Forum Soleluna  

Torna indietro   Forum Soleluna > Forum Attualità

Rispondi
 
Strumenti discussione Modalità visualizzazione
  #101  
Vecchio 09-09-2019, 16.29.54
L'avatar di decly2002
decly2002 decly2002 non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 05-02-2002
Residenza: trieste
Messaggi: 20,770
decly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito

alt, io non sto dicendo che "non voglio fare la mia parte". ci mancherebbe.
ma penso che soltanto i governi possano realmente fare qualcosa per impedire la catastrofe.
nella società di oggi, così pigra e disinformata, mi sembra molto ottimistico pensare che una buona fetta di popolazione si metta a marciare nella giusta direzione.
in generale i discorsi che partono con "se tutti facessero..." mi sembrano un po' deboli. sarà che ho davvero poca fiducia nel genere umano...
__________________
l'indifferenza è il più grave peccato mortale...
Rispondi citando
  #102  
Vecchio 09-09-2019, 16.33.09
L'avatar di decly2002
decly2002 decly2002 non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 05-02-2002
Residenza: trieste
Messaggi: 20,770
decly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito

poi, ne sono la riprova, siamo tutti pieni di contraddizioni: perché io mi sto limitando all'iniziativa personale, pur pensando che sia quasi inutile, mentre, se fossi coerente, dovrei essere in qualche modo attivo "politicamente", dato che lo reputo più concreto.
__________________
l'indifferenza è il più grave peccato mortale...
Rispondi citando
  #103  
Vecchio 10-09-2019, 00.58.12
L'avatar di valer
valer valer non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 04-02-2004
Messaggi: 14,791
valer reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobale
Invia un messaggio via MSN a valer
Predefinito

sul discorso allevamenti non credo che i governi possano fare più di tanto, i mercati li controlla la gente, se la gente non compra più carne, alla lunga gli allevamenti intensivi cesserebbero di esistere (lo so, ho semplificato e banalizzato al massimo); non so cosa ci voglia, più informazione sicuramente, informazione che nella parte del mondo più responsabile dello scempio degli allevamenti intensivi (USA, ma ci mettiamo anche Europa eh) è libera, quindi mi fa pensare che non sia tanto una questione di sapere, quanto di non voler accettare, non essere disposti a rinunciare. Su altri accorgimenti ti do ragione, sicuramente i governi potrebbero intervenire nella gestione delle emissioni di industrie, trasporti ecc., ma sono numeri che appaiono quasi insignificanti accanto ai dati dell’inquinamento da allevamenti. Ovviamente non intendo dire che non siano da tenere sotto controllo e da modificare drasticamente, anzi.
E purtroppo siamo d’accordo anche sulla poca fiducia nel genere umano, e mi dispiace essere così disfattista...proprio su temi del genere vedo quanto nella pratica una cerchi di avere mille accortezze per poi trovarsi circondata da gente che di accortezze non ne ha per nulla, come svuotare il mare con un cucchiaio. È snervante.
Rispondi citando
  #104  
Vecchio 10-09-2019, 13.01.24
L'avatar di decly2002
decly2002 decly2002 non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 05-02-2002
Residenza: trieste
Messaggi: 20,770
decly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito

un governo potrebbe stabilire le destinazioni d'uso dei terreni.
potrebbe rimboschire aree precedentemente destinate a altre funzioni.
se un governo può espropriare un terreno per motivi di utilità pubblica (p.es per costruire un'autostrada), allora potrebbe anche requisire terreni dedicati all'allevamento per farci un bosco.

eh...solo scriverlo mi ha fatto ridere.
__________________
l'indifferenza è il più grave peccato mortale...
Rispondi citando
  #105  
Vecchio 29-09-2019, 18.11.47
L'avatar di Chiaru'
Chiaru' Chiaru' non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 20-06-2005
Messaggi: 11,670
Chiaru' reputazione TermoNucleareGlobaleChiaru' reputazione TermoNucleareGlobaleChiaru' reputazione TermoNucleareGlobaleChiaru' reputazione TermoNucleareGlobaleChiaru' reputazione TermoNucleareGlobaleChiaru' reputazione TermoNucleareGlobaleChiaru' reputazione TermoNucleareGlobaleChiaru' reputazione TermoNucleareGlobaleChiaru' reputazione TermoNucleareGlobaleChiaru' reputazione TermoNucleareGlobaleChiaru' reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito

È veramente complicato. Io vivo in un quartiere di Palermo dove non esiste la raccolta differenziata. O meglio, ci sono i bidoni differenziati in strada ma sono scomodi e sempre strapieni perché li svuotano una volta a settimana. Per cui ho fatto una piccola discarica differenziata nel ripostiglio e ogni tot prendo i sacchi e vado a gettarli in un quartiere vicino dove ho scoperto che ci sono più bidoni e quindi sono più agibili. Per l’umido niente da fare, lo devo buttare con l’indifferenziato. Per cui sono d’accordo con Valer che l’iniziativa personale va in ogni caso praticata che con Decly perché non tutti possono avere il tempo, la pazienza o l’educazione per avere un comportamento sostenibile. Ad esempio, io non posso prescindere dall’automobile, nonostante vorrei tanto anche per una questione di salute mentale (il tcraffico) ma la mia città non ha piste ciclabili e i mezzi sono inaffidabili.
__________________
E' una festa infinita la vita, un salpare continuo di navi
Con la luce negli occhi, con il ritmo nel cuore, con il vento alle ali

I Serenissimi sul ritmo giusto!!!
sdeng is my way of life

Rispondi citando
  #106  
Vecchio 13-12-2019, 13.03.17
L'avatar di valer
valer valer non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 04-02-2004
Messaggi: 14,791
valer reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobale
Invia un messaggio via MSN a valer
Predefinito

lascio anche qua quello che ho scritto in Vegetariani, dato che si è parlato di allevamenti e alternative sostenibili:


non so dove lasciare questo link, lo lascio qua anche se non è una cosa che riguarda solo i vegetariani.

https://www.latteamore.it

si tratta di un allevamento etico, dove non avviene la separazione tra mamma e cucciolo una volta partorito, e dove gli animali non vengono né venduti una volta che sono improduttivi e né macellati. Tutto segue il ciclo naturale, in equilibrio tra nuovi nati e vecchietti morti di vecchiaia o malattia. Nel suo genere è una realtà praticamente unica, e ha bisogno di sostegno. Per questo potete acquistare dal sito i loro prodotti o andare a visitarlo (è vicino ad Arezzo).
Non so dirvi come siano i prodotti perché devono ancora arrivarmi, ma da quel che leggo sono buonissimi. Se a Natale volete fare un bel regalo, fate un giro sul sito (ma anche sulla pagina Fb o Instagram).
Rispondi citando
  #107  
Vecchio 19-12-2019, 20.43.00
L'avatar di valer
valer valer non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 04-02-2004
Messaggi: 14,791
valer reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobale
Invia un messaggio via MSN a valer
Predefinito

https://www.treedom.net/it/co2

qua si può calcolare quanta CO2 produciamo all'incirca in un anno, e i modi per neutralizzarla se proprio non riusciamo a produrne meno
Rispondi citando
  #108  
Vecchio 03-01-2020, 18.32.09
L'avatar di valer
valer valer non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 04-02-2004
Messaggi: 14,791
valer reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobale
Invia un messaggio via MSN a valer
Predefinito

interessante per chi mangia il pesce

https://www.slowfood.it/wp-content/u...sti_no_abb.pdf
Rispondi citando
  #109  
Vecchio 02-02-2020, 12.50.13
L'avatar di hime*
hime* hime* non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 22-10-2007
Residenza: Castello Ululì
Messaggi: 5,584
hime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito

L’impatto ambientale del ritorno del vinile
La musica ha avuto e continua ad avere un ruolo significativo nello sfruttamento della risorse ambientali: esistono delle soluzioni?

