Maestro Mazza reputazione TermoNucleareGlobaleil Maestro Mazza reputazione TermoNucleareGlobaleil Maestro Mazza reputazione TermoNucleareGlobaleil Maestro Mazza reputazione TermoNucleareGlobaleil Maestro Mazza reputazione TermoNucleareGlobaleil Maestro Mazza reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da ExSissy Visualizza messaggio
Il mio ragazzo è friulano... mi sento molto vicina a questa questione, è da quando sono piccola che vengo sempre a Trieste perchè la migliore amica di mia mamma abitava su a borgo san sergio, poi ho conosciuto il mio moroso... i casi della vita, e anche lui friulano.. praticamente son sempre tra udine gorizia e trieste...

mi appassiona molto la storia delle foibe, e se anzi qualcuno di voi avesse delle dritte su qualcosa di interessante da andare a visitare mi farebbe piacere saperlo... io sono stata solo sul carso a vedere qualche trincea che oltretutto c'è anche da noi in Trentino, essendo terra di confine anche questa...
anzi magari si può anche organizzare qualcosa da andare a vedere tutti insieme cosi il maestro ci istruisce.. sarebbe carino!
...mah... in fin dei conti non c'è molto da vedere, abbiamo una foiba aggindata a monumento nazionale, ma nulla di tale... poi è chiusa da un coperchio di metallo...

...non prender me come istruttore, per la storia di metterei in mano dell'illustre storico Decly2002, ma se vuoi legger qualcosa d'interessante leggi Diego De Castro - La questione di Trieste... ma ci sarebbero molte più cose da leggere...
Rispondi citando
  #51  
Vecchio 10-02-2008, 14.26.20
L'avatar di decly2002
decly2002 decly2002 non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 05-02-2002
Residenza: trieste
Messaggi: 20,650
decly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito

oltretutto la foiba di Basovizza, tecnicamente, non è una foiba in senso geologico...infatti era un pozzo minerario...ma viene definita foiba in senso "accumunativo" con il fenomeno delle foibe.
oggi hanno inaugurato un centro di documentazione sulle foibe, proprio vicino alla foiba di Basovizza.
__________________
l'indifferenza è il più grave peccato mortale...
Rispondi citando
  #52  
Vecchio 11-02-2008, 16.41.56
L'avatar di aural
aural aural non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 20-11-2002
Messaggi: 20,497
aural reputazione Stellare !!!aural reputazione Stellare !!!aural reputazione Stellare !!!aural reputazione Stellare !!!aural reputazione Stellare !!!aural reputazione Stellare !!!aural reputazione Stellare !!!aural reputazione Stellare !!!aural reputazione Stellare !!!aural reputazione Stellare !!!aural reputazione Stellare !!!
Predefinito

Su rai due hanno fatto diversi servizi sulle foibe e sugli esuli istriani dalmati.
E' stato molto interessante
Rispondi citando
  #53  
Vecchio 09-02-2013, 14.28.09
L'avatar di decly2002
decly2002 decly2002 non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 05-02-2002
Residenza: trieste
Messaggi: 20,650
decly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito

la fonte è lo stimato quotidiano "il giornale"
l'autore un fascista che credo si dichiari ancora tale, ma non ne sono sicuro. perlatro credo che abbia anche fatto il mercenario, ma non ne sono sicuro.
l'articolo però è interessante e condivisibile.

Provate a immaginare una giornata della memoria dell'Olocausto celebrata in un Paese dove ci siano delle vie o piazze dedicate ad Hitler oppure a uno dei suoi gerarchi.


Domani, 10 febbraio, lo Stato ricorda l'esodo di oltre 200mila istriani fiumani e dalmati e la tragedia delle foibe con le sue migliaia di vittime. Però una dozzina di vie di città italiane sono ancora intitolate al maresciallo Tito, boia degli italiani alla fine della seconda guerra mondiale.

