Forum Soleluna  

Torna indietro   Forum Soleluna > Forum Attualità

Rispondi
 
Strumenti discussione Modalità visualizzazione
  #181  
Vecchio 24-03-2016, 08.45.31
L'avatar di decly2002
decly2002 decly2002 non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 05-02-2002
Residenza: trieste
Messaggi: 20,593
decly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito

http://www.huffingtonpost.it/2016/03/24/attentati-bruxelles-blair_n_9537712.html?1458804918&utm_hp_ref=italy

L'Europa è davanti a una sfida fondamentale, e in ballo c'è il senso stesso dell'Unione.
Che sia l'occasione per dotarsi di una intelligence comunitaria e di un esercito comune.

Altrimenti ciascun per sé...e dio per tutti?

Concordo poi con Blair che sia necessario che questo esercito europeo posi gli stivali in Iraq e Siria per contrastare Daesh, come, per esempio, i curdi a Kobane.
__________________
l'indifferenza è il più grave peccato mortale...
Rispondi citando
  #182  
Vecchio 24-03-2016, 09.36.17
L'avatar di Denis
Denis Denis non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 11-03-2002
Residenza: TRIESTE
Messaggi: 8,957
Denis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito

mi sembra che Blair abbia sparato una discreta dose di cazzate. possibile che in 5 anni nessuno sia riuscito a sconfiggere questo esercito creato da avanzi dell'esercito iracheno, giovani del posto e mercenari? forse perchè non vogliono davvero sconfiggerli, o forse perchè non possono, visto che l'Arabia saudita, in buoni rapporti con tutto l'occidente, certamente non vuole che nè in Iraq nè in Siria prendano potere gli sciiti. La Russia e l'Iran sono anche in mezzo a questa storia.. del resto se non fosse per i rifugiati cosa ce ne fregherebbe della Siria, o dell'Iraq?
quelli che fanno gli attentati sono già in Europa, un intervento militare in Siria non blocca i possibili attentatori, eventualmente li spinge all'azione.
Penso che Blair abbia ragione quando dice che servirebbe un lavoro di intelligence fatto assieme, fatto meglio. Sembra che gli attentatori di Bruxelles fossero già stati segnalati dalla Turchia e che il governo belga li abbia lasciati liberi. Se sta cosa è vera si ritrovano addosso una responsabilità enorme. È una sfida molto difficile, ma ghettizzare gli islamici porterà solo problemi più grossi.
Sono d'accordo quando dice di non confondere il multiculturalismo con il permesso di chiunque di rifiutare i nostri valori culturali di base.
__________________
I still haven't found what I'm looking for 27.01.10 03.10.13
Rispondi citando
  #183  
Vecchio 24-03-2016, 10.24.08
L'avatar di decly2002
decly2002 decly2002 non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 05-02-2002
Residenza: trieste
Messaggi: 20,593
decly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito

ma vogliamo prendere atto del fatto che siamo in guerra?
vogliamo riconscere che esiste un grosso problema con l'ISIS?
che i nostri valori di laicità, democrazia, per quanto imperfetti, siano in discussione?
o pensiamo davvero che sia possibile trattare con l'ISIS?

io non ci credo...e credo che bisogna rispondere.
__________________
l'indifferenza è il più grave peccato mortale...
Rispondi citando
  #184  
Vecchio 24-03-2016, 10.31.43
L'avatar di hime*
hime* hime* non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 22-10-2007
Residenza: Castello Ululì
Messaggi: 5,335
hime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito

Tony Blair? Ma io al posto suo mi infilerei gli stivali di gomma e andrei a coltivare rose in qualche giardino inglese. Magari può anche sotterrarsi e concimarle le rose...
Vecchio volpone bugiardo che non è altro
http://m.repubblica.it/mobile/r/sezi...raq-125892929/

Il problema è che troppo spesso la nostra politica ha preferito la guerra come strumento per "sistemare" le questioni diplomatiche in paesi dagli equilibri delicatissimi (facciamo finta di credere che non ci siano interessi economici dietro) Ora ne paghiamo pesantemente le conseguenze.

P.S. I separatisti curdi sono responsabili di molti degli attentati che stanno insanguinando la Turchia, l'ultimo probabilmente è quello del 13 marzo (37 morti e 125 feriti). Forse non se ne parla tanto anche per questo motivo? Ora l'opinione pubblica è tutta concentrata sullo scontro tra culture e sulla "guerra di religione" e i curdi stanno combattendo contro l'Isis... Magari mi sbaglio ma parlare di "terroristi curdi" non sembra una buona mossa. Purtroppo per i cittadini turchi i loro problemi politici interni in questo momento sono un argomento poco interessante, probabilmente anche scomodo.
__________________
******

DENTRO LA MIA TESTA CI SON PIU' BESTIE CHE NELLA FORESTA...
Rispondi citando
  #185  
Vecchio 24-03-2016, 10.45.46
L'avatar di decly2002
decly2002 decly2002 non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 05-02-2002
Residenza: trieste
Messaggi: 20,593
decly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito

Blair ha fatto delle cazzate in passato, questo non implica che non possa più dire cose condivisibili...qui no sto giudicando Blair, ma quel che dice in merito a come combattere questa guerra.