Kyle Devine, docente al dipartimento di musicologia dell’Università di Oslo, ha scritto un libro intitolato “Decomposed” spiegando come la musica venga, a torto, considerata come la più immateriale delle arti. I modi di distribuirla e di ascoltarla hanno attraversato sicuramente una smaterializzazione, ma in realtà, dice, la musica ha avuto e continua ad avere un ruolo significativo nello sfruttamento delle risorse ambientali, e la dipendenza da queste risorse è problematica.
Nel suo libro, Devine racconta in particolare tre forme di materialità della musica quando, prima del 1950, i 78 giri erano fatti di gommalacca, una resina naturale ricavata dagli insetti; quando si passò al vinile e alla plastica, e quando questi materiali vennero rimpiazzati dai download digitali e dagli streaming. In ognuna di queste fasi, dice Devine, ci sono state o ci sono persone e processi apparentemente sottovalutati che sono invece centrali per ciò che la musica è, per come funziona e per le conseguenze che ha.
Sono ormai molti anni che si parla di “ritorno del vinile”, e se i dati ridimensionano parecchio questa affermazione, è anche vero che l’unico supporto alternativo allo streaming che continua a crescere sono gli LP. Nel Regno Unito è il dodicesimo anno consecutivo che aumentano le vendite di dischi in vinile (4,3 milioni nel 2019, 4,2 milioni nel 2018), mentre le vendite dei CD, così come i download digitali, si sono più che dimezzate negli ultimi cinque anni. Negli Stati Uniti, dice Devine, attualmente si spende tanto in vinile quanto in CD.
Nell’ultimo secolo i principi tecnologici alla base della produzione dei dischi in vinile non sono cambiati, e le macchine per la produzione sono vecchie di decenni. Il vinile è un polimero plastico sintetico: i granuli di PVC, simili a lenticchie, vengono incanalati in un macchinario, vengono scaldati, fusi e trasformati in dischetti simili a quelli dell’hockey, poi pressati e scaldati di nuovo. Oggi più della metà del cloruro di polivinile (PVC) utilizzato dai produttori di dischi statunitensi proviene da una società thailandese, la Chemicals Public Company Limited (TPC) con sede a Bangkok, e viene lavorato sulle rive del fiume Chao Phraya. Devine ha cercato di visitare la fabbrica senza riuscirci, ma ha intervistato uno dei dirigenti della società proprietaria della TPC, la SCG Chemicals, una delle maggiori compagnie petrolchimiche dell’Asia.
Il processo di produzione del PVC è complicato: si ottiene sintetizzando i componenti chimici, il materiale grezzo viene quindi mescolato con vari additivi, riscaldato per formare un composto di plastica fusa, passato attraverso una matrice e tagliato a pezzetti. Il rappresentante della SGC che Devine ha incontrato gli ha spiegato le tecnologie, gli alti livelli di competenza industriale e gli approfonditi controlli di qualità necessari per realizzare questo composto, ma ha evitato di rispondere alle domande sugli effetti dannosi della produzione di vinile. Il PVC contiene infatti sostanze cancerogene e la produzione genera acque reflue che la società, secondo Greenpeace, versa fin dagli anni Novanta nel fiume Chao Phraya.
Durante il periodo di massimo splendore del vinile, la situazione negli Stati Uniti non era diversa. Negli anni Settanta, racconta Devine, la Keysor-Century Corporation, a nord di Los Angeles, forniva all’industria discografica statunitense circa 20 milioni di chili di PVC all’anno. Nel 1977 la Keysor-Century venne messa sotto inchiesta dall’Agenzia per la protezione ambientale (EPA), e poi di nuovo all’inizio 2000 quando venne anche multata per più di 4 milioni di dollari per aver esposto i lavoratori a esalazioni tossiche, per aver rilasciato sostanze tossiche nell’aria e aver scaricato illegalmente acque reflue.
È impossibile sapere quanta parte dell’inquinamento sia direttamente legata alla produzione di dischi in vinile. Una cosa però è certa, dice Devine: gli LP, come le musicassette e i CD, sono derivati petroliferi che sono stati prodotti e distrutti in massa dalla metà del XX secolo. Durante i picchi di vendite negli Stati Uniti, l’industria discografica utilizzava quasi 60 milioni di chili di plastica all’anno. Utilizzando le medie attuali di emissioni equivalenti di gas serra per chilo di produzione di plastica, si potrebbe ipotizzare che siano stati emessi oltre 140 milioni di chilogrammi di CO2 ogni anno: solo negli Stati Uniti e per la produzione di musica. La musica, come praticamente tutto il resto, è coinvolta nel petro-capitalismo, dice Devine.
Devine si chiede dunque se utilizzare download digitali e streaming possa essere una soluzione. Ma dice che questo è un modo sbagliato di inquadrare il problema, dato che anche per questo tipo di ascolto servono dei supporti fisici. I file audio digitali non sono virtuali: si basano su infrastrutture di archiviazione, elaborazione e trasmissione dei dati che hanno emissioni di gas serra potenzialmente anche più elevate rispetto alle materie plastiche petrolchimiche utilizzate nella produzione di formati evidentemente più fisici come gli LP.
La quantità di energia richiesta per lo streaming di una singola canzone o di un album è trascurabile, e inferiore a quella necessaria per ottenere la stessa musica su un vinile, una cassetta o un CD, ma questo confronto non è utile. Se è vero che i singoli file audio digitali consumano meno energia rispetto ai formati che li hanno preceduti, questo singolo guadagno in termini di efficienza è superato infatti dagli aumenti dell’uso generale. Le nuove modalità di ascolto (e cioè l’accesso immediato a quantità illimitate di musica), sebbene abbiano portato le industrie discografiche a utilizzare molta meno plastica, stanno producendo una maggiore quantità di emissioni equivalenti di gas serra. Le stime più prudenti dicono che la quantità di tali emissioni è pari a 200 milioni di chili l’anno a partire dal 2015, mentre le stime più pessimistiche parlano di 350 milioni di chili all’anno: che è più del doppio delle emissioni equivalenti del settore di produzione discografica statunitense all’apice della produzione di vinili, musicassette o CD. I dispositivi necessari per accedere alla musica in streaming, poi, si basano sullo sfruttamento di risorse naturali e umane in tutto il mondo.
Devine dice che comunque c’è chi si sta occupando del problema. Un gruppo di otto aziende olandesi sta sperimentando modi per rendere più ecologico il vinile, registrando su un materiale riciclabile, non in PVC. Eppure non stanno avendo molto successo, perché la qualità del suono non è stata giudicata soddisfacente. Devine ha ascoltato un disco in “green vinyl” e, dice, «è vero che non suonava né sembrava un tipico LP. Il rumore di fondo non era quello a cui ero abituato, e talvolta c’era anche un suono intermittente, come se il disco stesso avesse l’acufene». Ma, aggiunge, «se questi sono il suono e la sensazione di qualcosa che è fatto con un materiale meno dannoso del PVC, allora queste caratteristiche non sono imperfezioni ma bellezze». Può essere sconvolgente, conclude, scoprire che qualcosa di bello come la musica ha a che fare con delle conseguenze ambientali così allarmanti, ma conoscerle può essere il primo passo per affrontarle e forse migliorarle.