Da due anni il sindaco di Calalzo (Belluno), Luca de Carlo, e il suo assessore, Antonio Da Col, sono impegnati nella battaglia per cambiare la toponomastica dedicata al fondatore della Jugoslavia comunista. Nel 2011 hanno scritto al presidente Giorgio Napolitano: «Sarebbe un segnale fondamentale per ricomporre le tragedie della storia, se Lei decidesse di accogliere il comune sentire delle nostre genti ritirando le onorificenze a Tito (oltre che ai suoi colonnelli Ribicic e Rustja) e contestualmente disponendo la rimozione in tutto il Paese dei toponimi ad essi intitolati». Nessuna risposta è mai arrivata dal Quirinale.

Josep Broz Tito venne decorato nel 1969, dall'allora presidente Giuseppe Saragat, come «Cavaliere di Gran Croce Ordine al Merito della Repubblica Italiana» con l'aggiunta del Gran cordone, il più alto riconoscimento. Nessuno ha mai pensato di levargli questa onorificenza per «indegnità», come è previsto dalla legge. L'Italia l'ha fatto lo scorso anno, per la stessa onorificenza di Tito, che Napolitano aveva appuntato sul petto di Bashar al Assad nel 2010. Il presidente siriano, pur immerso fino al collo nel bagno di sangue nel suo Paese, non ha mai ucciso però un solo italiano.

Oltre a Tito sono stati decorati dal Quirinale i suoi uomini più fidati: Mitja Ribicic, Cavaliere di Gran Croce e l'ammiraglio jugoslavo Franjo Rustja. Il primo, nel 1945, era un alto ufficiale della polizia segreta attiva contro gli italiani. A Lubiana, nel 2005, venne aperta un'inchiesta a suo carico per crimini di guerra, ma 60 anni dopo è stato impossibile trovare le prove.
L'ammiraglio Rustja nei terribili 40 giorni dell'occupazione di Trieste (maggio-giugno 1945) era primo assistente al comando del IX Corpus. L'unità di Tito che deportò e fece sparire per sempre molti italiani.

Lo scorso anno il sindaco di Calalzo ha inviato la lettera contro le vie e piazze dedicate a Tito alla dozzina di comuni italiani che le ospitano tutt'oggi.

Luigi Aurelio Verrengia, nel 2011 primo cittadino di Parete nel casertano, aveva dichiarato: «Non sono favorevole alla rimozione, a meno che non sia determinata da disposizioni legislative. Penso che sia orrenda la storia delle foibe, ma resta pur sempre la valutazione che Tito ebbe una funzione storica rispetto all'antinazismo e all'antifascismo».

Il sindaco di Scampitella, in Campania, aveva promesso di farlo, ma via Tito campeggia ancora su Google map vicino a via Kennedy. Stesso discorso per Campegine (Reggio Emilia) dove una mozione di Pdl e Lega per cancellare via Tito è stata respinta. «Nonostante tutto è stato un grande statista» aveva detto nell'occasione Luca Vecchi, capogruppo del Pd. Via Maresciallo Tito spicca anche a Cornaredo, in Lombardia. A Palma di Montechiaro, in provincia di Agrigento, è vicina alla strada dedicata a Palmiro Togliatti e a quella a Mao Tse Tung.

Non a caso i sindaci interpellati non hanno risposto al sindaco di Calalzo, che ieri, assieme a una delegazione dell'Associazione Venezia Giulia e Dalmazia, che rappresenta gli esuli, è andato a protestare dal prefetto di Belluno. «Sono state levate le medaglie ad Assad e a Tanzi, dopo il crack Parmalat, ma non a Tito - spiega De Carlo a il Giornale -. Lancio l'idea di una raccolta di firme in Rete per ritirare l'onorificenza al boia degli italiani e cambiare i nomi di vie e piazze a lui intitolate».

Sembra assurdo, ma nel silenzio tombale del Quirinale e di tanti comuni è l'unico scossone di un paese che celebra le vittime delle foibe e allo stesso tempo continua a onorare il loro carnefice.
__________________
l'indifferenza è il più grave peccato mortale...
Rispondi citando
Rispondi

Strumenti discussione
Modalità visualizzazione

Regole di scrittura
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato

Vai al forum


Tutti gli orari sono GMT +1. Adesso sono le 21.50.23.