Ce la siamo cercata intervenendo jn quella regione? Senz'altro, ma allora cosa dobbiamo fare? Arrenderci per senso di colpa?
__________________
l'indifferenza è il più grave peccato mortale...
Rispondi citando
  #186  
Vecchio 24-03-2016, 11.26.15
L'avatar di Siddharta
Siddharta Siddharta non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 28-11-2005
Residenza: 'e part 'e Napule
Messaggi: 12,620
Siddharta reputazione TermoNucleareGlobaleSiddharta reputazione TermoNucleareGlobaleSiddharta reputazione TermoNucleareGlobaleSiddharta reputazione TermoNucleareGlobaleSiddharta reputazione TermoNucleareGlobaleSiddharta reputazione TermoNucleareGlobaleSiddharta reputazione TermoNucleareGlobaleSiddharta reputazione TermoNucleareGlobaleSiddharta reputazione TermoNucleareGlobaleSiddharta reputazione TermoNucleareGlobaleSiddharta reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito

io sono sempre contro agli interventi militari.
anche perchè come stiamo vedendo negli ultimi mesi, tutti gli attentatori sono cittadini europei, cresciuti e vissuti sempre nelle nostre città.
Sono francesi, belgi, turchi, olandesi, spagnoli e arriverà il turno anche di qualche italiano.
E allora non saremo più Charlie o Paris, e ci scandalizzeremo che sono anche tra di noi, e verrà la follia dell'espulsione anche degli italiani!

Andare a fare la guerra sul posto (perchè la guerra in siria la stiamo già facendo bombardando a cazzo qua e la) credo non servirà a niente adesso.
E anche se potesse servire, ce ne accorgiamo dopo 5 anni che c'è bisogno di itnervento militare?
Si sta tanto parlando dell'incompetenza dell'intelligence belga, ma credo che i veri incompetenti siano i premier e i potenti d'europa.
Che in 5 anni non hanno fatto praticamente nulla se non sganciare qualche bomba e in qualche comizio dire che "bisogna sconfiggere l'isis e lofaremo con tutte le forze", spesso senza sapere nemmeno di cosa si parlasse.
E l'unico punto su cui sembrano d'accordo siano le politiche di respingimento, di rimpatrio e di innalzamento di muri.
Tutto questo fa il gioco dello stato islamico.
Perchè se noi a sti poveri cristi che fuggono da una guerra, da spietati criminali, gli facciamo trovare reti con fili spinati per non farli entrare in casa nostra, li facciamo annegare in mare, e li facciamo vivere nel fango costringendoli a tornare tra le bombe e i criminali, non possiamo che farci odiare!
Rispondi citando
  #187  
Vecchio 24-03-2016, 11.33.44
L'avatar di Siddharta
Siddharta Siddharta non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 28-11-2005
Residenza: 'e part 'e Napule
Messaggi: 12,620
Siddharta reputazione TermoNucleareGlobaleSiddharta reputazione TermoNucleareGlobaleSiddharta reputazione TermoNucleareGlobaleSiddharta reputazione TermoNucleareGlobaleSiddharta reputazione TermoNucleareGlobaleSiddharta reputazione TermoNucleareGlobaleSiddharta reputazione TermoNucleareGlobaleSiddharta reputazione TermoNucleareGlobaleSiddharta reputazione TermoNucleareGlobaleSiddharta reputazione TermoNucleareGlobaleSiddharta reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito

Come ha già scritto decly, gli unici che non si sono mai voluti arrendere alo stato islamico, dimostrando seriamente di voler resistere sono i curdi.

e non crederò mai che siano stati i curdi a compiere attentati in turchia. combattno contro i terroristi per poi compiere le stesse azioni? non credo proprio, tant'è vero che quelle notizie sono state diffuse dalle reti di erdogan.

La situazione in Siria è devastante.
Veramente non so quale possa essere la scelta giusta.
Anche perchè noi stiamo parlando della siria, quando ormai lo stato islamico avanza anche in mali, in libia e in marocco!

