Forum Soleluna  

Torna indietro   Forum Soleluna > Consiglia un disco

Rispondi
 
Strumenti discussione Modalità visualizzazione
  #861  
Vecchio 09-09-2020, 17.07.56
L'avatar di gabo86
gabo86 gabo86 non è connesso
Moderatore
 
Data registrazione: 08-05-2005
Residenza: Melèe Island
Messaggi: 44,268
gabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito

034 Gli anni

Il mio suggerimento è sempre quello: se vuoi unire l'arrangiamento della versione '96 al finale epico della versione originale, cerca la versione del concerto in piazza Duomo (però integrale, perché il videoclip ufficiale è tagliato prima dell'assolo).

035 Non 6 Bob Dylan

La storia è esattamente come l'hai raccontata tu. Quello però che mi piace un sacco ricordare è la "mia" storia: pur avendo l'album de Il Grande Incubo, non avevo idea che esistesse questa canzone fino a quando non lessi il libro di Max, "Stessa storia stesso posto stesso bar", quello in cui racconta i motivi per cui l'ha scritta e, soprattutto, spiega come ascoltarla. Non avevo idea dell'esistenza delle ghost track, così aspettai diversi minuti dopo Gli Anni, ed eccola lì! Mi esaltai tantissimo perché era una canzone "nuova" (oltretutto non avevo ancora il primo album, quindi di novità ce ne sarebbero state ancora, ma mi esaltai tantissimo. La canzone non è niente di che in effetti, è appunto uno scarto pre-883, e non è neanche troppo divertente. Ma il video è splendido, con gli altri 883 "travestiti" da rockers e Max che si dispera, forse un po' troppo. Simpatica, ma niente di che.

036 Dimmi perché

Per me uno dei pezzi più trascurabili degli 883, pubblicato nel 1996 in una compilation di Cecchetto e poi ristampato, in due versioni (il remix è molto meglio dell'originale) con le ristampe dell'Edizione straordinaria. È un pezzo molto sciocco, parecchio infantile, con i sogni che non si riescono ad avverare, pur quando i sogni sono delle stupidaggini molto adolescenziali. Insomma, per me è un pezzo totalmente trascurabile, e non ho neanche molto da dire.
__________________
And all of my dreams
they may have come true
but so did my nightmares
which I can't get through.
Rispondi citando
  #862  
Vecchio 09-09-2020, 18.55.21
L'avatar di Gritti
Gritti Gritti non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 15-09-2011
Residenza: L'universo
Messaggi: 3,143
Gritti reputazione TermoNucleareGlobaleGritti reputazione TermoNucleareGlobaleGritti reputazione TermoNucleareGlobaleGritti reputazione TermoNucleareGlobaleGritti reputazione TermoNucleareGlobaleGritti reputazione TermoNucleareGlobaleGritti reputazione TermoNucleareGlobaleGritti reputazione TermoNucleareGlobaleGritti reputazione TermoNucleareGlobaleGritti reputazione TermoNucleareGlobaleGritti reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito

036 Dimmi perchè

Canzone trascurabile sì, mi piace un sacco però la musica (soprattutto l'intro) della versione remix, la parte con i fiati la ascolto sempre volentieri, poi spesso skippo. Si sarebbe potuta sviluppare meglio, magari con un ritornello che non dica solo "dimmi perchè", sarebbe uscita una canzone discreta, anche perchè un argomento ce l'ha, qualche immagine simpatica la lascia (la donna al semaforo che gli manda un bacio, oppure max che arriva dalla bella cassiera con un sacco di roba e si accorge di non riuscire a pagarla) peccato averla archiviata così, resta una non canzone.