https://www.ilpost.it/2020/02/02/imp...mpression=true
__________________
******
DENTRO LA MIA TESTA CI SON PIU' BESTIE CHE NELLA FORESTA...

Citazione:
Originalmente inviato da umano Visualizza messaggio
Sir Paul ha ragione!
Rispondi citando
  #110  
Vecchio 02-02-2020, 12.53.22
L'avatar di hime*
hime* hime* non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 22-10-2007
Residenza: Castello Ululì
Messaggi: 5,584
hime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito

“Music was my first love
And it will be my last.
Music of the future
And music of the past.
To live without my music
Would be impossible to do.
In this world of troubles,
My music pulls me through.”

__________________
******
DENTRO LA MIA TESTA CI SON PIU' BESTIE CHE NELLA FORESTA...

Citazione:
Originalmente inviato da umano Visualizza messaggio
Sir Paul ha ragione!
Rispondi citando
  #111  
Vecchio 02-02-2020, 14.01.37
L'avatar di Bastiano
Bastiano Bastiano non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 07-02-2001
Messaggi: 16,539
Bastiano reputazione Stellare !!!Bastiano reputazione Stellare !!!Bastiano reputazione Stellare !!!Bastiano reputazione Stellare !!!Bastiano reputazione Stellare !!!Bastiano reputazione Stellare !!!Bastiano reputazione Stellare !!!Bastiano reputazione Stellare !!!Bastiano reputazione Stellare !!!Bastiano reputazione Stellare !!!Bastiano reputazione Stellare !!!
Predefinito

Il ritornello più tamarro della storia. Con l'intro di final countdown
Rispondi citando
  #112  
Vecchio 10-02-2020, 23.09.00
L'avatar di hime*
hime* hime* non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 22-10-2007
Residenza: Castello Ululì
Messaggi: 5,584
hime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobalehime* reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Bastiano Visualizza messaggio
Il ritornello più tamarro della storia. Con l'intro di final countdown
Visto che roba? Ho riferimenti culturali di altissimo livello!
__________________
******
DENTRO LA MIA TESTA CI SON PIU' BESTIE CHE NELLA FORESTA...