Dopo 20 anni di guerra in afghanistan e iraq non mi pare ci sia stato un miglioramento, anzi le cose forse sono peggiorate.
Quindi non so quanto commettere gli stessi errori possa giovare alla situazione.
Rispondi citando
  #188  
Vecchio 24-03-2016, 12.06.45
L'avatar di Denis
Denis Denis non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 11-03-2002
Residenza: TRIESTE
Messaggi: 8,957
Denis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da decly2002 Visualizza messaggio
ma vogliamo prendere atto del fatto che siamo in guerra?
vogliamo riconoscere che esiste un grosso problema con l'ISIS?
che i nostri valori di laicità, democrazia, per quanto imperfetti, siano in discussione?
o pensiamo davvero che sia possibile trattare con l'ISIS?

io non ci credo...e credo che bisogna rispondere.

in guerra con chi? è forse riconosciuto sto stato islamico? che confini ha, chi lo governa? certo che abbiamo un grosso problema, e ce l'abbiamo dai tempi di Al Qaeda, poi questi si sono staccati e si sono fatti la loro organizzazione, il loro nome, e sono diventati sempre più pericolosi. Nel 2006 Saddam Hussein è stato giustiziato dal nuovo governo iracheno, sciita. Ecco che in quell'anno viene proclamato lo stato islamico dell'Iraq. Le insurrezioni della primavera araba offrono una ghiotta occasione per rovesciare pure Assad, che è un alauita, cioè uno sciita. La Siria però è a larga maggioranza sunnita. Ecco che lo stato islamico inizia ad espandersi in Siria, sempre più forte. Armi e mercenari costano..qualcuno li paga, e chi sarà mai?
se non si trova una soluzione politica non ci sarà mai pace, o perlomeno una tregua, da quelle parti. Ma pensiamo un attimo: l'intervento in Afghanistan ha portato al governo di Karzai, che fondamentalmente non governa. I Talebani sono scappati in Pakistan e poi sono pure ritornati...
In Iraq che è successo? Ci si è sbarazzati di Saddam Hussein e ora c'è un governo sciita in estrema difficoltà, che tra l'altro per non essere da meno dell'illustre predecessore si è ben dato da fare con vendette e repressioni contro i sunniti. Iraq in buona parte controllato a suo modo dallo stato islamico, Mosul se non sbaglio è la città più grande dopo Baghdad.
In Libia con l'intervento è caduto Gheddaffi e ora ci si trova nell'anarchia più totale.
In Siria Assad non è caduto malgrado tutto, ci si trova in una situazione estremamente complicata però. Oltre allo stato islamico ci sono parecchi altri gruppi ribelli. un nuovo governo da chi sarebbe formato? se si convince gli arabi a smettere di finanziare lo stato islamico, cosa vorranno in cambio? di certo che non siano gli sciiti al potere. ma chi potrebbe mettere d'accordo tutti? io non ne ho idea.

siamo in guerra contro uno o più gruppi terroristici, e secondo me questo va combattuto non con interventi militari ma con operazioni di polizia. i terroristi che colpiscono qui, sono già in Europa. Se si chiudono le frontiere si tengono fuori i poveracci, i terroristi se sono in grado di organizzare attentati penso siano anche in grado di attraversare clandestinamente confini "chiusi".
certo che bisogna rispondere, ma nel modo giusto. per me un intervento militare ora sarebbe una cosa di pura facciata che non risolverebbe nulla per quanto detto sopra, anzi, getterebbe ulteriore benzina sul fuoco degli estremisti e degli squilibrati
__________________
I still haven't found what I'm looking for 27.01.10 03.10.13
Rispondi citando
  #189  
Vecchio 24-03-2016, 12.29.53
L'avatar di decly2002
decly2002 decly2002 non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 05-02-2002
Residenza: trieste
Messaggi: 20,593
decly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Siddharta Visualizza messaggio

e non crederò mai che siano stati i curdi a compiere attentati in turchia. combattno contro i terroristi per poi compiere le stesse azioni? .
Perché no scusa?
I curdi combattono per il riconoscimento di uno stato curdo...non credo sia in assoluto impossibile negare che possano ricorrere ad attentati.
Il fatto che poi si possa parteggiare per il loro fine non implica che i loro mezzi siano sempre corretti.

Io sarei favorevole a uno stato palestinese, ma non per questo quando Hamas uccide civili israeliani giustifico questi atteggiamenti.

Credo che gli attentati e i bombardamenti siano sempre sbagliati.

Viceversa credo che una guerra combattuta dagli eserciti contro altri eserciti, più o meno regolari che siano, è sempre meglio che un coinvolgimento di civili.

Una guerra di un esercito europeo contro i miliziani dell'ISIS in Siria e Iraq, a Palmira, a Kobane...io non la potrei criticare.
Certo, sul cosa fare dopo la vittoria non saprei che dire, ma non sono nemmeno pagato per trovare io le soluzioni.
Senz'altro non fare nulla non porterà a nulla.