037 Innamorare tanto

In quello che è oggettivamente il miglior disco della carriera di Max/883 (non il mio preferito, non il più venduto, ma oggettivamente il migliore) questo è un inizio pazzesco. Una delle migliori in assoluto per quanto mi riguarda, sicuramente nella top ten, il testo è geniale, il racconto di tre sogni ad occhi aperti dove il protagonista si comporta da eroe, per far innamorare la ragazza... non manca mai la svolta d'umiltà dove poi ricorda che nella realtà non è un fenomeno bensì un po' sfigato, mi commuove spesso nel finale la frase "peccato che io in verità, non ho 'ste grandi qualità, ma son sicuro che ti amerei tantissimo".
Adoro le canzoni dove Max si descrive un po' come uno sfigato (come tutto ciò che ho, me la caverò...) mi piace molto l'umiltà quando sincera (non a caso uno dei miei grandi idoli è Javier Zanetti) Max in questo si sa far veramente voler bene.
Mi gasa un sacco la versione live del tour del 97 (ahimè credo sia l'unica occasione in cui ha suonato dal vivo questa canzone) è versione album ma con un'intro un po' più spinta, e il ritornello lo canta da solo, senza sotto il coro, la adoro. Ah poi il finale simpaticissimo: e se gli alieni ti rapissero?
__________________
tu mi hai insegnato ad amare la mattina il pane caldo e la malinconia la bella vita quella che auguro ai miei amici, a chi si perde tra mille incroci, e a chi la augura pure a me guarda sempre in faccia il mondo e non avere paura di niente il più incredibile spettacolo di un uomo che pensava di essere da solo, poi ha incontrato te la vita comoda non fa per noi, che siamo nati con il ritmo addosso non si può scegliere un sogno, non si può scegliere!
Rispondi citando
  #863  
Vecchio 13-09-2020, 18.52.28
L'avatar di gabo86
gabo86 gabo86 non è connesso
Moderatore
 
Data registrazione: 08-05-2005
Residenza: Melèe Island
Messaggi: 44,268
gabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito

037 Innamorare tanto

Concordo pienamente sul "miglior album". La canzone all'epoca mi piaceva tantissimo, ora la trovo "solo" divertente. Mi fa ancora ridere tantissimo il finale, che concluse il crescendo di situazioni eroiche, e adoro l'autoironia di Max ("per me è già tanto avere preso la patente B" è geniale, e oltretutto a undici anni non avevo idea di cosa fosse, questa patente B). Però i suoni non sono il massimo: l'inizio sembra quasi qualcosa da telegiornale, da sigla del TG5, e in generale l'elettronica è un po' esagerata. E a me l'elettronica piace, eh, è solo che i suoni non sono invecchiati tantissimo. In ogni caso, pagherei metà prezzo degli biglietto solo per sentire questa canzone dal vivo ancora una volta...chissà a San Siro...(se mai si farà).
Simpatico il video, che ricalca esattamente la canzone, con Daniele Moretto (il trombettista) nel ruolo del protagonista.

038 La regola dell'amico

Partiamo dal finale: l'ironia incredibile è che Max alla fine si sia sposato con la propria migliore amica io ho sempre creduto nell'amicizia tra uomo e donna, ma dev'essere veramente disinteressata, e "gli amici del bar" di questa canzone sono invece interessatissimi, quindi è tutta un'altra cosa. Però ricordo, a un certo del 2002, che ero andato lì con la mia migliore amica e i miei cugini, e questi ultimi si misero a ridere durante questa canzone perché, appunto, pensavano potessi essere interessato. Fine della dissertazione filosofica
Amicizia o meno a parte, questa canzone è splendida. Riesce a descrivere benissimo l'atmosfera del bar senza ricadere nella nostalgia o in altro, semplicemente raccontando cosa succede. E sembra veramente scritta al tavolino di un bar, con Max che si guarda intorno e prende appunti su un tovagliolo mentre intorno a lui i suoi amici vanno dietro a una tipa. Musicalmente è splendida, con il basso di Saturnino in evidenza (sarà ospite anche al concerto di piazza Duomo, giustamente, anche se il reprise di Disco Inferno fa ridere tantissimo) e un'elettronica leggera, danzereccia e spensierata. Una delle canzoni più famose degli 883, forse non delle più belle ma è a suo modo scritta in maniera "perfetta".
__________________
And all of my dreams
they may have come true
but so did my nightmares
which I can't get through.
Rispondi citando
  #864  
Vecchio 13-09-2020, 22.52.37
L'avatar di animamigrante
animamigrante animamigrante non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 24-07-2005
Residenza: Modena
Messaggi: 9,745
animamigrante reputazione TermoNucleareGlobaleanimamigrante reputazione TermoNucleareGlobaleanimamigrante reputazione TermoNucleareGlobaleanimamigrante reputazione TermoNucleareGlobaleanimamigrante reputazione TermoNucleareGlobaleanimamigrante reputazione TermoNucleareGlobaleanimamigrante reputazione TermoNucleareGlobaleanimamigrante reputazione TermoNucleareGlobaleanimamigrante reputazione TermoNucleareGlobaleanimamigrante reputazione TermoNucleareGlobaleanimamigrante reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito

ragazzi entro qui dentro e scopro questa vostra cavalcata, non so se commetto fallo da cartellino rosso spezzando con questo mio messaggio, ma

- ho ascoltato come tutti quelli della mia età gli 883 quando ero bambino, e dopo mai più

- però se fanno un'intervista a max pezzali la ascolto sempre volentieri, a differenza di jovanotti che non lo ascolto e non lo cago più

- ieri ho scoperto l'esistenza di Marco Montemagno e del suo canale youtube (ero io a vivere su marte? forse semplicemente ho troppo poco tempo libero)

- oggi mi sono sparato queste due ore lisce lisce

non male

Rispondi citando
  #865  
Vecchio 14-09-2020, 01.46.48
L'avatar di gabo86
gabo86 gabo86 non è connesso
Moderatore
 
Data registrazione: 08-05-2005
Residenza: Melèe Island
Messaggi: 44,268
gabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da animamigrante Visualizza messaggio
ragazzi entro qui dentro e scopro questa vostra cavalcata, non so se commetto fallo da cartellino rosso spezzando con questo mio messaggio, ma

- ho ascoltato come tutti quelli della mia età gli 883 quando ero bambino, e dopo mai più

- però se fanno un'intervista a max pezzali la ascolto sempre volentieri, a differenza di jovanotti che non lo ascolto e non lo cago più

- ieri ho scoperto l'esistenza di Marco Montemagno e del suo canale youtube (ero io a vivere su marte? forse semplicemente ho troppo poco tempo libero)

- oggi mi sono sparato queste due ore lisce lisce

non male

www.youtube.com/watch?v=nw2VGORqiXM
Non c'è nessun fallo da cartellino rosso
Sono curioso di ascoltarla, Max è uno dei miei personaggi preferiti da intervistare perché è sempre vero (al contrario dell'altro tizio che hai citato e di cui non faccio il nome anche se il suo disegnino stilizzato fa capolino dalla cima di questa pagina web)
__________________
And all of my dreams
they may have come true
but so did my nightmares
which I can't get through.
Rispondi citando
  #866  
Vecchio 14-09-2020, 19.23.11
L'avatar di Gritti
Gritti Gritti non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 15-09-2011
Residenza: L'universo
Messaggi: 3,143
Gritti reputazione TermoNucleareGlobaleGritti reputazione TermoNucleareGlobaleGritti reputazione TermoNucleareGlobaleGritti reputazione TermoNucleareGlobaleGritti reputazione TermoNucleareGlobaleGritti reputazione TermoNucleareGlobaleGritti reputazione TermoNucleareGlobaleGritti reputazione TermoNucleareGlobaleGritti reputazione TermoNucleareGlobaleGritti reputazione TermoNucleareGlobaleGritti reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da animamigrante Visualizza messaggio
Questa intervista è meravigliosa!
Seguo da sempre Montemagno, ha intervistato praticamente tutta Italia e secondo me fa domande geniali. Quando ho visto che durava 2 ore mi sono un po' scoraggiato, combinazione stamattina mi sono fatto un viaggio per lavoro da solo, e quindi tra andata e ritorno l'ho ascoltato tutto... è stata una roba fighissima, avrei voluto non finisse mai. Gabo ti piacerà un sacco.
__________________
tu mi hai insegnato ad amare la mattina il pane caldo e la malinconia la bella vita quella che auguro ai miei amici, a chi si perde tra mille incroci, e a chi la augura pure a me guarda sempre in faccia il mondo e non avere paura di niente il più incredibile spettacolo di un uomo che pensava di essere da solo, poi ha incontrato te la vita comoda non fa per noi, che siamo nati con il ritmo addosso non si può scegliere un sogno, non si può scegliere!
Rispondi citando
  #867  
Vecchio 16-09-2020, 16.13.56
L'avatar di Gritti
Gritti Gritti non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 15-09-2011
Residenza: L'universo
Messaggi: 3,143
Gritti reputazione TermoNucleareGlobaleGritti reputazione TermoNucleareGlobaleGritti reputazione TermoNucleareGlobaleGritti reputazione TermoNucleareGlobaleGritti reputazione TermoNucleareGlobaleGritti reputazione TermoNucleareGlobaleGritti reputazione TermoNucleareGlobaleGritti reputazione TermoNucleareGlobaleGritti reputazione TermoNucleareGlobaleGritti reputazione TermoNucleareGlobaleGritti reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito

038 La regola dell'amico

Questa per me è la classica canzone che è molto bella ma l'ho sentita talmente tante volte che mi ha stufato. Non manca mai nei concerti, anche quelli con 10 canzoni in scaletta (tipo quelli di radio italia live oppure il tour con renga e nek) la regola dell'amico c'è sempre. Non la considero irrinunciabile, evidentemente Max sì. La canzone è divertentissima, sotto certi aspetti è geniale, una delle storie più famose raccontate da Max, in cui ci siamo immedesimati tutti. Non a caso nell'intervista con Montemagno fa proprio questo esempio per parlare delle "storie di vita vissuta alla Max Pezzali".
Quando è uscita avevo 10 anni, quell'estate la cantavano tutti, e ricordo che la mia vicina mi disse che quella canzone non si intitolava "la regola dell'amico" bensì "la dura legge del gol", confondendosi ovviamente con l'album, e io che mi domandavo cosa c'entrasse.. ai tempi non c'era internet per controllare, mi fidai con qualche riserva (essenzialmente perchè lei aveva 3-4 anni più di me) ma rimasi col dubbio per un bel po', fu poi al festivalbar che scoprii che il titolo era effettivamente la regola dell'amico.
L'extension di disco inferno molto molto azzeccata, dovrebbe farla sempre ai concerti, perchè per quanto può essere ripetitiva, c'è sempre qualcuno tra il pubblico per cui è il primo concerto di Max, e hai presente che figata?


039 Nessun rimpianto

All'epoca fu per me una delle canzoni più grandi e maestose che avessi mai sentito, struggente peggio di Baglioni, una roba da suicidio, ma quanto è bella! Lo penso ancora ora, nessun rimpianto è un capolavoro: il testo, le sonorità, il significato, gli assoli di chitarra prima e dopo l'ultimo ritornello, l'inizio e la fine con le note di piano, è un grandissimo pezzo c'è poco da commentare. Dall'altra faccia della medaglia devo dire che è diventata talmente famosa che per forza di cose la sento meno mia, ma ne riconosco ad ogni ascolto la grandezza, non mi ha perso smalto con gli anni e con i migliaia di ascolti, perchè l'atmosfera è talmente intensa che si percepisce ogni volta. Max giustamente non ne ha mai fatto a meno nei concerti, e non la taglierà mai, troppo bella e forse anche troppo importante per la sua carriera.
__________________
tu mi hai insegnato ad amare la mattina il pane caldo e la malinconia la bella vita quella che auguro ai miei amici, a chi si perde tra mille incroci, e a chi la augura pure a me guarda sempre in faccia il mondo e non avere paura di niente il più incredibile spettacolo di un uomo che pensava di essere da solo, poi ha incontrato te la vita comoda non fa per noi, che siamo nati con il ritmo addosso non si può scegliere un sogno, non si può scegliere!
Rispondi citando
  #868  
Vecchio 17-09-2020, 12.48.18
L'avatar di gabo86
gabo86 gabo86 non è connesso
Moderatore
 