Citazione:
Originalmente inviato da umano Visualizza messaggio
Sir Paul ha ragione!
Rispondi citando
  #113  
Vecchio 18-03-2020, 17.10.14
L'avatar di Bastiano
Bastiano Bastiano non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 07-02-2001
Messaggi: 16,539
Bastiano reputazione Stellare !!!Bastiano reputazione Stellare !!!Bastiano reputazione Stellare !!!Bastiano reputazione Stellare !!!Bastiano reputazione Stellare !!!Bastiano reputazione Stellare !!!Bastiano reputazione Stellare !!!Bastiano reputazione Stellare !!!Bastiano reputazione Stellare !!!Bastiano reputazione Stellare !!!Bastiano reputazione Stellare !!!
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da hime* Visualizza messaggio
L’impatto ambientale del ritorno del vinile
La musica ha avuto e continua ad avere un ruolo significativo nello sfruttamento della risorse ambientali: esistono delle soluzioni?


https://www.ilpost.it/2020/02/02/imp...mpression=true
Curiosità forumistica. Io ero uno dei 9.

Il 16 novembre 1984, durante una furiosa tempesta in alto Adriatico con mare forza 7, il natante, una nave cisterna battente
bandiera maltese, affonda in acque croate al largo di Sebenico. Dei 12 membri d'equipaggio che si trovano a bordo 9 vengono
tratti in salvo da alcuni pescherecci che si trovano in zona, mentre 3 rimangono dispersi. La nave diventa un latente grave pericolo
ecologico in quanto trasporta un carico altamente inquinante, precisamente 1.300 tonnellate di cloruro di vinile monomero.
Rispondi citando
  #114  
Vecchio 26-06-2020, 13.20.39
L'avatar di decly2002
decly2002 decly2002 non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 05-02-2002
Residenza: trieste
Messaggi: 20,770
decly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobaledecly2002 reputazione TermoNucleareGlobale
Predefinito

Citazione:
Originalmente inviato da Bastiano Visualizza messaggio
Curiosità forumistica. Io ero uno dei 9.

Il 16 novembre 1984, durante una furiosa tempesta in alto Adriatico con mare forza 7, il natante, una nave cisterna battente
bandiera maltese, affonda in acque croate al largo di Sebenico. Dei 12 membri d'equipaggio che si trovano a bordo 9 vengono
tratti in salvo da alcuni pescherecci che si trovano in zona, mentre 3 rimangono dispersi. La nave diventa un latente grave pericolo
ecologico in quanto trasporta un carico altamente inquinante, precisamente 1.300 tonnellate di cloruro di vinile monomero.
ma va???

comunque ho provato lo shampoo solido di Lush. all'inizio tutto bene, poi credo che metà saponetta si sia autoconsumata nel sacchettino dov'era riposta. Un po' complicata la gestione.
__________________
l'indifferenza è il più grave peccato mortale...
Rispondi citando
  #115  
Vecchio 26-06-2020, 20.42.39
L'avatar di valer
valer valer non è connesso
Forumista
 
Data registrazione: 04-02-2004
Messaggi: 14,791
valer reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobalevaler reputazione TermoNucleareGlobale
Invia un messaggio via MSN a valer
Predefinito

potresti provare con un portasaponetta rigido e chiuso
__________________
Citazione:
Originalmente inviato da umano Visualizza messaggio
ragazzi è pozzo
Rispondi citando
Rispondi

Strumenti discussione
Modalità visualizzazione

Regole di scrittura
You may not post new threads
You may not post replies
You may not post attachments
You may not edit your posts

BB code is Attivato
Le faccine sono Attivato
Il codice [IMG] è Attivato
Il codice HTML è Disattivato

Vai al forum


Tutti gli orari sono GMT +1. Adesso sono le 02.39.19.