Limitarci a un enorme sforzo di intelligence non credo sarà sufficiente a coprire l'Europa dal rischio attentati.
Il pacifisimo è nobile, sono stato pacifista anche io, fino a qualche tempo fa.

D'altro canto penso anche ad altre situazioni storiche...scomdando, per esempio, i partigiani italiani nel '45, piuttosto che i volontari che andavano a combattere Franco negli anni Trenta. Quegli uomini per me sono eroi, eppure hanno combattuto e tutto sono stati fuorché pacifici...(aggiungo che, come, forse, oggi i curdi, allora i partigiani qualche porcata l'hanno fatta)

Se oggi una persona dicesse di voler andare a combattere contro l'ISIS in medio-oriente probabilmente verrebbe etichettato come fanatico militarista, se non fascista.

Eppure l'ISIS di oggi è il fascismo di 70 anni fa, un male da combattere.

E badate bene che non ho mai parlato di religione, di migranti, di muri da alzare.
__________________
l'indifferenza è il più grave peccato mortale...
Rispondi citando
  #190  
Vecchio 24-03-2016, 12.45.00
L'avatar di Siddharta
Siddharta Siddharta non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 28-11-2005
Residenza: 'e part 'e Napule
Messaggi: 12,620
Siddharta reputazione TermoNucleareGlobaleSiddharta reputazione TermoNucleareGlobaleSiddharta reputazione TermoNucleareGlobaleSiddharta reputazione TermoNucleareGlobaleSiddharta reputazione TermoNucleareGlobaleSiddharta reputazione TermoNucleareGlobaleSiddharta reputazione TermoNucleareGlobaleSiddharta reputazione TermoNucleareGlobaleSiddharta reputazione TermoNucleareGlobaleSiddharta reputazione TermoNucleareGlobaleSiddharta reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito

si figurati, infatti i muri alzati, migranti e religione, sono gli argomenti e le decisioni dei nostri governanti.
e se a questo ci aggiungi una guerra ad uno stato fantasma siamo a cavallo.

io non sono un pacifista a priori.
perchè una minoranza come quella palestinese o quella curda, in che modo può farsi sentire e vedere la propria ragione aver la meglio se non con la forza e la resistenza?

in questo caso ha già sottolineato denis, a chi la fai la guerra?
vai in siria allo sbaraglio senza sapere chi e cosa combattiamo?
combattere le dittature la storia recente ci ha insegnato che non ha funzionato.
o almeno il nostro tanto amato democratico occidente ha combattuto le dittature, ha devastato intere nazioni e poi?
in ogni luogo in cui abbiamo mosso i nostri eserciti siamo punto e a capo, anzi forse peggio di prima.

e poi ripeto, tutti i terroristi che stanno agendo in questi mesi, sono nostri concittadini, sempre vissuti in europa con vite più o meno normali e regolari.
Rispondi citando
  #191  
Vecchio 24-03-2016, 13.52.11
L'avatar di Denis
Denis Denis non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 11-03-2002
Residenza: TRIESTE
Messaggi: 8,957
Denis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da decly2002 Visualizza messaggio

Viceversa credo che una guerra combattuta dagli eserciti contro altri eserciti, più o meno regolari che siano, è sempre meglio che un coinvolgimento di civili.

dici bene. ma è fattibile questo? se con i bombardamenti dal cielo ottengono risultati decisamente non soddisfacenti, non vedo come si possano ottenere risultati migliori con un intervento di terra. non affronti un vero esercito, affronti un gruppo organizzato, ma di ribelli, di fanatici religiosi, di mercenari. quello che posso pensare è che semplicemente scomparirebbero, come fecero i talebani a suo tempo. il modo più serio di combatterli è non finanziarli, il che è un problema decisamente complicato
__________________
I still haven't found what I'm looking for 27.01.10 03.10.13
Rispondi citando
  #192  
Vecchio 24-03-2016, 13.54.37
L'avatar di Denis
Denis Denis non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 11-03-2002
Residenza: TRIESTE
Messaggi: 8,957
Denis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobaleDenis reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Siddharta Visualizza messaggio
e poi ripeto, tutti i terroristi che stanno agendo in questi mesi, sono nostri concittadini, sempre vissuti in europa con vite più o meno normali e regolari.
su questo non sono d'accordo. a me sembra che invece molto spesso siano degli emarginati, che vivono in condizioni misere e che per questo cercano riscatto andando a combattere in Siria e poi riportando qui il loro odio e sete di vendetta
__________________
I still haven't found what I'm looking for 27.01.10 03.10.13
Rispondi citando
  #193  
Vecchio 24-03-2016, 15.08.58
L'avatar di Siddharta
Siddharta Siddharta non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 28-11-2005
Residenza: 'e part 'e Napule
Messaggi: 12,620
Siddharta reputazione TermoNucleareGlobaleSiddharta reputazione TermoNucleareGlobaleSiddharta reputazione TermoNucleareGlobaleSiddharta reputazione TermoNucleareGlobaleSiddharta reputazione TermoNucleareGlobaleSiddharta reputazione TermoNucleareGlobaleSiddharta reputazione TermoNucleareGlobaleSiddharta reputazione TermoNucleareGlobaleSiddharta reputazione TermoNucleareGlobaleSiddharta reputazione TermoNucleareGlobaleSiddharta reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito

si forse dire che hanno tutti vite più o meno regolari nn è stato esatto.
ovviamente la maggior parte ha vite meno regolari, ma è naturale accade così anche per la camorra, è più facile arruolare in quei contesti.
Però ce ne sono alcuni anche istruiti, vedi abaouud ha frequentato il college in belgio per poi entrare a far parte dei fondamentalisti islamici.

quello che è certo è che siano però tra noi, nati qui, li incontriamo al bar tutti i giorni, prendiamo con loro la metropolitana tutti i giorni, hanno frequentato le scuole con noi.
Rispondi citando
  #194  
Vecchio 24-03-2016, 15.46.49
L'avatar di hime*
hime* hime* non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 22-10-2007
Residenza: Castello Ululì
Messaggi: 5,335
hime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da decly2002 Visualizza messaggio
Blair ha fatto delle cazzate in passato, questo non implica che non possa più dire cose condivisibili...qui no sto giudicando Blair, ma quel che dice in merito a come combattere questa guerra.

Ce la siamo cercata intervenendo jn quella regione? Senz'altro, ma allora cosa dobbiamo fare? Arrenderci per senso di colpa?
Blair ha fatto più che "cazzate". Pensa a chi era partito per cercare le armi di distruzione di massa, e poi non è più tornato dall'Iraq. Senza contare tutte le vittime civili... Non mi interessano le opinioni di Blair perché non mi fido più della sua capacità di giudizio.
Per il resto hanno già detto tutto Siddaharta e Denis. Non è questione di sentirsi in colpa, piuttosto non di non sentirsi cretini a commettere sempre gli stessi errori.
Abbiamo lasciato "pascolare" l'Isis fino a farlo crescere in maniera disastrosa (e qui partono le mille domande su chi finanzia chi e perché) si diceva perché era complicato intervenire. Ora invece è tutto più semplice eh!

Non so che dire, ma non riesco a vedere in una guerra la soluzione al problema. Non c'entra il pacifismo, solo non credo che servirà a sradicare il terrorismo che ormai possiamo chiamare anche "europeo". Anzi probabilmente farà aumentare il numero degli attentati.
Riuscire a bloccare in qualche modo i finanziamenti sarebbe davvero un grande risultato. Ma qui torniamo a "chi finanzia chi e perché".
__________________
******

DENTRO LA MIA TESTA CI SON PIU' BESTIE CHE NELLA FORESTA...
Rispondi citando
  #195  
Vecchio 24-03-2016, 15.57.56
L'avatar di giggi
giggi giggi non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 27-09-2005
Messaggi: 1,543
giggi reputazione Stellare !!!giggi reputazione Stellare !!!giggi reputazione Stellare !!!giggi reputazione Stellare !!!giggi reputazione Stellare !!!giggi reputazione Stellare !!!giggi reputazione Stellare !!!giggi reputazione Stellare !!!giggi reputazione Stellare !!!giggi reputazione Stellare !!!giggi reputazione Stellare !!!
Predefinito

vi leggo, vi ascolto e imparo; mi piace come ragionate, mi aiutate a ragionare, a cercare di capire...perchè la verità è che io ignoro in gran parte tutto ciò di cui state parlando: la situazione politica nei paesi del medio oriente e di molti paesi anche africani, le implicazioni religiose e le guerre intestine...situazioni complicatissime che mi rendo conto di ignorare totalmente.
Eppure...eppure...leggevo oggi un commento ad un articolo sul fatto quotidiano
http://www.ilfattoquotidiano.it/2016...emico/2577484/ (leggete anche i commenti)
e mi ha fatto pensare; il commento diceva: se è colpa dell'occidente che non integra, che fa vivere in periferie degradate ed emargina, perchè i cinesi -ad esempio- che vivono nelle stesse difficili condizioni non diventano kamikaze che progettano attentati contro il mondo occidentale? forse perchè la maggior parte dei cinesi è atea e razionalista? e gli attentati terroristici fatti in paesi che non sono del ricco occidente, in paesi che non bombardano la siria come Niger, Mali quali motivazioni hanno? o meglio quale colpa hanno i loro governi? Chi ha scritto quei commenti sostiene che anche i musulmani più moderati in realtà non riescono a capire davvero questa radice razionale e laica della nostra Europa e continuano a ragionare in chiave di religione&civiltà, la vostra cristiana e la nostra musulmana, mentre -giustamente - i commenti sottolineano come ciò sia un errore perchè la cultura europea non ha radici nella religione, ma relega la religione ad un fatto privato... Io non lo so se sono tutte cretinate quelle che ho letto, ma mi hanno fatto ragionare almeno quanto i vostri commenti...e ne ho bisogno in questi giorni, perchè non riesco a razionalizzare e pensare da dove ricominciare.