Data registrazione: 08-05-2005
Residenza: Melèe Island
Messaggi: 44,268
gabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobalegabo86 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito

039 Nessun rimpianto

Probabilmente la canzone sull'amore finito migliore di Max. Ho anch'io la stessa sensazione che hai avuto tu sul fatto che ormai sia "pubblica" e quindi non ci appartenga più tantissimo, ma è giusto così. L'esplosione del ritornello è una cosa incredibile, e anche il cambiamento finale ("e mi fa male un po'" che poi diventa "ma io non aprirò"). Gli assoli vengono riprodotti sempre uguali nota per nota anche a distanza di più di vent'anni, segno che anche quelli sono perfetti. L'unica cosa che è cambiata è l'intro: non ricordo quando sia iniziata la cosa (mi pare col tour di Time Out, ma non ne sono sicuro, forse tu lo sai) ma l'introduzione di pianoforte viene allungata fino a riprendere tutto il ritornello, facendolo cantare al pubblico. La versione originale, in effetti, inizia come il ritornello ma poi finisce subito lasciando cantare Max, e invece nei live viene allungata per fare cantare tutti (di solito Max conclude con un "siete bravissimi" o una cosa simile). Il video mi ha sempre inquietato: sarà il bianco e nero, saranno le donne nude, ma Max sembra una specie di maniaco

040 Non ti passa più

Per anni, prima che Gli anni diventasse la mia canzone preferita degli 883, questo primato spettava proprio a Non ti passa più. Tuttora la trovo una delle canzoni di sempre, incredibilmente autoironica nel descrivere, più che una relazione (iniziata male e finita malissimo), la reazione degli amici alle angherie subite dall'amico. È un po' come "Servi della gleba" degli Elio E Le Storie Tese, con un'ironia un po' diversa e col focus forse più spostato sugli amici. Ed è divertentissima anche musicalmente: d'accordo, forse è la canzone più beceramente elettronica di tutti gli 883, però ha un motivetto irresistibile e poi un ritornello che è da oscar della risata. Al matrimonio di mio cugino Ale (quello che mi ha fatto conoscere gli 883 e con cui li ho condivisi per tutta la vita) non ho potuto non cantargliela, sedendomi al pianoforte...
Bellissimo anche il video, che fa esattamente quello che dovrebbe fare: descrive, passo passo, la canzone, lasciandola interpretare agli attori del film Jolly Blu (da cui è tratto).
In ogni caso, ci sono frasi che resteranno nella storia: i complimenti per la pasta al forno, l'essere mollato in tronco senza dir neanche "bah", e soprattutto il finale capovolto per lei. Canzone epica, peccato che ovviamente non la faccia mai...
__________________
And all of my dreams
they may have come true
but so did my nightmares
which I can't get through.
Rispondi citando
  #869  
Vecchio 17-09-2020, 19.03.18
L'avatar di Gritti
Gritti Gritti non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 15-09-2011
Residenza: L'universo
Messaggi: 3,143
Gritti reputazione TermoNucleareGlobaleGritti reputazione TermoNucleareGlobaleGritti reputazione TermoNucleareGlobaleGritti reputazione TermoNucleareGlobaleGritti reputazione TermoNucleareGlobaleGritti reputazione TermoNucleareGlobaleGritti reputazione TermoNucleareGlobaleGritti reputazione TermoNucleareGlobaleGritti reputazione TermoNucleareGlobaleGritti reputazione TermoNucleareGlobaleGritti reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito

039 Nessun rimpianto

In realtà già nel tour de il mondo insieme a te l’intro era cantata dal pubblico (trovi il concerto intero su youtube), la versione meglio fatta comunque è quella presente nel singolo di “me la caverò”, ci sono 3 canzoni live tra cui nessun rimpianto, tratte dal tour de il mondo insieme a te oppure da quello di tuttomax, anche lì l’intro è cantato dal pubblico e secondo me a livello qualitativo è molto meglio di tutte le altre versioni live esistenti, il pubblico si sente che è una meraviglia.


040 Non ti passa +

Credo sia il non singolo più amato in assoluto, ricordo ancora il tour di terraferma, dove in attesa del concerto le casse mandavano in sottofondo le canzoni meno famose di Max e degli 883, quando partì questa canzone tutto il forum di milano si alzò a cantarla, per nessun’altra ci fu una reazione del genere (e sì che ne passarono tante belle). Ovviamente la adoro anch’io, mi diverte un sacco ogni volta che la ascolto e forse rispetto ad altre la sento più mia proprio perché non è di tutti.
Geniale sta cosa di raccontare una storia tragicomica, dividendola per livelli come fosse un videogame, poi non mi voglio ripetere ancora sulla verosimilità delle storie che racconta e su quanto tutti ci si possano specchiare, è il più grande pregio dei contenuti di Max. Attualmente credo sia tra le mie 5 canzoni preferite di Max/883, anche se devo dire questa classifica mi cambia praticamente ogni giorno a seconda del periodo e dell'umore, sicuramente è una delle mie preferite in assoluto.
P.S. come avrai notato, non sono un gran “guardatore di video” per questo non li commento, non ne ricordo nemmeno uno. Per me la musica è solo audio, il videoclip è un accessorio inutile.


041 Se tornerai

Quando ascoltai per la prima volta la cassetta masterizzata de La dura legge del gol, questa fu la canzone che mi colpì di più. Un po’ per il tema trattato, un po’ perché lo trovavo già ai tempi molto sincero. Ne conosco un po’ di canzoni dedicate a persone scomparse (mi viene in mente Liga con “il giorno di dolore che uno ha” e “lettera a G”, oppure Ramazzotti con “sta passando novembre”, “gli angeli” di Vasco, “invece no” della Pausini, le tasche piene di sassi…) se tornerai è decisamente quella che mi tocca di più, perché più semplice, non fa grandi discorsi esistenziali o filosofici, non parla di anime che volano fra le stelle e che tornano la notte in sogno per salutarti.. parla dei ricordi di un'amicizia, dei giri in motorino a provarci con le ragazze, a fare e dire cazzate, delle fidanzate con gli occhi grandi (che poi è l'immagine che mi resta più impressa), è una canzone alla Max Pezzali, nonostante la delicatezza dell'argomento trattato. Per questo, e tanti altri motivi, adoro questa canzone. E' forse un altro dei non singoli famosissimi, e mi ha fatto un immenso piacere risentirlo nei medley di recente, non mi aspettavo fosse conosciuta da tutti, probabilmente questo disco è qualitativamente talmente alto, che prescinde dalle rotazioni radiofoniche e dai singoli.


P.S. ovviamente, a tempo debito, vorrò un tuo commento sulla superintervista di Montemagno, che per me è uno dei contenuti più preziosi che sia mai stato fatto su Max Pezzali, dopo la musica.
__________________
tu mi hai insegnato ad amare la mattina il pane caldo e la malinconia la bella vita quella che auguro ai miei amici, a chi si perde tra mille incroci, e a chi la augura pure a me guarda sempre in faccia il mondo e non avere paura di niente il più incredibile spettacolo di un uomo che pensava di essere da solo, poi ha incontrato te la vita comoda non fa per noi, che siamo nati con il ritmo addosso non si può scegliere un sogno, non si può scegliere!
Rispondi citando
Rispondi

Strumenti discussione
Modalità visualizzazione

Regole di scrittura
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato

Vai al forum


Tutti gli orari sono GMT +1. Adesso sono le 17.51.16.