E a proposito di "combattere con la cultura anzichè con le armi", vi racconto un fatto privato, per far capire quanto ciò che ci diciamo come intento sia poi davvero difficile da realizzare, perchè richiede che l'interlocutore sia altrettanto convinto quanto noi.
Qualche settimana fa preparavo gli allievi alla recita del Cantico delle creature che avevamo studiato in letteratura; mentre assegnavo le strofe da imparare, l'alunna musulmana (che sembra una fondamentalista in nuce visto che vede discriminazioni ovunque contro di lei per motivi religiosi) mi dice che lei non può leggerla; al che io reagisco d'istinto e mi altero perchè le spiego che non sto assegnandole una preghiera cristiana da leggere, che non ha natura confessionale ciò che stavamo facendo, ma era uno studio esclusivamente rivolto al testo, uno dei primi testi letterari italiani. Il testo lo avevamo già esaminato in ogni parte e allora le chiedo in quale parte del testo lei ritiene che ci siano offese contro la sua religione o quali concetti espressi nel testo siano lesivi per la sua dignità... ero arrabbiata e ho preferito non essere diplomatica, nè tacere e far finta di nulla, ma ho voluto discutere, non mi importava della forma, volevo capire, volevo che ci fosse una possibilità di dialogo, fa niente se forzato, ma volevo da lei delle spiegazioni. La ragazza non ha parlato. Due giorni dopo è venuta a chiedermi di assegnarle una strofa da imparare, infatti poi anche lei la ha recitata pubblicamente quando abbiamo fatto l'esibizione: probabilmente ci ha riflettuto da sola a casa, oppure lo ha fatto solo per accontentarmi e non si è smossa dalle sue convinzioni; non lo potrò mai sapere perchè non ha voluto spiegarmi, ma io sento di aver fatto ciò che la coscienza mi diceva allora: prova a dialogare, prova a capire e far capire, prova a smorzare questo attaccamento, questo accanimento, questo vedere tutto a tinte fosche, prova a far vedere le sfumature, prova a gettare un seme, cosa accadrà poi non importa, l'importante è provarci perchè ne vale la pena.
__________________
..sento il mare dentro una conchiglia...

...come il sole che lavora anche se la notte è buia...
Rispondi citando
  #196  
Vecchio 24-03-2016, 16.31.11
L'avatar di decly2002
decly2002 decly2002 non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 05-02-2002
Residenza: trieste
Messaggi: 20,593
decly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito

Fatta la necessaria e inutile (scusate l'ossimoro) premessa per cui generalizzare è pericoloso, brutto ecc.ecc. c'è un grosso problema legato al fatto che una larga parte dei cittadini musulmani immigrati in europa invece di "laicizzarsi" si è fortemente ancorato, vuoi per lo straniamento, vuoi per altri motivi, alla propria radice religiosa, più ancora che culturale, con tutte le difficoltà che derivano da ciò.

Detto questo, al family day, i musulmani che dicevano no ai diritti gay erano diventati, di colpo, buoni compagni di strada di alcuni politici che intanto parlano di muri.
Così, tanto per dire.

Grazie a Dio sono agnostico.
__________________
l'indifferenza è il più grave peccato mortale...
Rispondi citando
  #197  
Vecchio 24-03-2016, 16.33.38
L'avatar di decly2002
decly2002 decly2002 non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 05-02-2002
Residenza: trieste
Messaggi: 20,593
decly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da hime* Visualizza messaggio

Blair ha fatto più che "cazzate". Pensa a chi era partito per cercare le armi di distruzione di massa, e poi non è più tornato dall'Iraq. Senza contare tutte le vittime civili... Non mi interessano le opinioni di Blair perché non mi fido più della sua capacità di giudizio.
Per il resto hanno già detto tutto Siddaharta e Denis. Non è questione di sentirsi in colpa, piuttosto non di non sentirsi cretini a commettere sempre gli stessi errori.
Abbiamo lasciato "pascolare" l'Isis fino a farlo crescere in maniera disastrosa (e qui partono le mille domande su chi finanzia chi e perché) si diceva perché era complicato intervenire. Ora invece è tutto più semplice eh!

Non so che dire, ma non riesco a vedere in una guerra la soluzione al problema. Non c'entra il pacifismo, solo non credo che servirà a sradicare il terrorismo che ormai possiamo chiamare anche "europeo". Anzi probabilmente farà aumentare il numero degli attentati.
Riuscire a bloccare in qualche modo i finanziamenti sarebbe davvero un grande risultato. Ma qui torniamo a "chi finanzia chi e perché".
Ma certo che è indispensabile bloccare i flussi di danaro che corrono verso l'ISIS, è fondamentale tagliare l'erba cattiva dalla parte delle radici, mettendo anche in discussione gli stati che stanno portando avanti una politica ondivaga. Questo non è però alternativo a strappare all'ISIS il controllo di vasti terreni in Iraq e Siria, anche con la forza. E ad andare in Nigeria a cercare i militanti di Boko Haram...
__________________
l'indifferenza è il più grave peccato mortale...
Rispondi citando
  #198  
Vecchio 24-03-2016, 18.28.07
L'avatar di hime*
hime* hime* non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 22-10-2007
Residenza: Castello Ululì
Messaggi: 5,335
hime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da decly2002 Visualizza messaggio
Ma certo che è indispensabile bloccare i flussi di danaro che corrono verso l'ISIS, è fondamentale tagliare l'erba cattiva dalla parte delle radici, mettendo anche in discussione gli stati che stanno portando avanti una politica ondivaga. Questo non è però alternativo a strappare all'ISIS il controllo di vasti terreni in Iraq e Siria, anche con la forza. E ad andare in Nigeria a cercare i militanti di Boko Haram...
Però serve anche una politica comune per isolarli. Serve qualcosa che li sfianchi che tolga linfa e sapore a quello che alimenta il fanatismo. Se no finisce che tagliata una testa ne ricrescerà un'altra.
Poi continuare a ripetere che l'Islam è il problema perché è una religione di terroristi non aiuta. Perché alla fine anche il musulmano della porta accanto si rompe le palle.
In questi giorni i turchi si lamentavano sui social perché non avevano ricevuto le stesse manifestazioni di vicinanza e affetto riservate ai francesi e ai belgi. La maggior parte erano commenti sulla discriminazione in generale, ma qualcuno diceva "perché siamo musulmani?". Ecco, non abbiamo bisogno di questo malcontento, proprio no.
__________________
******

DENTRO LA MIA TESTA CI SON PIU' BESTIE CHE NELLA FORESTA...
Rispondi citando
  #199  
Vecchio 24-03-2016, 20.37.48
L'avatar di decly2002
decly2002 decly2002 non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 05-02-2002
Residenza: trieste
Messaggi: 20,593
decly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito

Due articoli che condivido, in particolare il secondo:

http://www.corriere.it/esteri/16_mar...0e9a48c0.shtml

http://www.corriere.it/cultura/16_ma...8fe49766.shtml
__________________
l'indifferenza è il più grave peccato mortale...
Rispondi citando
  #200  
Vecchio 25-03-2016, 13.04.12
L'avatar di Siddharta
Siddharta Siddharta non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 28-11-2005
Residenza: 'e part 'e Napule
Messaggi: 12,620
Siddharta reputazione TermoNucleareGlobaleSiddharta reputazione TermoNucleareGlobaleSiddharta reputazione TermoNucleareGlobaleSiddharta reputazione TermoNucleareGlobaleSiddharta reputazione TermoNucleareGlobaleSiddharta reputazione TermoNucleareGlobaleSiddharta reputazione TermoNucleareGlobaleSiddharta reputazione TermoNucleareGlobaleSiddharta reputazione TermoNucleareGlobaleSiddharta reputazione TermoNucleareGlobaleSiddharta reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito Sui due articoli

non che io sia un letterato, giornalista con credenziali mondiali o altro.
sarà che io il corriere proprio non lo riesco a leggere e non concordo quasi mai con quello che c'è scritto.
ma io questi due articoli li trovo banali e soprattutto tendono ad un punto di vista estremamente occidentalista e ottimista sulla questione.
Non so sia giusto o sbagliato questo punto di vista, ma chi può dirlo?

nel primo articolo si parla del fatto di come l'isis dopo un'iniziale forza, avanzata, ora sia ferma sulla difensiva, e quasi arretri.
Bhe vorrei pure vedere, intanto le guerre sono così si avanza a turno. e poi loro sono nati ad ovest dell'iraq, hanno preso buona parte della siria, sono avanzati in libia arrivando alle coste e così in tante altre nazioni.
Se nell'ultimo anno avessero continuato ad avanzare, vorrebbe dire averli in sicilia, ma sai com'è ci passa un mare di mezzo!
e poi ricordiamoci che sono sempre che sono pochi folli rispetto a tutte le più grandi potenze del mondo che si trovano contro ed è naturale che non avanzino sempre.

poi si parla di un isis improvvisato, fragile. Nei modi, nei tempi, nei comportamenti.
Sicuramente in passato abbiamo visto operazioni ben più organizzate.
Ma questo non deve farci gioire per niente, non per questo significa che siano battibili o che noi stiamo avendo la meglio.
Anzi, io mi preoccuperei parecchio, se sono stati così improvvisati e fragili e hanno fatto una strage (si dice che il numero di morti possa salire addirittura a 100 nei prossimi giorni visti i tantissimi feriti in condizioni gravissime e oltre 200 feriti) e non siamo stati capaci di captare pericolo, o limitare danni, pensa quando si organizzano!
Ricordiamoci sempre che loro devono navigare nell'ombra non possono fare comizi come trump, c'è chi incita l'odio nei sottoscala, nelle grotte e in appartamenti belgi e chi lo fa dal piedistallo di un comizio dello stato più importante del mondo.
Ed è ovvio che organizzarsi come fanno i terroristi deve essere difficilissimo e quindi bisogna cedere un pò in organizzazione e fragilità, e menoamele!

E sulla stessa linea si parla di attacchi vigliacchi a civili indifesi, famiglie ragazzi e uomini colpiti nella quotidianità, lontano da poliziotti e militari.
E che so fessi?
ti immagini una loro riunione: che colpiamo una metropolitana facile da assalire, oppure ci scagliamo nella centrale di polizia? oppure quella banca sempre sorvegliata da militari?
guagliù è guerra!!!
Non c'è mai stato un attentato a mia memoria che non abbia colpito civili indifesi.
Solo io non mi scandalizzo che siano quelli i bersagli più semplici e ovvi da colpire? mi pare che le nostre bombe abbiano colpito anche vari ospedali!



E ancora dovremo accettare di essere controllati... Mi volete far credere che non siamo già controllati fino al midollo?
Bisogna vedere per cosa vengono utilizzati i nostri dati. La finalità dei controlli deve cambiare, ma forse non è di interesse proteggerci realmente.


per quanto riguarda il secondo articolo.
Nello stesso giorno dell'attentato io ho preso in sequenza: un treno regionale, una metropolitana, sono stato nelle vie principali di napoli, la sera sono andato ad un concerto. Tutto normale.
E' logico che sia così ma soprattutto è sempre stato così, dopo parigi, dopo bamako, dopoankara, dopo istanbul e dopo new york, questa calma c'è sempre stata. Non noto differenze col passato.

E per quanto riguarda il fatto che le nostre bombe siano migliori delle loro, è una delle frasi peggiori che si potessero dire. loro sono peggiori, molto peggiori.
Non sto qui a discutere sulle parole di fini.
Ma su quelle di severgnini che già mi sta sulle palle normalmente.
Come si fa a dire che le nostre bombe siano migliori delle loro?
e che quindi i nostri morti siano più importanti dei loro.
Che se proprio vogliamo fare i puntigliosi, guardando la storia dall'esterno analizzando i numeri. di siriani in 5 anni ne sono morti 500 mila contro meno di un migliaio di europei, però je suis paris (e torniamo al solito discorso).

Come si fa a pensare una cosa del genere.
Russia, francia e USA addirittura si sono divisi le zone da bombardare, senza una logica senza un senso, devastando due città importantissime come Aleppo e Homs, come dire che un domani l'iraq bombarda Napoli e Firenze, noi ci facciamo esplodere a baghdad e siamo noi i peggiori, molto peggiori!
Abbiamo bombardato anche ospedali, decine di ospedali, uccidendo anche cittadini europei che erano li cercando di aiutare "civili indifesi", ed assieme ai civili indifesi ci hanno lasciato le penne sotto le bombe ,magari, di connazionali.
In questa storia non c'è un migliore o un peggiore, e anche se ci fosse, non esistono bombe migliori di altre.
Per poi concludere con l'apologia della democrazia.
Credo sia normale che una persona accerchiata da una parte dall'isis, dall'altra bombe che piovono dal cielo e ti svegliano di notte, l'unica alternativa sia scappare via, dove? ma secondo te severgnini, tu fuggiresti mai in iraq,in libano, in giordania oppure in francia, germania, inghilterra e italia?

e dai...

Ma di tutto Cremonesi e Servergnini, forse, se ne sono dimenticati. Credo che i passeggferi del tram 10 e non solo,per fortuna, no.
Rispondi citando
Rispondi

Strumenti discussione
Modalità visualizzazione

Regole di scrittura
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato

Vai al forum


Tutti gli orari sono GMT +1. Adesso sono le 16.11.22.